Il Prof. Marcello Buiatti e la sicurezza degli OGM
di Federico Baglioni
via Federico Baglioni et al.

Ringrazio di cuore l'ottimo Federico Baglioni per avermi segnalato un suo nuovo intervento sull'argomento accennato nel mio precedente post.

Federico Baglioni torna a confrontarsi con il Prof. Marcello Buiatti sulla sicurezza degli OGM.

L'argomento, come più volte ribadito, è di pressante urgenza: un'informazione corretta, che tolga la tematica dalle mani dei ciarlatani, è fondamentale per il benessere della nostra civiltà nei prossimi 50 anni.

Gli OGM permetteranno di affrontare le modificazioni climatiche d'origine antropica con maggiore agilità e sbloccheranno un enorme capitale umano inespresso, supportare le esigenze nutrizionali delle popolazioni attualmente sotto alimentate nel così detto "terzo mondo".

Perché ciò possa avvenire, i decisori finali, ovvero i cittadini che esprimendo le proprie scelte politiche indirizzano le future linee di ricerca, debbono essere correttamente informati.

Non esiste vera democrazia partecipata senza completezza e correttezza d'informazione.

Quello degli OGM è purtroppo uno dei diversi argomenti sensibili - così come le politiche di approvigionamento energetico, per fare un altro esempio - trattate in maniera ideologia, nella migliore delle ipotesi.

Il dibattito che ha preso le mosse dalla replica di Baglioni all'intervneto di Buiatti, correttamente sottolineato dal Direttore delle Scienze Marco Cattaneo e dal giornalista di Le Scienze Dario Bressanini, è di quelli che portano un sostanziale contributo di chiarezza ai lettori più volenterosi.

Ecco allora che con piacere e interesse apprendo, leggo e vi propongo il nuovo vivace scritto di Federico Baglioni.

Buona lettura.

matteorossini.eu

Excerpted from http://fedebiotech.wordpress.com/2012/04/06/prof-marcello-buiatti-e-la-sicurezza-degli-ogm/

«

[...]

da almeno 10 anni la sperimentazione in campo in Italia è bloccata.

[...]

C’era una “biodiversità” di OGM enorme nelle 279 sperimentazioni italiane.
Con tantissimi progetti di centri di ricerca pubblici e Università.
Tutti uccisi dal blocco.

[...]

ad oggi esistano [...] circa 11.600 studi che dibattono e affrontano i temi legati alla sicurezza degli OGM. Di questi 275 sono italiani.

Nel solo 2011, sono uscite 108 pubblicazioni che hanno trattato la sicurezza alimentare degli OGM, 215 quella ambientale, 212 l’impatto agricolo, e 371 altre problematiche.

[...]

Dal 1985 al 2010, l’Europa ha infatti speso circa 270 milioni di € (più di 1/4 di miliard-I- di €) per studiare la sicurezza degli OGM.

Stando ai risultati ottenuti [...] sembrerebbe che questi OGM [...] si comportino proprio come le loro sorelle convenzionali: stesso profilo di rischio. Solo che a differenza loro sono ipercontrollati.

[...]

non trova che 26 anni di ricerche, costate 1/4 di miliardo di € (solo in UE) di investimento pubblico, sulla sicurezza degli OGM siano sufficienti per dire ok, possiamo stare moderatamente tranquilli, non esistono rischi particolari per gli OGM, evitiamo inutili allarmismi?

Che siano sufficienti anche per riaprire la ricerca su nuovi OGM, magari partendo proprio da quelli forzosamente abbandonati dai nostri centri di ricerca pubblici 10 anni fa?

[...]

»

#razionalismo #ogm #biotecnologie
---
OGM: se gli studenti fanno gli esami ai professori…
di Marco Cattaneo
via Le Scienze - Made in Italy
2 aprile2012

«
Il 24 marzo sul “Corriere della Sera” è uscito un articolo che pretendeva di fare chiarezza sulla questione degli OGM in agricoltura. Firmato da Matteo Giannattasio, docente di “Alimenti e salute del consumatore” all’Università di Padova, si intitolava La questione OGM: quanta confusione.

Peccato che il testo, anziché fare chiarezza sulla materia, aggiunga ulteriore confusione in un panorama già abbastanza triste. Se ne è accorto, tra i tanti, Federico Baglioni, studente del secondo anno di laurea specialistica in Biotecnologie molecolari e bioinformatica all’Università di Milano, che mi ha inviato la lettera che segue:

«
Da ormai qualche settimana è tornato dirompente, sulle pagine dei giornali e su internet, l’argomento spinoso degli OGM che è stato fonte, in seguito alle dichiarazioni confusionarie del ministro Clini, di commenti e risposte ancora più confuse e tremendamente ideologiche. C’è chi, come il professore M. Giannattasio dell’Università di Padova, ha cercato di fare un po’ di chiarezza, cadendo però in inesattezze abbastanza evidenti, senza riuscire a favorire quella riflessione che serve al paese e alla nostra agricoltura per avere una posizione sensata sugli OGM.
[..]
»

[...]
Ecco, qualcuno ha finalmente portato un po’ di chiarezza.
»

Excerpted from:
http://cattaneo-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2012/04/02/ogm-se-gli-studenti-fanno-gli-esami-ai-professori%E2%80%A6/

Source:
http://fedebiotech.wordpress.com/2012/04/02/ogm-quanta-confusione-proprio-vero

Biobliography:
http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/03/16/clini-l%E2%80%99europa/197736/
http://lavalledelsiele.com/2012/04/02/la-correttezza-scientifica-prima-di-tutto-uno-studente-risponde-al-corriere/
http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/12_marzo_24/ogm-questione-confusione-giannattasio_bcf3e6b4-75c9-11e1-88c1-0f83f37f268b.shtml

Previous from matteorossini.eu on this topic:
https://plus.google.com/107934294050645190622/posts/AaPTG8HvW93
https://plus.google.com/u/0/107934294050645190622/posts/PnFuToN2VNR

#sciece #lescienze #ogm #biotecnologie #razionalismo
---
Shared publicly