Profile cover photo
Profile photo
Rapporto Confidenziale
rivista digitale di cultura cinematografica | digital magazine about cinematic culture | ISSN: 2235-1329
rivista digitale di cultura cinematografica | digital magazine about cinematic culture | ISSN: 2235-1329
About
Posts

Post has attachment
ANGST è ora disponibile in VOD sulla piattaforma Vimeo.

Tratto dalla reale vicenda criminale di Werner Kniesek, omicida che nel 1980 sterminò in maniera efferata tre persone nei pressi della città austriaca di Salisburgo, Angst di Gerald Kargl è un assoluto capolavoro dimenticato del cinema europeo anni ’80. Estremo, iperviolento, delirante, claustrofobico, ossessivo, snervante, disturbante, perturbante eppure sublime nella forma cinematografica: fotografia (la macchina da presa è condotta e inventata dal genio di Zbigniew Rybczyński), recitazione (impareggiabile la performance di Erwin Leder) e colonna sonora (firmata da Klaus Schulze, vedi alla voce Ash Ra Tempel e Tangerine Dream) sono quanto di più sperimentale e coraggioso possa capitare di vedere e sentire dentro a un film. Angst mantiene inalterata, a trent’anni dalla sua uscita, la mostruosa potenza visionaria d’uno dei peggiori incubi cinematografici dell’intera storia del cinema…
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
NUOVO CINEMA BRASILIANO
Intervista ai realizzatori di Boa sorte, meu amor.
Il regista Daniel Aragão, lo sceneggiatore Gregorio Graziosi e agli attori Vinicius Zinn e Christiana Ubach.
da Rapporto Confidenziale 36
Add a comment...

Post has attachment
...E mi piace pensare che queste paure, questa angoscia per il futuro e per l'approssimarsi della fine, fossero le stesse che assediavano l'animo di Federico... Che le lacrime piante dal leone siano le sue stesse lacrime.

"Il sogno" di Federico Fellini. Tre spot per la Banca di Roma (1992)
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
Un film straziante, cupo, teso, thriller dell’anima, sorprendente, fuori dagli schemi e dalle mode, una scossa tellurica di cinema, irrorato d’acqua strana...

Un’acqua strana.
"O Signo das Tetas" di Frederico Machado
a cura di Leonardo Persia
Add a comment...

Post has attachment
Accame e Papere, ovvero: In un’epoca che va “Verso sera”, brandiamo la torcia linguistica di Felice Accame
Dario Agazzi per Rapporto Confidenziale
Add a comment...

Post has attachment
«Amavo moltissimo il cinema di Max Ophüls. Lo metto al primo posto: assommava in sé tutte le qualità. Aveva gran fiuto nello scovare buoni soggetti, dai quali traeva il massimo. Era poi un grande direttore di attori. Mi piacciono moltissimo i suoi inusuali movimenti di macchina che sembrano andare avanti all’infinito in scenari da labirinto. Il dispiegamento di questi grandi movimenti sembra più un magnifico balletto che qualsiasi altra cosa: uno snello cameriere cammina veloce con un vassoio di bibite sulle testa, guidando la m.d.p. fino a una coppia di ballerini che, a loro volta, la fanno piroettare su un ussaro che sale a cavallo le scale… e così via la camera vorrebbe andare, il tutto fino a formare una splendida “musica”. Due dei mie film preferiti sono i suoi Il piacere – che ho visto tante volte – e I gioielli di Madame De…, incantevole anche se su un soggetto più fragile.»
– Stanley Kubrick

Max Ophüls
La giostra delle passioni
al cinema da lunedì 3 luglio 2017

Rassegna di tre film classici, restaurati in digitale, del grande maestro francese
Per il progetto di distribuzione classici Happy Returns! di Lab 80 film

Tutto finisce all’alba (Sans lendemain, 1939)
Da Mayerling a Sarajevo (De Mayerling à Sarajevo, 1940)
Il piacere (Le plaisir, 1952)
Add a comment...

Post has attachment
Animavì
Festival Internazionale del Cinema di Animazione Poetico
II edizione
12-16 luglio 2017 / Pergola (PU)
animavi.org
Add a comment...

Post has attachment
un'esperienza totalizzante!

Björk Digital
dal 14 giugno al 24 settembre 2017
Barcellona – CCCB
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded