Profile cover photo
Profile photo
angela d'abrunzo
About
Posts

Post has attachment
Con il continuo aumento del numero di persone che vivono in aree urbane densamente popolate e tecnologicamente avanzate, la nozione di "città intelligente" (smart city) acquisisce un'importanza sempre maggiore, in particolare dal punto di vista dell'impegno, dell'apprendimento e della partecipazione dei cittadini.
.Proponiamo di considerare le città intelligenti come spazi di apprendimento e sosteniamo la necessità di approcci pedagogici innovativi per l'uso delle tecnologie integrate in ambienti fisici a supporto dell'apprendimento connesso e ubiquo nelle città intelligenti. L'articolo riguarda le città intelligenti, viste come spazi per costruire ambienti personali di apprendimento. Ci interessiamo in particolare ai dispositivi mobili e di localizzazione, che aprono nuove possibilità di interazione con l'ambiente circostante. In infrastrutture tecnologicamente avanzate come le città intelligenti, gli oggetti fisici, come gli edifici, le opere d'arte o i siti interessanti, possono entrare a far parte dell'ambiente di apprendimento. Quando l'ambiente fisico circostante e l'ambiente digitale sono mediati tramite le tecnologie, ad esempio grazie ai dispositivi mobili e di localizzazione, possono essere fusi in modo dinamico creando ambienti personali di apprendimento aumentati ad hoc. Nell'articolo presentiamo brevemente le nozioni di "città intelligente", "cittadino intelligente" e "apprendimento nella città intelligente". Descriviamo inoltre alcune applicazioni innovative per i dispositivi mobili e di localizzazione in ambiente urbano, tra cui gli Open Badges, gli occhiali intelligenti e il mobile tagging, e ne analizziamo il potenziale per l'apprendimento. Ispirandoci a questi esempi, esaminiamo Educaching come approccio all'apprendimento nella città intelligente e forniamo alcuni esempi pratici tratti dall'utilizzo di etiquetAR, un'applicazione mobile di localizzazione, che consente la creazione di tag interattivi destinati a facilitare le esperienze di apprendimento aumentato. Presentiamo quindi i risultati di uno studio esplorativo internazionale sull'apprendimento nella città intelligente, condotto presso insegnanti provenienti da Europa, America del Nord, America del Sud, Medio Oriente e dall'area Asia-Pacifico. Basandoci sulla constatazione delle ricerche e delle pratiche attuali e sulle conclusioni dello studio, sosteniamo una visione estesa degli ambienti personali di apprendimento che non siano permanenti, ma creati ad hoc e adeguati in modo dinamico connettendo spazi virtuali e fisici nelle città intelligenti.
fonte:http://openeducationeuropa.eu/it/article/Ambienti-personali-di-apprendimento-nelle-%2526quot%3Bcitt%C3%A0-intelligenti%2526quot%3B%3A-approcci-attuali-ed-evoluzioni-future
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded