Profile cover photo
Profile photo
Marco “Longh” Longhini
29 followers -
Tutti vogliamo che la vita sia meno "grigia metalizzata" e torni il capriccio di sognare a colori; cosa c'è, di meglio, di un bel rombo di un motore ?
Tutti vogliamo che la vita sia meno "grigia metalizzata" e torni il capriccio di sognare a colori; cosa c'è, di meglio, di un bel rombo di un motore ?

29 followers
About
Posts

Post has attachment
Commenting is disabled for this post.

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
In occasione della 87° edizione del Salone di Ginevra, Ferrari presenterà in anteprima mondiale la nuova berlinetta 12 cilindri, la 812 Superfast (disegnata dal Centro Stile Ferrari) la stradale più potente e prestazionale della storia, destinata a quella tipologia di clientela che ricerca la Ferrari più prestazionale ed esclusiva della gamma, che desidera una vettura sportiva senza compromessi in grado di regalare emozioni sia su strada sia in pista, senza però rinunciare al comfort necessario per vivere la propria “rossa” in maniera coinvolgente. Una vettura con tanti contenuti innovativi e un significato particolare, perché la serie 12 cilindri è quella con la quale è iniziata ufficialmente la storia del Cavallino Rampante nel 1947, settant’anni or sono.

#Ferrari #Lifersblog
Add a comment...

Post has attachment

Post has attachment
Add a comment...

Prima di tutto complimenti per la
Community, molto utile! Poi una piccola domanda: esiste un plug-in WordPress (funzionante) che permetta di condividere automaticamente i post pubblicati su un Blog di questa piattaforma (con dominio dedicato) nella rispettiva bacheca di Google Plus?
Grazie mille per le risposte che, sono certo, non mancheranno.

Post has attachment

Post has attachment
Commenting is disabled for this post.

Post has attachment
Mayweather garage - Mayweather, il pugile USA, non è sicuramente un personaggio low profile, anzi, tutt’altro; qualche tempo fa si è fatto fotografare su una pista d’atterraggio, dove la cosa strana non era tanto il jet privato di proprietà alle spalle, ma lo schieramento superlativo di supercar che fanno parte del suo garage privato: Non una, ma ben tre Bugatti Veyron, una Ferrari FF, due Ferrari 458, una Porsche 911 Cabrio e una Lamborghini Aventador, di cui predilige... http://ow.ly/2Y3CIE
Photo
Add a comment...

Post has attachment
LIFERS – Porsche Targa 4 S

ARRIVATA: maggio 2011 POTENZA: 385 cv PREZZO: 132.680,00 (listino) KM: 3.500 GUIDATORE: Marco Longhini

SONO PASSATI I TEMPI in cui i potenziali acquirenti Porsche potevano scegliere tra una gamma composta di soli tre modelli, la 911, la 928 o la 968;  oggi solo la 911 Carrera può essere: 4, S, 4S, GTS, Classic, Turbo, Turbo S, GT2, GT3, Speedster, GT2 RS, GT3 RS, RSR, Cup, Cabriolet e Targa... Insomma, prima di entrare in un concessionario occorre scaricare il “Bignami” dei modelli di Zuffenhausen e meditare attentamente su quale sia la scelta migliore da fare, in funzione del proprio utilizzo e delle proprie tasche. 
Spero, però, di non essere blasfemo (il buon Pascal mi perdonerà) se mi sento di affermare che la 997 è un po’ la 993 di noi "giovani" 40enni che, avendo potuto solo ammirare l'icona sportiva di Stoccarda, non vedevamo l'ora di possederne una, attuale e senza il temuto “start and stop”, prima della sua uscita di scena e del nuovo corso che si chiamerà (con la benedizione della Ducati) “991”.
Io ho scelto la Targa 4S con Pdk.
Un po' perché, nonostante gli amanti della 911 la considerino molto affascinante, se ne vedono poche in giro e un po' perché mi sono innamorato di quel suo profilo in alluminio anodizzato che, accompagnando l'andamento del montante, ne snellisce le forme e la rende assolutamente esclusiva; poi perché riprende il concetto del tetto asportabile (che forse, badate bene, in futuro tornerà) proiettandolo nella modernità del tetto in cristallo scorrevole elettricamente.
La Targa 4S la potete usare che piova o che splenda il sole, con tetto aperto o chiuso (visto che l'ampia superficie vetrata rende l'abitacolo estremamente luminoso, anche se in modo un po’ rumoroso, soprattutto sullo sconnesso); può staccare lo 0-100 in 4,7 s,  ma alle basse velocità è comoda quasi quanto una berlina, poi è piccola ma ha un gran bagagliaio e la potete utilizzare anche per farci la spesa (grazie al lunotto apribile come un portellone, con uno spazio che vale 230 litri, 25 in più rispetto alla versione coupè), la visibilità è buona e la posizione di guida è pressoché perfetta, per non parlare dell'ergonomia.
Il cambio, in modalità automatica, è molto ben informato su accise e prezzo della benzina, perché bastano pochi metri (e una modesta velocità, tipo 50 km/h) per ritrovarsi in settima a guidare come il performante vecchietto (sulla sua Panda, sempre 4 x 4) che vi precede; capisco la valenza ecologica e il cercare di prolungare il più possibile le soste in un’area di servizio, ma così si rischia veramente di addormentarsi e anche il motore sembra urlare vendetta, "sedendosi" implorante...
Solo ora mi rendo conto dell'importanza di quel dondolio, tanto detestato nel passaggio di marcia dell'R Tronic della mia precedente R8; in Audi dicono che i loro clienti preferiscono l'emozione della cambiata, piuttosto che la piattezza del doppia frizione... Ecco, forse hanno ragione, almeno con il PDK in modalità "Drive".
Questo cambio dà il meglio di se in modalità "Sport" (il “Plus” su strada mi pare eccessivo, anche se fa un'adorabile doppietta in scalata) quando i passaggi di marcia diventano davvero coinvolgenti, da colpo alla schiena per capirci. Mentre, se guidate rilassati, usate almeno il cambio in manuale e  fate un uso intensivo dei paddles: è la scritta Porsche nel retro del cofano motore a chiedervelo!
Proprio per questo, ho optato per il nuovo volante SportDesign (optional, disponibile anche after market) che li integra in una posizione perfetta per la guida veloce, uniformandosi alla "ISO" delle sportive; trovo, inoltre, che sia molto bello anche a vedersi e questo, beh, male non fa.
Ma veniamo alle emozioni di guida, riscontrabili soprattutto con l'opzione "Sport" inserita e una delle strade più emozionanti al mondo, ossia quella che sale al Col de Turini: tornanti stretti, curve lente, strada deserta (o quasi) buona visibilità; i presupposti per il divertimento non mancano.
Più rigida del 50 % rispetto alla cabriolet, il motore è una fucina di coppia a ogni regime,  lo sterzo è molto preciso e il pedale dei freni è duro e modulabile, proprio come lo si vorrebbe; all'aumentare della velocità si sente il proprio corpo aderire sempre più al comodo sedile, mentre il successivo tornante diventa sempre più vicino in una sequenza di seconda-terza infinite. Le sospensioni permettono una guida confortevole, assorbendo le asperità dell’asfalto in modo superlativo anche nell’assetto sportivo più rigido, permettendo alla “Noveundici” di farvi sentire sempre incollati alla superficie stradale. La trazione in uscita di curva è fantastica e vi regala un’ottima carica di adrenalina, dovuta alla sensazione di rischio, affiancata al benessere della velocità. Certo, non  sempre i paddles sono a portata di mano, soprattutto nelle curve più strette, ma Porsche ha pensato anche a questo e la leva del PDK è sempre li, dove vi aspettereste di trovare il cambio manuale (provate a cercarla in una Ferrari di ultima generazione è, beh, resterete delusi). 
Se devo essere sincero, non mi piace il fatto che gli Ingegneri Porsche debbano togliere carattere a questa sportiva, imbottendola di sistemi di controllo automatici per permettere a qualche idiota di guidarla; ma poi scopro che tutto ciò non fa che creare un  senso di sicurezza che, portato ai limiti, può risultare ingannevole ai meno esperti... Insomma, ATTENTI: proprio quando si pensa di averla in pugno e si comincia a spingere un po' più in la i parametri così attentamente calcolati, basta una minima distrazione e ci si ritrova a "girare",  con la migliore sportiva, a 360 gradi... Mai prodotta !!

NOTE DELLA CONVIVENZA

Cosa c’è di buono…
• Linea più attuale e filante, rispetto alla coupè;
• Maggior facilità di carico;
• Fantastica, nell’ambito dell’intrattenimento, con il suo sistema multimediale touch screen facile ed immediato.

...cosa no
• Tetto rumoroso, quand’è chiuso, e che limita molto la visuale posteriore, quando è aperto;
• Pompa benzina difettosa (il service Porsche tenterà di farvela pagare, ma finalmente è in atto un richiamo ufficiale della Casa);
• Quando la si accende, senza tasto “sound” (optional) il suono è decisamente sotto tono e molto più civile, rispetto ad altre sportive.
PhotoPhotoPhotoPhotoPhoto
Porsche 997 Targa 4 S
6 Photos - View album
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded