Profile

Cover photo
giuanìn novelli
Worked at mani tese
Attended Duca d'Aosta - Sommeiller
Lives in senza fissa dimora
152,067 views
AboutPostsPhotosYouTube+1'sReviews
giuanìn novelli's +1's are the things they like, agree with, or want to recommend.
Eglantine B
www.youtube.com

Benvenuto in YouTube! Lingua consigliata (preferenza impostata dal sistema): Italiano. Filtro località consigliato (preferenza impostata dal

YouTube - Mondovì (Cuneo) - Borghi d'Italia (TV2000)
www.youtube.com

Crea accountAccedi. Home. SfogliaCarica. Salve, questa non è un'interruzione pubblicitaria. Stai utilizzando un browser non aggiornato c

YouTube - Alice Lungo la Strada (Sentieri).....Gaber: Non Insegnate ai B...
www.youtube.com

Crea accountAccedi. Home. SfogliaCarica. Salve, questa non è un'interruzione pubblicitaria. Stai utilizzando un browser non aggiornato c

Stream

 
L’importanza delle parole
editoriale di Gabriele Nissim
(presidente di Gariwo, la foresta dei Giusti)

1 luglio 2014

"Cosa può impedire che,
dopo l’assassinio
orribile e ingiustificabile
di 3 ragazzi (di 16 e 19 anni)
'colpevoli' solo di essere ebrei e israeliani,
la situazione precipiti in un ciclo di violenze incontrollabili?

Solo le parole.

Le parole dette al momento giusto,
ponderate con intelligenza,
pronunciate con uno sguardo empatico nei confronti dell’altro,
possono,
qualche volta,
creare l’impossibile.

Queste parole,
in questo momento,
mancano
nel mondo arabo e palestinese.

Non si sono sentite parole chiare di condanna,
di empatia,
di compassione per la morte dei 3 giovani.

Nessuno ha detto che chi rapisce
e uccide volontariamente
dei ragazzi
distrugge i valori fondanti dell’umanità;
nessuno ha detto
che chi colpisce degli innocenti insegna solo odio e disprezzo;
nessuno ha detto che chi ritiene lecito uccidere i giovani israeliani
non lotta per la condivisione di una terra,
ma per l’eliminazione di un’altra nazione.

Chi si comporta in un modo inumano
non solo danneggia l’immagine di una causa
ma costruisce un futuro di barbarie per il suo stesso popolo.

I mezzi impiegati contro il nemico sono gli stessi
che poi saranno impiegati verso il proprio popolo.

Quanti hanno ragionato
su come il terrorismo fondamentalista sia trasformato
da “strumento di lotta” contro gli occidentali
a pratica quotidiana in Siria, Iraq o Afghanistan?

Chi non ha pietà verso i ragazzi e i bambini del nemico
non ha poi pietà verso i propri,
perché in nome di una causa tutto può diventare lecito,
anche gettare le bombe nei mercati
o rapire giovani studentesse che non si adeguano all’Islam radicale,
come è avvenuto in Nigeria.

Quando mancano le parole di compassione
nei confronti degli esseri umani,
anche se sono nel campo del nemico,
purtroppo viene a mancare la speranza
 in un futuro in Medio Oriente.

Ecco perché ancora speriamo di potere raccogliere
su Gariwo
prese di posizione chiare e nette di condanna da parte araba e palestinese,
così come abbiamo fatto
nei giorni scorsi
registrando le parole
coraggiose
del presidente emerito della Knesset Abraham Burg,
che subito dopo il rapimento dei ragazzi
 ha invitato gli israeliani
a non dimenticare i diritti dei palestinesi
e a guardare il mondo
anche dal loro punto di vista.

Se qualcuno
nella destra israeliana
penserà che dopo questo crimine si possa azzerare la questione palestinese
facendosi trascinare solo da uno spirito di vendetta
- ammonisce Burg -
il tempo della pace si allontanerà sempre di più.

Conteranno
quindi
anche le parole che si sentiranno
in queste ore
in Israele"
 ·  Translate
1

giuanìn novelli

Shared publicly  - 
 

Ma mi faccia il piacere (Marco Travaglio).



Moriremo demorenziani
1
   “Non ho mai avuto problemi a essere minoranza, ma se Vendola dice che stiamo ‘sequestrando la linea politica di Sel’ la mia presenza è incompatibile…
Non ho pianto, ma il groppo in gola c’è, quello non si può nascondere”
(Gennaro Migliore, ex Sel in viaggio verso il Pd, l’Unità e Corriere della sera, 20-6)
Tranquillo, Genny:
quando si è minoranza col 40.8%, il groppo in gola poi passa.
 
   Moriremo demorenziani
2
   “‘Basta D’Alema e Bersani, siamo diversamente renziani’
Al convegno di Massa Marittima incoronato Speranza:
‘Non saboteremo Renzi, lo renderemo più forte, saremo utili’
(laRepubblica, 22-6)
I famosi utili idioti. 

Moriremo demorenziani
3
 “Se ci fosse un Pd 2.0 con Renzi alla guida, io potrei tranquillamente stare nello stesso partito di Gennaro Migliore”
(Andrea Romano, ex dalemiano, ex montezemoliano, ora provvisoriamente montiano, Corriere della sera, 21-6)
Poveretto, come s’offre.

Moriremo demorenziani
4
“Chi pensa che oggi Sel debba sciogliersi e diventare componente del governo o del Pd ha in testa la bandiera della resa”
(Nichi Vendola, dopo la fuga di deputati da Sel verso il Pd, 20-6)
L’ultimo spenga la luce.  

 
   Dal produttore al consumatore
“Qui mi trovo bene.
Da banchiere avevo finanziato un progetto di recupero di questo carcere”
(Giovanni Berneschi, ex patron di Carige, detenuto nel carcere di Genova per una truffa da 21 milioni, la Repubblica, 19-6)
Aveva avuto come un presentimento.

   Passo e chiudo
 “Definire, come fa Grillo, una buona notizia la chiusura dell’Unità fa venire i brividi.
L’Unità venne chiusa anche dal fascismo”
(Walter Verini, Pd, Corriere della sera, 19-6)
Poi venne chiusa da D’Alema, per mancanza di lettori.
  
 Il marchese De Ostellinis
“I clandestini che chiedono l’elemosina in strada non sono da Paese civile”
(Piero Ostellino, Corriere, 21-6)
Giusto: se non hanno pane, mangino brioches.

Riporcellum
1
“Mi ha telefonato un consulente di renzi, uno importante.
Si è complimentato, ha detto che nel testo della riforma del Senato si riconosce il tratto di penna di Calderoli”
(Calderoli, Lega Nord, la Repubblica, 22-6)
Sono soddisfazioni: siamo sempre in buone mani.

   Riporcellum
2
“All’Eliseo Renzi vuole dimostrare al presidente Hollande che lui non fa accordi con una forza politica come la Lega che si è legata alla Le Pen”
(La Stampa, 21-6)
Ah no?
Anche Calderoli s’è iscritto al Pd?

 Boschi di braccia tese
“I 5 Stelle arrivano tardi, l’asse con F.I. regge, non si cambia partner all’ultimo momento”
(Maria Elena Boschi, Pd, ministro delle Riforme istituzionali; LaStampa, 21-6)
Toglietemi tutto, ma non il mio B.

   Di Boschi e di riviera
“Ma quale scambio sull’immunità ai senatori!
Berlusconi è fuori dal Senato da alcuni mesi quindi non c’entra.
La richiesta dell’immunità non è una condizione messa da Forza Italia.
E’ stata sollevata da diverse forze politiche.
Perchè, dicono, il Senato non può avere una disparità di trattamento in termini di garanzie rispetto alla Camera”
(Boschi, la Repubblica, 22-6)
La bella addormentata nei Boschi.

   La bocca della verità
“Attacco in aula ai magistrati.
Berlusconi dice che la magistratura è incontrollata e incontrollabile e adesso rischia l’incriminazione per oltraggio”
(la Repubblica, 21-6)
Ma non si vede perchè, poveretto:
ha detto ciò che prevede la Costituzione,
cioè che “la magistratura è un ordine autonomo e indipendente da ogni altro potere”
Solo che per lui è un insulto.

   Alibi pilifero
“Se Berlusconi ha fatto queste dichiarazioni contro i giudici, credo sia stato tirato per i capelli”
(avvocato Franco Coppi, 20-6)
L’alibi dei capelli verrà accolto soltanto con la prova scientifica sull’esistenza dei medesimi.

Che fai, Ruby?
“Berlusconi condannato per nulla.
Se mi avesse dato 5 milioni, non dovrei chiedere soldi ai suoceri per fare la spesa”
(Karima el-Marough, in arte “Ruby”, il Giornale, 20-6)
E per starsene mesi e mesi in vacanza sulle spiagge del Messico, la piccola fiammiferaia i soldi dove li ha presi?

   Facci ridere
“Contro Berlusconi i processi procedono a tempo di record”
(Filippo Facci, Libero, 21-6)
Ecco spiegate le 8 prescrizioni collezionate finora:
eccesso di rapidità

   Chirichi?
“Analisi di un processo che non doveva mai cominciare: Ruby 2.0…
Assegnazione del fascicolo bollente alla Boccassini in violazione delle norme procedurali…
Il funzionario della questura ha sempre negato recisamente di aver subìto pressioni…
Il pornoprocesso è innanzitutto il processo alla presunta penetrazione tra l’ex premier e la ‘minore adultizzata’…
Il processo al comune senso del pudore…”
(Annalisa Chirico, il Foglio, 20-6)
Dunque:
l’assegnazione dei fascicoli non è normata da alcuna regola procedurale
(casomai organizzativa o tabellare)
la concussione non presuppone che il concusso ammetta di esserlo;
l’atto sessuale con minorenni non richiede penetrazione, basta la palpazione;
il comune senso del pudore non c’entra,
qui sono in ballo reati gravi come la concussione e la prostituzione minorile,
per cui lo stesso governo B. aumentò addirittura le pene.
Povera Chirico, ne avesse azzeccata una.

   Caverzate
“La Rai pauperista bacia la pantofola a san Dario Fo.
‘Francesco’ sarà anti-capitalista e contro i poteri forti”
(Maurizio Caverzan, il Giornale, 19-6)
Invece San Francesco era notoriamente un capitalista e un alfiere dei poteri forti.

   Pro e contro
“Napolitano e le Fiamme Gialle: essenziali contro la corruzione”
(Corriere della sera, 20-6)
Ma anche pro.

   Carnevale di Rio
“I magistrati?
Politicizzati e pigri”
(Corrado Carnevale, il Giornale,16-6)
Lui invece era attivissimo, purtroppo.

   Il bibliofilo
“Datemi più libri o faccio lo sciopero della fame”
(Marcello Dell’Utri, detenuto per mafia nel carcere di Parma, 21-6)
Lui ha sempre amato la letteratura di evasione


da
Il Fatto Quotidiano del 23/06/2014
 ·  Translate
1

giuanìn novelli

Shared publicly  - 
 
non molto tempo fa
alcuni ebrei sono stati uccisi,
in Europa,
in un attentato terroristico

per alcune persone
attentati come quello sono opera del Mossad
che li attua per addossare la colpa ai palestinesi

(infatti i palestinesi non attuano,
assolutamente,
terrorismo contro ebrei,
contro civili israeliani)

gli italiani e le italiane che hanno espresso tale opinione erano,
al contempo,
impegnati nella campagna elettorale

a sostegno della lista Tsipras

eh sì...
l'anti-ebraismo è un fenomeno che accomuna italiani e italiane
dall'estrema sinistra all'estrema destra,
passando attraverso il Movimento 5 Stelle
(il cui stesso Duce ha espresso, tempo addietro, opinioni anti-ebraiche)

e in molti popoli europei è anche decisamente peggio che tra noi italiani

d'altronde Primo Levi aveva previsto che potesse "accadere di nuovo"

io posso solo aggiungere il mio DISPREZZO verso chi è anti-ebraico
 ·  Translate
1

giuanìn novelli

Shared publicly  - 
 
in questi 2 anni ho trovato,
in rete,
un numero immenso di appelli a riportare in Italia i 2 'marò'

TUTTI privi di un 'pensiero' per i 2 pescatori indiani uccisi

sono sempre più convinto che i tantissimi politici cialtroni sono l'espressione
della gran maggioranza di noi italiani

sono perfettamente d'accordo con Boris Pahor,
quando dice che noi italiani abbiamo una eccezionale capacità vittimistica :

ad esempio riusciamo a parlare delle 'fòibe'
tacendo completamente sulle persecuzioni,
sui massacri,
attuati,
dai primi anni '20,
dagli italiani
nei confronti di sloveni, croati, ecc.

ora parliamo dei 2 'marò' come di vittime

dei 2 pescatori indiani uccisi c'interessa meno di niente

italiani brava gente
 ·  Translate
1

giuanìn novelli

Shared publicly  - 
 
decalogo del genetista Edoardo Boncinelli
- nato il 18 maggio 1941 -

(con l'aggiunta di mie considerazioni, tra parentesi)


1
L’infelicità non è un accidente, è un destino
(certo : abbiamo consapevolezza della morte)

2
Tutti gli uomini sono infelici
(certo : abbiamo consapevolezza della morte)

3
C’è chi si ricorda sempre dell'infelicità e chi riesce a dimenticarsene, per tempi più o meno lunghi

4
Come reazione a uno stato di infelicità e di prostrazione il cervello produce sostanze consolatorie, spesso proteine, che hanno lo scopo di riportare equilibrio;
tali sostanze confluiscono nel circuito della dopamina, o circuito della soddisfazione del desiderio;
circuito che non lavora con la stessa efficacia in tutti gli uomini :
il perché è ancora senza risposta
(come 'reazione' secondo me c'è anche la 'negazione della morte' basata sulla credenza che esista "l'al-di-là")

5
L’infelicità ci duole, ma ci spinge.
Così come uno stato di moderata soddisfazione, seppur intermittente, è funzionale alla nostra capacità di affrontare le vicissitudini della vita
(che non sono certo tutte positive)
così la infelicità è un rinforzo di motivazione.
Il suo ruolo fisiologico, quindi evolutivo, è innegabile
(io ho decisamente molti dubbi che l'infelicità 'mi spinga' e che sia un 'rinforzo di motivazione')

6
Esistono 2 tipi di infelicità:
quella che ha un motivo reale e quella che non ha alcun motivo.
La prima ci accomuna agli animali,
la seconda non ha alcun antefatto evolutivo: è “tutta nostra”
(e chi stabilisce da quale 'tipo' d'infelicità ogni singolo individuo è caratterizzato ?
su questo punto nessuno può valutare e decidere, per un'altra persona, secondo me;
ritengo la "infelicità" assolutamente soggettiva)

7
Non esiste, né mai esisterà, un gene della infelicità
(o della felicità)
Piuttosto 15.000, 20.000 geni.
In 600 milioni di anni di evoluzione dei vertebrati, la natura ha imparato questo:
è bene distribuire le funzioni più importanti per la vita su un imponente “parco geni”,
altrimenti chi nasce con il gene “sbagliato” finisce subito in fuorigioco...
(come mai qualcuno nasce con il "gene sbagliato" anziché con un "imponente parco geni" ?
a tutt'oggi non c'è spiegazione, neanche dalla genetica;
destino ? mistero...)

8
La infelicità è frutto della ragione e della capacità di ricordare:
deriva dal confronto fra obiettivi e raggiungimenti
(secondo me l'infelicità deriva soprattutto dalla consapevolezza della morte;
qualunque obiettivo raggiungiamo, noi sappiamo che c'è, comunque, la morte... la nostra e quella di chi amiamo)

9
Il contraltare della infelicità è lo spirito vitale, l’attaccamento alla vita.
Non c’è nessun motivo razionale per vivere:
la ragione ci aiuta, ma non ci motiva a vivere.
Noi viviamo perché siamo animali e il perseguimento della sopravvivenza è il 1° e ultimo obiettivo reale, anche se generalmente inconsapevole, di ogni Essere.

10
Che l’evoluzione biologica possa cambiare questo stato di cose è altamente improbabile:
se ne riparlerà fra centinaia di migliaia di anni.
Nel frattempo, più che la medicina possono le “droghe sociali” :
chi è totalmente assorbito in un’occupazione può non sentirsi infelice.
(non sentirsi infelice grazie a una "droga" - sociale o no NON fa differenza, per me - ritengo sia un 'rimedio peggiore del male';
io preferisco essere in relazione con persone interessate a "dare parole al dolore"
- parafraso volutamente lo psichiatra Cancrini -
mentre evito accuratamente relazioni con persone attratte dal "drogarsi",
in QUALSIASI modo)
 





mi piace molto "un'idea di destino"
libro formato da una (piccola) parte dei diari di Tiziano Terzani
mi piace più o meno quanto il mio preferito tra i suoi libri,
ovvero "lettere contro la guerra"
pur piacendomi molto tutti gli scritti di Terzani,
c'è un aspetto in cui mi sento profondamente diverso da lui
ovvero :
io sono convinto che NON c'è alcun 'senso' nell'esistenza
per cominciare :
noi NON scegliamo
--- di esistere
--- il nostro nome
--- i nostri genitori
--- data e luogo di nascita
--- l'ambiente in cui cresciamo
ossia :
nella (piuttosto lunga) fase iniziale della nostra esistenza
NON scegliamo nulla, d'importante;
NON decidiamo nulla, d'importante;
il Libero Arbìtrio di cui disponiamo è INSIGNIFICANTE
poi, crescendo, arriviamo a comprendere che
--- l'esistenza ha una fine obbligata e non esattamente lieta...
--- ogni giorno può essere quello della nostra morte o di quella di altri Esseri, per noi importanti,
oppure quello in cui si manifesta una malattia letale o accade un incidente devastante;
infatti, giorno per giorno, NON abbiamo sicurezza che ciò NON accada...
l'UNICA sicurezza è la morte,
previo invecchiamento
(chi più, chi meno)
in sostanza :
esistiamo
--- poiché altre persone han deciso di procrearci
--- ma non sappiamo per quanto tempo
--- sappiamo solo che dobbiamo morire, noi e gli altri Esseri cui siamo 'legati'
l'esistenza ha queste caratteristiche fondamentali
sicché a me pare evidentissimo che in essa NON vi è alcun 'senso'
dedicare tempo a 'ricercare' il 'senso della vita' = SPRECARE tempo,
secondo me
perciò a me pare comportamento intelligente
NON sprecare tempo
in masturbazioni mentali filosofiche
o mistiche
(in cui includo quelle di tutte le religioni, buddhismo compreso)
mi pare infinitamente meglio utilizzare il tempo per amare altri Esseri
(umani, animali, vegetali)
null'altro è importante,
a mio modo di vedere
p.s.
valuto una grande fortuna
non sentire il bisogno di credere in alcuna 'fàvola'
sul cosiddetto "al-di-là"
fàvole inventate da noi Umani
per 'esorcizzare' la morte
la mia esistenza avrà termine,
e basta
la mia morte significa la fine definitiva, irreversibile, del mio Esistere
e basta
 ·  Translate
1

giuanìn novelli

commented on a video on YouTube.
Shared publicly  - 
 
questo capolavoro di Francesco mi commuove
 ·  Translate
1

giuanìn novelli

Shared publicly  - 
 
“non serve negare il pensiero della morte :
anzi, sarebbe bene fosse sempre ben presente, in noi,
senza diventare opprimente;
sono convinto sia bene tener sempre in conto la realtà della morte,
perché è il nostro 'problema' principale”

la vecchiaia significa gesti che non riusciamo più a compiere...
non avevo immaginato che fosse così dura !”

Jean-Louis Trintignant
 ·  Translate
1
Work
Employment
  • mani tese
    1972 - 1977
Places
Map of the places this user has livedMap of the places this user has livedMap of the places this user has lived
Currently
senza fissa dimora
Previously
Turìn
Links
Story
Introduction
sono stato procreato (a mia insaputa),
morirò.
Education
  • Duca d'Aosta - Sommeiller
Basic Information
Gender
Male
I CANI ABBAIANO, ANCHE DENTRO CASA, O PER LE SCALE : IL CHE PUO' DISTURBARE DEI CONDOMINI PERCIO' IN UN CONDOMINIO TENERE UN ANIMALE CHE ABBAIA PUO' ESSERE RITENUTA UNA MANCANZA DI RISPETTO NEI CONFRONTI DEGLI ALTRI CONDOMINI
Public - a year ago
reviewed a year ago
ottimo negozio, ottima gestione, bravissima la proprietaria
Quality: ExcellentAppeal: ExcellentService: Excellent
Public - a year ago
reviewed a year ago
2 reviews
Map
Map
Map