Profile cover photo
Profile photo
Osteopata D.O. - Dott. Roberto Scionti Roma
About
Posts

Post has attachment
Chi è Roberto Scionti?

Osteopata Roma

Il corpo umano nella sua complessità ed espressione mi ha sempre affascinato.

Dopo una giovinezza dedicata allo sport, fino a militare nelle Fiamme Oro Rugby, mi sono laureato con lode in Fisioterapia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma.

Il gioco investigativo nel cercare la causa primaria dei disturbi lamentati dai pazienti mi ha indotto a conseguire il Diploma sessennale in Osteopatia al C.E.R.D.O. (Centre pour l’Etude, la Recherche et la Diffusion Osteopathiques) scuola di Roma che aderisce ai criteri formativi del ROI (Registro degli Osteopati d’ Italia).
Add a comment...

Post has attachment
Il corpo umano nella sua complessità ed espressione mi ha sempre affascinato.

Dopo una giovinezza dedicata allo sport, fino a militare nelle Fiamme Oro Rugby, mi sono laureato con lode in Fisioterapia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma.

Ho iniziato la mia carriera lavorativa in diversi centri di riabilitazione di Roma fino ad assumere la responsabilità di coordinatore in uno di essi.

In questo periodo ho arricchito la mia formazione studiando la metodica posturale Meziers presso l’AIFiMM (Associazione Italiana Fisioterapisti per lo Studio del metodo Mezieres), e l’approccio manuale secondo il dott. James Cyriax con “The Society of Orthopaedic Medicine” venendo ammesso al registro della medesima associazione.......
Add a comment...

Post has attachment

Post has attachment
L’osteopatia è in primis una medicina preventiva perchè mira a curare i disturbi funzionali, in una fase preclinica del paziente.

I disturbi funzionali sono quei processi morbosi in cui viene lesa la fisiologica funzionalità di un organo o di un apparato (come ad esempio un disturbo digestivo, un’irregolarità dell’alvo, una brachialgia) senza una evidente lesione anatomica.

I disturbi funzionali se non curati possono aggravarsi fino a diventare malattie organiche caratterizzate da lesioni anatomiche evidenti e quindi di competenza prettamente medica (ad esempio una seria gastroduodenite può degenerare in ulcera gastroduodenale).

Ma anche nel caso di patologie organiche, come pure a seguito di interventi chirurgici l’opera dell’osteopata può essere utile per stimolare le capacità di autoguarigione dell’organismo ad esempio favorendo la circolazione sanguigna e linfatica, e la trasmissione nervosa.

Appare scontato affermare che non sono di competenza osteopatica tutte le urgenze mediche.
Add a comment...

Post has attachment
Nel mio studio ogni seduta osteopatica dura all’incirca dai 45 ai 60 minuti e si compone di più fasi: anamnesi e visione degli eventuali esami strumentali, esame obiettivo, esame osteopatico, trattamento manipolativo osteopatico, congedo del paziente.

Esclusa l’anamnesi, il paziente durante la seduta è vestito preferibilmente dei soli indumenti intimi in maniera tale da facilitare l’osservazione e l’ascolto manuale dei tessuti da parte dell’osteopata.........
Add a comment...

Post has attachment

Post has attachment
LA PATOLOGIA CHE TI LASCIA CONGELATO...

Non è così raro che allo studio arrivino pazienti increduli sulla condizione in cui versa la loro spalla.
Una spalla che magari non aveva mai dato problemi e che in pochi giorni, se non addirittura nel giro di una notte, si è bloccata provocando anche forte dolore.

La patologia si chiama CAPSULITE ADESIVA volgarmente detta SPALLA CONGELATA che nella sua forma primaria è idiopatica ossia non si conoscono le cause scatenanti anche se si sono segnalate associazioni. Fra queste segnalerei problematiche a carico del sistema neurovegetativo ed immunitario, collegate frequentemente ad uno stato di stress cronico.

Colpisce solitamente tra i 45 ed i 65 anni, maggiormente le donne e provoca l'infiammazione e la conseguente retrazione e fibrosi della capsula articolare dell'articolazione scapolo-omerale fino a limitare fortemente i movimenti della spalla.
La patologia è invalidante ma solitamente regredisce fino ad un recupero spontaneo (la fase di "SCONGELAMENTO") nel giro di sei mesi, due anni.
Dulcis in fundo, purtroppo è frequente che entro qualche anno colpisca anche l'altra spalla.

L'OSTEOPATIA e gli ESERCIZI di mobilizzazione e di allungamento eseguiti in maniera costante permettono un ripristino della funzionalità della spalla più veloce e completo.
Add a comment...

Post has attachment

Post has attachment

Post has attachment
L'articolo che vi presento va a sfatare un mito nella cura dei disturbi posturali e delle patologie della colonna vertebrale, ossia il NUOTO.
Non esiste una panacea universale per tutti i disturbi del rachide!
Prima di prescrivere un'attività motoria bisogna conoscerne vantaggi e svantaggi mettendoli in associazione con la condizione e le capacità del paziente.

#osteopata #osteopatia #roma
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded