Profile

Cover photo
Paolo Ferrero
Lives in Cali (Colombia)
95 followers|569,116 views
AboutPostsCollectionsPhotosYouTube

Stream

Paolo Ferrero

Shared publicly  - 
 
ANTONIO VIVALDI, "IL CIMENTO DELL'ARMONIA E DELL'INVENTIONE", OP. 8

All'epoca di Antonio Vivaldi (Venezia 1678 - Vienna 1741) era consuetudine raccogliere una serie di sei o di dodici concerti aventi uno stile simile tra di loro e scritti per lo stesso organico orchestrale.
"Il Cimento dell'Armonia e dell'Inventione" Op. 8, è infatti un insieme di 12 concerti per Violino solo, Archi e Basso Continuo che anche se composti in tempi differenti, fu pubblicato ad Amsterdam dall'editore Le Cène nel 1725 e dedicato dal musicista veneziano al conte boemo Wenzel von Morzin (la cui corte era dotata di un'orchestra).
Il titolo dell'opera, che non è particolarmente in linea con le convenzioni del tempo, suggerisce qualcosa di preciso, ovvero che questa specifica serie di concerti rappresenta un esempio con il quale Vivaldi, il "Prete Rosso", dimostra la sua mirabile capacità di amalgamare forma (con le rigorose leggi della composizione musicale) e fantasia. Nell'Opera 8 (ma non solo in essa), in effetti la componente più fantastica e "barocca" della creatività vivaldiana viene disciplinata da tutte le qualità richieste dall'approccio razionale dell'estetica del XVIII secolo, come l'obiettività nelle regole compositive, la chiarezza e simmetria della struttura formale, la lucidità della progettazione.
I primi quattro concerti dell'Op. 8 sono in assoluto i più famosi concerti solistici dell'epoca barocca, ovvero quelli conosciuti con il nome di "Le Quattro Stagioni", ispirati ciascuno a una stagione dell'anno e costituiscono uno straordinario esempio di musica descrittiva. Ognuno è accompagnato da un sonetto scritto probabilmente da Vivaldi stesso, che descrive con precisione proprio quello che succede nei quattro concerti.
Il fatto che "Le Quattro Stagioni" oggigiorno siano famosissime e di conseguenza usate nelle più svariate forme (per esempio come jingle pubblicitari o nelle segreterie telefoniche!!!), non ci deve far dimenticare che la loro genialità sta nel modo in cui conciliano la vivida descrizione pittorica con i requisiti della forma del concerto barocco, che anche nelle mani di Vivaldi era una cosa piuttosto rigida.
"Le Quattro Stagioni" rappresentano un punto culminante nella produzione vivaldiana per quello che riguarda i concerti per Violino e Archi. Sono infatti oltremodo esemplari anche per la maestria e la genialità adoperate nel trattamento sia del solista che degli archi.
Pertanto oltre che possedere un'intrinseca ed evidente bellezza musicale, sono di grande importanza per i nuovi orizzonti tecnici ed espressivi da esse aperti, e non rappresentano solo una tra le migliori composizioni della musica barocca per archi, ma includono i prodromi di un linguaggio musicale che sarebbe poi stato ampiamente impiegato in epoche successive.

#AntonioVivaldi #LeQuattroStagioni #IlCimentodellArmoniaedellInventione #FelixAyo #IMusici #Violino #Violin #MusicaBarocca #Musica #Music
 ·  Translate
2
Ivano D90's profile photoPaolo Ferrero's profile photo
4 comments
 
Ho inserito nel video alcune opere pittoriche di Giovanni Antonio Canal "Il Canaletto" (Venezia 1697 - 1768), un altro grande esponente dell'arte veneziana barocca, che mi sembravano un accompagnamento più che indicato per la musica del "Prete Rosso".
Tanto adatte che i primi passi da pittore il Canaletto li mosse, con l'intento di aiutare l'attività paterna, dipingendo delle scene per un'opera teatrale proprio di Vivaldi!
 ·  Translate
Add a comment...

Paolo Ferrero

Shared publicly  - 
 
JUVENTUS Camp COLOMBIA

#5JU34 #JUVENTUS #FINOALLAFINE
1
Giovanni D'Alessandro's profile photoPaolo Ferrero's profile photoJeanette Sabogal's profile photo
25 comments
 
ARRIVA TORTA #BIANCONERA   BUON COMPLEANNO. CARO PAOLO
 ·  Translate
Add a comment...

Paolo Ferrero

Shared publicly  - 
 
LANCIA STRATOS HF

La Lancia Fulvia Coupé HF con alla guida il grande Sandro Munari, il "Drago di Cavarzere" e con il navigatore Mario Mannucci, aveva vinto nel 1972 il Campionato del Mondo Rally battendo l'agguerrita concorrenza straniera, soprattutto quella della Porsche (911 S Coupé) e della Alpine-Renault (A110 1600).
Tuttavia era venuto il tempo di sostituire la Fulvietta per permettere alla Lancia di continuare a vincere nei Rally.
Al Salone di Torino del 1970 venne presentata da Bertone una concept car con nome Stratos Zero, assolutamente avveniristica, disegnata da Marcello Gandini e dotata di un propulsore collocato in posizione centrale (era quello di una Lancia Fulvia).
Cesare Fiorio, encomiabile capo della Squadra Corse Lancia, fu subito interessato da tale prototipo, tanto che sulle basi di quella dream car nacque la Lancia Stratos HF (sigla di High Fidelity).
La Stratos (per essere più precisi Strato's) fu la prima automobile di serie specificamente progettata per i rally.
Trattandosi di una Lancia, e oltretutto trattandosi di una vettura da competizione il cui obiettivo è vincere campionati mondiali, fu prima di tutto bellissima, e venne conseguentemente dotata di una meccanica eccellente.
Il telaio era un monoscocca centrale in acciaio, il motore (montato centralmente e trasversalmente) e la trasmissione erano quelli della Ferrari Dino 246.
Fu un grandissimo successo sportivo.
Era nata una vera e propria "bete à gagner".
La chiamarono così i francesi quando si accorsero che contro la Stratos c'era ben poco da fare.
Fu affidata tra gli altri ancora alla coppia Munari-Mannucci, che contribuirono a portarla alla vittoria del Campionato del Mondo Rally per ben tre anni di fila (1974, 1975, 1976), permettendo così alla Lancia di battere ancora gli squadroni Porsche e Alpine-Renault.
Innumerevoli furono i successi anche in campo europeo e nei vari campionati nazionali.
Inoltre Sandro Munari nel 1977 si aggiudicò il Campionato del mondo piloti.
La Stratos fu praticamente invincibile, tant'è che nel suo palmarès gli unici rally mondiali che mancano sono il Rally RAC e il Safari Rally.
Continuò a gareggiare e vincere fino al 1982, ma per quello che riguarda il Campionato del Mondo Rally, a causa di una decisione puramente commerciale messa in essere dalla FIAT, nel 1977 fu rimpiazzata dalla Fiat 131 Abarth Rally.
A giudizio degli esperti, la Stratos avrebbe ancora potuto gareggiare e soprattutto vincere nel mondiale ancora per molto tempo.

#LANCIA #LANCIASTRATOSHF #SAVELANCIA #SALVIAMOLANCIA

(immagini dalla rete)
 ·  Translate
23
1
Ivano D90's profile photoMattia Santi's profile photoPaolo Ferrero's profile photo
4 comments
 
+Mattia Santi ...purtroppo...
Add a comment...

Paolo Ferrero

Shared publicly  - 
 
LANCIA AURELIA B24 SPIDER

Gianni Lancia, figlio di Vincenzo (il fondatore della omonima casa automobilistica), venne nominato amministratore delegato nel 1949.
Durante la sua gestione la Lancia produsse alcuni dei più grandi modelli della storia automobilistica italiana e mondiale, tra i quali la Lancia Aurelia B24 Spider.
L'idea di Gianni Lancia fu quella di commercializzare un prodotto d’élite, sportivo e dalla linea che potesse interessare anche il mercato americano.
Il risultato fu eccelso, tanto che taluni storici dell'automobile considerano questa spider una tra le più belle autovetture mai costruite al mondo.
Nella filosofia Lancia la bellezza stilistica viaggiò sempre pari passo con la raffinatezza meccanica, tanto che anche questa, come tutte le altre serie di Aurelia, raggiunse notevoli risultati nel campo sportivo.


#LANCIA #LANCIAAURELIAB24SPIDER #SAVELANCIA #SALVIAMOLANCIA

(immagini dalla rete)
 ·  Translate
4
Lucio Toxiri (caligola39)'s profile photoPaolo Ferrero's profile photo
2 comments
 
Sì Lucio, un mito che rappresentava una splendida epoca, un'Italia che era risorta dal disastro delle Guerre Mondiali, che viveva un boom economico che portò il nostro Paese ad essere tra i più evoluti, che permetteva alle famiglie di pianificare i propri sogni ed ambizioni...
Un mito, una statua neoclassica, un'opera d'arte su ruote che rappresentava quello che ancora oggi viene apprezzato in tutto il mondo, ovvero lo stile Italiano, un esempio di eleganza, di passione, di tecnica...
Una vettura mitica ed un marchio, la Lancia, che a dispetto delle quattro stupidaggini che dice il Sig. Marchionne, ha tuttora un enorme sex appeal e vanta ammiratori, direi quasi seguaci, in tutto il mondo!!!
Alla faccia del Sig. Maglioncino che ha decretato la morte di uno dei migliori simboli che distinguevano l'Italia nel mondo, un'Italia che veniva apprezzata ed invidiata per la sua GENIALITÀ, CAPACITÀ, CREATIVITÀ, ARTE E CULTURA, PASSIONE PER LA VITA...
 ·  Translate
Add a comment...

Paolo Ferrero

Shared publicly  - 
 
LANCIA FULVIA COUPÉ

È un'automobile che ha segnato un'epoca, uno di quei "colpi di genio e di estro" italiani che mi fanno sentire orgoglioso di essere nato in Italia.
Un capolavoro di stile e di meccanica assolutamente e tipicamente italiani.

Ha messo in riga tutti nel mondo vincendo persino un Campionato Internazionale Costruttori (ovvero un Campionato del Mondo di Rally) nel 1972.

E nonostante le stupidaggini che dice il Sig. Marchionne, questo gioiello e la gloriosa casa LANCIA la apprezzano ancora in tutto il mondo.

#LANCIA #LANCIAFULVIACOUPE #SAVELANCIA #SALVIAMOLANCIA

(immagine dalla rete)
 ·  Translate
2
Lucio Toxiri (caligola39)'s profile photoFabrizio Signoretti's profile photoPaolo Ferrero's profile photo
13 comments
 
Caro +Lucio Toxiri, è assolutamente vero quello che affermi.
Argomenti come la sicurezza attiva e passiva, come l'efficienza energetica e come la riduzione di inquinanti è fondamentale ai giorni nostri.
In verità una casa come Lancia, sempre all'avanguardia tecnica, aveva già introdotto nel 1966 sulla Fulvia Coupé l'uso di una speciale lega d'alluminio e magnesio denominata Peraluman per i cofani e le portiere.
Pensa che nella versione da Rally, il famoso "Fanalone" del 1972 campione del mondo, aveva un motore da 1600 cm³ e la bellezza di 160 CV, per un peso di soli 850 Kg...
 ·  Translate
Add a comment...

Paolo Ferrero

Shared publicly  - 
 
Maestri liutai italiani.

Nicolò Amati "Lam ex Collin" 1669
Antonio Stradivari "Clisbee" 1669
Antonio Stradivari "Cremonese" 1715
Antonio Stradivari "Lam ex Scotland University" 1734
Giuseppe Guarneri del Gesù "Stauffer" 1734

Non dimentichiamoci mai che noi italiani abbiamo regalato all'umanità intera dei capolavori assoluti, in molte arti...

#Violino #NicolòAmati #AntonioStradivari #GiuseppeGuarneridelGesù
 ·  Translate
1
Paolo Ferrero's profile photoIvano D90's profile photo
8 comments
 
Buon Week-end Paolo! :-)
 ·  Translate
Add a comment...
Have him in circles
95 people
mark gibson's profile photo
Vasodeleche Cali's profile photo
Foto di Dodo Donatella's profile photo
In Edyte's profile photo
Fotograf Gunnar Kopperud's profile photo
Matteo's RC Movies's profile photo
Traimate Sangsuwan's profile photo
Brodie Beta's profile photo
Marlin + Sons Co. Ltd.'s profile photo

Paolo Ferrero

Shared publicly  - 
 
JOHANN SEBASTIAN BACH, CIACCONA PER VIOLINO SOLO

Arthur Grumiaux esegue la Ciaccona, quinto ed ultimo movimento della Partita n. 2 in re minore per violino solo BWV 1004 di Johann Sebastian Bach (Eisenach 1685 - Lipsia 1750).
La Ciaccona di Bach è uno dei più alti monumenti della letteratura violinistica di tutti i tempi. Si tratta di una serie di variazioni su un semplice basso di quattro battute, che si succedono senza soluzione di continuità all'interno di una struttura della durata di circa quindici minuti. Bach fece ricorso a tutte le risorse tecniche violinistiche conosciute fino a quel momento.
È anche, per molti versi, un esempio perfetto di pura musica, e come tale è stata oggetto di molti arrangiamenti per altri strumenti, tra cui quelli celeberrimi di Andrés Segovia per chitarra e di Ferruccio Busoni per pianoforte.
Per Bach, luterano praticante, tutta la musica è un dono di Dio e strumento specifico della sua lode, non solamente quella scritta appositamente per le funzioni liturgiche. Inoltre è una dottrina, e non una pratica mutevole obbediente alle trasformazioni imposte dai gusti di ogni epoca: è un sapere immutabile di cui il musicista ha il compito di impadronirsi.

#Ciaccona #JohannSebastianBach #ArthurGrumiaux #MusicaBarocca #Violino #Violin #Musica #Music
 ·  Translate
1
Ivano D90's profile photoJeanette Sabogal's profile photoPaolo Ferrero's profile photo
12 comments
 
Gracias Jeanette!!! Fue un feliz despertar, con cafe, sol, alegria y... tu compañia!!!
Un gran beso y un gran abrazo para ti!!!
 ·  Translate
Add a comment...

Paolo Ferrero

Shared publicly  - 
 
La musica di Antonio Vivaldi genera una scarica di pura adrenalina e di passione, provoca sentimenti di vera gioia con l'effetto di rivitalizzare la mente e l'animo...
 ·  Translate
2
Add a comment...

Paolo Ferrero

Shared publicly  - 
 
La Lancia partecipò nelle stagioni 1954 e 1955 con una scuderia propria al campionato mondiale di Formula 1 (anche se per poche gare), con i piloti Alberto Ascari, Eugenio Castellotti e Luigi Villoresi.
La vettura che fu progettata dal geniale ingegnere Vittorio Jano a tale scopo, fu la monoposto Tipo D50.

Purtroppo ci furono due avvenimenti funesti che portarono al ritiro dalle competizioni nel 1955 da parte della Lancia.
Il primo fu che il reparto corse fu chiuso in segno di lutto dopo l'incidente che causò la morte di Alberto Ascari durante lo svolgimento di alcune prove all'autodromo di Monza, peraltro effettuate con una vettura Ferrari.
Il secondo avvenimento fu l'estromissione di Gianni Lancia da parte della nuova proprietà dell'azienda, la famiglia Pesenti, alla quale non interessava affatto l'aspetto agonistico.

Fortunatamente si decise con un accordo a tre fra Lancia, Ferrari e FIAT di non disperdere il patrimonio tecnico acquisito dalla casa torinese in F1.
L'accordo prevedeva la donazione alla Scuderia Ferrari delle vetture Lancia D50 e dell'intero reparto corse.
Anche l'Ingegnere Jano sarebbe passato alla Ferrari, così come i piloti.
La FIAT avrebbe garantito i mezzi economici per la riuscita dell'accordo.

Il progetto della monoposto Lancia D50 fu talmente buono che la stagione successiva, la vettura, con alcuni cambiamenti e col nome di Lancia-Ferrari D50 consentì a Juan Manuel Fangio di vincere il titolo mondiale di Formula 1.

#LANCIA #LANCIAD50 #SAVELANCIA #SALVIAMOLANCIA

(immagini dalla rete)
 ·  Translate
3
Ivano D90's profile photoPaolo Ferrero's profile photo
4 comments
 
Esatto +Ivano D90, una è ancora in mostra al Museo dell'Automobile a Torino che ho visitato nel 2012.
Avevo già visto anche il tuo album, molto bello.
È sempre difficile conoscere la storia di una vettura "nata" 62 anni fa, ma si ritiene che la D50 del Museo dell'Auto sia la #0004 costruita tra il 1954 ed il 1955 e che abbia corso nel 1955 il Gran Premio d'Argentina con Villoresi. Fu poi utilizzata da Ascari nei Gran Premi del Valentino e di Pau. Villoresi la impiegò nuovamente a Napoli ed a Monaco-Montecarlo. Fece probabilmente parte delle macchine cedute a Ferrari il 26 luglio 1955 partecipando quindi come Lancia-Ferrari affidata ancora a Villoresi alle prove del Gran Premio d'Italia (11-09-55).
 ·  Translate
Add a comment...

Paolo Ferrero

Shared publicly  - 
 
LANCIA LAMBDA

La LANCIA Lambda, prodotta dal 1923 al 1931, è stata una vettura con la quale Vincenzo Lancia ha dato una dimostrazione esemplare di tutto il suo immenso genio automobilistico che fu fonte di ispirazione per tutti i costruttori di autoveicoli.

Fu la prima vettura al mondo infatti ad adottare la scocca portante.
Fu la prima ad avere l'assale anteriore a ruote indipendenti (con molloni elicoidali racchiusi in foderi verticali).
Fu inoltre la prima automobile ad adottare il tunnel della trasmissione così come lo conosciamo oggi; infatti prima della Lambda l'albero di trasmissione veniva collocato sotto il pianale (piatto) provocando un notevole sviluppo in altezza delle vetture, mentre sulla Lambda si studiò un tunnel ricavandolo lungo il pianale e vi si fece scorrere al suo interno l'albero di trasmissione. Ne conseguì un ragguardevole abbassamento del baricentro della vettura a tutto vantaggio della manovrabilità.
Vincenzo Lancia brevettò sulla Lambda un sistema di montaggio elastico del motore che, svincolato dalla carrozzeria, non trasferiva al telaio e alla carrozzeria le vibrazioni tipiche del propulsore.
Adottò inoltre un motore "a V stretto", scelta tecnica che diventerà prerogativa di molti altri modelli Lancia.

Vincenzo Lancia è stato a tutti gli effetti un pioniere, un innovatore che ha sempre plasmato le sue vetture coniugando raffinatezza meccanica con sublime eleganza.

(immagini dalla rete)

#LANCIA #LANCIALAMBDA #SAVELANCIA #SALVIAMOLANCIA
 ·  Translate
3
Lucio Toxiri (caligola39)'s profile photoPaolo Ferrero's profile photo
2 comments
 
Buona domenica caro Lucio!
 ·  Translate
Add a comment...

Paolo Ferrero

Shared publicly  - 
 
« Stato si chiama il più freddo di tutti i mostri. È freddo pur nel mentire; e questa è la menzogna che esce dalla sua bocca: "Io, lo Stato, sono il popolo". [...] Là dove lo Stato cessa d'esistere comincia l’uomo che non è inutile: là comincia la canzone della necessità, intraducibile, unica. Là dove lo Stato cessa d'esistere – ma guardate un po' là, miei fratelli! Non vedete voi l'arcobaleno e i ponti dell'Oltreuomo? »

(Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, parte I, 11, Del nuovo idolo)
 ·  Translate
1
Ivano D90's profile photoPaolo Ferrero's profile photo
8 comments
 
Beh, anche però di averle dato un'identità (seppure fittizia) e una dignità non dico alla pari ma quasi all'altezza delle altre grandi potenze europee (anche se maggiormente grazie al valore dei singoli piuttosto che delle istituzioni)...
 ·  Translate
Add a comment...

Paolo Ferrero

Shared publicly  - 
 
Cristo Rey visto dalla Carrera 4

#nikon #colombia #cali #CristoRey
 ·  Translate
5
1
Lucio Toxiri (caligola39)'s profile photoIvano D90's profile photoJeanette Sabogal's profile photoPaolo Ferrero's profile photo
15 comments
 
+Jeanette Sabogal Grazie del regalo!!! Il video è divertente, anche se dopo il conteggio regressivo aspettavo.... un altro tipo di regalo :-))))))))))
Ciaoooo
 ·  Translate
Add a comment...
Paolo's Collections
People
Have him in circles
95 people
mark gibson's profile photo
Vasodeleche Cali's profile photo
Foto di Dodo Donatella's profile photo
In Edyte's profile photo
Fotograf Gunnar Kopperud's profile photo
Matteo's RC Movies's profile photo
Traimate Sangsuwan's profile photo
Brodie Beta's profile photo
Marlin + Sons Co. Ltd.'s profile photo
Work
Occupation
Visual Designer
Basic Information
Gender
Male
Relationship
Married
Story
Tagline
Visual Designer
Collections Paolo is following
Places
Map of the places this user has livedMap of the places this user has livedMap of the places this user has lived
Currently
Cali (Colombia)
Previously
TORINO (ITALIA) - TOSSA DE MAR (CATALUÑA) - CALI (COLOMBIA)
Links
Other profiles
Links