Profile cover photo
Profile photo
Michele D'Elia
3 followers
3 followers
About
Michele's posts

Post has attachment
Mio Padre, ragazzo del 99 in guerra
Mio padre, Battista Giacomino, si
trovava in Calabria per lavoro con mio nonno quando era stato convocato per la
visita di leva, ed era perfin stato considerato renitente. In seguito si era
presentato il 4 giugno del 1917 alla visita per delegazione a Cosen...

Post has attachment
Quando la guerra si fa più cinica e spietata
C’è chi può credere che la prima guerra mondiale
differisse in modo meno peggiore dalla seconda. Si pensa che dal 1914 gli
eserciti si combattessero con un senso più marcato dell’onore e con un rispetto
maggiore del nemico. Ciò in quanto tra gli antagonisti...

Post has attachment
I costi della Grande Guerra Non solo eroi, ma anche corrotti e corruttori - II parte
Il lavoro della Commissione sarà
complesso e tormentato. Saranno sostituiti presidenti, molte le resistenze,
"al limite del boicottaggio, costituirono un ostacolo oggettivo spesso
insormontabile. Il fatto apparve ancora più grave
quando la Commissione parla...

Post has attachment
I costi della Grande Guerra. Non solo eroi, ma anche corrotti e corruttori - prima parte
di Salvatore Sfrecola, Presidente Ass.ne Italiana Giuristi di Amministrazione, Roma Abituati a pensare alla Grande
Guerra come ad uno scontro di popoli e di eserciti sullo sfondo di una ridefinizione
della geografia dell’Occidente e della mappa delle potenz...

Post has attachment
Il 1916 in Medio Oriente
di Giovanni Parigi,  Università degli Stadi di Milano Il Medio
Oriente, insieme al fronte occidentale e a quello orientale, fu il terzo grande
fronte della Prima Guerra Mondiale. Il conflitto investì l’est dell’Anatolia,
il Caucaso, la Mesopotamia. Suez, il...

Post has attachment
Il governo debole e l'"uomo forte"
Damiano Palano,  Universi Cattolica  Già alla vigilia della Prima guerra mondiale il vecchio blocco
politico giolittiano aveva in larga parte smarrito il controllo del «Paese
reale», senza che però fosse contemporaneamente emerso un nuovo blocco, capace
alm...

Post has attachment
E LA CRONACA SCOPRE LA GUERRA
di Giorgio Guaiti,  Giornalista e scrittore, Milano Bombe sulle città Bombe austriache su Treviso (foto trovata in rete) Si chiamava Giuseppe Crippa.
Aveva 31 anni e faceva il calzolaio a Monza. Il suo destino, purtroppo, era
quello di passare alla storia c...

Post has attachment
Ortigara: sacrificio annunciato ed inutile - seconda parte
52° divisione. Ore 1. Il generale Di Giorgio informa i comandanti in sottordine: col. brig. Probati. col. Ragni, col. Stringa, ten. col Cavandoli, c.te l'artiglieria del 22° Gruppo da montagna, che l'attacco inizierà alle ore 6, con qualunque tempo. Ore 4. ...

Post has attachment
Ortigara: sacrificio annunciato ed inutile
di Michele D'Elia 31 luglio 1916 : fine della Strafexpedition. 8 agosto 1916 : prendiamo Gorizia. Gli
Austroungarici si attestano sulle alture a nordest della città. È il momento di
andare avanti; via obbligata: la conquista dell’Ortigara; obiettivo ultimo:...

Post has attachment
La Strafexpedition ed il contesto internazionale
La Strafexpedition -Offensiva di
primavera (Fruhjahrsoffensive) nella storiografia di lingua tedesca -si snoda su
uno sfondo internazionale mutevole e ricco di complessità. Al suo inizio, alla
metà dei maggio 1916, la situazione su tutti i fronti sembrava e...
Wait while more posts are being loaded