Profile cover photo
Profile photo
Palestre Progetto Benessere
47 followers -
Sono stati gli esercizi di base a costruire il mio fisico,come squat,stacchi da terra e distensioni su panca.I classici non puoi certo migliorarli -Ronnie Coleman-
Sono stati gli esercizi di base a costruire il mio fisico,come squat,stacchi da terra e distensioni su panca.I classici non puoi certo migliorarli -Ronnie Coleman-

47 followers
About
Posts

Post has attachment
L'atleta AICAP del giorno è CLAUDIO PERFETTI, 32 anni, classe 1981. 

Claudio tu hai un passato da sportivo professionista...

Si, oggi nella vita faccio il broker assicurativo ma sono stato per quattro anni un professionista nel mondo del calcio. A causa di un infortunio ho dovuto smettere e abbandonare quel sogno con l'amaro in bocca. 

Poi però hai toccato ferro...

Eh già. Circa quattro anni fa mi sono avvicinato al bodybuilding e due anni dopo ho partecipato alle prime gare preparato da Angelo Rampini con un bel secondo posto all'italiano Hp WBFI. 

E ora a che punto è la tua preparazione?

Da due anni mi preparo con Celeste Mafessoni e nel 2013 ho fatto un settimo posto al Grand Prix di Cesena, sesto posto al Campionato Triveneto e terzo posto al Muscle Beach di Chioggia con la vittoria del trofeo del Miglior Posatore. 

Perché ti sei appassionato così? In fondo nel calcio la "palestra" è solo uno dei molti allenamenti...

Adoro questa disciplina... poi mi riesce facile allenarmi, fare dieta e prepararmi perché sono stato forgiato dal professionismo nel calcio quindi faccio bodybuilding perché mi piace il fisico muscoloso ma anche perché adoro competere, l'ho sempre fatto e ormai è parte di me. 

Un tuo motto?

Questo sport lo devi avere nel sangue e saperlo amare...

Qui la fotogallery di Claudio: https://www.facebook.com/media/set/?set=a.271041843051342.1073741830.251673728321487&type=3
Photo
Add a comment...

Post has attachment

Post has attachment

Post has attachment
Il regolamento Aicap!
Add a comment...

Stiamo preparando una grande sorpresa per voi... un modo per essere presenti sul web e per darvi sempre tutti gli aggiornamenti di cui avete bisogno. L'ennesima testimonianza della grande attenzione delle nostre palestre allo scopo di tutto ciò: il BENESSERE dei Nostri! Stay tuned!
Add a comment...

Post has attachment
+++EDIZIONE STRAORDINARIA!+++
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Lo aspettavamo e lui, puntuale, è arrivato. E adesso? Be', dobbiamo fare di tutto per rendere questo 2014 memorabile. 

Noi nel nostro piccolo cerchiamo di migliorare la vita dei nostri sportivi. Per farlo mettiamo nel nostro lavoro tutta la nostra passione e la nostra competenza. 

Perché se è vero che tutti ci auguriamo che questo anno ci porti prima di ogni altra cosa tanta "salute", è vero ancor di più che essa si costruisce e si tutela giorno dopo giorno. 

Noi saremo accanto a voi, anche quest'anno. Grazie per la vostra fiducia, non la tradiremo mai. 

Un grande augurio di buon 2014 da tutto lo staff della PROGETTO BENESSERE!
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Passate nelle palestre Progetto Benessere di Arbizzano e Verona per gli auguri? Vi aspettiamo, e magari pensiamo a qualcosa su misura per voi per il 2014! 
Photo
Add a comment...

Post has attachment
C'è un segreto per non lievitare durante le vacanze natalizie! Ok, ve lo spieghiamo... anzi no, meglio a quattr'occhi! Venite a trovarci per lo scambio di auguri!  Un grande augurio di buone feste dalle vostre palestre del cuore, le PROGETTO BENESSERE!
Photo
Add a comment...

Post has attachment
La fiaba chiamata “2013”, che racconta le gesta della principessa del body building femminile Emily Tiengo, inizia a Londra, l’11 maggio scorso. Lei si presenta in terra di regine e non fa altro che mostrare ai giudici e alle concorrenti quel che Dio le ha donato e che lei ha perfezionato. È così che si aggiudica l’Hercules Olimpya, una delle gare internazionali più prestigiose in assoluto. Ma non le basta la categoria “Bikini”. Emily con quel corpo può fare quello che vuole, così decide di portarsi a casa anche il titolo assoluto femminile: non era mai successo che un’atleta della sua categoria vincesse anche l'assoluto.

Poi la principessa Emily decide di andare a Napoli, dove oltre al mare, alla pizza, al Vesuvio e al caffè nominano bellezza cittadina anche lei, assegnandole la vittoria della Muscle Cup. Tenere in ordine i trofei inizia a diventare difficile, negli scaffali così come nella mente.

“Perché non andare anche in Ungheria”, pensa Emily Tiengo, un po’ come Forrest Gump che partito per una corsetta, finisce per girare l’America. Così si presenta ai mondiali sfidando 24 atlete provenienti da ogni parte del creato. Questa volta la vittoria sfuma per un soffio: secondo posto sul podio che brucia tantissimo.

La nostra Emily, ormai la conosciamo, non è abitutata ad accontentarsi, né, tantomeno, la sconfitta al mondiale la demoralizza. Così il 20 ottobre a Padova stravince la selezione per Miss Universo W.A.B.B.A.

Da ottobre ai primi di novembre il passo è breve, e Padova è vicinissima a Bologna. Così, accompagnata da un tifo da stadio che raramente si vede in queste competizioni, si aggiudica la gara per eccellenza in Italia e in Europa, il “Due Torri”.

E poi arriva Miss Universo. Già.

Emily in quella competizione è portabandiera della squadra nazionale W.A.B.B.A. Stravince su 18 rivali ma, soprattutto, sulla campionessa mondiale in carica, che arriva terza. Tiè.

Sei gare, cinque vittorie. E se la intervisti ancora si fa cruccio di quel secondo posto: “Sai, nella mia specialità non è un giudizio oggettivo, di massa e forma muscolare come negli uomini. Qui è molto soggettivo… puoi piacere, piacere meno o non piacere ai giudici…” mi dice quasi per giustificarsi.

Ma parliamo di Miss Universo, titolo appena arrivato. “Mi ero prapatarata al meglio, ero al 100%, ho curato tantissimo l’alimentazione e l’allenamento. Per chi non è dell’ambiente non può capire, decidi di sacrificare la tua vita perché ci credi davvero. Devi seguire un’alimentazione equlibrata, mangiare ogni tre ore, bere tot litri di acqua al giorno”.

E come si fa a non impazzire? “Ho un compagno, Fausto Fanelli, che mi aiuta molto in questo, da sola non riuscirei mai. Pochi hanno questa fortuna”.

Il tuo compagno ha un gran fisico, come mai non gareggia? “Gareggiare per gli uomini è ancora più impegnativo, dobbiamo scegliere, o io o lui. Anche a livello economico è una spesa notevole preparare le mie gare, figurarsi farlo per entrambi. Visto il mio periodo d’oro per il momento vado avanti io, e poi, se vorrà, sarà il suo turno... ma a lui piace di più preparare me!

Dopo aver vinto ogni cosa, tranne il mondiale, che progetti ha la principessa Tiengo? “Ovvio! Stravincere il mondiale di giugno 2014, e confermare la vittoria di Londra in entrambe le categorie”.

Emily, scusa, un’ultima domanda: ma tu non sai proprio perdere eh? “No, non mi piace, non lo sopporto ma da sportiva lo accetto. Poi però mi preparo al meglio per non perdere il vizio di vincere!”.
Photo
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded