Profile cover photo
Profile photo
Vittoria 5 Stelle
12 followers -
Uno vale Uno
Uno vale Uno

12 followers
About
Posts

Post has attachment
Rimozione della lana di roccia al depuratore.
Il Presidente della Comissione Trasparenza Valentina Argentino: “Quasi trenta mila euro delle casse comunali potevano essere risparmiati!”

Si è tenuta questa mattina, venerdì 05/05/2017, la seduta della Commissione Trasparenza dedicata al piano di intervento per la rimozione della lana di roccia interrata all'interno dell'area del depuratore di C.da Mendolilli.
“Si tratta di una vicenda incominciata nel 2014, ma è corretto che i cittadini sappiano, attraverso le argomentazioni trattate durante le sedute, come viene speso il denaro pubblico, e che, alcune spese sarebbero state evitabili” afferma il Presidente Argentino, dopo aver ascoltato con attenzione l'illustrazione degli atti e dei documenti da parte della Dott.ssa Prinzivalli e dell'Arch. Cosentino,
seguiti dall'assessore Nicastro.
Il consigliere M5S Pippo Re, anche esso presente alla seduta, aggiunge: ”abbiamo appurato che la lana di roccia è stata divelta in occasione di eventi climatici calamitosi risalenti al ciclone Atos, come riferitoci anche durante la Commissione dall'assessore Nicastro. Se fossero intervenuti tempestivamente, i lavori sarebbero stati limitati al recupero ed al successivo conferimento in
discarica. Ma così non è stato. In seguito all'evento calamitoso ed a causa dell'improprio interramento, ci ritroviamo dinanzi ad una lievitazione dei costi dovuti sia per il recupero con scavo, lavori terminati nell'ottobre 2016, costati quasi 30 mila euro ai cittadini, sia per i successivi passaggi necessari, ancora non effettuati”.

“Effettivamente”, aggiunge il Presidente Argentino, “tale rifiuto speciale che adesso si trova all'interno dell'area ma contenuto in sacchi speciali, resta in attesa di un campionamento, da ottobre ad oggi, per poter essere in seguito smaltito in maniera corretta. Lo smaltimento stesso avrà dei costi che aumenteranno in base al volume di rifiuto speciale misto a sabbia e prelevato
dalla rimozione. Le scelte errate di chi ha lavorato maldestramente, oggi, ricadono sulle casse dell'ente”.
La prossima Commissione Trasparenza si terrà giorno 9 Maggio alle ore 12.00, durante la quale i Consiglieri si occuperanno delle attuali vicende riguardanti la raccolta differenziata, la richiesta di informazioni e documenti sulle convenzioni e sull'attività di raccolta e smaltimento rifiuti".

Consigliere Comunale M5S Dott. Pippo Re
Presidente Comm. Trasparenza Avv. Valentina Argentino
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
Segnalazione inquinamento acque marine zona Cammarana Scoglitti 23 gennaio 2017

Maggiori informazioni al link

http://www.vittoria5stelle.it/2017/01/segnalazione-inquinamento-acque-marine-zona-cammarana-scoglitti/
Add a comment...

Post has attachment
Per un 5 Giugno a 5 Stelle
Add a comment...

Post has attachment
Grande partecipazione ai convegni organizzati dal Movimento 5 Stelle di Vittoria su Innovazione Sociale ed Agricoltura. Oggi la spazio alla presentazione della squadra degli assessori designati.
Add a comment...

Post has attachment

Post has attachment
Allarme in via Cultrone: degrado locali dell'ex cooperativa Rinascita. Il Movimento Cinque Stelle presenterà esposto in Procura per pericolo all'incolumità pubblica. http://www.vittoria5stelle.it/2016/03/allarme-via-cultrone-degrado-locali-dellex-cooperativa-rinascita/
Photo
Photo
15/03/16
2 Photos - View album
Add a comment...

Post has attachment
UN’AZIONE CONCRETA A FIANCO DEGLI AGRICOLTORI: L’ATTIVAZIONE DELLE CLAUSOLE DI SALVAGUARDIA PREVISTE DALL’ACCORDO UE-MAROCCO.

Se n’è discusso ieri sera, durante un incontro tra il gruppo di lavoro “Agricoltura” del MeetUp del Movimento Cinquestelle di Vittoria ed alcuni esponenti del mondo dell’agricoltura vittoriese, per cercare possibili soluzioni alla crisi che attanaglia il comparto.
“Erano presenti i rappresentanti di alcune organizzazioni di categoria, imprenditori e tecnici del settore - hanno spiegato i componenti del gruppo di lavoro, Pippo Re, Raffaele Miccichè ed Angelo Battaglia - ed abbiamo ascoltato le problematiche che sono costretti ad affrontare, ma che adesso rischiano di distruggere definitivamente l’intero settore agricolo”. 
Durante l’incontro è stato discusso l’avvio di un’azione legale per impugnare l’Accordo Ue-Marocco.
“Non si è trattato di semplici chiacchiere - ha detto Carmelo Giurdanella componente del MeetUp ed avvocato che ha proposto l’azione legale - ma della concreta possibilità di attaccare giudiziariamente l’Accordo Euro-mediterraneo. La diffida - ha aggiunto - sarà indirizzata al Presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi e al Ministro delle Politiche Agricole, Maurizio Martina. Nello specifico - ha spiegato Giurdanella - nell’atto si chiede l’attivazione formale delle clausole di salvaguardia, previste dall’articolo 7 del protocollo allegato all’Accordo, ovvero la sospensione dell’importazione dei prodotti del Marocco per un anno, a causa del danno grave che stanno arrecando al nostro settore di produzione. Questa misura - ha aggiunto - va adottata secondo una procedura dettagliata prevista dall’Unione Europea e non, come sembra abbia fatto il Ministro, con una semplice richiesta durante la riunione del Consiglio Agricoltura e Pesca dell’UE, tenutosi lo scorso 15 febbraio”. 
All’atto giudiziario sarà, inoltre, allegato un documento, che si potrà trovare all’interno dei banchetti organizzati dal Movimento in giro per la città. “I cittadini - hanno aggiunto gli esponenti del Movimento - potranno leggere e firmare il documento, così da dare maggiore voce alla richiesta”.
Durante l’incontro si è discussa anche la possibilità di presentare una proposta di legge sulla “Filiera controllata - ha concluso Giurdanella - che rappresenta l’altro lato di questa terribile crisi dalla quale dobbiamo riuscire ad uscire”.
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Ciò che immediatamente colpisce è l'aspetto originale e fiabesco delle dune di sabbia. La Natura le crea e modella con il suo incessante soffiar del vento e le tinge dei colori di molteplici e caratteristiche piante. A nessuno verrebbe in mente di deturparne la bellezza.
Invece è accaduto. A Scoglitti, zona Cammarana, qualcuno ha ben pensato di spianare in buona parte un vasto sistema dunale (ancor oggi conservatosi) per realizzare una “pista interdunale” finalizzata a Test Drive per automobili Jeep!
Tra le pochissime dune ancora esistenti in Europa ed in tutto il bacino del Mediterraneo, tutto a pochissimi metri dal fiume e dalla foce dell'Ippari e dalla zona archeologica di Kamarina e dal rispettivo ed omonimo museo.
Questa mattina ci siamo recati sul luogo potendo appurare lo scempio che, con mezzi pesanti, hanno inferto al sistema. Vaste zone sono state spianate, altre rimodellate, per creare il percorso per le autovetture, sconvolgendo di fatto l'aspetto paesaggistico e gli ecosistemi lì stanziati.
Tutto ciò all'interno di una zona Sito di Interesse Comunitario - "SIC ITA080004 Punta Braccetto, contrada Cammarana" - , che presenta un'ampia biodiversità in specie vegetali di grande peculiarità, addirittura alcune uniche in Sicilia, cosa che richiederebbe una serie di azioni atte alla loro tutela integrale; inoltre, in tali ambienti dunali e retrodunali si riscontra una fauna unica (perlopiù invertrebati).
Tali siti sono assolutamente da tutelare e conservare poiché ormai una rarità dei nostri litorali, altrove del tutto scomparsi per la cementificazione selvaggia.
Bisogna salvaguardare la bellezza della Natura: un paesaggio bello, unico ed originale è una ricchezza incommensurabile per un territorio, in termini ambientali ed anche economici, che deve trovare le opportunità di sviluppo nelle sue caratteristiche migliori.
Grazie alla sinergia tra cittadini, attivisti e portavoce regionale Vanessa Ferreri, i lavori sono stati bloccati.
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Photo
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded