Profile cover photo
Profile photo
OnAir -Visioni & Rivoluzioni x Rigenerare il Pianeta-
73 followers -
Trattiamo di...Sviluppo EcoSintonico e di decrescite felici, di economia verde:::>* OnAir intende riproporre con fermezza la fondamentale esigenza di transitare dal concetto di ECOSOSTENIBILE al concetto di ECOSINTONICO. Il "SOSTENIBILE" è una strada stretta che non porta al benessere né della Persona, né della Terra. Un essere umano può arrivare a "sostenere", in condizioni estreme, sino a 2 volte e + il proprio peso, ma chiamereste quell'uomo felice? Così pensiamo che il NOSTRO PIANETA non abbia bisogno di altri carichi ritenuti "SOSTENIBILI", ma necessiti di ARMONIA. Chiede azioni e movimenti che siano sintonici con il Principio che lo anima, lo governa e lo attraversa con coerenza in ogni proprio aspetto in ogni istante di Vita. La nostra, in fondo, è E' una RIVOLTA Etica, Pacifica & Creativa, contro l'immiserimento del sè ed è la generazione di nuove forme di sostegno e promozione del paradigma dell'AutoProduzione e del contemporaneo e permanente sprigionamento creativo del potenziale umano.Parleremo quindi di Growing e di Bellezza, di Scienza e di Medicina, ma anche di Educazione, di Rete e di Diritti. Ci occuperemo di Letteratura, di Storia e di Antropologia. Ovviamente seguiremo Musica, Cinema, Fotografia, Video e Teatro, ma abbiamo GUSTO, TATTO & OLFATTO, quindi saremo spesso in Cucina, in Sartoria e in Serra e nelle Botteghe degli Odori, oltre che al piatto del Mixer e incollati al schermo:::>* Basandoci sulla consapevolezza dell’infinito valore del potenziale umano, intendiamo contribuire alla diffusione di una cultura della dignità umana, e schierarci a difesa di ogni diritto negato, contro gli assolutismi, e contro i proibizionismi, contro le arroganze del Potere:::::::::>* QUESTE le NOSTRE FREQUENZE:::>*ORA RIMANETE SINTONIZZATI SULLA VOSTRA PERSONALE FREQUENZA OnAir:::>>>>>>>>>>>*
Trattiamo di...Sviluppo EcoSintonico e di decrescite felici, di economia verde:::>* OnAir intende riproporre con fermezza la fondamentale esigenza di transitare dal concetto di ECOSOSTENIBILE al concetto di ECOSINTONICO. Il "SOSTENIBILE" è una strada stretta che non porta al benessere né della Persona, né della Terra. Un essere umano può arrivare a "sostenere", in condizioni estreme, sino a 2 volte e + il proprio peso, ma chiamereste quell'uomo felice? Così pensiamo che il NOSTRO PIANETA non abbia bisogno di altri carichi ritenuti "SOSTENIBILI", ma necessiti di ARMONIA. Chiede azioni e movimenti che siano sintonici con il Principio che lo anima, lo governa e lo attraversa con coerenza in ogni proprio aspetto in ogni istante di Vita. La nostra, in fondo, è E' una RIVOLTA Etica, Pacifica & Creativa, contro l'immiserimento del sè ed è la generazione di nuove forme di sostegno e promozione del paradigma dell'AutoProduzione e del contemporaneo e permanente sprigionamento creativo del potenziale umano.Parleremo quindi di Growing e di Bellezza, di Scienza e di Medicina, ma anche di Educazione, di Rete e di Diritti. Ci occuperemo di Letteratura, di Storia e di Antropologia. Ovviamente seguiremo Musica, Cinema, Fotografia, Video e Teatro, ma abbiamo GUSTO, TATTO & OLFATTO, quindi saremo spesso in Cucina, in Sartoria e in Serra e nelle Botteghe degli Odori, oltre che al piatto del Mixer e incollati al schermo:::>* Basandoci sulla consapevolezza dell’infinito valore del potenziale umano, intendiamo contribuire alla diffusione di una cultura della dignità umana, e schierarci a difesa di ogni diritto negato, contro gli assolutismi, e contro i proibizionismi, contro le arroganze del Potere:::::::::>* QUESTE le NOSTRE FREQUENZE:::>*ORA RIMANETE SINTONIZZATI SULLA VOSTRA PERSONALE FREQUENZA OnAir:::>>>>>>>>>>>*

73 followers
About
Posts

Post is pinned.Post has attachment
Ora che il 7 è in giro da qualche giorno, vogliamo condividere con Tutti Voi l''inizio dell'Editoriale che racconta dell'Acqua Passata....
E invitarvi a ri-Scoprire 0nAir....Dal Principio>*

Acqua Passata. Fuori dal loop.
0nAir /Editoriale N.7

Sono passati diciassette intensi mesi da quando scrivevo l’editoriale del numero 6.
Era un numero “speciale” di 0nAir. Un numero, il 6, con un nuovo formato, con più pagine e con nuove importanti collaborazioni commerciali e di distribuzione.

Segnava la svolta verso un assetto più solido del nostro magazine, garantendoci sulla carta, la possibilità di essere più costanti, presenti ed efficaci nel nostro lavoro di libera informazione sui temi che trattiamo, e di pensiero critico, e immune da interessi di parte, sulle realtà, sociali, culturali o commerciali, alle quali rivolgiamo il nostro sguardo.

Insomma, per dirla semplice, come fondatore e direttore editoriale di 0nAir mi sentivo sodisfatto di quanto andavo realizzando. E vedevo, in parte, compiersi un passo importante verso l’obiettivo dell’auto-sostentamento economico della rivista e della sua indipendenza dalle logiche PURAMENTE commerciali. Ciò per cui siamo nati…..Ciò per cui è (in)sorto 0nAir.

Cioè: Lo abbiamo sempre detto; 0nAir non nasce per fare pubblicità alle aziende dei settori di cui si occupa, ma, al contrario, si fonda sull’intento di proporre ad ogni persona in grado di leggere, informazione corretta e veritiera, e non viziata da interessi di parte, su settori e ambiti che trovano poco spazio nei Media di Regime e/o che vengono sistematicamente filtrati e distorti nell’informazione mainstream.

La pubblicità, l’ho sempre detto a tutti i lettori come agli sponsor, ci serve per garantire la stampa del giornale e le spese di lavorazione. Ci serve “PER” garantire l’esistenza “fisica”, materiale, di 0nAir. Non è un fine, è un mezzo.
E visto che, sin DAL PRINCIPIO, non era la comunicazione commerciale in sé la nostra meta,
strada facendo, o, se preferite, durante la navigazione, ci siamo potuti permettere “il lusso” di scegliere i nostri sponsor, e, per la verità, anche di essere scelti proprio in virtù della natura del nostro magazine. Proprio per quel Puro Suono di Libertà Interiore che si sprigiona dalle pagine del nostro caro 0nAir.

E veniamo dunque a quel numero 6, in formato volumetto, di 136 pagine, che, con una tiratura di 10.000 copie veniva presentato a Ottobre del 2016 alla III Edizione di Canapa inMostra, a Napoli.

Quel numero prodotto in collaborazione con un noto marchio italiano del settore Canapa/Cannabis, che qui non nominerò, proprio per evitare di fare ulteriore pubblicità, per di più gratuita, a questa non-simpatica azienda, e che di lì a pochi giorni avrebbe in maniera rocambolesca disatteso tutte le nostre aspettative, tenendo in suo possesso praticamente l’intera tiratura del numero e non scucendo un solo euro.
Contravvenendo così, in maniera tanto plateale quanto viscida e strisciante, all’obbligo di dignità della parola data e di coerenza con gli impegni presi e lasciando 0nAir a navigare in un mare di contrarietà e di problemi, lungo questo 2017 che è diventato l’Anno Sabatico di 0nAir da un punto di vista della stampa.
Mentre On-Line, con tanto impegno, siamo riusciti a mantenere un minimo di continuità nella nostra attività editoriale e informativa.

Questo è quanto è successo dopo l’uscita del numero 6 e quanto si doveva ai tanti che ci hanno seguito e che si saranno chiesti che fine abbia fatto 0nAir. Da quel momento abbiamo fatto il possibile, e ancora lo stiamo facendo, con gli strumenti legali a nostra disposizione, per difendere il nostro lavoro e vederci riconosciuto quanto dovuto, e sicuramente vi aggiorneremo non appena ci saranno novità.

Ma questa è l’acqua passata. Andata. Insieme ad alcune false complicità che hanno preso la via delle colonne di scarico della nostra realtà e di cui difficilmente si sentirà la mancanza.


E nel frattempo, il mondo, come il settore della Canapa/Cannabis ha continuato vorticosamente a girare……

segui il resto su: www.onairmagazine.it
Photo
Add a comment...

Post has shared content
Ecco i CANNABINOIDI in AZIONE >*
Guardiamo Come Fanno Fuori le Cellule Tumorali !!!! >*
WWW.ONAIRMAGAZINE.IT
LA CANNABIS CHE TI SALVA LA VITA >*
Add a comment...

Post has attachment
La Verità, come la Giustizia, è “una Cosa in Movimento”. Per questo in Italia 🇮🇹 ne circola poca.....
Ma per fortuna c’è SEMPRE qualcuno che non resiste alla Bellezza del Mettersi in Cammino, e di andare oltre le Statiche Superfici della Realtà >*
Basta un po’ di Vera Determinazione, per rompere il guscio dell’inerzia passiva e del l’indifferenza. Occorre solo desiderare profondamente di sprigionare ciò che di unico e di buono si porta dentro di sé per potere crescere e nutrirsi di luce >* 😎🤙✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨ Siamo Tornati: il 7 is Walking 0nAir >* E ricordate, dice 0nAir, “Sprigionare è meglio che scappare”. Magazine a Trazione Interiore. >*😎🤙✨
#leggiesostieni0nair #comeicannabinoidigeneraunaumentospontaneodellattivitàsinaptica #cannabiscommunity #thc #altocontenutodithc #snailpapers #bhsmokingaccessories #bzzz #legalized #genehtikseeds #kritikalbilbo #paradiseseeds #paradiseseedsvertigo #secretcupnapoli2018 #advancednutrients #bigbud #lakalada #lakaladacrew #spannabis2018 #rototomsunsplash #bigbuddha #sweetseeds #gorillaglue #autoproduzione #autocoltivazioneunicasoluzione #thcpride #noncifermeretemai #snailpapers #snailcustomrollingpapers #snailcustompapers
Photo
Add a comment...

Post has attachment
La Verità, come la Giustizia, è “una Cosa in Movimento”. Per questo in Italia 🇮🇹 ne circola poca.....
Ma per fortuna c’è SEMPRE qualcuno che non resiste alla Bellezza del Mettersi in Cammino, e di andare oltre le Statiche Superfici della Realtà >*

Basta un po’ di Vera Determinazione, per rompere il guscio dell’inerzia passiva e del l’indifferenza. Occorre solo desiderare profondamente di sprigionare ciò che di unico e di buono si porta dentro di sé per potere crescere e nutrirsi di luce >*

😎🤙✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨ Siamo Tornati: il 7 is Walking 0nAir

>* E ricordate, dice 0nAir, “Sprigionare è meglio che scappare”.

Magazine a Trazione Interiore. >*😎🤙✨

#leggiesostieni0nair #comeicannabinoidigeneraunaumentospontaneodellattivitàsinaptica #cannabiscommunity #thc #altocontenutodithc #snailpapers #bhsmokingaccessories #bzzz #legalized #genehtikseeds #kritikalbilbo #paradiseseeds #paradiseseedsvertigo #secretcupnapoli2018 #advancednutrients #bigbud #lakalada #lakaladacrew #spannabis2018 #rototomsunsplash #bigbuddha #sweetseeds #gorillaglue #autoproduzione #autocoltivazioneunicasoluzione #thcpride #noncifermeretemai #snailpapers #snailcustomrollingpapers #snailcustompapers
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Basta un po’ di Vera Determinazione, per rompere il guscio dell’inerzia passiva e del l’indifferenza. Occorre solo desiderare profondamente di sprigionare ciò che di unico e di buono si porta dentro di sé per potere crescere e nutrirsi di luce >* 😎🤙✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨ Siamo Tornati: il 7 is Walking 0nAir >* E ricordate, dice 0nAir, “Sprigionare è meglio che scappare”. Magazine a Trazione Interiore. >*😎🤙✨
#leggiesostieni0nair #comeicannabinoidigeneraunaumentospontaneodellattivitàsinaptica #cannabiscommunity #thc #altocontenutodithc #snailpapers #bhsmokingaccessories #bzzz #legalized #genehtikseeds #kritikalbilbo #paradiseseeds #paradiseseedsvertigo #secretcupnapoli2018 #advancednutrients #bigbud #lakalada #lakaladacrew #spannabis2018 #rototomsunsplash #bigbuddha #sweetseeds #gorillaglue #autoproduzione #autocoltivazioneunicasoluzione #thcpride #noncifermeretemai #snailpapers #snailcustomrollingpapers #snailcustompapers
Photo
Add a comment...

Post has shared content
Ora che il 7 è in giro da qualche giorno, vogliamo condividere con Tutti Voi l''inizio dell'Editoriale che racconta dell'Acqua Passata....
E invitarvi a ri-Scoprire 0nAir....Dal Principio>*

Acqua Passata. Fuori dal loop.
0nAir /Editoriale N.7

Sono passati diciassette intensi mesi da quando scrivevo l’editoriale del numero 6.
Era un numero “speciale” di 0nAir. Un numero, il 6, con un nuovo formato, con più pagine e con nuove importanti collaborazioni commerciali e di distribuzione.

Segnava la svolta verso un assetto più solido del nostro magazine, garantendoci sulla carta, la possibilità di essere più costanti, presenti ed efficaci nel nostro lavoro di libera informazione sui temi che trattiamo, e di pensiero critico, e immune da interessi di parte, sulle realtà, sociali, culturali o commerciali, alle quali rivolgiamo il nostro sguardo.

Insomma, per dirla semplice, come fondatore e direttore editoriale di 0nAir mi sentivo sodisfatto di quanto andavo realizzando. E vedevo, in parte, compiersi un passo importante verso l’obiettivo dell’auto-sostentamento economico della rivista e della sua indipendenza dalle logiche PURAMENTE commerciali. Ciò per cui siamo nati…..Ciò per cui è (in)sorto 0nAir.

Cioè: Lo abbiamo sempre detto; 0nAir non nasce per fare pubblicità alle aziende dei settori di cui si occupa, ma, al contrario, si fonda sull’intento di proporre ad ogni persona in grado di leggere, informazione corretta e veritiera, e non viziata da interessi di parte, su settori e ambiti che trovano poco spazio nei Media di Regime e/o che vengono sistematicamente filtrati e distorti nell’informazione mainstream.

La pubblicità, l’ho sempre detto a tutti i lettori come agli sponsor, ci serve per garantire la stampa del giornale e le spese di lavorazione. Ci serve “PER” garantire l’esistenza “fisica”, materiale, di 0nAir. Non è un fine, è un mezzo.
E visto che, sin DAL PRINCIPIO, non era la comunicazione commerciale in sé la nostra meta,
strada facendo, o, se preferite, durante la navigazione, ci siamo potuti permettere “il lusso” di scegliere i nostri sponsor, e, per la verità, anche di essere scelti proprio in virtù della natura del nostro magazine. Proprio per quel Puro Suono di Libertà Interiore che si sprigiona dalle pagine del nostro caro 0nAir.

E veniamo dunque a quel numero 6, in formato volumetto, di 136 pagine, che, con una tiratura di 10.000 copie veniva presentato a Ottobre del 2016 alla III Edizione di Canapa inMostra, a Napoli.

Quel numero prodotto in collaborazione con un noto marchio italiano del settore Canapa/Cannabis, che qui non nominerò, proprio per evitare di fare ulteriore pubblicità, per di più gratuita, a questa non-simpatica azienda, e che di lì a pochi giorni avrebbe in maniera rocambolesca disatteso tutte le nostre aspettative, tenendo in suo possesso praticamente l’intera tiratura del numero e non scucendo un solo euro.
Contravvenendo così, in maniera tanto plateale quanto viscida e strisciante, all’obbligo di dignità della parola data e di coerenza con gli impegni presi e lasciando 0nAir a navigare in un mare di contrarietà e di problemi, lungo questo 2017 che è diventato l’Anno Sabatico di 0nAir da un punto di vista della stampa.
Mentre On-Line, con tanto impegno, siamo riusciti a mantenere un minimo di continuità nella nostra attività editoriale e informativa.

Questo è quanto è successo dopo l’uscita del numero 6 e quanto si doveva ai tanti che ci hanno seguito e che si saranno chiesti che fine abbia fatto 0nAir. Da quel momento abbiamo fatto il possibile, e ancora lo stiamo facendo, con gli strumenti legali a nostra disposizione, per difendere il nostro lavoro e vederci riconosciuto quanto dovuto, e sicuramente vi aggiorneremo non appena ci saranno novità.

Ma questa è l’acqua passata. Andata. Insieme ad alcune false complicità che hanno preso la via delle colonne di scarico della nostra realtà e di cui difficilmente si sentirà la mancanza.


E nel frattempo, il mondo, come il settore della Canapa/Cannabis ha continuato vorticosamente a girare……

segui il resto su: www.onairmagazine.it
Ora che il 7 è in giro da qualche giorno, vogliamo condividere con Tutti Voi l''inizio dell'Editoriale che racconta dell'Acqua Passata....
E invitarvi a ri-Scoprire 0nAir....Dal Principio>*

Acqua Passata. Fuori dal loop.
0nAir /Editoriale N.7

Sono passati diciassette intensi mesi da quando scrivevo l’editoriale del numero 6.
Era un numero “speciale” di 0nAir. Un numero, il 6, con un nuovo formato, con più pagine e con nuove importanti collaborazioni commerciali e di distribuzione.

Segnava la svolta verso un assetto più solido del nostro magazine, garantendoci sulla carta, la possibilità di essere più costanti, presenti ed efficaci nel nostro lavoro di libera informazione sui temi che trattiamo, e di pensiero critico, e immune da interessi di parte, sulle realtà, sociali, culturali o commerciali, alle quali rivolgiamo il nostro sguardo.

Insomma, per dirla semplice, come fondatore e direttore editoriale di 0nAir mi sentivo sodisfatto di quanto andavo realizzando. E vedevo, in parte, compiersi un passo importante verso l’obiettivo dell’auto-sostentamento economico della rivista e della sua indipendenza dalle logiche PURAMENTE commerciali. Ciò per cui siamo nati…..Ciò per cui è (in)sorto 0nAir.

Cioè: Lo abbiamo sempre detto; 0nAir non nasce per fare pubblicità alle aziende dei settori di cui si occupa, ma, al contrario, si fonda sull’intento di proporre ad ogni persona in grado di leggere, informazione corretta e veritiera, e non viziata da interessi di parte, su settori e ambiti che trovano poco spazio nei Media di Regime e/o che vengono sistematicamente filtrati e distorti nell’informazione mainstream.

La pubblicità, l’ho sempre detto a tutti i lettori come agli sponsor, ci serve per garantire la stampa del giornale e le spese di lavorazione. Ci serve “PER” garantire l’esistenza “fisica”, materiale, di 0nAir. Non è un fine, è un mezzo.
E visto che, sin DAL PRINCIPIO, non era la comunicazione commerciale in sé la nostra meta,
strada facendo, o, se preferite, durante la navigazione, ci siamo potuti permettere “il lusso” di scegliere i nostri sponsor, e, per la verità, anche di essere scelti proprio in virtù della natura del nostro magazine. Proprio per quel Puro Suono di Libertà Interiore che si sprigiona dalle pagine del nostro caro 0nAir.

E veniamo dunque a quel numero 6, in formato volumetto, di 136 pagine, che, con una tiratura di 10.000 copie veniva presentato a Ottobre del 2016 alla III Edizione di Canapa inMostra, a Napoli.

Quel numero prodotto in collaborazione con un noto marchio italiano del settore Canapa/Cannabis, che qui non nominerò, proprio per evitare di fare ulteriore pubblicità, per di più gratuita, a questa non-simpatica azienda, e che di lì a pochi giorni avrebbe in maniera rocambolesca disatteso tutte le nostre aspettative, tenendo in suo possesso praticamente l’intera tiratura del numero e non scucendo un solo euro.
Contravvenendo così, in maniera tanto plateale quanto viscida e strisciante, all’obbligo di dignità della parola data e di coerenza con gli impegni presi e lasciando 0nAir a navigare in un mare di contrarietà e di problemi, lungo questo 2017 che è diventato l’Anno Sabatico di 0nAir da un punto di vista della stampa.
Mentre On-Line, con tanto impegno, siamo riusciti a mantenere un minimo di continuità nella nostra attività editoriale e informativa.

Questo è quanto è successo dopo l’uscita del numero 6 e quanto si doveva ai tanti che ci hanno seguito e che si saranno chiesti che fine abbia fatto 0nAir. Da quel momento abbiamo fatto il possibile, e ancora lo stiamo facendo, con gli strumenti legali a nostra disposizione, per difendere il nostro lavoro e vederci riconosciuto quanto dovuto, e sicuramente vi aggiorneremo non appena ci saranno novità.

Ma questa è l’acqua passata. Andata. Insieme ad alcune false complicità che hanno preso la via delle colonne di scarico della nostra realtà e di cui difficilmente si sentirà la mancanza.


E nel frattempo, il mondo, come il settore della Canapa/Cannabis ha continuato vorticosamente a girare……

segui il resto su: www.onairmagazine.it
Photo
Add a comment...

Post has shared content
Diciamolo chiaro e forte, all’inizio dell’anno, un'altra volta per tutte, senza paura che si chiudano porte :
In Italia 🇮🇹 il Diritto di AUTOCOLTIVAZIONE di Cannabis rimane un UTOPIA e i Coltivatori/Consumatori vengono ancora trattati da CRIMINALI e ignorati dalle ISTITUZIONI , semplicemente perché troppi personaggi che dicono di agire per la cosiddetta "LEGALIZZAZIONE " sono speculari ai più infami proibizionisti, che puntano a generare PROFITTO e POTERE SOLO PER SE STESSI. Troppi, e presenti e diffusi a troppi livelli perché si possa generare un reale processo politico di trasformazione sociale e un efficace Movimento per il raggiungimento del sacrosanto DIRITTO di CANNABIS. E questi ultimi 3 anni lo hanno dimostrato.
C'è chi parla di libertà di cura ma in realtà la "cura" è solo il modo siciliano di dire "coda". C'è chi prospetta forme di legalizzazione con monopolio ma in realtà pensa solo al proprio portfolio.

In verità, ci siamo andati vicini. In questi anni di lotta c'è stato più di un momento in cui potevamo creare un Movimento forte e unitario per ottenere quell'unico inalienabile diritto che avrebbe poi consentito una più ampia trasformazione del nostro ordinamento giuridico: IL Diritto di AUTOCOLTIVAZIONE per Uso Personale.
Se questo non è successo, è appunto per i motivi detti sopra. Perché nei momenti cruciali troppe singole realtà hanno pensato solo ed esclusivamente al loro piccolo pezzettino di orticello, alle loro parziali visioni di interesse personale, Dimenticando e volutamente oscurando quella visione più grande e generale che comprende il bene di TUTTI.
Quindi amici, compagni, simpatizzanti della Cannabis, prendiamone atto: in Italia non siamo liberi. In Italia siamo schiavi della tipica mentalità da schiavi. Le realtà che fanno veramente informazione libera si contano sulle dita della mano di un monco. Circolano, a tutti livelli, idee confuse informazioni contrastanti, assenza di consapevolezza e di conoscenza reale di una pianta, così come del proprio corpo. Ma quello che più manca è la consapevolezza del proprio reale potere. Ed è con questa riflessione, qui su 0nAir, che vogliamo lanciare il nostro monito per il tempo che verrà : coloro che hanno barattato i propri ideali e i propri sogni, e la propria capacità di incidere sulla realtà e insieme ad altri di trasformarla, con la prospettiva di un pò di CASH e di conti correnti un po' più GRASSI, sono come le ALLODOLE che AVIDE di SPECCHIETTI rinunciano allo SPLENDORE del BOSCO. Come gli stolti pronti a scambiare TUTTA LA GANJA PIÙ BUONA DEL MONDO con 4 Barattolini di un paglione infumabile..........😎


NON ABBIAMO PIÙ TEMPO NÉ PER NASCONDERCI NÉ PER FARE I FURBI....

E vogliamo liberarci da soli......

Come?

Cercheremo di Capirlo sul 7 >*
Con lo SPECIALE “ Diritto di Cannabis: Storia di una Legislazione Bloccata e di una Proibizione che resiste al Tempo..., alle Verità Scientifiche ed anche al Buon Senso>*
#leggiesostieni0nair #leggiesostieni0nair
#purosuonodilibertàinteriore #comeicannabinoidigeneraunaumentospontaneodellattivitàsinaptica #dirittodicannabis #autoproduzione #autocoltivazioneunicasoluzione #erbabuona #vivicrescicoltiva #thc #thclibero #thcintegratorenaturale Stay Tuned....
👊🏻✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨
#walkingonair 🌱🎶🎶🎶🎶🎶🎶🎶🎶🎶🎶🎶
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Quest’anno, più interessante che mai..😎
Add a comment...

Post has shared content
😎dal Principio....
Diciamolo chiaro e forte, all’inizio dell’anno, un'altra volta per tutte, senza paura che si chiudano porte :
In Italia 🇮🇹 il Diritto di AUTOCOLTIVAZIONE di Cannabis rimane un UTOPIA e i Coltivatori/Consumatori vengono ancora trattati da CRIMINALI e ignorati dalle ISTITUZIONI , semplicemente perché troppi personaggi che dicono di agire per la cosiddetta "LEGALIZZAZIONE " sono speculari ai più infami proibizionisti, che puntano a generare PROFITTO e POTERE SOLO PER SE STESSI. Troppi, e presenti e diffusi a troppi livelli perché si possa generare un reale processo politico di trasformazione sociale e un efficace Movimento per il raggiungimento del sacrosanto DIRITTO di CANNABIS. E questi ultimi 3 anni lo hanno dimostrato.
C'è chi parla di libertà di cura ma in realtà la "cura" è solo il modo siciliano di dire "coda". C'è chi prospetta forme di legalizzazione con monopolio ma in realtà pensa solo al proprio portfolio.

In verità, ci siamo andati vicini. In questi anni di lotta c'è stato più di un momento in cui potevamo creare un Movimento forte e unitario per ottenere quell'unico inalienabile diritto che avrebbe poi consentito una più ampia trasformazione del nostro ordinamento giuridico: IL Diritto di AUTOCOLTIVAZIONE per Uso Personale.
Se questo non è successo, è appunto per i motivi detti sopra. Perché nei momenti cruciali troppe singole realtà hanno pensato solo ed esclusivamente al loro piccolo pezzettino di orticello, alle loro parziali visioni di interesse personale, Dimenticando e volutamente oscurando quella visione più grande e generale che comprende il bene di TUTTI.
Quindi amici, compagni, simpatizzanti della Cannabis, prendiamone atto: in Italia non siamo liberi. In Italia siamo schiavi della tipica mentalità da schiavi. Le realtà che fanno veramente informazione libera si contano sulle dita della mano di un monco. Circolano, a tutti livelli, idee confuse informazioni contrastanti, assenza di consapevolezza e di conoscenza reale di una pianta, così come del proprio corpo. Ma quello che più manca è la consapevolezza del proprio reale potere. Ed è con questa riflessione, qui su 0nAir, che vogliamo lanciare il nostro monito per il tempo che verrà : coloro che hanno barattato i propri ideali e i propri sogni, e la propria capacità di incidere sulla realtà e insieme ad altri di trasformarla, con la prospettiva di un pò di CASH e di conti correnti un po' più GRASSI, sono come le ALLODOLE che AVIDE di SPECCHIETTI rinunciano allo SPLENDORE del BOSCO. Come gli stolti pronti a scambiare TUTTA LA GANJA PIÙ BUONA DEL MONDO con 4 Barattolini di un paglione infumabile..........😎


NON ABBIAMO PIÙ TEMPO NÉ PER NASCONDERCI NÉ PER FARE I FURBI....

E vogliamo liberarci da soli......

Come?

Cercheremo di Capirlo sul 7 >*
Con lo SPECIALE “ Diritto di Cannabis: Storia di una Legislazione Bloccata e di una Proibizione che resiste al Tempo..., alle Verità Scientifiche ed anche al Buon Senso>*
#leggiesostieni0nair #leggiesostieni0nair
#purosuonodilibertàinteriore #comeicannabinoidigeneraunaumentospontaneodellattivitàsinaptica #dirittodicannabis #autoproduzione #autocoltivazioneunicasoluzione #erbabuona #vivicrescicoltiva #thc #thclibero #thcintegratorenaturale Stay Tuned....
👊🏻✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨
#walkingonair 🌱🎶🎶🎶🎶🎶🎶🎶🎶🎶🎶🎶
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Diciamolo chiaro e forte, all’inizio dell’anno, un'altra volta per tutte, senza paura che si chiudano porte :
In Italia 🇮🇹 il Diritto di AUTOCOLTIVAZIONE di Cannabis rimane un UTOPIA e i Coltivatori/Consumatori vengono ancora trattati da CRIMINALI e ignorati dalle ISTITUZIONI , semplicemente perché troppi personaggi che dicono di agire per la cosiddetta "LEGALIZZAZIONE " sono speculari ai più infami proibizionisti, che puntano a generare PROFITTO e POTERE SOLO PER SE STESSI. Troppi, e presenti e diffusi a troppi livelli perché si possa generare un reale processo politico di trasformazione sociale e un efficace Movimento per il raggiungimento del sacrosanto DIRITTO di CANNABIS. E questi ultimi 3 anni lo hanno dimostrato.
C'è chi parla di libertà di cura ma in realtà la "cura" è solo il modo siciliano di dire "coda". C'è chi prospetta forme di legalizzazione con monopolio ma in realtà pensa solo al proprio portfolio.

In verità, ci siamo andati vicini. In questi anni di lotta c'è stato più di un momento in cui potevamo creare un Movimento forte e unitario per ottenere quell'unico inalienabile diritto che avrebbe poi consentito una più ampia trasformazione del nostro ordinamento giuridico: IL Diritto di AUTOCOLTIVAZIONE per Uso Personale.
Se questo non è successo, è appunto per i motivi detti sopra. Perché nei momenti cruciali troppe singole realtà hanno pensato solo ed esclusivamente al loro piccolo pezzettino di orticello, alle loro parziali visioni di interesse personale, Dimenticando e volutamente oscurando quella visione più grande e generale che comprende il bene di TUTTI.
Quindi amici, compagni, simpatizzanti della Cannabis, prendiamone atto: in Italia non siamo liberi. In Italia siamo schiavi della tipica mentalità da schiavi. Le realtà che fanno veramente informazione libera si contano sulle dita della mano di un monco. Circolano, a tutti livelli, idee confuse informazioni contrastanti, assenza di consapevolezza e di conoscenza reale di una pianta, così come del proprio corpo. Ma quello che più manca è la consapevolezza del proprio reale potere. Ed è con questa riflessione, qui su 0nAir, che vogliamo lanciare il nostro monito per il tempo che verrà : coloro che hanno barattato i propri ideali e i propri sogni, e la propria capacità di incidere sulla realtà e insieme ad altri di trasformarla, con la prospettiva di un pò di CASH e di conti correnti un po' più GRASSI, sono come le ALLODOLE che AVIDE di SPECCHIETTI rinunciano allo SPLENDORE del BOSCO. Come gli stolti pronti a scambiare TUTTA LA GANJA PIÙ BUONA DEL MONDO con 4 Barattolini di un paglione infumabile..........😎


NON ABBIAMO PIÙ TEMPO NÉ PER NASCONDERCI NÉ PER FARE I FURBI....

E vogliamo liberarci da soli......

Come?

Cercheremo di Capirlo sul 7 >*
Con lo SPECIALE “ Diritto di Cannabis: Storia di una Legislazione Bloccata e di una Proibizione che resiste al Tempo..., alle Verità Scientifiche ed anche al Buon Senso>*
#leggiesostieni0nair #leggiesostieni0nair
#purosuonodilibertàinteriore #comeicannabinoidigeneraunaumentospontaneodellattivitàsinaptica #dirittodicannabis #autoproduzione #autocoltivazioneunicasoluzione #erbabuona #vivicrescicoltiva #thc #thclibero #thcintegratorenaturale Stay Tuned....
👊🏻✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨
#walkingonair 🌱🎶🎶🎶🎶🎶🎶🎶🎶🎶🎶🎶
Photo
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded