Profile cover photo
Profile photo
STARDUST RECORDING STUDIO
19 followers
19 followers
About
STARDUST's posts

Post has attachment
https://www.youtube.com/playlist?list=PLR-idlGCnlro6lHS7srt4mJRexDyVYi8M

ABBIAMO RIELABORATO TUTTI I VIDEO DELLA NOSTRA ESCLUSIVA CERIMONIA RELIGIOSA IN VERSIONE ANTI PIRATERIA
Ci scusiamo per il disagio, ma è l'unico modo per tutelare il nostro lavoro. I brani sono comunque ascoltabili in studio.
Il web è una vetrina utilissima, ma il mondo non è esattamente un modello di onestà.
IL LAVORO DELLE PERSONE SERIE VA TUTELATO. E VANNO TUTELATI I CLIENTI PAGANTI che credono nell'arte, nella cultura.
STARDUST MUSIC GROUP


#musicacerimoniasposi #sposi2017 #musicachiesa #musicaliturgica #stardustmusicgroup 

Post has attachment

Se siete solo hobbysti ma volete scrivere di cinema, di filosofia, poesie, girare film, addirittura volete cimentarvi con la produzione musicale, FATELO! Il web è libero.
Ma scrivete che siete hobbysti perché almeno:
1.salverete il mercato dei veri professionisti che meritano di lavorare e guadagnare con il loro sudore, frutto di studio e competenze;
2. non abbasserete il livello del lavoro artistico;
3. non prenderete in giro nessuno, facendogli credere che quello che dite o fate sia sempre detto e fatto bene. Purtroppo non tutti sono in grado di capire dov'è la vera qualità e non è giusto approfittarne.
Grazie di cuore.

Post has attachment

Post has attachment

Post has shared content
Il posto delle fragole è un film del 1957 di Bergman, con le musiche di Erik Nordgren
https://www.youtube.com/watch?v=J_dDkRIAt60
Le musiche sono in realtà delle emblematiche pennellate timbriche (violoncello e arpa con significati antitetici) il resto è musica IN (suonata al pianoforte, alla chitarra, o cantata) oppure sonorizzazione, ovvero suoni e/o rumori emblematici (rintocco di campane, di orologio, suoni di natura e canti di uccelli).
Vi è una logica intrinseca nell’uso di musica IN, di commento , signal sonori e rumori di scena: si potrebbe parlare quasi di permutazione delle varie componenti sia nelle scene realistiche sia in quelle oniriche, a creare un disegno ben delineato, connesso e connotato proprio anche grazie ai suoni ricorrenti.
Il film si apre con un sogno, e la fase onirica accompagnerà il protagonista (il professor Isaac) per tutto il film; tutti i sogni si aprono con l’arpa, un timbro tipico per connotare un’ idea atavica di mondo onirico, impalpabile, di apertura di sipario, con i suoi glissandi ascendenti. Tutti i sogni tranne l’ultimo, alla fine del film, quando l’arpa è la protagonista di tutto il sogno, non solo dell’apertura, ed accompagna con arpeggi sempre più diluiti, in senso agonico, il protagonista e la giovane Sarah a trovare i genitori di Isaac sulle sponde del laghetto, fino all’ultimo arpeggio, riposante, sereno, che ha trovato finalmente la pace e ha saputo imparare a perdonarsi.
Fin dal primo sogno, sentiamo già molti elementi sonori che caratterizzeranno tutto il film: il battito del cuore e il rintocco dei timpani, sempre più forte, alla vista dell’orologio senza lancette (orologio reale che Isaac ritroverà a casa di sua madre); le campane (alla vista dell’uomo dissolto senza testa) e i loro sonori rintocchi; il suono fisso che si intensifica in una crescente tensione sonora e situazionale (alla vista della bara aperta con se stesso che è vivo e attira a sé con la sua mano esangue, Isaac vivo).
Il primo timido tema orchestrale di musica di commento vero e proprio (salvo un breve inciso tematico drammatico durante i brevissimi titoli di testa, dopo il prologo) lo ascoltiamo quando Isaac giunge – nella realtà e subito dopo nei suoi ricordi - nel “posto delle fragole”, un delizioso e assolato giardino che circondava la sua dimora familiare estiva.
Risentiamo anche il rintocco della campana, un signal sonoro che chiama a raccolta la famiglia del giovane Isaac, perso tra i suoi ricordi: la famiglia è riunita per la colazione intorno al tavolo e ringrazia il Signore.
Subito dopo ascoltiamo della musica IN: le gemelle infatti stanno cantando una canzoncina per lo zio che fa l’onomastico, mentre una delle sorelle le accompagna al pianoforte. La musica IN ci riporta alla realtà: uno dei ragazzi a cui Isaac e sua nuora stanno dando un passaggio, suona una chitarra, dopo pranzo.
La musica IN alla chitarra chiuderà anche il capitolo successivo: dopo una dissertazione sull’immanentismo, accompagnata da musica di commento drammatica di quartetto d’archi, udiamo ancora i rintocchi dei timpani (che si fondono con il rumore dei tuoni) quando Isaac vede davvero, a casa della madre, l’orologio senza lancette (che apparteneva a Sigfried, l’uomo che ha sposato la sua amata Sarah) e mentre lui ricorda, tornando in fase onirica, la sua Sarah, riparte anche il quartetto d’archi drammatico. La chitarra IN riporta tutto alla realtà: il ragazzo sta suonando ora nella macchina mentre fuori imperversa il temporale.
Il sogno successivo invece vede protagonisti molti signal sonori, timbri e rumori di scena: il tremolo d’archi innanzitutto, il pianto del bimbo, stridenti canti di uccelli nel bosco. Sempre in questo sogno, ascoltiamo anche della musica IN: Sarah sta suonando al pianoforte una delle fughe bachiane (tratte dal Clavicembalo ben temperato): il suo amato Sigfried le bacia il collo, lei smette di suonare e la musica passa senza perdere una nota, dal pianoforte al violoncello solo, che però è musica di commento, mentre la coppia si siede a tavola.
Partono i rintocchi dei timpani mentre Isaac tocca un chiodo fissato allo stipite della porta a vetri con la mano e bussa al vetro insistentemente.
Il suono fisso questa volta serve al risveglio.
Tornati alla realtà ascoltiamo il violoncello solo, di commento, tanto breve quanto drammatico, dopo che i ragazzi regalano al vecchio dei fiori, come omaggio per il suo giubileo: egli ringrazia, ma dice che è tardi e devono ripartire al più presto.
Il violoncello solo sarà anche il commento dopo la premiazione, come se Isaac sapesse bene che il premio che ha ricevuto non è meritato. Il violoncello è sempre associato all’idea di morte o comunque sonorizza il dolore intenso.
La parata del giubileo è sonorizzata con musica IN: trombe e campane.
Ed è IN anche la canzone cantata dai tre ragazzi sotto la finestra del professore, per dirgli addio. 

Post has attachment
TUTTA LA CERIMONIA RELIGIOSA SECONDA STARDUST MUSIC GROUP
28 VIDEO AGGIORNATI
#sposi2017

https://www.youtube.com/playlist?list=PLR-idlGCnlro6lHS7srt4mJRexDyVYi8M

Arrangiamenti originali e voce Stardust Music Group
Musica per eventi e cerimonie in tutta Italia e all’estero
http://www.stardustgroup.it/musicadalvivo.html
+39 3423193030
+39 3403465396

#musicamatrimonio #musicacerimonia #ritomatrimonio #stardustmusicgroup
Musica matrimonio, musica cerimonia, canti da chiesa, vocazione, canto liturgico, musica in chiesa, sposi musica 2017, stardust music group, CANTI LITURGICI, LITURGIA

Post has shared content
https://stardustartisticstudios.blogspot.it/2017/02/booktrailers-poeti-emergenti.html


TUTTI I NUOVISSIMI BOOKTRAILERS ISPIRATI ALLA GRANDE POESIA DI ALCUNI POETI ITALIANI indiscussi protagonista della rassegna VERSEGGIANDO.
Un viaggio affascinante tra denuncia, ricordo, nostalgia, semplicità, amore, natura, voglia di vivere.
Grazie amici poeti.
Con affetto
Mariangela
Servizi per scrittori e poeti
STARDUST POETRY
http://www.stardustgroup.it/poetry.html
info@stardustgroup.it
+39 3423193030

https://stardustartisticstudios.blogspot.it/2017/02/booktrailers-poeti-emergenti.html


TUTTI I NUOVISSIMI BOOKTRAILERS ISPIRATI ALLA GRANDE POESIA DI ALCUNI POETI ITALIANI indiscussi protagonista della rassegna VERSEGGIANDO.
Un viaggio affascinante tra denuncia, ricordo, nostalgia, semplicità, amore, natura, voglia di vivere.
Grazie amici poeti.
Con affetto
Mariangela
Servizi per scrittori e poeti
STARDUST POETRY
http://www.stardustgroup.it/poetry.html
info@stardustgroup.it
+39 3423193030


Post has attachment
Wait while more posts are being loaded