Profile cover photo
Profile photo
Jos 94
159 followers
159 followers
About
Posts

Post has shared content
Public
Ecco una serie di “perle di saggezza” tratte dal Talmud, uno dei testi sacri dell’ebraismo. Il Talmud viene studiato nelle yeshivot in Israele, le scuole talmudiche che producono i coloni più violenti che poi sono soliti insediarsi nella West Bank, a rubare la terra dei palestinesi, distruggere i loro campi coltivati o ammazzarli direttamente per passatempo e/o provocazione. Nelle citazioni con i termini “goi/goim” si intendono i “non-ebrei”, mentre il termine “akum”, che sognifica letteralmente “adoratori di stelle e pianeti”, anch’esso era generalmente usato per descrivere i non-ebrei, anche se poi è diventato un termine usato molto per descrivere i cristiani.
Add a comment...

Post has shared content
Public
Add a comment...

Post has shared content
Public
23 maggio 1992, mentre percorrevano l'autostrada A29, presso Capaci in prossimità di Palermo, con lo scoppio di una tonnellata di tritolo vengono assassinati il magistrato Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e i tre agenti della scorta: Antonio Montinaro, Vito Schifani e Rocco Dicillo.

Il Dott. Falcone è entrato in magistratura nel 1964, passando nell'ufficio istruzione della sezione penale nel 1979, su proposta dell'allora consigliere Rocco Chinnici.

Nel 1986 parteciperà al Maxiprocesso di Palermo, ottenuto dal lavoro svolto dal Pool Antimafia e dalle dichiarazioni del boss Tommaso Buscetta, collaboratore di giustizia dal 1984.

Nel 1988 in pochi mesi gli viene prima preferito Antonino Meli come consigliere istruttore del
e poi Domenico Sica alla guida dell'Alto commissariato per la lotta alla mafia. Nel 1990 non viene eletto tra i membri togati del Consiglio Superiore della Magistratura e accetta la proposta del vicepresidente del Consiglio/ministro di Grazia e Giustizia ad interim Claudio Martelli, di dirigere la sezione Affari penali del ministero.

Sabato 23 maggio, come ogni fine settimana il Dott. Falcone tornava da Roma, entrarono in autostrada con tre Fiat Croma di diverso colore: quella marrone con a bordo il caposcorta Montinaro, Dicillo e Schifani, seguita da quella bianca con a bordo il Dott. Falcone alla guida, sua moglie e l'autista giudiziario Giuseppe Costanza, al posto di guida e in fondo la Croma azzurra con a bordo Angelo Corbo, Paolo Capuzza e Gaspare Cervello. L'esplosione prende in pieno la vettura marrone, mentre la vettura bianca si schianta contro il muro.

Il primo processo per il loro omicidio iniziò nel 1995. Nel 2008 la Corte di Cassazione ha condannato dodici imputati ritenuti i mandanti sia della Strage di Capaci sia della Strage di via D'Amelio. Nel 2014 è iniziato il processo "Capaci bis" con imputati Salvatore Madonia, Cosimo Lo Nigro, Vittorio Tutino, Giorgio Pizzo e Lorenzo Tinnirello. Con rito abbreviato sono stati condannati all'ergastolo Giuseppe Barranca e Cristofaro Cannella. Mentre Gaspare Spatuzza a dodici anni e Cosimo D'Amato a trent'anni.
PhotoPhotoPhotoPhotoPhoto
23/05/18
5 Photos - View album
Add a comment...

Post has shared content
Public
Un gruppo di tiratori scelti dell’esercito francese [assassini di stato inviati a colonizzare uno stato sovrano senza nessuna protesta dell'Onu], decide di ritornare alla base, ma il GPS non funziona.
Si dirigono quindi verso un posto di blocco controllato da soldati russi. Pare che abbiano detto” scusate, sapete la direzione per la base francese?”. I soldati russi, non hanno fornito loro una mappa, bensì hanno puntato contro grossi mitragliatori e li hanno tratti in arresto.
E gli è andata pure bene, i syriani avrebbero sparato loro addosso ed avrebbero seppellito i prodi soldati checche, con gippone e tutto, in una buca profonda. Grande professionismo, come quello dimostrato dalle tre fregate francesi al largo della Syria....... deca
Photo
Add a comment...

Post has shared content
Public
LA SVEZIA DISTRIBUISCE IN TUTTE LE CASE IL VOLANTINO “STATE PRONTI ALLA GUERRA”
Add a comment...

Post has shared content
Public
"Vittime inconsapevoli di un gravissimo "pericolo cognitivo"
ben congegnato dai padroni della Silicon Valley e dagli
apparati di potere che vi stanno dietro: il giudizio è abolito,
l'approfondimento reso inutile."
Add a comment...

Post has shared content
Public
"A meno di una paradossale omonimia, Maurizio Martina è lo stesso individuo che, in veste di ministro per la cosiddetta Agricoltura, ha sfornato il decreto ammazza Salento del 13 febbraio 2018: un atto incostituzionale che impone l’irrorazione forzata di insetticidi a base di Neonicotinoidi messi al bando dall’Unione europea, che si protrarrà da maggio ad agosto per 2 interventi più altri 2 fino a dicembre, per tutto il territorio agricolo compreso tra l'Adriatico e lo Ionio e da Martina Franca a Locorotondo e Fasano fino al Capo di Lecce. Ben 4,2 milioni di litri di pericoloso insetticida inquinante da spalmare su 700 mila ettari di territorio nel Sud della Puglia, con la benedizione del governatore Emiliano.

Il cortocircuito politico: «Azzerare l'uso di pesticidi in agricoltura entro il 2025». Con azzerare scritto in grassetto. Attenzione, non diminuire, ma azzerare. E badate bene, il 2025 è dopodomani. Sono andato a leggere il programma del Piddì e purtroppo ho scoperto che non è una bufala. Lo dicono sul serio.

Quando fai una promessa così grande devi anche spiegare come pensi di realizzarla. Altrimenti sei al pari dei grulloni telecomandati che promettono “il reddito di cittadinanza” per carpire valanghe di voti soprattutto al Sud, e poi quando gli chiedi come faranno danno i numeri al lotto. Ebbene, azzerare l'uso dei pesticidi non è una promessa enorme, di più. Come fai? Col biologico? Basta leggere certi disciplinari del biologico per capire che con la magia dei politicanti italidioti non azzeri i pesticidi; li riduci, al massimo.

Ci spieghi dunque il ministro uscente Martina come vuole azzerare i pesticidi entro il 2025. Ma via, facciamo anche il 2030, per quel che conta. Siamo qui in attesa. Anzi, propongo che venga confermato ministro agricolo-forestale da qui al 2025. Se non riesce ad azzerare i pesticidi promette però di trascorrere i successivi 7 anni a rimuovere i rifiuti da boschi e pinete d’Italia.
Add a comment...

Post has shared content
Public
Tutte le regioni russe, sia fone che di fatto economico e sociale, del perimetro denominato Stato federativo ucraino sono di fatto in fermento, forse è imminente l'implosione dell'entità ucraina come oggi la conosciamo.... deca
Add a comment...

Post has shared content
Public
Add a comment...

Post has shared content
Wait while more posts are being loaded