Profile cover photo
Profile photo
Museo Cappella Sansevero
112 followers
112 followers
About
Posts

Post has attachment
Posto al di sopra dell’ingresso principale della Cappella Sansevero, il Monumento a Cecco di Sangro rappresenta un evento storico realmente accaduto: l’illustre antenato di Raimondo di Sangro è ritratto nell’atto di uscir fuori da una cassa nella quale era rimasto nascosto per due giorni, stratagemma grazie al quale colse di sorpresa e sgominò i nemici, impadronendosi della rocca di Amiens.
Il guerriero che brandisce la spada, al di sopra della “porta grande”, è stato anche interpretato come il guardiano del Tempio massonico: http://bit.ly/ceccodisangro #SanseveroArt
[ph. Marco Ghidelli]
Photo
Add a comment...

Post has attachment
La Gloria del Paradiso o Paradiso dei di Sangro è una delle prime opere che il principe di Sansevero commissionò per la Cappella. In questo affresco Francesco Maria Russo, memore degli insegnamenti del Solimena, dà prova del suo talento con un impianto illusionistico di fantasiose architetture, di squarci improvvisi, di angeli e figure idealmente convergenti verso il centro. I colori vivi e raggianti usati dall’artista sono frutto di una formula inventata dallo stesso Raimondo di Sangro, e ancor oggi, dopo oltre duecentocinquant’anni, la patina del tempo non sembra averli offuscati: pare incredibile che gli azzurri, i verdi, gli ori dell’affresco siano ancora così intensi. http://bit.ly/ParadisodeidiSangro
#SanseveroArt [ph. Marco Ghidelli]
Photo
Add a comment...

Post has attachment
12.000 euro per promuovere gli studi sulla figura di Raimondo di Sangro, principe di Sansevero: si tratta della borsa di ricerca che il Museo Cappella Sansevero, in collaborazione con l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, bandisce per l’anno accademico 2018-19.

Consulta la sezione "News" del nostro sito www.museosansevero.it
Add a comment...

Post has attachment
Nella Liberalità del Queirolo, dedicata alla memoria di Giulia Gaetani dell’Aquila d’Aragona, l’idealizzata figura femminile al naturale è felicemente resa nella raffinatezza del volto e nel morbido drappeggio della veste. Nella mano sinistra la donna reca una cornucopia riversante ori e gioielli, mentre nella destra stringe alcune monete e un compasso, emblemi di generosità ed equilibrio. http://bit.ly/liberalità
#SanseveroArt #Napoli [ph. Marco Ghidelli]
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Sapete rispondere alla domanda sul #CristoVelato nel quiz sull'arte del portale #MSN Italia? ;-)
Add a comment...

Post has attachment
Nelle calde domeniche del luglio 1770, un incredibile prodigio si verificò sul tratto di mare che separa Capo Posillipo dal Ponte della Maddalena: un’elegante carrozza, con tanto di cavalli e cocchiere, solcava le onde di gran carriera. In realtà si trattava di un'imbarcazione progettata da Raimondo di Sangro, con cavalli di sughero e con un ingegnoso sistema di pale a foggia di ruote: http://bit.ly/RaimondodiSangro #RaimondodiSangro #Napoli
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Il Museo Cappella Sansevero, in collaborazione con l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, bandisce per l’anno accademico 2018-19 una borsa di ricerca dell’importo di 12.000 euro, nella prospettiva di promuovere la ricerca sulla figura di Raimondo di Sangro, principe di Sansevero.
Scarica il bando nella sezione "News" del nostro sito www.museosansevero.it
Add a comment...

Post has attachment
Dall'ingresso della biglietteria, con le nuove insegne in corten realizzate dall'arch. Marita Francescon e NEON ALF, alla fine del percorso museale, con il nuovo merchandising del bookshop ideato dalla graphic designer Giovanna Grauso: sono numerosi i segni del cambiamento di immagine visiva del Museo Cappella Sansevero riconoscibili dai visitatori. Su la Repubblica Napoli l'articolo con tutte le novità! http://napoli.repubblica.it/cronaca/2018/07/18/foto/nuovo_logo_sito_e_allestimenti_per_la_cappella_san_severo-202090689/1/#1
PhotoPhotoPhoto
27/07/18
4 Photos - View album
Add a comment...

Post has attachment
Questo dipinto raffigurante la Pietà è importante per il ruolo avuto nelle vicende originarie del tempio dei di Sangro: fu intorno a questo, infatti, che alla fine del XVI sec. il duca di Torremaggiore Giovan Francesco avrebbe edificato un primo sacello, dal cui ampliamento sarebbe sorta Santa Maria della Pietà, altro nome della Cappella Sansevero. Per tutto il ’600 il quadro dovette essere nel luogo ove è oggi la Deposizione, fu Raimondo di Sangro a spostarlo in alto sull’Altare e a inserirlo nella raggiera del Persico. http://bit.ly/la_Pietà
#SanseveroArt #Napoli
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Un dettaglio della Pudicizia del Corradini, dedicata alla madre di Raimondo di Sangro, Cecilia Gaetani dell’Aquila d’Aragona. L’artista, che pure aveva scolpito altre figure velate, raggiunge qui un altissimo grado di perfezione nel modellare il velo posto sul corpo della donna con eleganza e naturalezza, come se il vapore esalato dal bruciaprofumi contribuisse a rendere umido e straordinariamente aderente alla pelle lo strato impalpabile. http://bit.ly/Pudicizia
#SanseveroArt #Napoli [ph. Marco Ghidelli]
Photo
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded