Profile cover photo
Profile photo
Touring Club Italiano
755 followers -
Il Tci è un'associazione non profit che si occupa da 120 anni dello sviluppo del turismo e della promozione del territorio
Il Tci è un'associazione non profit che si occupa da 120 anni dello sviluppo del turismo e della promozione del territorio

755 followers
About
Posts

Post has attachment
La tenuta di Castelporziano apre ai disabili per tutta l'estate

Dal 15 giugno al 30 agosto i disabili, a turni di 30-35 persone, potranno soggiornare nella foresteria della tenuta presidenziale di Castelporziano per una settimana. Lo ha annunciato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Castelporziano è una tenuta presidenziale che costeggia per tre chilometri il litorale romano fra Ostia, Capocotta e Anzio, ricca di preziosa macchia mediterranea, con un microclima molto particolare. Si tratta dell’ultimo lembo, relitto e incontaminato, di quelle vaste foreste e dei boschi che, fin dall’antichità, si estendevano lungo tutta la costa laziale. La tenuta appartiene allo Stato dal 1872 quando fu acquistata da Quintino Sella, allora ministro delle Finanze, ed è stata nelle disponibilità prima dei Savoia, poi dei Presidenti della Repubblica quale residenza estiva.

#Italy  
Add a comment...

Post has attachment
Dove gustare la granita più buona di Sicilia?

La granita, in Sicilia, si consuma a colazione, nelle mattine d’estate, prima di andare al mare o iniziare qualsivoglia attività. Se la prendete di pomeriggio, o di sera, non vi guardano come si guarda un americano che pranza con pizza e cappuccino, però insomma, fate voi. Quel che è certo è che a colazione è d’obbligo, come una baguette in Francia. La brioscia, che è soffice e pastosa, con la crosta leggera e scura, va inzuppata come si fa con la brioche nel cappuccino.
C’è chi inizia dal cappello (tuppo), chi da sotto, ma sono dettagli.
La granita, non è difficile crederlo, è un’eredità della dominazione araba. Gli arabi erano soliti consumare lo shertbet, bevanda ghiacciata aromatizzata con l’acqua di rose. I siciliani modificarono la ricetta sfruttando la neve che d’inverno s’accumulava sull’Etna e sulle cime dei Peloritani.
Nonostante quest’origine invernale oggi,  per ovvie ragioni meteorologiche, è una colazione estiva. Tant’è che un tempo (ma nella maggioranza dei bar dell’isola anche oggi) si trovava solo tra maggio e fine settembre.
#italy  
Add a comment...

Post has attachment
Viaggiare con cane e gatto, dopo la guida Touring Club, ecco la app

Un'app, in italiano e in inglese, con una ricca selezione di strutture italiane dove è possibile dormire e mangiare con cane o gatto, di notizie della onlus VetsforPets, una sezione dedicata ai consigli del veterinario e un approfondimento sulle leggi che trattano il tema del viaggio con animali. Trovate anche informazioni sui negozi per animali e i pronto soccorso veterinari.
La app Viaggiare con cane e gatto è disponibile per Iphone e Android ed è scaricabile gratuitamente da App Store e Google Store.

https://itunes.apple.com/it/app/viaggiare-con-cane-e-gatto/id998573865?mt=8

https://play.google.com/store/apps/details?id=com.touringclub.android.viaggiarecanegatto

#petfriendly  
Add a comment...

Post has attachment
Tre riserve italiane nella lista della biosfera Unesco

Con l’iscrizione delle Alpi di Ledro e Judiciaria, dell’Appennino tosco-emiliano e del Delta del Po si allunga la lista delle Riserve della Biosfera Unesco: avvenuta a Parigi nei giorni scorsi, salgono infatti a 13 li siti naturalistici certificati. Per la prima volta l’Italia riesce a iscriverne tre in un colpo solo. 
Fino a ora le Riserve della biosfera Unesco erano 631 in 119 paesi, di cui solo 10 in Italia. Le prime a essere scelta furono le zone del Circeo, nel Lazio, e di Collemeluccio-Montedimezzo in Molise, *nel1977. Poi è stata la volta della *Valle del Ticino (Lombardia/Piemonte) 2002, Monviso (Piemonte) 2013; Miramare (Friuli Venezia Giulia) 1979; Selva Pisana (Toscana) 2004; Arcipelago Toscano (Toscana) 2003; Cilento e Vallo di Diano (Campania) 1997; Somma-Vesuvio e Miglio d'Oro (Campania) 1997; Parco Nazionale della Sila (Calabria) 2014.
#Italia
Add a comment...

Post has attachment
Che cos'è Palmira, il patrimonio dell'Umanità sotto attacco in Siria

Quello che sta succedendo a Palmira in questi giorni lascia senza parole. La guerra, è vero, non risparmia nulla: specialmente se è una guerra condotta da gente senza scrupoli e senza coscienza. E anche se la città siriana non è nell’immaginario collettivo mondiale come altri luoghi, la sua perdita sarebbe una tragedia per l’umanità - un po’ come se venissero distrutti Petra, o il Colosseo, o le grotte di Altamira, o la torre di Pisa.
#Palmira  
Add a comment...

Post has attachment
Lago d'Orta, tra isole e monasteri

È uno specchio d’acqua di grande bellezza situato nel nord del Piemonte. Un lago che dalle campagne settentrionali del novarese si allunga fino alle pendici del Mottarone, il monte che lo divide dal lago Maggiore. Gli fanno da cornice fitti boschi di castagni, faggi e pini silvestri, una manciata di pittoreschi borghi e straordinari scorci. Cuore del bacino lacuale è l’isola di San Giulio, l’elemento che più di altri lo caratterizza, situata a due passi dal promontorio sul quale sorge il suo borgo gioiello, Orta. Meno caotico del vicino lago Maggiore, il lago d’Orta è meta di un turismo più discreto che da queste parti cerca l’eleganza struggente e le atmosfere magiche di una moltitudine di luoghi ricchi di fascino e suggestione.

#Italia  
Add a comment...

Post has attachment
Museo nazionale archeologico di Taranto
Il museo, istituito nel 1887, è tornato di recente nella sua sede storica del convento di S. Pasquale o dei frati Alcantarini, costruito poco dopo la metà del XVIII secolo. Il percorso espositivo illustra la storia di Taranto e del suo territorio sviluppandosi per fasce cronologiche dal secondo al primo piano: periodo preistorico e protostorico, periodo greco (che include le tematiche dei rapporti con il mondo indigeno preromano), periodo romano, periodo tardo-antico e altomedievale. Al primo piano sono esposti reperti provenienti dalla necropoli del IV-III secolo a. C., monumenti funerari, tombe con oreficerie, fino alle fasi della romanizzazione. Nelle sale dedicate a Taranto romana, lo splendore della città è testimoniato da arredi scultorei, statuaria, pavimenti a mosaico degli edifici pubblici e privati di età imperiale. Nei corridoi che si affacciano sul chiostro sono esposti quadri che illustrano la storia del museo e della formazione delle raccolte, insieme ad altri reperti confluiti col tempo nelle collezioni.
http://bit.ly/11ZCgku
#Italia  
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Piazza del Plebiscito (Napoli)
Chiusa a nord-est dalla facciata di Palazzo Reale e ornata al centro dalle statue equestri di Carlo di Borbone (Antonio Canova) e di Ferdinando I (di Canova è il solo cavallo), corrisponde all'antico largo di Palazzo, usato un tempo per le cerimonie pubbliche e le feste popolari.
Il lungo prospetto semiellittico sul lato sud-ovest è formato dal colonnato dorico, voluto da Gioacchino Murat nel 1810, che inquadra il pronao della basilica di S. Francesco di Paola, iniziata nel 1817 e ultimata nel 1846 in forme neoclassiche.
http://bit.ly/1ppKWF4
#Italia  
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Pinacoteca di Brera
Le collezioni, nate a partire dal 1882 come sussidio didattico per gli allievi dell'Accademia, ebbero un incremento vertiginoso negli anni dell'epopea napoleonica con opere provenienti da chiese e conventi soppressi per crescere poi con donazioni, lasciti e acquisti. Tra i molti capolavori sono da segnalare la Pala Montefeltro di Piero della Francesca, il Cristo morto di Andrea Mantegna, lo Sposalizio della Vergine di Raffaello. 
http://bit.ly/XVJ4xx
#Italia  
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Ponte di Rialto
Il più conosciuto ponte di Venezia, ricostruito nel 1591 da Antonio da Ponte. Lungo 48 metri e largo 22,1, consta di un unico arco, che ha  28 metri di corda e 7,5 metri di altezza. Una serie di arcate lo corona sull'alto.
Il celebre ponte rappresentò fino all'800 l'unico collegamento tra le due parti della città. Lo percorrono tre gradinate parallele: quella mediana è fiancheggiata da doppie arcate, occupate da botteghe; ornano i fianchi rilievi del sec. XVI. Dalle spallette, bella vista sul Canal Grande.
http://bit.ly/1mjRZEC
#Italia  
Photo
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded