Profile cover photo
Profile photo
Napoli Film Festival
338 followers -
Il Napoli Film Festival è un appuntamento cultural-cinematografico, punto di riferimento per cinefili e addetti ai lavori con i suoi concorsi e retrospettive.
Il Napoli Film Festival è un appuntamento cultural-cinematografico, punto di riferimento per cinefili e addetti ai lavori con i suoi concorsi e retrospettive.

338 followers
About
Napoli Film Festival's posts

Post has attachment
Photo

Post has attachment
41° Parallelo #NapoliFilmFestival - XIII edizione
New York, 28 - 30 Novembre 2016

New York University / Casa Italiana Zerilli-Marimò
24 West 12th Street ~ New York, NY 10011

Omaggio a Vittorio Mezzogiorno e proiezione dei vincitori 2016

(comunicato stampa)

Napoli Film Festival a New York: un omaggio a Vittorio Mezzogiorno per i settantacinque anni dalla nascita e la proiezione del vincitori 2016, (SchermoNapoli Corti e Documentari) fanno parte del programma della XIII edizione di 41° Parallelo, dal 28 al 30 novembre alla Casa Italiana Zerilli Marimò. I premiati 2016 che avranno l’occasione di farsi conoscere al pubblico americano sono il cortometraggio Once upon a Time a Kid di Francesco Eramo, storia di un aspirante scrittore operatore che si guadagna da vivere in un call center e la docufiction musicale Flat Tyre – An American Music Dream di Ugo di Fenza, il viaggio in van da New York a Houston della band napoletana folk e bluegrass "La Terza Classe" alla ricerca delle origini della loro musica. Saranno proiettati anche alcuni cortometraggi che hanno partecipato al Napoli Film Festival 2016: Mare d’argento di Carlos Solito, Ratzinger vuole tornare di Valerio Vestoso, Stanza 52 di Maurizio Braucci e L’ultima orazione di Gustav Baldassini. A questi si aggiunge il lungometraggio Nottetempo di Francesco Prisco, regista già vincitore dell’edizione 2014. Per l’omaggio a Vittorio Mezzogiorno sono stati selezionati Tre Fratelli di Francesco Rosi, La Condanna di Marco Bellocchio e Negli Occhi di Daniele Anzellotti e Francesco Del Grosso, il documentario con la figlia del grande attore napoletano, Giovanna Mezzogiorno, che ha ripercorso la vita e la carriera del padre, con musiche originali di Pino Donaggio.

41° Parallelo è organizzato dall’Associazione Napolicinema con Casa Italiana Zerilli-Marimò e il sostegno di MiBACT Direzione Generale Cinema.


Ufficio stampa - Francesca De Lucia e Simona Martino Piazza R. Beneventano, 1 – 80122 Napoli - Email: delev.francesca@gmail.com; simonamartino2009@gmail.com, press@napolifilmfestival.com


PROGRAMMA 2016

28 NOVEMBRE
Ore 18:00 - SchermoNapoli doc - Flat Tyre – An American Music Dream di Ugo Di Fenza - Documentario Vincitore
Ore 19:30 - Vittorio Mezzogiorno - Tre Fratelli di Francesco Rosi

29 NOVEMBRE
Ore 18:00 - SchermoNapoli corti
Once upon a Time a Kid di Francesco Eramo - Corto Vincitore
Mare d’argento di Carlos Solito
Ratzinger vuole tornare di Valerio Vestoso
Stanza 52 di Maurizio Braucci
L’ultima orazione di Gustav Baldassini
Ore 19:30 - Vittorio Mezzogiorno - La Condanna di Marco Bellocchio

30 NOVEMBRE
Ore 18:00 - Nottetempo di Francesco Prisco
Ore 19:30 - Vittorio Mezzogiorno - Negli Occhi di Daniele Anzellotti e Francesco Del Grosso



OMAGGIO A VITTORIO MEZZOGIORNO (a 75 anni dalla nascita)
Il festival ha già reso omaggio a Napoli nel 1999 all'attore napoletano che è venuto a mancare giovanissimo (52 anni) per un male incurabile. Attore dalla grande potenza recitativa e con uno sguardo magnetico, ha esordito a teatro nella compagnia di Eduardo de Filippo. Nella sua breve ma intensa carriera ha alternato al mestiere di attore teatrale, nel quale ha raggiunto il massimo livello artistico con il Mahabarata, che è stato da lui interpretato in tutto il mondo (del quale ha girato anche una versione cinematografica sempre con Peter Brook), quello di interprete di serie televisive per le quali è diventato famoso in Italia (La Piovra 5 e 6 nelle quali interpretava il poliziotto Davide Licata dopo l'uccisione del Commissario Cattani delle prime serie interpretato da Michele Placido). Molto prolifica la sua carriera cinematografica che lo ha visto interprete di una cinquantina di titoli, spesso recitando con i principali registi italiani (Zampa, Montaldo, Loy, Magni, Negrin, Giordana, Lizzani, ecc) per poi diventare l'attore preferito di numerosi autori stranieri come Peter Brook (il Mahabarata), Patrice Chereau (l'Homme blessè) Werner Herzog (Grido di pietra) Jean Louis Comolli (Cecilia) Jean Jacques Beinex (La lune dans le caniveau) Daniel Schmidt (Jenatsch), Robert Enrico (La rivoluzione francese) Amos Gitai (Golem), ecc. La figlia Giovanna Mezzogiorno ha seguito le orme del padre ed ha partecipato al documentario che ne ha ripercorso la vita e la carriera, aiutandoci a scoprire uno dei più grandi e bravi attori italiani.


Sinossi dei film del Napoli Film Festival

Once upon a Time a Kid di Francesco Eramo (Pol, 2016, 25’) Drammatico
Tom è un aspirante scrittore. Per guadagnarsi da vivere lavora come operatore in un call center. Una routine sterile e ripetitiva lo porta a cadere in apatia e ad essere vittima di un blocco creativo. Incapace di reagire, l'implosione dei suoi sentimenti lo condurrà ad un distacco dalla realtà.

Mare d’argento di Carlos Solito (Ita, 2015, 20’) Ambiente, commedia sociale
Il film nasce dall’intenzione di celebrare la magia dell’uliveto Puglia - con masserie, muretti a secco, insediamenti rupestri - del territorio di Fasano (provincia di Brindisi). A raccontare le più rappresentative bellezze di questo luogo, c’è il punto di vista e le avventure di un eroe bambino, Vittorino. Incapace di nuotare, Vittorino vincerà una personale sfida contro nemici e paure, incontrando, di volta in volta, personaggi da fiaba e sopra le righe, cantori di una Puglia storica e magica.

Ratzinger vuole tornare di Valerio Vestoso (Ita, 2016, 10’) Commedia
Raggiunta una forma smagliante, Joseph Ratzinger intende riproporsi come Papa. Pertanto affida alla goliardia del proprio manager il rilancio mediatico che ha sempre sognato.

Stanza 52 di Maurizio Braucci (Ita, 2016, 13’) Drammatico
In un lussuoso albergo di Napoli, la stanza 52 ha qualcosa di magico e di misterioso. A esserne a conoscenza è soltanto Serena, una stramba cameriera cinquantenne che malgrado una vita difficile non ha perso il sorriso. Mentre fa le pulizie, Serena interroga la stanza sul destino che il proprio defunto marito ha avuto nell'aldilà e la stanza sembra risponderle, ma in modo confuso. Ne nasce un dialogo surreale, durante il quale Serena racconta i propri e gli altrui peccati e affronta con semplicità il tema fondamentale della morale cristiana.

L’ultima orazione di Gustav Baldassini (Ita, 2016, 16’) Commedia nera
“L’ultima orazione” è una commedia nera incentrata sul tema del ricordo e della memoria che ognuno lascia dietro di sé dopo la morte. Una storia che vuole riflettere su come ricordo e memoria possano essere manipolati nella percezione di chi saluta per sempre un amico o un parente. È di questo che si occupa Giorgio Priscoli, titolare di un’agenzia di pompe funebri che lancia un nuovo servizio per i parenti dei defunti: alterare, migliorare quanto più possibile il ricordo che la persona appena deceduta lascia di sé. Giorgio trasforma vite normali di uomini e donne ordinari in esistenze brillanti o perfino avventurose. E la manipolazione della memoria diventa gioia collettiva e approvazione. Niente è definitivo, nemmeno la morte. Nell’atto finale del funerale, durante lo spettacolo di chiusura della vita, viene recitata l’ultima orazione e chi muore ha la possibilità di rinascere in molteplici modi, fino a diventare spia, filantropo o eroe.

Flat Tyre – An American Music Dream di Ugo Di Fenza (Ita/USA, 2016, 71’) Docufiction musicale
Il documentario è un viaggio di quarantadue giorni di una band bluegrass (musica folk americana degli anni '40) di Napoli "La Terza Classe" che parte per gli U.S.A. compiendo un viaggio da New York a Houston, in un van, alla ricerca delle origini della musica che interpretano. I sei ragazzi per coprire le spese suoneranno per strada fino ad arrivare accidentalmente ad incontrare una star del genere, Jim Lauderdale, che li permetterà di suonare al "Music City Roots" un programma televisivo sulla musica folk americana.

Nottetempo di Francesco Prisco con Giorgio Pasotti
Trama: Un incidente. Un autobus va fuori strada e si rovescia. Questo è l'inizio di una storia che unirà le vite di tre persone. Assia (Nina Torresi) è l’unica sopravvissuta, una ragazza sempre alla ricerca del vero amore. Enrico (Gianfelice Imparato), un cabarettista che non riesce più a far ridere, ha perso qualcosa in quella notte piena di strane coincidenze. E' per questo che ha una pistola. Matteo (Giorgio Pasotti), un poliziotto e un giocatore di rugby, è il primo ad arrivare sul luogo dell’incidente. Poco prima dell’esplosione del bus, un dejà-vu misterioso provoca in lui il desiderio di trasferirsi altrove e di ricominciare da capo la sua vita. Amore, odio, vendetta. Tre vite, tre solitudini, un unico destino...una folle corsa contro il tempo.


www.napolifilmfestival.com - info@napolifilmfestival.com

Photo

Post has attachment
41° Parallelo #NapoliFilmFestival - 13th edition
New York, November 28th - November 30th, 2016

New York University / Casa Italiana Zerilli-Marimò
24 West 12th Street ~ New York, NY 10011

Homage to Vittorio Mezzogiorno and screening of films winning awards at the 2016 edition

(press release)

Napoli Film Festival in New York: Homage to Vittorio Mezzogiorno on his 65th anniversary since the birth and the screening of films winning awards at the 2016 edition (SchermoNapoli, shorts and documentaries) are part of the program of the 13th edition of 41st Parallel, from 28th to 30th november at the Casa Italiana Zerilli Marimò. The winners that will have the opportunity to become known to the american audience are: the short Once upon a Time a Kid by Francesco Eramo, story of a wanabe writer working in a call center and the music docufiction Flat Tyre - An American Music Dream by Ugo di Fenza, the trip in a van from New York to Houston of the Neapolitan folk and bluegrass band "La Terza Classe" in search of the roots of the music they play. They will be screened also some shorts presented in the 2016 edition of Napoli Film Festival: Mare d’argento (Silver sea) by Carlos Solito, Ratzinger vuole tornare (Ratzinger wants come back) by Valerio Vestoso, Stanza 52 (Room 52) by Maurizio Braucci and L’ultima orazione (The last prayer) by Gustav Baldassini. Furthermore will be screened also the full lenght movie Nottetempo (Overnight) by Francesco Prisco, winner director in the 2014 edition of the Festival. For the homage to Vittorio Mezzogiorno the following selection: Tre Fratelli (Three brothers) by Francesco Rosi, La Condanna (The conviction) by Marco Bellocchio and Negli Occhi (In the eyes) by Daniele Anzellotti and Francesco Del Grosso, the documentary narrated by the daughter of the great Neapolitan actor, Giovanna Mezzogiorno, remembering life and carrier of her father, with the original soundtrack by Pino Donaggio.

41st Parallel is organized by Napolicinema Association with Casa Italiana Zerilli-Marimò and the substain by MiBACT Direzione Generale Cinema.
Press office - Francesca De Lucia e Simona Martino Piazza R. Beneventano, 1 – 80122 Napoli - Email: delev.francesca@gmail.c om; simonamartino2009@gmail.com; press@napolifilmfestival.com;

PROGRAM

NOVEMBER 28, 2016
6:00 PM - “Flat Tyre - An American Music Dream” by Ugo Di Fenza (Ita / USA, 2016, 71') - Winner documentary

Tribute to Vittorio Mezzogiorno
7:30 PM - “Three brothers” by Francesco Rosi (112 ')


NOVEMBER 29, 2016
6:00 PM - 5 Short films (84'):
“Once upon a Time a Kid” by Francesco Eramo (Pol, 2016, 25') Drama - Winner short “Silver sea” by Carlos Solito (Eng, 2015, 20 ') Environment, comedy, social
“Ratzinger wants return” by Valerio Vestoso (Eng, 2016, 10 ') Comedy
“Room 52” by Mauritius. Braucci (Eng, 2016, 13') Drama
“The last prayer” by Gustav Baldassini (Eng, 2016, 16') Black Comedy

Tribute to Vittorio Mezzogiorno
7:30 PM - “The sentence” by Marco Bellocchio (92')


NOVEMBER 30, 2016
6:00 PM - “Night time” by Francesco Prisco (90')

Tribute to Vittorio Mezzogiorno
7:30 PM - “In the eyes” documentary by Daniele Anzelotti, Francesco Del Grosso (75')


www.napolifilmfestival.com - info@napolifilmfestival.com

Photo

Post has attachment
#NapoliFilmFestival - I vincitori della 18esima edizione
Vesuvio Award a “Enclave” del serbo Radovanovic
Premio Avanti! al turco “Dust Cloth” di Ahu Ozturk
Per Nuovo cinema Italia “Wide Blue Delivery” di Cattaneo
Tutti premiati di SchermoNapoli

Proiezione dei film vincitori
Lunedì 3 ottobre - Institut français - dalle 16:30

(comunicato stampa)

“Enclave” del regista serbo Goran Radovanovic si è aggiudicato il Vesuvio Award come Miglior Film del 18esimo Napoli Film Festival, concorso Europa & Mediterraneo, “Per aver portato all'attenzione del pubblico - si legge nella motivazione - il disagio della minoranza serba in Kosovo negli anni del dopoguerra, attraverso una fotografia tematica e una regia consapevole”. “Enclave” è la storia di un ragazzo serbo che deve attraversare una zona di confine per arrivare a scuola e ci va tutti i giorni in un carro armato, accompagnato dall'esercito dell'ONU. Il Premio Avanti! per la distribuzione nei cinema italiani, offerto dalla Lab80 va al film turco “Dust Cloth” di Ahu Ozturk che narra di due donne curde domestiche nei quartieri bene di Istanbul. Una menzione speciale è andata “Simshar” di Rebecca Cremona, che racconta di una famiglia di pescatori e sullo sfondo il dramma dei migranti tra Malta e Lampedusa “per la sua capacità di coinvolgere lo spettatore spingendolo a riflettere sulla problematica attuale dell'immigrazione clandestina”. Per la sezione Nuovo Cinema Italia vince “Wide Blue Delivery” di Alessandro Cattaneo, realizzato a bordo di un mercantile in giro per il mondo, menzione speciale a “Al di là del risultato” di Emanuele Gaetano Forte.

La cerimonia di premiazione che chiude il festival è ospitata all'Institut français (oggi 2 ottobre, ore 17,30).

Per SchermoNapoli Doc, il premio va a “Flat Tyre – An American Music Dream” di Ugo Di Fenza, il viaggio in van da New York a Houston della band napoletana folk e bluegrass "La Terza Classe" alla ricerca delle origini della loro musica; menzione speciale a “Instabile” di Alessandro Chetta, sulla figura di Michele Del Grosso anziano impresario teatrale gestore del teatro sotterraneo Tin in vico Fico al Purgatorio. Tra i Corti vince “Once upon a Time a Kid” di Francesco Eramo storia di un aspirante scrittore operatore che si guadagna la vita in un call center, menzione speciale alla “Ratzinger vuole tornare” di Valerio Vestoso e “Natalie” di Michele Greco. Per la sezione scuole Premio Giovani Visioni, a cura di Diregiovani in collaborazione con l'Agenzia di stampa Dire, riconoscimenti al film “Il mio mondo” di Giovanni Bellotti (sezione 5-14 anni), pensieri e speranze di tre ragazzi di Ponticelli (Centro Catrin di Napoli) e a “Sguardi riflessi” di R. Rossi (sezione 14-18 anni) opera sul tema dell’amicizia/amore tra due donne (G.B. Vico di Napoli); miglior cortometraggio e targa per la sezione 14-18 anni a “Jamme ja” di A. Picciano (ISIS A. Casanova di Napoli) sul disagio che può vivere un ragazzo straniero al suo primo giorno di scuola. Targa per la sezione 5-14 anni a “Maledetta Genoveffa” di Tommaso Travaglino (Istituto G. Puccini di Casoria, Na), I lavori vincitori delle tre sezioni di SchermoNapoli, Doc, Corti e Scuole saranno proposti nelle rassegne itineranti organizzate dall'Associazione NapoliCinema (41. Parallelo presso la Casa Italiana Zerilli-Marimò, New York University Department of Italian Studies, SchermoNapoli Rewind, presso il TAN e Cinema al Castello a Morra de Sanctis).

Tutte le opere vincitrici saranno proiettate domani lunedì 3 ottobre all’Institut français: dalle 16.30 le pellicole di SchermoNapoli, alle 18:30 il vincitore di Nuovo Cinema Italia e alle 20:30 quello di Europa & Mediterraneo (Ingresso libero).

------
LE GIURIE - Sono stati tanti i giurati al lavoro nel corso di una intera settimana di proiezioni, scelti tra esperti, addetti ai lavori, giornalisti e studenti. L'opera vincitrice “Enclave”, è stata scelta da una giura di studenti dalle scuole di cinema della Campania ABAN – Accademia di Belle Arti di Nola, ASCI Scuola di Cinema a Napoli, CinemaFiction, FILMaP, La ribalta, Scuola di Cinema di Napoli, Scuola di Cinema Méliès, Scuola di Cinema Pigrecoemme. Il film si aggiudica anche il premio Augustus Color, consistente nella stampa di 5 copie DCP.
Nuovo Cinema Italiano - Al film vincitore, scelto da una giuria di studenti delle scuole di cinema della Campania, va la produzione di un dvd e la sua distribuzione per il circuito dell’home video.
Per SchermoNapoli Doc, nella giuria il giornalista Stefano Amadio, l’organizzatore culturale Armando Andria e il produttore Gianluca Loffredo.
Per il concorso SchermoNapoli Corti, in giuria Natascia Festa, il Presidente Associazione Culturale Mitreo Film Festival Paola Mattucci e l’attrice Adele Pandolfi.
Per SchermoNapoli Scuola in giuria la giornalista Carmen Credendino, la ricercatrice Anna Merinio, il produttore teatrale Giovanni Petrone.


Il Napoli Film Festival, diretto da Mario Violini, è organizzato dall'Associazione Napolicinema con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Direzione Generale per il Cinema e il patrocinio Ambassade de France en Italie, Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Regione Campania - Assessorato allo Sviluppo e Promozione del Turismo, Comune di Napoli - Assessorato alla Cultura e al Turismo, Ente Provinciale per il Turismo Napoli, EUNIC (European Union National Institutes for Culture).

ufficio stampa NFF press@napolifilmfestival.com
contatti NFF info@napolifilmfestival.com www.napolifilmfestival.com

Photo

Post has attachment
#NapoliFilmFestival - Sabato 1 ottobre
NFF, un gran finale “Troppo napoletano”
Incontro ravvicinato con Gigi & Ross (Metropolitan, ore 21:00)
Weekend tra film ed eventi dedicati al rapporto tra il cinema e la città
Ciak sul lungomare–Tour nei luoghi del cinema napoletano (ore 16:30)
Concorsi, domenica 2 ottobre premiazione all'Institut français

Nota per le redazioni
Incontro stampa con Gigi & Ross sabato 1 ottobre, alle ore 20 al Cinema Metropolitan

(comunicato stampa)

È dedicato al cinema napoletano, con registi, attori e tanti eventi, il weekend che chiude la 18esima edizione del Napoli Film Festival. Saranno Gigi & Ross, i protagonisti dell'ultimo “Incontro Ravvicinato” domani sabato 1 ottobre (ore 21) al Metropolitan, a cui seguirà la proiezione di “Troppo napoletano” diretto da Gianluca Ansanelli e prodotto da Alessandro Siani, un successo che ha già ispirato un musical per il teatro, in scena da febbraio 2017. La popolare coppia comica, in attesa di riunire la squadra di Made in sud dal prossimo gennaio, debutterà il 4 ottobre in seconda serata su Rai Due con “Sbandati”, una trasmissione che commenterà con ironia la tv di tutto il mondo.

Ospite di Parole di Cinema (Cinema Metropolitan ore 10) il regista Claudio Giovannesi, uno dei registi di Gomorra seconda serie, che incontrerà gli studenti dopo la proiezione di “Fiore” con Valerio Mastandrea (Festival di Cannes 2016- Quinzaine des Réalisateurs) un film che racconta la fragilità di due adolescenti. L’incontro è organizzato in collaborazione con l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa e Mobydick. Alle 17 il regista Sandro Dionisio presenta la sua apprezzata opera “La volpe a tre zampe”, che grazie al NFF torna in sala dopo il successo dell'anteprima al cinema Posillipo. Per la sezione Extra alle 19, “La Buona Uscita” lungometraggio d'esordio del napoletano Enrico Iannaccone, presentato in sala dai protagonisti, Marco Cavalli e Andrea Cioffi.

Al Pan, dalle 16:30, saranno proposti gli ultimi quattro documentari in concorso per la sezione SchermoNapoli Doc: “Tomba del tuffatore” di Federico Francioni e Yan Cheng, “Fiammifero” (Male non fare, paura non avere) di Lorenzo Ambrosino, “Letter from an Imaginary Man” di Matilde De Feo e “Dert” di Mario e Stefano Martone.

Ritorna Ciak sul lungomare – Tour nei luoghi del cinema napoletano, in collaborazione con Campania Movietour e Sire Coop. L'appuntamento è alle ore 16.30. Il percorso a piedi, parte dal lungomare di via Caracciolo, alla scoperta delle location dei film partenopei, ed è un vero e proprio viaggio nella storia del cinema, pieno di curiosità e aneddoti. Il tour farà tappa sulla mitica scalinata di Scusate il ritardo, per rievocare gli esilaranti dialoghi tra Massimo Troisi e Lello Arena; richiamerà alla memoria il toccante funeralino de L’oro di Napoli e le scene con gli scugnizzi di Ieri, oggi, domani; racconterà le gesta de L’uomo in più e La guerra di Mario insieme con le scorribande di Tom&Jerry, Operazione San Gennaro, Piedone lo Sbirro, Totò, Peppino e la malafemmina e tanti altri titoli. Durante il tour un esperto di cinema mostrerà fotogrammi e foto di scena delle pellicole per comparare i luoghi della finzione con quelli della realtà e per raccontare aneddoti sulle riprese dei film. Nel corso della passeggiata saranno fornite notizie di carattere storico su alcuni siti culturali. Il tour si concluderà presso la sede di RUN Comunicazioni in via del Parco Margherita, dove avrà luogo una breve presentazione dei film oggetto del tour accompagnata da letture di testi sul cinema napoletano (evento su prenotazione, infoline 3206151107 info@campanimovietour.com).

All’Institut français per la rassegna dedicata a Sylvan Chomet “L’illusionista” alle ore 10:30, mentre alle 17,00 per la sezione Shakespeare “Riccardo III – Un uomo, un re” di Al Pacino. Per l’omaggio a Chiara Mastroianni in programma “Pollo alle prugne” alle 19:00 e per la rassegna “Autore Emergente 2016” “Alì ha gli occhi azzurri” di Claudio Giovannesi. Fino al 7 ottobre è possibile visitare la mostra sui manifesti cinematografici storici.

La cerimonia di premiazione dei concorsi del Napoli Film Festival 2016 si terrà domenica 2 ottobre presso l'Institut français, ore 17,30, seguita dal film di Chomet “Attila Marcel”.
Lunedi 3 ottobre dalle 16,30 si potrà assistere alla proiezione di tutte le opere premiate (ingresso libero).

Il Napoli Film Festival, diretto da Mario Violini, è organizzato dall'Associazione Napolicinema con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Direzione Generale per il Cinema e il patrocinio Ambassade de France en Italie, Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Regione Campania - Assessorato allo Sviluppo e Promozione del Turismo, Comune di Napoli - Assessorato alla Cultura e al Turismo, Ente Provinciale per il Turismo Napoli, EUNIC (European Union National Institutes for Culture).
[comunicato stampa 30.09.16] Programma ▶ goo.gl/IoEZWa
Info per Ciak sul lungomare
Campania Movietour - 3206151107 info@campanimovietour.com
Sire Coop – 3922863436 – cultura@sirecoop.it
Contributo 8 Euro (gratuito fino a 18 anni)

- Il programma in dettaglio sul sito www.napolifilmfestival.it
- Il modulo di accredito stampa è disponibile su www.napolifilmfestival.it

ufficio stampa NFF
press@napolifilmfestival.com

contatti NFF
info@napolifilmfestival.com
www.napolifilmfestival.com

Photo

Post has attachment
#NapoliFilmFestival - Venerdì 30 settembre
‘Napoli Vice-Raccontando Gomorra la Serie’ con Cristina Donadio, Alessandra Langella, Arturo Sepe, Denise Capezza e Walter Lippa. Claudio Giovannesi presenta “Fiore”. Cinema Metropolitan dalle ore 21

Gianfranco Pannone incontra gli studenti di “Parole di Cinema” - ore 10
Concorsi, tra i corti “Stanza 52” di Maurizio Braucci e “Black Comedy” con Fortunato Cerlino

[comunicato stampa 29.09.16] Programma ▶ goo.gl/IoEZWa

Al Napoli Film Festival serata dedicata a “Gomorra la Serie” domani 30 settembre alle 21 al Cinema Metropolitan con gli attori Cristina Donadio, Alessandra Langella, Arturo Sepe, Denise Capezza, Walter Lippa e il regista Claudio Giovannesi che ha firmato due episodi della seconda stagione. L’incontro, dal titolo ‘Napoli Vice-Raccontando Gomorra la serie, tra arte, industria e cronaca’ è a cura di Valerio Caprara e Giuseppe Cozzolino in collaborazione con “Noir Factory, Laboratorio di Cinema e Scrittura” e Scuola di Cinema di Napoli. A seguire (ore 22:00) Giovannesi, a cui il festival dedica una retrospettiva come “Autore emergente 2016”, presenterà “Fiore”, il film con Valerio Mastandrea(Festival di Cannes 2016 nella Quinzaine des Réalisateurs) che racconta la fragilità di due adolescenti innamorati tra le mura di una prigione.

Protagonista di “Parole di Cinema” (ore 10), lo spazio mattutino dedicato agli studenti, sarà il regista Gianfranco Pannone che dialogherà con i ragazzi dopo la proiezione di “L'Esercito più Piccolo del Mondo”, singolare documentario sulle guardie svizzere al tempo di Papa Francesco.

Nel pomeriggio dalle 16, sempre al Metropolitan, proiezione delle opere in concorso per SchermoNapoli Corti con la visione di "Stanza 52", l’esordio alla regia di Maurizio Braucci, in concorso per Orizzonti alla 73. Mostra del Cinema di Venezia; "A.#IlFilm#" di Antonio Conte; "Bianca" di Alessandro Di Ronza; "E tu perché non ridi?" di Ramon Branda; "L'incontro" di Marcello Cotugno; "Non è volare" di Marcello Cotugno; "Black Comedy" di Luigi Pane con Fortunato Cerlino; "Valzer" di Giulio Mastromauro e Alessandro Porzio; "Misteriosofica fine di una discesa agli inferi" di Giuseppe Bucci. Alle 19:00 per la sezione "Nuovo Cinema Italia", proiezione di "L'ombelico magico" di Laura Cini: in una piccola cittadina turistica della Versilia, nella Toscana del nord, stretta tra tradizioni contadine e mondanità sfarzosa, avviene l’insolito incontro tra due donne: un’anziana signora con antichi poteri ancestrali e una giovane ragazza che vorrebbe diventare la sua erede magica.

In programma per il concorso SchermoNapoli Doc (ore 17 al Pan) i film "A Wide Gaze" di Guido Pappadà, dedicato al fotografo napoletano Francesco Cito, e "Traduzioni. Verso un'accademia del design rurale in alta Irpinia" di Michele Citoni e Leonardo Ottaviani. Per Europa & Mediterraneo proiezione di "Our Mother" di Fejria Deliba, storia di un’anziana donna immigrata in Francia dall'Algeria e che vive un'esistenza isolata al servizio dei suoi 11 figli. Un giorno scompare per recuperare un'eredità ed è l'occasione per i ragazzi, sconvolti, di accorgersi della madre e della vita ben più gratificante che viveva al suo paese e che ha lasciato per il loro bene (ore 19 - Institut français).

Due i “Percorsi d’autore” all’Institut français: alle 16:30 quello dedicato a Sylvan Chomet con la proiezione de"L'illusionista" e alle 21:00 quello dedicato a William Shakespeare con la proiezione di "Romeo + Giulietta di William Shakespeare", di Baz Luhrmann, con Leonardo Di Caprio e Claire Danes. Nell’ambito della sezione Extra, Caterina Taricano e Claudio De Pasqualis presentano "A qualcuno piacerà Storia e storie di Elio Pandolfi"(Institut français, ore 19:45).

All’Instituto Cervantes per Cinema Havana "Esther en alguna parte" di Gerardo Chijona (ore 17) e "La bella del Alhambra" di Enrique Pineda Barnet (ore 19).

All’Institut français sarà possibile visitare, fino al 7 ottobre, la mostra “Il Manifesto cinematografico: a ciascuno il suo”, a cura della Galleria Guildenstern di Vico Equense. Un’ampia selezione di poster e locandine di film provenienti da tutto il mondo è esposta allo scopo di confrontare i diversi formati, i diversi stili grafici, e le diverse culture delle nazioni di provenienza. Le case di distribuzione internazionali erano solite diversificare stile e tipo di immagine del materiale pubblicitario destinato ai vari paesi, ricorrendo in molti casi a disegnatori locali capaci di tradurre graficamente l’immaginario dei luoghi nei quali il film sarebbe stato proiettato. Compito di un bravo cartellonista doveva quindi essere quello di fare da ponte fra le esigenze della produzione e il linguaggio del pubblico di riferimento, illustrando e sintetizzando, in uno spazio limitato e bidimensionale, le vicende, il tono, le emozioni e i volti di un film.

Il Napoli Film Festival è organizzato dall'Associazione Napolicinema con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Direzione Generale per il Cinema e il patrocinio Ambassade de France en Italie, Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Regione Campania - Assessorato allo Sviluppo e Promozione del Turismo, Comune di Napoli - Assessorato alla Cultura e al Turismo, Ente Provinciale per il Turismo Napoli, EUNIC (European Union National Institutes for Culture).


Il programma in dettaglio sul sito www.napolifilmfestival.it
- Il modulo di accredito stampa è disponibile su www.napolifilmfestival.it

ufficio stampa NFF press@napolifilmfestival.com
contatti NFF info@napolifilmfestival.com www.napolifilmfestival.com


Photo

Post has attachment
#NapoliFilmFestival - Giovedì 29 settembre
Incontro ravvicinato con Giuseppe Piccioni/Metropolitan ore 21
Anteprima 'Sweet Democracy' di Michele Diomà/’Institut français, ore 19,45
Sabato 1 ottobre gran finale NFF “Troppo napoletano” con Gigi & Ross
Concorsi: “Riverbanks” di Panos Karkanevatos e “Wide blue delivery” di Alessandro Cattaneo

[comunicato stampa 28.09.16] Programma ▶ goo.gl/IoEZWa

Sarà Giuseppe Piccioni l’ospite degli “Incontri ravvicinati” del Napoli Film Festival, domani giovedì 29 settembre al cinema Metropolitan alle 21:00. Il regista presenterà il suo ultimo film “Questi Giorni”, in concorso alla 73ª Mostra del Cinema di Venezia. Per la sezione Extra, appuntamento alle 19:45 all’Institut français con l’anteprima campana di Sweet Democracy presentato dal regista Michele Diomà e l’attore Renato Scarpa, nel cast il Premio Nobel Dario Fo.

Si allunga intanto la lista degli ospiti della 18esima edizione del NFF che nelle prime giornate sta registrando una buona risposta di pubblico: protagonisti della serata finale del 1 ottobre saranno Gigi & Ross, (ore 21 Metropolitan), i popolari attori e conduttori lanciati da Made in Sud incontreranno il loro pubblico, seguirà il film “Troppo napoletano”, diretto da Gianluca Ansanelli e prodotto da Alessandro Siani.

Proseguono intanto le proiezioni dei film in concorso: domani per “Nuovo Cinema Italia” alle 19:00, al Metropolitan, Alessandro Cattaneo presenta “Wide blue delivery”, un film che approfondisce l’esperienza di vita dei marittimi, e riflette sui bisogni innati dell’uomo, attraverso immagini uniche ed interviste intime, in un viaggio sorprendente e coinvolgente, tra natura, “ferro”, saggezza e fragilità.

In gara per SchermoNapoli Corti, dalle 16:00 al Metropolitan, “Le stravaganze del conte” di Peppe Lanzetta e Francesco Velonà; “The Great Mother Dreaming” di Antonio Cola e Nello Conte; “Quiet Generation” di Antimo Campanile; “Gloves” di Saverio Manes con la collaborazione di Pasquale Giordano; “Zeta. La diversità di essere speciali” di Valerio Lorito e Simone Varano; “Natalie” di Michele Greco; “L’ultima orazione” di Gustav Baldassini; “Mare d’argento” di Carlos Solito; “Family” di Matteo Florio.

Per SchermoNapoli Doc (ore 17 al Pan) proiezione di “Faber Navalis” di Maurizio Borriello, sull'importanza della preservazione dei saperi tecnologici delle tradizioni marinare e delle imbarcazioni. A seguire, “Mirabiles – I custodi del mito” inchiesta sui beni culturali nei Campi Flegrei e le mitiche figure degli 'assuntori di custodia' e “Instabile”, sempre di Chetta, su Michele Del Grosso vecchio impresario teatrale che gestisce un teatro sotterraneo, il Tin, in vico Fico al Purgatorio.

Il concorso Europa & Mediterraneo propone (ore 18, Institut français) “Riverbanks” di Panos Karkanevatos: al confine tra Grecia e Turchia si incontrano uno sminatore e una donna che aiuta i clandestini ad attraversare il confine, due persone disperate e sole che rischiano la vita in ogni momento.

L’incontro mattutino (ore 10 al Metropolitan) di Parole di Cinema ospiterà l’attore Renato Scarpa che incontrerà gli studenti dopo la proiezione di “Habemus Papam” di Nanni Moretti, per cui Scarpa ha ricevuto la Nomination come migliore attore non protagonista ai David di Donatello 2012. L’incontro, è organizzato in collaborazione l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa e l'associazione Mobydick presieduta da Rita Esposito.

Sarà dedicata a Sylvan Chomet la rassegna “Percorsi d’autore” (ore 16:30, Institut français) con la proiezione di “Appuntamento a Belleville”, film d’animazione nominato agli Oscar come ‘Miglior Film d’Animazione’ e ‘Miglior Canzone Originale’, nonché vincitore del Premio César per la miglior musica da film. Alle 21:30 retrospettiva su Claudio Giovannesi “Autore emergente 2016” con la visione di “La casa sulle nuvole”.

All’ Instituto Cervantes, alle ore 17:00 la rassegna Cinema Havana propone “Y, sin embargo” di Rudy Mora e, alle 19:00, di “Los dioses rotos” di Ernesto Daranas.

Il Napoli Film Festival è organizzato dall'Associazione Napolicinema con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Direzione Generale per il Cinema e il patrocinio Ambassade de France en Italie, Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Regione Campania - Assessorato allo Sviluppo e Promozione del Turismo, Comune di Napoli - Assessorato alla Cultura e al Turismo, Ente Provinciale per il Turismo Napoli, EUNIC (European Union National Institutes for Culture).


- Il programma in dettaglio sul sito www.napolifilmfestival.it
- Il modulo di accredito stampa è disponibile su www.napolifilmfestival.it

ufficio stampa NFF press@napolifilmfestival.com
contatti NFF info@napolifilmfestival.com www.napolifilmfestival.com

Photo

Post has attachment
#NapoliFilmFestival - Domani 28 settembre
Ferdinando Cito Filomarino presenta “Antonia”
Omaggio a Marcello Mastroianni

Europa & Mediterraneo: il dramma dei migranti con “Simshar”
Tra i corti, “Mamma” di Rosalia Polcaro

Metropolitan - Pan - Institut Français - Instituto Cervantes
Fino al 2 ottobre

[comunicato stampa 27.09.16]

Programma ricco di appuntamenti domani mercoledì 28 settembre al Napoli Film Festival con concorsi, proiezioni e rassegne. Si comincia con Parole di Cinema, lo spazio dedicato agli studenti, che ospiterà il regista Ferdinando Cito Filomarino con il suo film d’esordio “Antonia”, la vita della fragile e affascinate Antonia Pozzi, poetessa milanese morta suicida a soli 26 anni. L’incontro, al Cinema Metropolitan alle 10:00, è organizzato in collaborazione l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa e Mobydick presieduta da Rita Esposito.
Prosegue la corsa ai Vesuvio Awards con il concorso SchermoNapoli Corti: dalle 16:00 proiezione di “Mamma”, un'opera sul dolore e sulla perdita diretto da Rosalia Porcaro; “Alters” di Marianna Adamo; “Diva” di Giuseppe Imparato; “Scanner” di Antonio Longobardi; “E sfaticat” di Gianfranco Antacido; “Ratzinger vuole tornare” di Valerio Vestoso; “Once upon a Time a Kid” di Francesco Eramo; “Il ballo dei pomodori” di Alessandro Derviso. Per il concorso Europa & Mediterraneo (Institut Français, ore 17:00, ingresso libero) proiezione di “Simshar” di Rebecca Cremona, storia di una famiglia di pescatori, sullo sfondo il dramma dei migranti tra Malta e Lampedusa. In gara per SchermoNapoli Doc (Pan, ore 17:00 ingresso libero) “Contro Corrente”, documentario sui fratelli Abbagnale di Vincenzo Martone, e “Napolislam” di Ernesto Pagano. Alle 19:00 Nuovo Cinema Italia (posto unico € 5,00 - ridotto € 4,00) ospiterà il regista Francesco del Grosso che presenta “Non voltarti indietro”, docufilm che restituisce la misura incolmabile dei calvari consumati tra celle, mura domestiche e tribunali.

Completano la giornata del Metropolitan la sezione Extra, con la proiezione di “Sonderkommando”, cortometraggio sull'olocausto premiato ai Nastri D'Argento 2015, di Nicola Ragone alle 20:30, e l’omaggio a Marcello Mastroianni, che alle 21:00 propone il “Dramma della gelosia” di Ettore Scola.
Sarà proiettato alle 19:00 all’Institut français, per “I volti del cinema italiano” dedicato a Chiara Mastroianni, il film “Augustine” di Alice Winocour e alle 20:45, per la sezione 41° Parallelo dedicata a Montgomery Clift, “L’albero della vita” di Edward Dmytryk. All’Instituto Cervantes (ore 17 ingresso libero) per Cinema Havana proiezione di “El Benny” di Jorge Luis Sanchez.

Il Napoli Film Festival è organizzato dall'Associazione Napolicinema con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Direzione Generale per il Cinema e il patrocinio Ambassade de France en Italie, Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Regione Campania - Assessorato allo Sviluppo e Promozione del Turismo, Comune di Napoli - Assessorato alla Cultura e al Turismo, Ente Provinciale per il Turismo Napoli, EUNIC (European Union National Institutes for Culture).


- Il programma in dettaglio sul sito http://www.napolifilmfestival.it
- Il modulo di accredito stampa è disponibile su http://www.napolifilmfestival.it

Programma Generale ▶ http://goo.gl/IoEZWa
Programma dei Concorsi ▶ http://goo.gl/wa4uWr
Modulo accredito Stampa ▶ http://goo.gl/ktrs0w

ufficio stampa NFF
press@napolifilmfestival.com

contatti NFF
info@napolifilmfestival.com
http://www.napolifilmfestival.com


_
#napolifilmfestival2016 #film #festival #cinema #incontriravvicinati #europamediterraneo #schermonapoli #nuovocinemaitalia #paroledicinema #percorsodautore #autoriemergenti #ivoltidelcinema #cinemahavana #napolifilmfestival18 sm. #siisocial
Photo

Post has attachment
#NapoliFilmFestival Incontri con Manetti Bros. e Nanà Cecchi
Metropolitan - Pan - Institut Français - Instituto Cervantes
Fino al 2 ottobre

[comunicato stampa 26.09.16]

Saranno i Manetti Bros. domani 27 settembre i protagonisti degli “Incontri ravvicinati” del Napoli Film Festival, 18esima edizione. I registi romani, reduci dal set di “Nun è Napule”, incontreranno il pubblico alle 21:00 al Cinema Metropolitan, intervistati da Stefano Amadio, direttore di cinemaitaliano.info; a seguire, proiezione di uno dei loro film più amati, “Song ‘e Napule”. Alle 10 per Parole di Cinema, lo spazio dedicato agli studenti, proiezione di “Ladyhawke” di Richard Donner, e incontro alle 12:00 con la pluripremiata costumista Nanà Cecchi. Alle 16:00, per SchermoNapoli Corti, proiezione di sette lavori in concorso: “Cinestesy” di Fulvio Davide Ricca; “Un giorno nella vita” di Marco Chiappetta; “Là dove tu non sei” di Serena Sabbatino; “Spaccianapoli. Capitolo I – Cani hanno fame” di Raffaele Losco; “Stigmate” di Antonio Zannone; “Centro Barca okkupato” di Adam Selo; “Strade da amare. La scelta giusta” del M.I.T./Direzione Generale del Sud, regia dei fratelli Borruto. Alle 19:00, per Nuovo Cinema Italia (posto unico € 5,00 - ridotto € 4,00), Emanuele Gaetano Forte presenta “Al di là del risultato”, ritratto ironico e malinconico di un gruppo di giovani universitari di Formia, vittime di un paese vecchio che concede loro poco e della crisi economica degli ultimi ottant'anni. I quattro protagonisti, presi dal malessere e dalla necessità di trovare una strada, cercheranno di reagire al contesto in cui vivono. A seguire, alle 20:30, per la sezione Extra, proiezione di “Suncity” di Cecilia Donadio e Felice Iovino: Napoli vista attraverso l’occhio della telecamera, microfono acceso, pedalando tra i suoni e le storie di chi per suonare e cantare ha scelto la strada.

Institut français

All’Institut Français Napoli (ingresso libero) dalle 10:00 per SchermoNapoli Scuola proiezione di Le avventure di Pierugo di Pasquale Renza (IIS G. Siani di Napoli); Zuperman di Pasquale Renza (ITIS A. Righi di Napoli); Non è una scuola per bulli di Antonello Picciano (ISP G. Marconi di Giugliano in Campania, Na); Un giorno lo dirò di Claudio D'Avascio (IIS Q. O. Flacco di Portici, Na); Unico di Claudio D'Avascio (IS R. Livatino di Napoli; Eclissi di Massimiliano Pacifico (LC A. Genovesi di Napoli); Senza titolo di L. Rossomando (LS P. Calamandrei di Napoli); Sguardi riflessi di R. Rossi (LC G.B. Vico di Napoli); Insane Art di R. Rossi (LC G.B. Vico di Napoli); Double Safe di Raffaele Capano e Generoso Borriello (ISIS Europa di Pomigliano d’Arco, Na); Jamme ja di Antonello Picciano (ISIS A. Casanova di Napoli).

Alle 17:00, per Europa & Mediterraneo, concorso internazionale sul tema del confine tra fuga dalla guerra ed emigrazione, “Dust Cloth” di Ahu Ozturk, storia di due donne curde che fanno le pulizie nei quartieri bene di Istanbul, vivono una vita difficile, ma non priva di sogni.
Alle 19:00, per la retrospettiva su Claudio Giovannesi “Autore emergente 2016”, proiezione di “Fratelli d’Italia”, e alle 21, per la sezione 41° Parallelo, dedicata a Montgomery Clift, visione di “Un posto al sole” di George Stevens.

Instituto Cervantes

All’Instituto Cervantes Napoli (ingresso libero), grazie alla collaborazione con l'ICAIC - Instituto Cubano del Arte e Industria Cinemàtograficos di Cuba, Cinema Havana, una selezione di otto lungometraggi cubani di finzione dal 2002 al 2015, presenta alle 17:00 “La pelicula de Ana” di Daniel Diaz Torres, e a seguire, alle 19:00, “Viva Cuba” di Juan Carlos Cremata.

Al PAN | Palazzo Arti Napoli (ingresso libero) dalle 17:00 per SchermoNapoli Doc, proiezione di “Ciccillo sopravvisse” di Michele Salvezza; “My Little Napoli” di Mariangela Ciccarello; “Flat Tyre – An American Music Dream” di Ugo Di Fenza.

Il Napoli Film Festival è organizzato dall'Associazione Napolicinema con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Direzione Generale per il Cinema e il patrocinio Ambassade de France en Italie, Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Regione Campania - Assessorato allo Sviluppo e Promozione del Turismo, Comune di Napoli - Assessorato alla Cultura e al Turismo, Ente Provinciale per il Turismo Napoli, EUNIC (European Union National Institutes for Culture).


- Il programma in dettaglio sul sito www.napolifilmfestival.it
- Il modulo di accredito stampa è disponibile su www.napolifilmfestival.it

Programma Generale ▶ goo.gl/IoEZWa
Programma dei Concorsi ▶ goo.gl/wa4uWr
Modulo accredito Stampa ▶ goo.gl/ktrs0w


ufficio stampa NFF
press@napolifilmfestival.com

contatti NFF
info@napolifilmfestival.com
www.napolifilmfestival.com


_
#napolifilmfestival2016 #film #festival #cinema #incontriravvicinati #europamediterraneo #schermonapoli #nuovocinemaitalia #paroledicinema #percorsodautore #autoriemergenti #ivoltidelcinema #cinemahavana #napolifilmfestival18 sm. #siisocial
Photo

Post has attachment
Wait while more posts are being loaded