Profile cover photo
Profile photo
Greenpeace Italia
4,366 followers -
Greenpeace esiste perché il nostro fragile Pianeta merita di avere una voce. Servono soluzioni, cambiamenti, azioni. Subito!
Greenpeace esiste perché il nostro fragile Pianeta merita di avere una voce. Servono soluzioni, cambiamenti, azioni. Subito!

4,366 followers
About
Greenpeace Italia's posts

Post has attachment
Sott’acqua c’è un mondo meraviglioso!
In questi scatti è nascosta la bellezza dei nostri mari e dei nostri oceani. Guarda la gallery completa e seguici per continuare a difenderli, ogni giorno! 🐳🐙🐠🐬
http://bit.ly/2lDnuxE

Post has attachment
Trivellare l’Artico non è solo ingiusto, è anche difficile e nessuno può farlo senza pericoli. Nemmeno ENI.
Questa è la storia di Goliat, gigantesco progetto petrolifero nell’Artico norvegese, diventato operativo nel marzo 2016. Al 1 settembre le autorità avevano già registrato una dozzina di incidenti​.
Entra nella generazione di coloro che metteranno fine al petrolio: CONDIVIDI questo video e CHIEDI a ENI di fermarsi! http://bit.ly/2lbhZnx

Post has attachment
BIG NEWS! Adesso il gioco si fa duro! Lo sfruttamento del petrolio artico finisce in tribunale: la nostra causa contro le trivelle in questo fragile ecosistema comincerà il prossimo novembre. Aggiungi il tuo nome e noi lo porteremo in tribunale come evidenza del movimento contro il petrolio artico! ☞ http://bit.ly/2kqbekg #SaveTheArctic! Entra a far parte della generazione che scriverà la parola fine al petrolio.

Post has attachment
IN AZIONE A STRASBURGO: AFFONDATE IL CETA, NON LA GIUSTIZIA! → http://bit.ly/2lJLG22
I nostri attivisti stanno manifestando contro il CETA, il trattato commerciale fra Europa e Canada, che mette in pericolo il nostro Pianeta, la nostra democrazia e i nostri diritti.
Gli attivisti stanno mantenendo a galla una statua raffigurante la Giustizia per evitarne l’affondamento, chiedendo ai parlamentari europei, oggi chiamati a votare, di rigettare l’accordo. Stop CETA! → http://bit.ly/2lJLG22
PhotoPhotoPhotoPhotoPhoto
2/15/17
5 Photos - View album

Post has attachment
"Non esiste rimedio all’amore se non amare di più”. Henry D.Thoreau
Che tu sia in coppia o che tu sia single, è venuto il momento di fare - o farsi - un bel regalo per San Valentino. Dona e aiutaci a raccontare ogni giorno un amore grande come il Pianeta 💚👉 http://bit.ly/2l3Hwib 

Post has attachment
Ogni giorno, in tutto il mondo, qualcuno lotta per un futuro verde e di pace. Dal Cile alla Cina, queste sono le immagini di quello che è successo negli ultimi giorni. Questa settimana o la prossima, potremmo avere bisogno anche di te ☞ http://bit.ly/2lHnIAt

Post has attachment
LO SAPEVI? Se Leonardo avesse bevuto da una bottiglietta di plastica mentre dipingeva la Monna Lisa, quella bottiglietta non sarebbe ancora totalmente disintegrata. ☞ http://bit.ly/2k8QADy
Stiamo consumando talmente tanta plastica che nel Nord del Pacifico c'è un'"isola" fatta di rifiuti più grande della Francia. È talmente onnipresente che gli uccellini la usano per fare il nido. LA PLASTICA è tanto diffusa quanto pericolosa e usarla meno farebbe bene a tutti, soprattutto al Pianeta e a tutti quei meravigliosi piccoli e grandi animali che lo popolano!
LEGGI il nostro blog su Medium! ☞ http://bit.ly/2k8QADy

Post has attachment

SAI CHI HANNO UCCISO QUESTI SACCHETTI DI PLASTICA?
Le bustine che vedi in questa foto sono state trovate nello stomaco di uno zifio, un grande cetaceo, molto simile a un delfino - che abita anche il nostro Santuario dei cetacei. Nel suo corpo non c’era più spazio per il cibo: questo povero animale si ammalato ed E'MORTO di plastica. Riesci ad accettarlo? Noi no. Dobbiamo usare meno plastica, il riciclo non basta!
Qui troverai l’articolo completo (in norvegese) e - purtroppo - delle immagini forti su quanto accaduto a questo bellissimo animale → http://bit.ly/2jB4HmE
Photo

Post has attachment
L’inquinamento in Italia è sistematicamente sopra le soglie “consentite”: un killer invisibile che uccide prematuramente come in nessun altro Paese europeo. Dobbiamo invertire questa rotta subito, anche per le fortissime sanzioni economiche, certo, ma soprattutto per il prezzo che nessuno dovrebbe pagare: la nostra salute.
Condividi, NON possiamo morire di inquinamento!

Post has attachment
I lupi sono tra i più fieri abitanti delle nostre foreste. Sono protetti dal 1970…eppure domani la Conferenza Stato-Regioni potrebbe dare il via libera ad un piano di abbattimenti controllati (fino al 5% della popolazione complessiva). Noi speriamo che vincano loro, da sempre ingiustamente dipinti come “cattivi”: i bellissimi lupi delle nostre foreste e delle nostre montagne.
È una corsa contro il tempo, firma la petizione per salvare i lupi: http://bit.ly/2kr5cyJ
Wait while more posts are being loaded