Profile cover photo
Profile photo
Alessandro Vella
142 followers -
Business Strategy Specialist - Metodo BrainSet Strategy
Business Strategy Specialist - Metodo BrainSet Strategy

142 followers
About
Posts

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
[IL GRANDE ERRORE DI MANAGEMENT: "TRATTA GLI ALTRI COME VUOI ESSERE TRATTATO TU"]

Avrai sentito migliaia di volte questa frase “Tratta gli altri come vuoi essere trattato tu“, ma nessuno ti ha mai detto che è una grande stupidaggine soprattutto nel mondo del business.

Mentre si applica benissimo a principi etici come ad esempio l’onestà, diventa un vero e proprio boomerang se parliamo di relazioni e management. Infatti, la diversa composizione dei tre cervelli (rettile, limbico e neocorteccia) fa sì che ognuno di noi osservi la realtà da prospettive e distorsioni diverse.

Ora, non conoscere e saper riconoscere queste differenti biostrutture è la causa della maggior parte dei contrasti tra persone.

Una dominanza rettile, ad esempio, è caratterizzata da una comunicazione veloce, pratica, assertiva, impulsiva. Mentre, una dominanza di neocorteccia, è caratterizzata da una comunicazione lenta, analitica, riflessiva, critica.

Immagina se queste due persone, con dominanze diverse e ignare di cosa ciò significa, siano due soci e debbano accordarsi per l’acquisto di un nuovo macchinario. Cosa potrebbe accadere?

Il socio “rettile” probabilmente, a seconda di determinate caratteristiche del prodotto e del venditore, deciderà immediatamente per un “sì” o un “no” senza pensarci due volte. Al contrario, il socio “neocorteccia” vorrà valutare attentamente tutte le caratteristiche tecniche, visionare report del prodotto, raffrontare il prezzo con altre offerte, il che richiede tempo per decidere.

Senza consapevolezza dei meccanismi dei tre cervelli e del valore delle diversità, i due tenderanno a litigare.

Ora immagina un collaboratore con dominanza limbica, molto attento al mantenere ottime relazioni e che ama essere considerato prima di tutto come persona. Come si sentirà se gestito da un titolare o manager con dominanza neocorteccia, quindi con comunicazione fredda e distaccata? Oppure da un titolare o manager con dominanza rettile, quindi diretto e dominante?

Per fortuna, esistono anche le sotto-dominanze degli altri due cervelli che mitigano alcuni eccessi. Ma questo è vero soprattutto se si è consapevoli di come si è fatti, del proprio e altrui dna comportamentale: il BrainSet.

Circa il 90% della formazione imprenditoriale e manageriale non tiene conto di questi aspetti ed è per questo motivo che l’applicazione di concetti giusti, però ottiene risultati insoddisfacenti appena si rientra in azienda.

“Tratta gli altri come vuoi essere trattato tu” è UNA STUPIDAGGINE!

Se vuoi veramente iniziare a fare la differenza e ottenere più risultati, devi imparare a:

“Trattare gli altri per come loro vogliono essere trattati”!
Photo
Add a comment...

Post has attachment
[LA RICERCA DELLA SICUREZZA TI ALLONTANA DALLA STRAORDINARIETÁ]

Il tuo cervello limbico, quello delle emozioni, quello legato al passato, ti guida istintivamente alla ricerca della sicurezza.

È una questione di istinto di sopravvivenza, che non è stato aggiornato all'ultima versione disponibile.

Questa sicurezza, è ciò che ti tiene ancorato al porto e non ti consente di fare nuove conquiste affrontando le incognite del mare.

Così, ti potresti ritrovare a vivere di sogni, di speranze e di rimorsi. Oppure, di ricordi dei bei tempi che furono. In entrambi i casi, c'è un grande errore: hai smesso di osservare la realtà.

I grandi sogni possono essere realizzati se parti dall'accettare una realtà che potrebbe non piacerti, ma che ti mostrerebbe quanto la sicurezza sia solo un'illusione del tuo cervello.

Prenderti responsabilità della realtà attuale e della realizzazione dei tuoi sogni, sono i primi passi che ti consentono di andare in direzione della straordinarietà.
Stai lasciando il porto e solcando i mari.

Perché il 95% fallisce e si arrende tornando indietro?

Perché ha grandi aspettative, ma non conosce i suoi istinti di base.

Questi istinti cambiano a seconda della biostruttura del cervello, quello che chiamo dna comportamentale o BrainSet.

Conoscere questo aspetto di te, significa conoscere la vera identità e comprendere su quali aspetti puntare e su quali cercare compagni di viaggio che abbiano caratteristiche diverse e complementari alle tue.

Quando ti guardi allo specchio per ciò che sei e agisci in modo allineato alla tua essenza comportamentale, scopri che la straordinarietà è già insita in te, come nelle altre persone.

Il resto è una questione di obiettivi e desideri!
Photo
Add a comment...

Post has attachment
[IMPRENDITORE: STAI FACENDO CIÓ CHE TI DIVERTE?]

Da imprenditore potresti ritrovarti a fare attività che non ti divertono più e questo è un gran casino!

Quando non riesci ad organizzare efficacemente il tuo business, quando non hai le persone giuste al posto giusto, oppure non riesci ad ottenere cose fatte bene...

Ecco una piccola parte di situazioni che possono portarti a doverti occupare di attività estremamente operative e, per te, poco divertenti.

La barca deve andare avanti... vero, ma solo nel brevissimo tempo.

Se "tamponi" l'emergenze e poi non "organizzi" affinché non debba occuparti tu di queste cose, cadi nella morsa dell'imprenditore schiavo della sua azienda.

Da cosa lo noti?

Ad esempio dal fatto che il tuo tempo non è determinato da te, ma dalle urgenze dall'attività. Tu sei diventato schiavo della tua stessa creatura.

Capita ed anche spesso.

Operativamente sono tutte cose risolvibili (in 25 anni ho aiutato molti imprenditori e manager nel farlo), ma non è di questo che ti voglio parlare, quanto dell'effetto del non fare cose che ti divertono.

Il tuo cervello ha una sua composizione ben specifica, fare roba che non ti diverte per lungo tempo crea un primo effetto emotivo che non a caso si chiama: "mal-essere".

Il tuo "essere", la tua essenza comportamentale, inizia a star male perché si sta vedendo snaturata.

La seconda fase, se non comprendi e risolvi velocemente le cause del malessere, è perdere la tua carica creativa.

La tua carica creativa è l'energia più potente che hai, è quella con cui hai risolto problemi paralizzanti e realizzato imprese impossibili.

Ti sentirai scarico, stanco, nervoso o rassegnato. Non è da te e, anche se non ci dovessimo conoscere, so che è così perché hai l'anima imprenditoriale.

Quindi, fai un primo check delle attività che stai svolgendo in prima persona. Chiediti se ti divertono o meno e se sono attività tue o che altri dovrebbero fare.

Poi, alla fine, scegli... scegli di cambiare le cose, come hai sempre saputo fare.

Ricorda chi sei e vai in disaccordo con ciò che non ti rappresenta!
Photo
Add a comment...

Post has attachment
[SELEZIONARE PERSONE INTELLIGENTI NON TI FA AVERE COLLABORATORI CAPACI]

L'idea di prendere il "primo della classe" così da avere il migliore in squadra è falsa!

Perché spesso le persone che sembrano le più indicate si rivelano incapaci?

A causa dei modi diversi in cui sono strutturati i nostri cervelli, ciascuno di noi sperimenta una realtà diversa ed ogni percezione è essenzialmente distorta.

È un dato di fatto con cui devi fare i conti.

Perciò, se vuoi conoscere se una persona è quella giusta per il ruolo giusto, devi conoscere la sua essenza comportamentale, chi è realmente.

Differenze come temperamento e carattere, modelli di realtà e sistemi di vita, fanno una notevole differenza.

L'intelligenza (comunemente analitica) è solamente una delle caratteristiche strutturali del cervello, che si combina ad altre due di base.

La combinazione tra le tre componenti, determina il nostro "dna comportamentale" da cui dipendono i nostri risultati presenti e futuri.

Immagina di voler far entrare una persona in un ascensore. Puoi spingerla, oppure potrebbe anche lei desiderare di entrarci.

Come si sentirà se la spingi? Come reagirà se si sentirà costretta? Cosa farà alla fine?

Ecco, non tener conto del dna comportamentale della persona è come spingerla continuamente in un ascensore dove non vuole entrare.

Il problema è che né tu né lei è consapevole di cosa sta accadendo.

Per questo motivo, se pur con tutta la buona volontà, quella persona che sembra essere la migliore potrebbe non produrre risultati.

È la persona giusta nel posto sbagliato o la persona sbagliata nel posto giusto.

Conoscere le diverse strutture del cervello è essenziale, perché consente di ottenere risultati allineati al proprio essere... ed è qui che accade la magia del talento.

"Ma Ale, non è sempre così... A volte ci ho azzeccato!"

Sì, hai avuto culo!

E sai quanto ti può costare un errore del genere?

Dai 35.000 ai 78.000 euro!

Questo è quanto emerso dalla stima di Page Personnel prendendo in esame diverse figure.

È per questo che ti parlerò di come il cervello influenza il tuo business e di come creare strategie efficaci che partano dal tuo dna comportamentale.

Sì... ti dirò anche come scoprire la struttura dei tre cervelli.

PS: Pensavi di averne uno solo?!?
Photo
Add a comment...

Post has attachment
[QUELLO CHE L'IMPRENDITORE NON VEDE...]

C'è una realtà quotidiana che spesso sfugge agli occhi dell'imprenditore che non ha un management davvero efficace.

Quando lui non vede, i problemi vengono solitamente risolti come vedi nell'immagine allegata.

Potresti sorridere nel vederla, ma in realtà dovresti chiederti cosa accade nella tua azienda quando tu non vedi...

Il risultato di questo particolare tipo di problem solving lo puoi trovare nel numero di lamentele dei clienti e nel mancato utile di fine anno.

Cosa non stai vedendo della tua azienda?

Su cosa e come si focalizza il tuo istinto comportamentale?

La risposta a quest'ultima domanda è davvero fondamentale, ed è proprio questo il punto che spesso l'imprenditore non vede!
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Sai perché la maggior parte delle persone amano giocare a tombola o mercante in fiera in questo periodo festivo?

Perché a tutti piace vincere!

Oggi voglio darti 5 suggerimenti rapidi per aiutarti a rendere il 2019 un anno di grande successo per te...

https://www.hackfulness.it/2018/12/30/per-crescere-devi-rompere-le-regole/
Hackfulness
Hackfulness
hackfulness.it
Add a comment...

Post has attachment
[7 PUNTI CHE TI AIUTERANNO AD ESSERE PIÚ FELICE]

Quali sono gli ingredienti per essere realmente felice?

Ecco 7 punti che hanno avuto un grande impatto sulla mia felicità e che voglio condividere con te!

https://www.hackfulness.it/2018/12/18/7-punti-che-ti-aiuteranno-ad-essere-piu-felice/
Hackfulness
Hackfulness
hackfulness.it
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
I 6 LIVELLI DELLA VITA: COME CAMBIARE DAVVERO! (Parte 2/6)

Ognuno di noi vive seguendo migliaia di regole, ma cosa sono realmente e da dove arrivano?

Le regole sono gli standard che guidano il nostro modo di comportarci e reagire di fronte a ciò che ci accade nelle diverse situazioni.

Quando non sappiamo bene cosa fare, seguiamo l'esempio di chi conosciamo e reputiamo affidabile. Così, ad esempio, i bambini prendono esempio dai genitori o i ragazzi dai loro coetanei.

Questo significa che spesso seguiamo regole non nostre, non scelte consapevolmente da noi, ma apprese dall'ambiente sociale e culturale nel quale siamo nati e cresciuti.

Se hai la mia età (47 anni o giù di lì), forse sei cresciuto con la regola "Devi laurearti per avere successo" oppure "Per avere successo devi lavorare molto duramente" o, ancora, "Esiste una sola religione".

Ma sei ancora convinto che per avere successo occorra laurearsi o lavorare diciotto ore al giorno? Oppure di aver davvero bisogno di una religione per far esistere la tua spiritualità?

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO >>

https://www.hackfulness.it/2018/11/13/i-6-livelli-della-vita-come-cambiare-davvero-parte-2-6/
Hackfulness
Hackfulness
hackfulness.it
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded