Profile cover photo
Profile photo
XL Comunicazione di Luca Crippa
2 followers
2 followers
About
Posts

Post is pinned.Post has attachment
Intervista su TCS per la presentazione stampa del Bianco e nero Festival. La concezione del progetto nel design grafico.

#xlcomunicazione   #biancoenerofest   #job   #comunicazione   #festival  
Add a comment...

Post has attachment
Articolo intervista a cura di Guido Garau. Ho apprezzato molto la scelta e la trascrizione degli argomenti trattati.
Add a comment...

Post has attachment
Libro “Poetica” di Davide Casu
Un progetto editoriale per le Edizioni Abba / Thorn&Sun Communication.
Una serie di libri formato 14 cm per 14 cm, che presenta vari artisti sardi. Interno in bianco e nero e copertina a colori con risvolti destinati a ospitare anche la busta con il CD. L’interno, introduzioni a parte, è diviso in tre sezioni: le poesie, i racconti e i testi delle canzoni.
Un carattere con uno stile manuale, il DIGORY DOODLES, dosato con parsimonia, per il titolo, i titoli di sezione e per il nome dell’artista, alternato a un carattere più serio, l‘HELVETICA NEU per le presentazioni e testi aggiuntivi.
Per i vari scritti dell’autore invece viene usato un BASKERVILLE REGULAR, un graziato elegante.
Alcuni semplici decori costituiti da quadrati e rombi (geometrie ricorrenti nelle opere dell’artista) caratterizzano le pagine senza interferire troppo nella comunicazione della pagina, ma evidenziando gli inizi di sezione.
Add a comment...

Post has attachment
Ristorante Sa Mesa
Un ristorante con una lunga storia, con la necessità di essere rilanciato in un mercato attuale, con un’immagine più accattivante della precedente. Partendo da un restyling non troppo lontano dall’immagine vecchia, il cliente ha accettato un totale cambiamento, rinnovando la veste grafica completamente.
Il LOGO è stato realizzato usando un FONT che trasmettesse un senso di realizzazione manuale, artigianale, quindi scritto a mano, dal curioso nome di je n’aime pas le lundi. È stata messa in evidenza la parola MESA con l’articolo SA che introduce la parola, più piccolo, circa 2/3. Il LOGO è in colore BLU (valore di quadricromia: C80%, M40%, Y0%, K0%) per dare un’idea di freschezza del cibo. Sotto è presente un PAY OFF, RISTORANTE TIPICO in FUTURA BOOK color TERRA BRUCIATA (valore di quadricromia: C0%, M45%, Y100%, K25%) con la stessa larghezza (GIUSTEZZA) della parola MESA, per scaldare e collegarsi anche al MARCHIO.
Il MARCHIO è la stilizzazione di un piatto e anche del sole. Il sole è suggerito dalla forma e dal colore GIALLO (valore di quadricromia: C0%, M20%, Y80%, K0%), più scuro verso l’interno mentre il piatto è suggerito dalle tre cornici di decorazione circolare interne, in colore TERRA BRUCIATA. L’immagine è poi “bucata” dalle sagome di un coltello e di una forchetta, che riprende quindi il MARCHIO precedente, dove le posate erano però rese immondo illustrativo rendendo tutto molto pesante e poco riproducibile nei vari formati ridotti o con alternativi metodi di stampa (bianco e nero).
Oltre al MARCHIO è stata realizzata tutta l’immagine, comprendente biglietti da visita, tovaglie per la tavola, grafica per i portasale, pieghevoli pubblicitari, sito internet e la gestione dei social con post sulle serate e menù a tema.
Add a comment...

Post has attachment
Bianco e nero Festival – Sequenze di tempo 2017
Un nuovo Festival si presenta in città. Si inizia con poco, lo studio del LOGO, e il concept dell’evento dell’anno, chiamato “Sequenze di tempo“, con locandina, cartolina ricordo, un sito essenziale e implementazione dei social, Facebook e Instagram.
Il LOGO Bianco e nero è realizzato in HELVETICA NEUE maiuscolo, tenendo la parola “Bianco” in utralight, per trasmettere l’idea di leggerezza del bianco e la parola “Nero” in extrabold. Ma per caratterizzare e anche concepire un interscambio tra i due valori (senza usare un grigio scontato) le due “o” delle parole vengono scambiate di posto creando un gioco di pesi e incuriosendo l’occhio. Il tutto in colore NERO. Viene aggiunta la parole FESTIVAL in HELVETICA NEUE in colore oro, per dare una sottolineatura di valore. Le tre parole sono poste una sopra l’alto a allineate alla stessa larghezza (GIUSTEZZA). Per non lasciare fuori la “e” di bianco e nero e spezzare l’ordine, la congiunzione è stat inserite all’interno della scritta “Nero”.
Il Festival è vicino a tutte le forme di arte moderna, per questo la scelta dei FONT è influenzata dal loro periodo di creazione, come appunto l’HELVETICA che è nato alla fine degli anni ’50
Il concept del 2017 invece, “Sequenze di tempo” è stato rappresentato dal font DIN BOLD e DIN BLACK, un font sempre essenziale ma moderno. Le lettere della parola “Sequenze” sono state distaccate tra loro e intervallate da una linea verticale, un modo per visualizzare l’idea di sequenza scandita nel tempo.
L’immagine visualizzata prende spunto dalla ruota animata che segna lo scorrere del tempo nei computer apple, quando si è attesa di una qualche routine del computer.
Add a comment...

Post has attachment
Premio Giuseppe Dessì
Il Premio Giuseppe Dessì è una manifestazione di rilevanza nazionale, che porta lustro alla cittadina di Villacidro, paese natale di Giuseppe Dessì.
Il MARCHIO è quello già esistente e conosciuto del Premio, ma rivitalizzato da un segno più artistico che verrà ripreso anche nel marchio della Fondazione Dessì per creare continuità e unione. Inoltre si collega al Dessì pittore, una sua parte artistica non ancora così nota.
Il marchio quindi è ingigantito e campeggia nel manifesto per dare un messaggio forte della sua presenza, continuità e importanza, in colore BIANCO. Il colore VERDE ELETTRICO, (C35-M10-Y100-K0) si collega al verde della natura che circonda Villacidro e anche all’energia del processo creativo.
L’HEADLINE “Cercatori di meraviglie“, in FUTURA CONDENSED, un CARATTERE DI STAMPA progettato 10 anni dopo la nascita di Dessì, quindi un suo “contemporaneo”, è presa dal post che nel sito del Premio si riferisce ai giovani volontari che daranno il loro aiuto. Ma che ben si abbina allo scopo dell’evento.
Il manifesto si chiude con una carrellata di immagini dei luoghi particolari di Villacidro, collegati alla manifestazione.
È stata poi realizzata l’immagine, con il pieghevole, i segnalibro, striscioni le magliette che riprendono il concetto grafico e anche una maglietta, con un segno circolare, che appare simile in forma di ovale in molti schizzi e bozze di disegni dello scrittore e pittore.
Add a comment...

Post has attachment
Mostra del Libro in Sardegna
La Mostra del Libro in Sardegna, giunta alla XV Edizione, ha avuto bisogno di un rilancio forte e deciso. Si è partiti quindi dall’inizio, ovvero dal Brand indentitario della manifestazione, a prescindere dal tema annuale. È stato scelto il Logo che vedete, costituito da 4 linee di testo. La prima è MOSTRA DEL in carattere Helvetica Neue Thin, maiuscolo colore NERO di stampa. La seconda è LIBRO in carattere Helvetica Neue Bold in colore NERO di stampa all’80% di intensità. La parola LIBRO è maiuscola ed è allineata in larghezza (giustezza) alla linea MOSTRA DEL, a partire dalla I fino alla O di LIBRO. La L rimane esterna sulla sinistra. La terza linea è IN SARDEGNA, nella stessa giustezza della linea MOSTRA DEL, in carattere ITC Novarese Std, in maiuscolo, colore ROSSO BRUCIATO. Chiude poi una terza linea composta dalla parola MACOMER in ITC Novarese Std colore NERO della giustezza di circa un terzo di MOSTRA DEL. Ai lati della scritta MACOMER è inserito un filetto colore ROSSO BRUCIATO, allineato alla metà dell’altezza di MACOMER che arriva alla giustezza di MOSTRA DEL.
È presente anche un segno distintivo , il Marchio. È situato all’interno della L, che lo incornicia, ed è costituito da 6 righe in colore ROSSO BRUCIATO, della giustezza di circa il doppio dell’asta della L di LIBRO. Il rapporto dell’altezza di ogni riga è, rispetto alla larghezza, di circa 1:9. Rappresenta il simbolo del libro, icona conosciuta e codificata del libro nei moderni mezzi di comunicazione. Inserita tra la L e la I prende la forma della pagina di un libro.
Identificato il Brand si è passati poi all’immagine della Mostra, un lavoro che comprende manifesti di vario formato, locandine, vetrofanie per bicchieri, adesivi calpestabili per i pavimenti, il sito internet della mostra e la gestione coordinata dei social (Facebook, Instagram, Twitter e Google +). Il tutto ovviamente in tempi da record!
L’immagine della Mostra scelta è quella di una sagoma di un albero con un bambino che legge, una nuova nascita e crescita del Festival, e un collegamento al tema del 2016, le RADICI. Il tutto su campo bianco, un’estrema pulizia per sottolineare il senso di rinnovamento e riavvio di una importante manifestazione isolana.
Add a comment...

Post has attachment
Eco 3R
Eco 3R è una giovane attività che si divide in due settori ben specifici. Uno si occupa di ritiro dei rifiuti RAEE non più in uso (pc vecchi, cellulari, monitor, ecc..), dei toner e cartucce da stampa esausti. e di trasportarli nel loro centro di stoccaggio, mentre il secondo è indirizzato al restauro e disinfestazione (da tarli, ecc) di beni culturali in generale.
Per dare l’idea di questo concetto, il recupero di oggetti rovinati, consumati e riportarli tramite cure o riciclo in un qualcosa di ottimale e nuovo, è stato realizzato un MARCHIO che figura una trasformazione in 5 passaggi distinti, da una forma irregolare e grezza a un tondo, simbolo da sempre di perfezione e equilibrio.
Il LOGO è stato realizzato invece con il font PortagolTC, un carattere tecnico, in quanto sans serif, senza grazie, squadrato ma nello stesso tempo con una forte impronta di manualità, di progettualità in essere.
La personalizzazione delle due attività, che dovevano essere ben riconducibili a un’unica azienda è stata evidenziata dal diverso colore del MARCHIO e del LOGO 3R. Nel primo caso è stato usato il verde (C70% M0% Y 100% K20% o Pantone 7738C), colore rivolto agli elettrodomestici e collegabile anche all’ambiente dato il riciclo degli oggetti stessi. Nel secondo caso l’altro è stato usato un colore bruno-marrone, (C25% M50% Y 100% K40% o Pantone 464C), più “classico” per le opere d’arte.
Inoltre il BRAND verde è arricchito da un PAY OFF Pensiamo al futuro in carattere Titillium Web in verde e portato alla stessa misura di base del MARCHIO. Il BRAND marrone ha invece come PAY OFF Preserviamo l’arte, sempre in Titillium Web in colore marrone.
È stata realizzata anche una FAVICON, un MARCHIO compresso, che riassume in un simbolo la trasformazione, con la E del logo incorporata.
Nei biglietti dell’IMMAGINE COORDINATA, è presente un fronte molto tecnico con marchi e indirizzi, mentre nel retro sono state inserite delle ICONE rappresentative dell’area di intervento della società.
Add a comment...

Post has attachment
Palmasera – Camping Car Cala Gonone
Il Camping Car Palmasera si presentava con un’immagine grafica non professionale. L’intervento è stato globale e ha compreso la progettazione del BRAND, IMMAGINE COORDINATA, FOLDER PUBBLICITARI, SITO INTERNET e programmazione di SOCIAL, con evidenti miglioramenti nell’afflusso turistico nell’estate seguente al piano di immagine e comunicazione.
Il BRAND è composto da un MARCHIO composto da dei segni che raffigurano le palme, in verde Cyan 100%, Magenta 0%, yellow 80%, K 0% o PANTONE 3405c. La S del LOGO funge da “tronco” della palma ma anche da collegamento con il mare rappresentato anche da un segno stilicamente identico alla palma e che raffigura l’onda del mare. Non troppo raffigurativo per non essere infantile. Il colore del mare è azzurro Cyan 100%, Magenta 0%, yellow 20%, K 0% o PANTONE 3125c.
Il LOGO, la scritta Palmasera è in carattere Amatic SC, un font che esprime un’idea di manualità quindi non troppo serioso, tecnico, per collegarsi alla libertà della vacanza, ma impreziosito da un colore oro, un po’ spiaggia, un po’ legno, composto da Cyan 0%, Magenta 0%, yellow 100%, K 40% o PANTONE 104c. La S è stata ingrandita in un rapporto con le altre lettere di 10 a 12 per collegarsi alla “palma”, per poterla staccare nettamente dal logo.
Il BRAND è accompagnato dal PAY OFF Camping Car, nel colore azzurro e Cala Gonone, nel colore oro, su due righe, in Futura light condensed, per staccarsi dal LOGO e dare una impressione più tecnica e professionale. Il PAY OFF è allineato alla L e alla E del LOGO Palmasera, in un rapporto di circa la metà della base.
Add a comment...

Post has attachment
Saras – 50 anni
In collaborazione con Artevideo, che ha curato la parte di installazione dell’evento, abbiamo progettato, in occasione dei 50 anni di attività della società, dei pannelli che costituiscono una mostra e che raccontano la storia dell’azienda.
Inoltre l’ingresso del padiglione, le fermate per le navette che portano alla mostra, situata davanti al Forte Village, bandiere, totem e vari panneli sono stati caratterizzati usando la grafica aziendale e dell’evento commemorativo.
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded