Profile

Cover photo
William J.
Works at Studio Tucano
Lives in Milano
453 followers|68,625 views
AboutPostsPhotosYouTube+1'sReviews

Stream

William J.

Shared publicly  - 
 
 
It's interesting how people can recreate the dinosaur skin details etc.

At the same time, my inner five-year-old is severely disappointed in just what that silly thing looks like. If you don't want to see the whole thing, just go to 6:19. This is not the majestic creature I remember growing up thinking dinosaurs were.
12 comments on original post
1
Add a comment...

William J.

Shared publicly  - 
 
 
Che ne pensate??
 ·  Translate
Conosciamo ormai più di cinquemila pianeti di altre stelle. Alcune decine sono alquanto simili alla Terra per dimensioni, struttura geologica, temperatura. Può darsi che lì si sia sviluppata la vita.
2 comments on original post
1
Add a comment...

William J.

Shared publicly  - 
 
 
L'UNIVERSO RICORRENTE E I LIMITI DELLA CONOSCENZA

Se un giorno uscissimo di casa e ci dirigessimo verso Est (o verso Ovest), mantenendo sempre la stessa direzione per 40.000 km incuranti di montagne e oceani, ci ritroveremmo alla fine nuovamente a casa nostra, arrivandoci dalla parte opposta a quella da cui eravamo usciti. Ciò è possibile perché la Terra è pressoché sferica e la sua superficie è a suo modo un universo chiuso, in cui ogni punto può essere raggiunto più volte senza mai cambiare direzione, se solo si cammini (o si nuoti) abbastanza.

È lecito chiedersi se si possa fare la stessa cosa con l'universo nella sua totalità. Se, cioè, partissimo dalla Terra a bordo di un'astronave, viaggiando ininterrottamente nella stessa direzione per miliardi di anni, torneremmo infine sulla Terra? Ovviamente nessuno è in grado di fare un simile esperimento, ma possiamo tuttavia usare il più veloce dei messaggeri - la luce - per cercare una risposta alla domanda. Per poter ritornare al punto di partenza in un tempo finito è necessario che l'universo sia chiuso e finito. Dunque, se questo fosse il caso, spingendo lo sguardo abbastanza lontano dovremmo poter vedere la Via Lattea com'era agli albori della sua esistenza, miliardi di anni fa: sarebbe un po' come vedere la nostra stessa nuca guardando fuori dalla finestra, se avessimo un binocolo così potente da ricevere la luce che ci colpisce alle spalle dopo aver fatto tutto il giro della Terra.

Purtroppo la velocità della luce è finita e le galassie evolvono in forma e dimensioni col tempo. Pertanto è difficile, se non impossibile, identificare nella luce visibile strutture ricorrenti che suggeriscano la possibilità di un universo chiuso e finito. Ma c'è ancora la radiazione cosmica di fondo (CMB), cioè l'eco del Big Bang, da interrogare. Sono stati creati molti algoritmi per cercare strutture ricorrenti nella distribuzione apparentemente casuale della CMB e finora questi tentativi sono tutti falliti. Le informazioni a nostra disposizione, per ora, indicano che l'universo è piatto, non ricorrente, potenzialmente infinito.

Ma tale conclusione dipende principalmente dai limiti della nostra conoscenza. Nulla impedisce, in teoria, che l'universo sia una struttura chiusa avente più di tre dimensioni spaziali, come un'ipersfera o un ipertoro, e che sia geometricamente possibile ritrovarsi al punto di partenza dopo aver viaggiato in linea retta in una qualsiasi direzione.

Il guaio è che non lo sapremo mai, a meno di non scoprire strutture ricorrenti in un raggio di 14,5 miliardi di anni luce, cioè la distanza che corrisponde al confine dell'universo da noi raggiungibile in base alla velocità (finita) della luce. Ci sono, infatti, almeno quattro fattori che congiurano contro il nostro umano desiderio di conoscere esattamente struttura ed eventuali limiti dell'universo in cui ci è capitato di esistere:

1. l'età finita dell'universo (13,8 miliardi di anni);

2. la velocità finita della luce (circa 300.000 km/s);

3. l'espansione dell'universo;

4. la presenza dell'energia oscura, che fa sì che l'espansione dell'universo sia accelerata e che tutto ciò che osserviamo a distanze maggiori di 14,5 miliardi di anni luce resti per sempre fisicamente irraggiungibile, anche viaggiando alla velocità della luce.

Per approfondire: https://medium.com/starts-with-a-bang/could-you-travel-in-a-straight-line-in-space-and-return-to-earth-60f2fd420050#.i9ay71a5l.
 ·  Translate
10 comments on original post
1
Add a comment...

William J.

Shared publicly  - 
 
 
L'espansione dell'universo rende difficile comprendere in modo intuitivo l'evoluzione delle distanze nel tempo. Prendiamo il caso della galassia più distante finora osservata. La sua luce ha impiegato 13,4 miliardi di anni per raggiungere la Terra. Ciò viene abitualmente interpretato come se la galassia distasse dalla Terra 13,4 miliardi di anni luce. Ma ciò non tiene conto del fatto che in questo enorme lasso di tempo lo spazio si è dilatato altrettanto enormemente. Tradotto in termini numerici, ciò vuol dire che, quando la luce di quella galassia che ci ha raggiunto oggi fu emessa, essa distava dalla posizione in cui si trovava la Via Lattea delle origini meno di 2 miliardi di anni luce. La distanza che ci separa oggi, invece, da quella galassia è abissalmente maggiore: circa 32 miliardi di anni luce.
 ·  Translate
If everything is relative, as Einstein says, then how do cosmologists measure these quantities in ways everyone can agree?
View original post
1
Add a comment...

William J.

Shared publicly  - 
 
 
Lo strano caso di UGC 1382, la galassia Frankenstein: potrebbe essere il risultato di una strana e incompleta fusione, in cui una galassia lenticolare, che oggi costituisce il nucleo di UGC 1382, ha trasformato in satelliti una serie di galassie nane, che oggi appaiono come i bracci a spirale di questa grande e fragile galassia.
 ·  Translate
Astronomers take a second look at UGC 1382 — previously considered a typical elliptical galaxy — and reassess everything they know about its size, age, and formation.
View original post
1
Add a comment...

William J.

Shared publicly  - 
 
Una galleria di crossover con un sacco di personaggi appartenenti al mondo degli anime e delle serie tv, che ripropongono la scena più famosa del film “Il Mio Vicino Totoro”, di Miyazak…
1
Add a comment...

William J.

Shared publicly  - 
 
 
Una freccia del marketing è cavalcare i nuovi trend
Abbiamo avuto dimostrazione di questo un paio di mesi fa, con il rilascio al mondo Pokemon Go. Nell'isteria collettiva, i centri commerciali hanno realizzato iniziative connesse al gioco, Yelp ha pubblicato i ristoranti con dove vicino è possibile catturare mostriciattoli, sono nati corsi ed anche lavori connessi al gioco.

In questo articolo di Think With Google, si parla di ASMR, una cosa di cui io non avevo mai sentito parlare, ma che è un enorme trend su YouTube, con la bellezza di oltre 5 milioni di filmati sul portale di condivisione video.

Tratto da Wikipedia
https://it.wikipedia.org/wiki/Autonomous_sensory_meridian_response
Il termine "Autonomous sensory meridian response" (ASMR), in italiano risposta autonoma del meridiano sensoriale, è un neologismo per indicare una piacevole sensazione di formicolio al cuoio capelluto, lungo la schiena o sulle spalle di solito accompagnato da uno stato di completo rilassamento mentale di chi la sperimenta. Essa è suscitata da diversi stimoli, cerebrali (pensieri o idee) visivi, uditivi o tattili, percepiti da un soggetto in maniera sia attiva che passiva.
....
Altre espressioni per descrivere queste sensazioni sono "orgasmo cerebrale", "massaggio cerebrale", "formicolio alla testa", "formicolio cerebrale", "orgasmo mentale", "formicolio spinale" e "braingasm"

In pratica sono video in cui gli autori parlano con un tono sussurrato, con suoni particolari, pacati.

Ed essendo un trend emergente, nell'articolo vengono citati brand, che hanno realizzato video seguendo i principi dell'ASMR. Brand come KFC, Taco Bell o Tic Tac.

A questo punto mi aspetto da +Giorgio Taverniti il prossimo video di Fast Forward, sussurrato per un ascolto prima di andare a dormire. Anche perchè l'ASMR sarebbe proprio un tema per la sua rubrica. :-P


Via +John Mueller
 ·  Translate
Sound-oriented 'ASMR' videos are resonating with millions of YouTube users. Learn how some brands are raising their profiles by lowering the volume.
6 comments on original post
1
Add a comment...

William J.

Shared publicly  - 
 
 
NGC 4889 E IL SUO SMISURATO BUCO NERO CENTRALE

Ancora più grande e massiccia di NGC 4874 (di cui abbiamo parlato nel post precedente), NGC 4889 è una galassia ellittica supergigante, situata al centro dell'ammasso della Chioma, a una distanza di circa 308 milioni di anni luce da noi.

Nell'immagine di Hubble allegata al post, NGC 4889 è l'oggetto centrale. Il suo immenso alone, che si sviluppa obliquamente rispetto all'orientamento dell'immagine, si estende per un diametro di circa 1,3 milioni di anni luce (13 volte il diametro della Via Lattea).

Le galassie ellittiche hanno forme sferoidali con diversi gradi di schiacciamento. Purtroppo non sappiamo quale sia lo sviluppo in profondità di NGC 4889 rispetto al nostro punto di osservazione. Ciò implica un'incertezza nel calcolo della massa, che potrebbe variare tra 8.000 e 15.000 miliardi di masse solari. Gran parte di questa massa, come accade per quasi tutte le galassie, non è fatta di stelle e gas, ma di materia oscura. La massa totale di NGC 4889, in ogni caso, è di gran lunga maggiore di quella della Via Lattea. Con molta probabilità si tratta della galassia più grande e massiccia nel raggio di 100 megaparsec dalla nostra posizione nell'Universo locale.

NGC 4889 appare oggi come un immenso deposito di stelle concentrato verso il centro, privo di particolari segni di attività. Tuttavia, studiando la velocità orbitale delle stelle che orbitano intorno al suo centro, gli astronomi hanno dedotto che lì si nasconde un buco nero supermassiccio di proporzioni ciclopiche. I calcoli indicano che la sua massa deve essere intorno ai 21 miliardi di masse solari, cioè circa 5.200 volte la massa di Sgr A*, il buco nero supermassiccio al centro della Via Lattea. L'orizzonte degli eventi (cioè il luogo da cui neppure la luce può sfuggire) del buco nero di NGC 4889 ha un diametro stimato tra i 20 e i 124 miliardi di km, cioè tra 2 e 12 volte il diametro dell'orbita di Plutone nel sistema solare. A suo paragone, il diametro dell'orizzonte degli eventi di Sgr A* è ben poca cosa: appena 1/5 dell'orbita di Mercurio, il pianeta più interno del sistema solare.

Quando il buco nero supermassiccio di NGC 4889 era attivo, il centro della galassia ci sarebbe apparso come un brillantissimo quasar, in grado di emettere fino a 1.000 volte l'intero output energetico della Via Lattea.

Un buco nero è attivo quando ha a disposizione materia in caduta con cui alimentarsi, come nubi interstellari di gas attratte dalla sua immensa gravità. Gas e polveri che fluiscono verso un buco nero finscono per formare un disco di accrescimento, che gli orbita intorno ad altissima velocità. Solo una piccola parte di questa materia finisce inghiottita dal buco nero. La gran parte, invece, viene espulsa verso l'esterno a velocità relativistiche, attraverso getti di plasma ad altissima temperatura che si formano dal disco di accrescimento e possono espandersi per migliaia di anni luce. Un esempio è il getto che emana dal centro di M87, una galassia ellittica relativamente vicina, più volte fotografata da Hubble negli anni scorsi.
 ·  Translate
4 comments on original post
1
Add a comment...

William J.

Shared publicly  - 
 
 
LA SUPERNOVA CHE NON FU VISTA DAI CINESI

L'oggetto che domina questa immagine è il resto di supernova G11.2-0.3, ripreso dal telescopio spaziale Chandra nei raggi X. I toni sul rosso rappresentano i raggi X a bassa energia, quelli sul giallo-verde i raggi X di media energia, il blu i raggi X ad alta energia. Il campo osservato copre in tutto 9 arcominuti che, alla distanza stimata di G11.2-0.3, corrispondono a circa 43 anni luce.

In passato questo resto di supernova era stato identificato con l'apparizione di una stella riportata dagli astronomi cinesi nel 386 d.C. Ma le osservazioni nell'infrarosso mostrano che il luogo in cui esplose la supernova è pesantemente oscurato da polveri nella direzione della Terra, per cui l'apparizione della supernova non sarebbe stata visibile dalla Terra a occhio nudo.

La velocità di espansione dei detriti della supernova permette di stabilire che l'esplosione avvenne tra 1.400 e 2.400 anni fa. Gli astronomi classificano G11.2-0.3 come una supernova da collasso del nucleo: una stella di grande massa, dopo aver espulso i suoi strati esterni nello spazio, finì la sua riserva di combustibile nucleare, sicché il suo nucleo, non più supportato verso l'esterno dalle reazioni termonucleari, collassò rapidissimamente sotto il peso della propria gravità, fino al punto da produrre, come in una sorta di gigantesco rimbalzo, la potentissima esplosione di cui Chandra ha osservato i resti.

Della stella originaria, l'unica cosa che è rimasta è un residuo superdenso, così compatto che gli atomi che lo compongono non riescono a conservare la loro struttura originaria: una stella di neutroni. Questo oggetto, del diametro di pochissimi chilometri, ruota ad altissima velocità, circondato da un forte campo magnetico. È cioè una pulsar: dai poli magnetici emette getti di particelle cariche che, quando sono allineati con la Terra, producono un caratteristico segnale periodico. La pulsar emette anche un forte vento che si origina dalla regione equatoriale. L'ambiente che circonda la pulsar, fortmenente perturbato dal campo magnetico della stella e dalle sue emissioni di particelle, forma un particolare tipo di nebulosa che gli astronomi chiamano pulsar wind nebula o, più raramente, plerion.

Per approfondire: http://chandra.si.edu/photo/2016/g11/.
 ·  Translate
2 comments on original post
1
Add a comment...

William J.

Shared publicly  - 
 
 
[ #PHP #XML #SAML ] Una libreria che vi aiuterà a gestire l'Autenticazione SAML senza troppi mal di testa
 ·  Translate
simplesamlphp - SimpleSAMLphp is an award-winning application written in native PHP that deals with authentication.
View original post
1
Add a comment...

William J.

Shared publicly  - 
 
Delle fantastiche illustrazioni che ritraggono i protagonisti di One Piece nei panni degli Avengers. Un’immagine più bella dell’altra! Enjoy!
1
Add a comment...
Story
Tagline
Dai valore al tuo brand.
Introduction
Bragging rights
https://plus.google.com/u/0/b/116163507404328066794/+Studiotucano/posts
Places
Map of the places this user has livedMap of the places this user has livedMap of the places this user has lived
Currently
Milano
Previously
Italia - Goa - Pyrgos - Hurgada - El Gouna
Work
Occupation
Web designer/developer
Employment
  • Studio Tucano
    CEO, present
Basic Information
Gender
Male
William J.'s +1's are the things they like, agree with, or want to recommend.
I loghi aziendali?Meglio a colori!Un'infografica ci spiega quali usare
blog.zooppa.it

Sono i colori i protagonisti del mondo pubblicitario, attirano la nostra attenzione verso un prodotto piuttosto che un altro. Un'infografia

DEAD TRIGGER 2
market.android.com

***The award-winning stunning first person zombie shooter is back! ***Join the new sequel to Dead Trigger, the popular hit with more than 23

Voglio essere responsabile
www.lucapanzarella.it

Finale del Working Capital a Milano.

Keep calm and raddrizza la nave
leganerd.com

Da ciò che ho potuto vedere su Facebook, in molti si sono sorbiti lo sfrantumamento di palle hanno seguito con interesse l’operazione di “ra

Arcane Legends
market.android.com

Play the Biggest Co-Op RPG with Pets for FREE!"A Hack And Slash Home Run" - ForbesExperience Adventure Unleashed and team up with friends fr

Tom & Jerry Mouse Maze FREE!
market.android.com

Feline frenzy with the lovable cartoon duo Tom and Jerry!Help Jerry dodge Tom's rampaging cat attacks and grab some tasty cheese along the w

ITALIA- IL DECRETO LIBERALIZZAZIONI NASCONDE LA TRAPPOLA SUL NUCLEARE
ilfattaccio.org

E’ BREVE MA PREGNANTE IL COMMA Che nel decreto sulle liberalizzazioni, il governo Monti ha pensato bene di dedicare alla scottante questi

Patografia – Genialità e malattia nella storia e nella letteratura | Leg...
leganerd.com

[image]http://www.leganerd.com/wp-content/uploads/LEGANERD_044624.jpg[/image] [quote]“E' il genio, come una perla nell'ostrica, solo u

L'asteroide che ha sfiorato la Terra all'improvviso
www.zeusnews.it

Scoperto pochi giorni prima del passaggio ravvicinato, è arrivato a 5 milioni di chilometri dal nostro pianeta. [Video] (ZEUS News)

Prey Anti-Theft - Apps on Android Market
market.android.com

Track down your lost or stolen phone or tablet. Open source, cross-platform anti-theft tracker. Prey lets you keep track of *all* your devic

Assassin's Creed 3 screenshot e spoiler | Lega Nerd
leganerd.com

[image]http://www.leganerd.com/wp-content/uploads/LEGANERD_046564.jpg[/image] [quote]"Abbiamo intenzione di creare qualcosa di completame

Un algoritmo sviluppato in milioni di anni | Lega Nerd
leganerd.com

[image]http://leganerd.com/wp-content/uploads/2012/02/Physarium_polycephalum-00.jpg[/image] Questa storia è incentrata su uno sviluppator

Palo Alto, abbiamo un problema.
amoilweb.wordpress.com

Cliente: Ti chiamavo perché mentre ero in ferie è successa una cosa gravissima! Sono spariti tutti i fan di Facebook! Un disastro, un disast

NESbox – Emulatore NES online
leganerd.com

“Mondo Pizza”! Cit. Su NESbox.com avete la possibilità di giocare online ai cari e vecchi titoli con cui ci dilettavamo ai tempi dei nobili

Larry, Epic win.
leganerd.com

Poco più di un anno fa sharavo questo famoso Stevey’s [...]

Il Canyon più profondo del sistema solare è su Marte: 11Km
leganerd.com

Stretching across the equatorial Martian highlands for some 2,485 miles [...]

Comportamenti sociologici dei lupi
leganerd.com

Dopo aver scritto un articolo sui comportamenti sociologici dei lemuri [...]

Foto di Marte ad altissima risoluzione
leganerd.com

Post con due righe ed un’immagine, ma cazzarola che immagine. [...]

Paleo-experimental evolution | Lega Nerd
leganerd.com

[image]http://www.leganerd.com/wp-content/uploads/LEGANERD_047874.jpg[/image] [quote]Cosa succede se sostituissimo un gene di un batterio co

Ci ho festeggiato il compleanno. DIVERTENTISSIMO! :D
Food: Very GoodDecor: ExcellentService: Excellent
Public - 3 years ago
reviewed 3 years ago
Abbiamo speso 18 euro per un bicchiere di vino (scadente) una birra ed un piattino (misero) di patatine. Mai più. Ah, il calcio balilla costa 2 euro a partita, allucinante. Peccato perchè il posto ha grandi potenzialità non sfruttate per la malattia del soldo.
Atmosphere: GoodDecor: GoodService: Poor - Fair
Public - 3 years ago
reviewed 3 years ago
2 reviews
Map
Map
Map