Profile cover photo
Profile photo
Agriturismo Villa Pacinotti
134 followers
134 followers
About
Agriturismo Villa Pacinotti's posts

Post has shared content
Agricoltura biologica il cambiamento epocale. La risposta globale al riscaldamento globale. La crescita della temperatura deve essere bloccata ben al di sotto dei 2 gradi rispetto all'era preindustriale e si deve fare tutto lo sforzo possibile per... http://www.destinazionebenessere.it/alimentazione-a-natura/655-agricoltura-biologica-il-cambiamento-epocale.html #Agricoltura #biologica #clima #Cop21 #FederBio #KyotoClub #PaoloCarnemolla #HansHerren #LorenzoCiccarese


Post has attachment
In questa foto di Caterina Pacinotti (1882-1960), fatta all'Esposizione Internazionale delle Arti figurative Moderne di Torino del 1902 è raffigurata una fontana, circondata da statue, che da altre immagini relative alla stessa stessa manifestazione è collocabile in prossimità dell'accesso secondario del padiglione delle Belle Arti.

Nella mappa dell'esposizione allegata alla "Guida della Prima Esposizione Internazionale d'Arte Decorativa Moderna 1902" la fontana è contrassegnata come Fontana Sangiorgi.

Post has attachment
Riprendiamo la pubblicazione delle foto di Caterina Pacinotti all'Esposizione Internazionale delle Arti figurative Moderne di Torino del 1902: qui vediamo la Palazzina Lauro, progettata dall'ing. G. Velati-Bellini.

Con l'esposizione delle Arti Decorative Moderne il Liberty fece il suo ingresso ufficiale in Italia e dette un notevole impulso per il rinnovamento tanto delle arti figurative quanto dell'architettura in tutto il paese, partendo proprio da Torino. Anche se della Palazzina Lauro ci restano solo delle fotografie, ritroviamo molti suoi elementi caratteristici in altri edifici torinesi ed in particolare nel Villino Foa-Levi, del medesimo autore.
http://www.villapacinotti.it/site/index.php?option=com_content&view=article&id=177:un-archivio-ricco-di-storia-6&catid=45&Itemid=218&lang=it

Post has attachment
Riprendiamo la pubblicazione delle foto di Caterina Pacinotti all'Esposizione Internazionale delle Arti figurative Moderne di Torino, nel 1902: in quella qui riprodatta è raffigurato il padiglione dell’Austria. Sullo sfondo le torri del Borgo Medievale del Parco del Valentino.

Il Borgo Medievale nacque nel 1884 in occasione dell’Esposizione Generale Italiana di Torino quale Sezione di Arte Antica, per riprodurre un borgo feudale del XV secolo. Gli edifici, le decorazioni e gli arredi furono riprodotti fedelmente da esempi piemontesi e valdostani del Quattrocento. Sulla via che percorre il villaggio si aprono anche oggi alcune botteghe che sono le eredi delle attività artigianali introdotte nel Borgo fin dal 1884.

Tornando a Caterina Pacinotti, molte delle sue foto testimoniano il legame particolarissimo della nonna con la villa di Caloria (l’attuale Villa Pacinotti). Pur vivendo a Pisa, la nonna durante l’estate era solita trascorrere le vacanze a Pistoia, nella villa di famiglia. Qui, come già accadeva ai tempi del suo zio Antonio, si riuniva una “allegra brigata” costituita prevalentemente da giovani, tra parenti ed amici, che popolavano Caloria e le ville circostanti. Tra le amiche “del cuore” della nonna un posto speciale era occupato da Tecla de Rossi, che abitava nella villa (oggi divisa in appartamenti residenziali che nulla hanno conservato della originaria struttura interna) situata poco sotto la villa Pacinotti.
http://www.villapacinotti.it/site/index.php?option=com_content&view=article&id=176:un-archivio-ricco-di-storia-5&catid=45&Itemid=218&lang=it

Post has attachment
Ecco un'altra delle foto scattate da Caterina Pacinotti, nipote di Antonio e nonna dello scrivente, all'Esposizione Internazionale delle Arti decorative moderne di Torino, nel 1902. In questa riconosciamol padiglione dell'auto e del ciclo.
Continuiamo anche a dare altri cenni sulla figura di Caterina Pacinotti,in aggiunta a quelli pubblicati in precedenza, nell'ultimo post ed in quelli precedenti. Come abbiamo già visto il padre, Pietro Pacinotti, morì quando Caterina era solo quindicenne. La morte del padre rappresentò sicuramente un profondo trauma trauma nell'animo della giovinetta: da velate allusioni che colsi in famiglia mi son fatta l'idea che la nonna abbia avuto un crollo psichico, per cui venne ricoverata in una clinica. Tuttavia io ricordo la nonna come una donna energica, che non si tirava indietro di fronte ai problemi e al tempo stesso di animo sensibile. Parlava con schiettezza e sottile autoironia: nel mio ricordo ha sempre avuto i capelli grigi (quando io avevo quattro anni, la nonna ne aveva 68), ma lei, che in origine era bruna, diceva che erano "biondo cenere"; sapeva essere allegra e scherzosa, ridendo alle sue stesse battute.
Come abbiamo già detto, aveva una buona mano nel disegno e nella pittura, si dilettava anche di fotografia; per questo ho sempre pensato che fosse una donna di carattere intrapendente ed indipendente e che proprio per questo si sia sposata abbastanza tardi per l'epoca, a 29 anni, nel 1911. Sposò una persona colta ed intelligente, Francesco Celestre, ma anche molto gelosa e questo contribuì probabilmente a comprimerne le potenzialità espressive, tanto che a poco a poco smise di dipingere e si limitò a continuare ad usare la macchina fotografica, quasi esclusivamente nell'ambito familiare.
http://www.villapacinotti.it/site/index.php?option=com_content&view=article&id=175:un-archivio-ricco-di-storia-4&catid=45&Itemid=218&lang=it

Post has attachment
Proseguiamo la pubblicazione delle foto di Caterina Pacinotti, nipote dell'inventore della dinamo, nonchè nonna dello scrivente, scattate nel 1902 all'Esposizione Internazionale delle Arti decorative moderne di Torino. Quella qui rappresentata si riferisce al padiglione della Fotografia artistica.

Continuiamo anche a dare altri cenni sulla figura di Caterina Pacinotti,in aggiunta a quelli pubblicati nell'ultimo post ed in quello precedente. Come ho già accennato, il suo vero nome era Elena Caterina Pacinotti, anche se il nome con cui preferiva essere chiamata era Rina, diminutivo di Caterina. Il nome Elena le fu posto dai nonni materni, Karl Jacobi ed Helene Linz, ambedue tedeschi, come pure tedesca era la madre, Alexandrina, nata a Bad Kreuznach, cittadina termale della Renania-Palatinato. Helene, in realtà, non era la madre di Alexandrina, ma solo la seconda moglie di Karl Jacobi, essendo la madre di Alexandrina - che si chiamava Alexandrina Marosoff - e del suo fratello gemello, Karl Franz, morta pochi giorni dopo il parto. Caterina era invece il nome della nonna paterna, Caterina Catanti, moglie di Luigi Pacinotti. Fu il legame con la grande famiglia dei Pacinotti, divenuto più stretto in seguito alla morte del padre Pietro, a farle prediligere il suo secondo nome.
http://www.villapacinotti.it/site/index.php?option=com_content&view=article&id=174:un-archivio-ricco-di-storia-3&catid=45&Itemid=218&lang=it

Post has attachment
Anche questa foto fa parte dell'Archivio di Villa Pacinotti: in essa è raffigurato il grande vestibolo dell'Esposizione Internazionale delle Arti Decorative di Torino del 1902. La foto è stata ricavata dalla digitalizzazione di una serie di lastre fotografiche che appartenevano a Caterina Pacinotti, nipote dell'inventore della dinamo, nonchè nonna dello scrivente.

Qualche notizia su Caterina Pacinotti l'abbiamo pubblicata nel precedente post, qui aggiungo qualche ulteriore nota su di lei. Caterina era nata nel 1882 da Pietro Pacinotti, fratello di Antonio, e da Alexandrina Jacobi, di nazionalità tedesca. Ad Alexandrina dedicherò un post specifico, essendo stata protagonista di una storia particolare. Pietro Pacinotti, ufficiale del Regio Esercito, morì prematuramente nel 1897, lasciando orfani i due figli, Carlo e Caterina. In realtà il primo nome di quest'ultima era Elena, ma la nonna ha sempre preferito farsi chiamare col suo secondo nome, firmando anzi i suoi quadri e i suoi disegni con il diminutivo Rina. I due ragazzi, rimasti orfani, furono in qualche modo "adottati" da Antonio Pacinotti e dalla sua famiglia, tanto che lo scienziato volle essere testimone alle nozze di Caterina e, se non fosse morto qualche mese prima, avrebbe tenuto a battesimo la sua figlia primogenita, Maria Rosa. Caterina fu quindi assidua frequentatrice della villa di Caloria (oggi Villa Pacinotti), come pure lo furono i suoi figli, prima fra tutti Maria Rosa, la mia cara zia da cui ho ereditato la villa.

Nei prossimi post continueremo a pubblicare le foto fatte da Caterina Pacinotti all'Esposizione Internazionale di Torino nel 1902, aggiungendo qualche altra nota sulla loro autrice.
http://www.villapacinotti.it/site/index.php?option=com_content&view=article&id=173:un-archivio-ricco-di-storia-2&catid=45&Itemid=218&lang=it

Post has attachment
In questa foto, facente parte dell'Archivio di Villa Pacinotti, è raffigurato il Padiglione della Belle Arti dell'Esposizione Internazionale delle Arti Decorative di Torino del 1902. Sulla scalinata del padiglione sono riconoscibili Caterina Pacinotti (a destra, con l'ombrellino), nipote di Antonio, e la di lei madre, Alexandrina Jacobi, vedova di Pietro Pacinotti. L'Esposizione di Torino del 1902 riveste una particolare importanza per la storia dell'arte, in quanto segna il debutto ufficiale del Liberty in Italia.
Di questa foto e di quelle che qui pubblicheremo conserviamo i negativi (sotto forma di lastre in vetro): esse sono state riprese con un vecchio modello di macchina fotografica a cassetta, forse quello stesso conservato a Villa Pacinotti.
Caterina Pacinotti, rimasta orfana del padre a soli 15 anni, fu una donna estroversa e dal carattere solare: in gioventù si dedicò con passione alle arti figurative (disegno, pittura, fotografia), nelle quali avrebbe potuto eccellere se avesse potuto continuare a coltivarle. I pregiudizi borghesi della famiglia le impedirono di frequentare l'Accademia, come le aveva suggerito l'insegnante di disegno: all'epoca sarebbe stato disdicevole per una signorina di buona famiglia frequentare una scuola in cui era previsto lo studio del nudo ... dal vero!
http://www.villapacinotti.it/site/index.php?option=com_content&view=article&id=172:un-archivio-ricco-di-storia&catid=45&Itemid=218&lang=it
Photo
Wait while more posts are being loaded