Profile cover photo
Profile photo
Dentista Dott. Fabio Lucchese
8 followers -
Una delle mission dello studio di Padova è quella di diffondere la cultura della prevenzione e della cura dei denti
Una delle mission dello studio di Padova è quella di diffondere la cultura della prevenzione e della cura dei denti

8 followers
About
Posts

Post has attachment
https://www.facebook.com/StudioDentisticoLucchese/

Faccio parte di un team che ormai funziona a Padova da 10 anni. Dopo tanta esperienza (35 anni), sono perfettamente conscio di quanto sia ingiusto il prezzo delle cure. Assicuro che non posso farci nulla, nulla di più di quello che ho finora fatto per comprimere i prezzi: eh sì, perché accanto ai prezzi ci sono i nostri costi... ci vorrebbe un lungo discorso...dico solo che in molti, troppi, "mangiano", con ingordigia agendo alle spalle dello Studio Dentistico!
Ormai non ci resta che avvertire di diffidare di prezzi troppo bassi (il trucco c'è ma non si vede subito....) e poi offriamo il nostro impegno, la qualità e tutta la nostra onestà.
Add a comment...

Post has attachment
SPECIALE ORTODONZIA PEDIATRICA

QUANDO METTERE L'APPARECCHIO ORTODONTICO ?
Dopo una diagnosi precisa, 4 sono i tempi per intervenire e ottimizzare il risultato della terapia ortodontica.

1) Intervento precocissimo (5-6 anni): la terapia ortodontica va attuata il prima possibile per impedire la crescita scorretta delle ossa del viso.
Quando ci sono gravi abitudini viziate oppure situazioni di denti che contattano prima e provocano “spostamenti” della mandibola.
2) Intervento precoce ( 8-10 anni) : si esegue una vera e propria terapia ortopedica sulle ossa del cavo orale in modo da correggere una crescita sbagliata delle ossa mascellari. Ad esempio si esegue una terapia ortopedica dei palati ogivali con cross dentari e con espansori, delle seconde classi e delle alterazioni della dimensione verticale del viso, con le trazioni extraorali.
3) intervento 12 anni: si tratta della classifica terapia ortodontica fissa per la correzione delle mal occlusioni dentarie e dell’allineamento.
4) Intervento in adolescenza o negli adulti : si esegue una classica terapia ortodontica con il tipico apparecchio ortodontico fisso estetico (in porcellana) oppure con le mascherine trasparenti (Aligner) in modo da correggere le mal posizioni dentarie (denti storti, accavallati, mal allineati, in errata occlusione).
Photo
Add a comment...

Post has attachment
SPECIALE ORTODONZIA PEDIATRICA

ci sono 3 motivi fondamentali del "PERCHÉ METTERE L'APPARECCHIO ORTODONTICO "

a) i denti ben allineati conferiscono un sorriso più piacevole
b) i denti ben allineati svolgono meglio la loro funzione di masticazione e fonazione
c) i denti ben allineati son più facili da pulire e si mantengono in buona salute più a lungo

Photo
Add a comment...

Post has attachment

SPECIALE ORTODONZIA PEDIATRICA

Si consiglia di eseguire la PRIMA VISITA ORTODONTICA dai 4 ai 6 anni quando sono erotti tutti i denti da latte.

In questo modo si possono intercettare precocemente eventuali carie, abitudini viziate o disarmonie di crescita delle ossa mascellari (IN QUESTO CASO BISOGNA INTERVENIRE MOLTO PRESTO!!)e impostare un corretto piano di trattamento ortodontico, in fase di crescita, e non da adulto quando è più impegnativo e ha meno successo.



Photo
Add a comment...

Post has attachment
SPECIALE ORTODONZIA PEDIATRICA

Le più importanti ABITUDINI VIZIATE:
a) succhiamento del dito:
b) deglutizione atipica: interposizione della lingua tra i denti durante la deglutizione
c) respirazione orale: è provocata dalla parziale ostruzione delle vie aeree nasali
Photo
Add a comment...

Post has attachment

Post has attachment

Post has attachment

Post has attachment
http://ortodonzia-lucchese-padova.it/
http://blog.ortodonzia-lucchese-padova.it/

BRUXISMO
Il termine deriva dal greco, significa “rumore di denti”, digrignare i denti causando un eccessiva usura degli stessi.

E' coinvolta 1 persona su 10.
Ha uguale incidenza tra i due sessi.

Anche il “serramento dentale” è definito come bruxismo, quindi abbiamo:
1. Bruxismo “rumoroso” (digrignamento)
2. Bruxismo“silenzioso” (serramento)
3. Bruxismo misto

Si può classificare anche come:
•Diurno (meno frequente), meglio dire “nella veglia”.
•Notturno (più frequente), meglio dire “durante il sonno”.

Il singolo episodio di bruxismo:
a) Dura in media 9 secondi.
b) Può essere accompagnato da aumento della frequenza cardiaca e vasocostrizione sottocutanea fino all’ ipertensione.
c) Se il soggetto è svegliato, non mostra, di solito, consapevolezza del fenomeno.

Si classifica tra le para-funzioni ed è uno dei fattori principali dei disordini temporomandibolari in grado di provocare dolori muscolari e all’articolazione temporo-mandibolare con dolore vicino all’orecchio.


CAUSA
Potrebbe essere causato da una malocclusione (denti che non combaciano bene) ?
Non lo si è ancora dimostrato, ma una certa correlazione con le mal-occlusioni, dovrebbe sussistere.
Altri fattori che concorrono sono: la depressione e l’ansia, i disturbi del sonno, l’assunzione di alcuni farmaci, l’ipertensione e le aritmie (disturbi del battito cardiaco).

C’è predisposizione familiare o genetica.

Il bruxismo diurno è consapevole: il soggetto sa di digrignare o serrare i denti e spesso si ritrova in tensione quando è sotto stress o molto concentrato.

Nel bruxismo notturno i rumori possono essere avvertiti da chi ci sta accanto, ma soprattutto al risveglio si percepisce una stanchezza muscolare, frequenti mal di testa e talvolta una leggera dolenzia ai denti. In questo caso si vede che i denti sono consumati (faccette di usura).

Nel caso vi sia solo serramento l’usura dentale puo essere minima ma i muscoli masticatori sono iperattivi.

Quale la causa ? Una volta si credeva dipendesse dai precontatti della malocclusione, ma non è sufficiente a spiegare il serramento, si verifica anche in situazioni occlusali ottimali, e soprattutto l’eliminazione delle presunte interferenze, non sempre risolve il fenomeno.

Secondo una teoria più recente il problema è nel sistema nervoso centrale (in particolare nei nuclei motori del trigemino). È acquisito per plasticità neurale, viene “imparato a memoria” e ripetuto quasi involontariamente (diurno), un disequilibrio tra nuclei che innescano contrattura muscolare e nuclei che la frenano. Tuttavia alcuni farmaci antidepressivi migliorano ed altri peggiorano il bruxismo.

Il bruxismo è frequentemente associato a:
1. Sindrome da apnea ostruttiva del sonno,
2. Russamento importante,
3. Alterazioni del sonno,
4. Bevitori di alcol,
5. Bevitori di caffè,
6. Fumatori,
7. Soggetti molto stressati, con ansia e depressione;
8. Alterazioni elettroencefalografiche, spesso durante i 10 secondi che precedono un episodio di bruxismo
9. Sensazione soggettiva di soffocamento, sudorazioni,
10. Apnee e eccessivo numero di microrisvegli (arousal).
11. Allucinazioni notturne.
12. Mal di testa al risveglio.
13. Sonnolenza diurna.
Pare inoltre che il bruxismo sia spesso associato ad ipertensione.
Un’ altra ricerca è davvero interessante. Se si fanno stringere i denti (serramento), anche da svegli, aumenta la pressione del sangue, sia in soggetti con pressione normale che in quelli ipertesi.

Terapia?
Premesso che le conoscenze sul fenomeno sono piuttosto limitate, il migliore dispositivo rimane il bite, costruito su misura secondo certi criteri che dà sollievo soprattutto all’articolazione spesso interessata dal dolore. Un trattamento non iinvasivo, reversibile.

Associata al bite naturalmente è opportuno intraprendere una terapia per annullare od alleviare il dolore in altri distretti muscoloscheletrici, pertanto il consulto con ortopedici, fisiatri ed osteopati conferisce il miglior risultato. Può essere preso in considerazione l’ imparare lo stretching dei muscoli masticatori.

La costruzione del bite, la sua altezza e la sua funzionalizzazione fanno ottenere un buon risultato.

Curata la parte acuta, tolto il dolore e ridotta la sintomatologia si puo iniziare una terapia ortodontica e/o protesica che ripristina la funzione masticatoria, la fonesi e l’ estetica.
Add a comment...

Post has attachment
Il dentista sarà l’amico dei denti e il bambino deve essere conscio di come prendersi cura dei propri dentini. Amico dentista= bambino sano e felice.
Photo
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded