Profile cover photo
Profile photo
Studio Dentistico Dott. Lorello Padova
13 followers
13 followers
About
Posts

Post has attachment
Denti Sani: Scopri Come Rinforzare i Denti!

Ecco i consigli del Dottor Lorello su come rinforzare i denti per un sorriso perfetto!
Add a comment...

Post has attachment
Gengivite: Scopri i Rimedi Naturali per Gengive Infiammate

Si rinnova l'appuntamento con il nostro blog...in questo articolo parlo della gengivite le cause e rimedi..per saperne di più clicca su questo link:


http://www.dentistalorellopadova.it/blog/gengivite-rimedi-naturali-come-curarla
Add a comment...

Post has attachment
CARIE:
La carie è una malattia infettiva, dovuta da diversi fattori, interessa i tessuti duri del dente causando nel tempo se non trattata, la distruzione e la perdita di denti. Colpisce tutte le età, ma è più frequente dall'infanzia all'età di 18/19anni e nell'anziano. E' la patologia più diffusa al mondo, si ritiene che ne sia colpito il 90% della popolazione mondiale. La carie è causata da diversi fattori tutti correlati tra loro.
1-particolari batteri patogeni (tra cui uno produce acido) che aderiscono alla superficie  del dente attraverso la placca batterica.
2-cattive abitudini alimentari (troppi zuccheri) che alimentano tali germi.
3-i denti di alcuni soggetti potrebbero essere più vulnerabili all'azione dei batteri cariogeni per un intrinseca fragilità dei tessuti dentali su base familiare.
La placca batterica rappresenta il laboratorio biochimico dove gli zuccheri vengono trasformati in acidi dalla flora batterica presente.
Bisogna saper che la prevenzione si fa principalmente attraverso la pulizia. Lavare bene i denti infatti serve a ridurre il numero di batteri e allontanare i residui di cibo e non solo per avere un alito profumato.
Importantissimo è l'utilizzo del filo interdentale che ELIMINA LA PLACCA DEL 67% rispetto al 37% del solo spazzolamento. Infatti il suo uso è l'unica manovra che in condizioni normali  è in grado di pulire tra gli spazi interdentali, che tra l'altro è la zona più fragile della gengiva. Per scoprire se si ha spazzolato bene i denti, l'uso di tanto in tanto delle pastiglie rivelatrici di placca è un buon metodo per tenere i propri denti ben puliti e per imparare il corretto uso dello spazzolino.
Visita il Nostro Sito e non esitare a contattarci..
PhotoPhotoPhotoPhoto
2015-12-22
4 Photos - View album
Add a comment...

Post has attachment
COSE INTERESSANTI DA SAPERE SUI DENTI
-Nel periodo preistorico gli uomini soffrivano meno di carie pur non avendo i dispositivi dentali per pulirsi i denti che esistono oggi e sapete il perché? Gli alimenti che causano le carie sono soprattutto quelli che contengono zuccheri raffinati, zuccheri che non esistevano secoli fa
-Nell'antica Roma i denti traballanti venivano curati con dei fili d'oro. i fili d'oro venivano avvolti intorno ai denti per tenerli in posizione ed evitare che questi cadano. Si tratta di una specie di trattamento equivalente all'odierno splinting (legatura) usato per chi soffre di parodontite.
-Durante il Medioevo uno dei metodi diffusi per curare il mal di denti era quello di applicare una polvere a base di scarafaggi e lucertole direttamente sul dente. Apparentemente questo tipo di polvere calmava il dolore.
-I rimedi della Nonna considerati tra i più efficaci anche oggi includono l'uso dell'olio di chiodi di garofano. Basta un batuffolo di ovatta imbevuto di olio e applicato sulla zona dolorante per calmare i sintomi di qualche infiammazione dentale.
-Un buon metodo per prevenire l'erosione dentale è quello di mangiare un cubetto di formaggio dopo aver masticato qualcosa di acido. Infatti il formaggio rende la saliva più alcalina e ciò diminuisce il rischio di erosione dentale e quindi anche di carie. Questo è confermato dalla presenza in commercio oggi di prodotti derivati dalle proteine del latte per la prevenzione delle carie.
-Secondo gli studi più recenti, le persone che si lavano i denti almeno due volte al giorno hanno fino al 70% di rischio in meno di incorrere in infarti o ictus durante la loro vita.
-Se soffrite di mal di denti evitate di cercare trattamenti su internet. In molti casi si è dimostrato che le ricette fai da te per i denti fanno più male che bene. L'unica cosa giusta da fare in caso di mal di denti è contattare subito il Vostro dentista..
PhotoPhotoPhotoPhoto
2015-12-22
4 Photos - View album
Add a comment...

Post has attachment
Il Fumo e la salute dei Nostri denti...
Nel nostro Paese i fumatori sono 10 milioni e 925 mila, pari al 21,7% della popolazione dai 14 anni in su. I danni provocati dal fumo sono oramai noti e ben descritti, diversi studi scientifici dimostrano come il fumo non solo sia dannoso per la salute in generale, ma in particolare risulti essere uno dei più importanti fattori di rischio per quanto riguarda l'insorgenza e l'andamento della parodontite. I quadri clinici rilevati a livello di pazienti fumatori sono mediamente più gravi rispetto ai pazienti non fumatori :i primi presentano infatti una maggiore perdita di osso, un maggiore accumulo di tartaro e tasche in genere più profonde. L'abitudine al fumo, che non riguarda solamente il fumo di sigaretta, ma anche di pipa o sigaro, riduce le capacità rigenerative e di guarigione dell'organismo e di conseguenza anche l'efficacia delle terapie parodontali. Nei pazienti fumatori, il persistere dell'abitudine riduce le percentuali di successo delle cure e talvolta ne rende impossibili altre, come le riabilitazioni con impianti dentali. In particolare il monossido di carbonio, sprigionato dal fumo, diminuisce il trasporto di ossigeno e il metabolismo cellulare, provocando indirettamente ulteriore rallentamento della guarigione delle ferite. Non solo, il fumo è in grado di alterare cellule e mediatori chimici di entrambe le risposte immunitarie (aspecifiche e specifiche). E' quindi la minor efficacia della risposta immunitaria che rende il fumatore più esposto alle patologie rispetto ai non fumatori.
Per proteggere la mucosa orale e limitare i danni provocati dal fumo, potenziando le difese naturali della bocca è utile usare un collutorio a base di colostro senza alcol. Il Fumo fa male smettere è un ottimo modo per salvaguardare  la propria salute e i propri denti.
PhotoPhotoPhotoPhoto
2015-12-17
4 Photos - View album
Add a comment...

Post has attachment
Oggi vi do dei consigli utili su come spazzolare e pulire bene i denti..
 Come si puliscono bene i denti?
Insieme a dentifricio, filo interdentale e colluttorio, lo spazzolino è il protagonista indiscusso dell’igiene orale casalinga, che dovrebbe essere eseguita quotidianamente, subito dopo i pasti ed almeno due o tre volte al giorno. 
Se tutti sanno che lo spazzolino è lo strumento ideale per pulire denti, bocca e gengive ,non tutti però lo usano correttamente.Uno spazzolino ben utilizzato non fornisce “solo” un’adeguata pulizia orale e la piacevole sensazione di una bocca fresca: un suo impiego adeguato, infatti, costituisce l’arma più efficace per prevenire carie e disturbi gengivali in genere, ed evitare – quanto possibile – il deposito di placca batterica e tartaro sullo smalto dentale e negli spazi interdentali. Innanzitutto, per ottenere un’accurata pulizia delle superfici e degli spazi interdentali è necessario assicurarsi che non siano presenti dei depositi di tartaro, altrimenti la nostra fatica sarà inutile.
La spazzolatura può togliere i depositi di cibo e di placca tra i denti e non il tartaro, nel qual caso è bene eseguire prima una o più sedute di asportazione del tartaro da parte del dentista. L’asportazione del tartaro (detartraggio) eseguito nello studio del dentista vi dovrà lasciare la superficie di tutti i denti levigata come un acciaio lucido.
Se la pulizia quotidiana con lo spazzolino ed il filo dovesse trascurare qualche superficie, sarà logico che la placca lasciata libera di crescere avrà il tempo di trasformarsi in tartaro ed allora sarete costretti a tornare quanto prima dal dentista.
La placca si trasforma in tartaro in 7-10 giorni per cui non stupitevi se dopo un mese il dentista vi dirà che avrete bisogno di un nuovo detartraggio.
La tecnica della spazzolatura è semplice, basta seguire una applicazione logica e sistematica.E inoltre indispensabile sottoporsi alle visite periodiche dal dentista almeno per avere un controllo ed una verifica delle proprie abitudini di igiene orale.
Per qualsiasi informazione non esitate a contattarci..
.
PhotoPhotoPhoto
2015-12-15
3 Photos - View album
Add a comment...

Post has attachment
Oggi vi parlo di fattori di crescita autologhi nell'ambito odontoiatrico
Bisogna saper che la preservazione dell'alveolo all'atto dell'estrazione in vista dell'impianto impone massima attenzione da parte di Noi dentisti per garantire al paziente il miglior impianto possibile come posizione e dimensione. Ho avuto modo di utilizzare diversi biomateriali, tutti più o meno validi, ma ancora lontani da garantire costanza e predicibilità nella guarigione .Ora questo è reso possibile dall'utilizzo di fattori di crescita autologhi che permettono una maggiore rigenerazione tissutale.
Procedura: viene fatto un prelievo ematico al paziente, le provette vengono messe in un macchinario il medifuge dove vengono separate le componenti del sangue e isolato un concentrato di piastrine e di fattori di crescita ossea. Le piastrine sono una riserva di fattori di guargione che vengono rilasciati in sede chirurgica. Fin dal secondo giorno si nota sempre un colorito roseo della gengiva indice di un ottimo processo di guarigione. I fattori di crescita stimolano invece una più rapida ripresa e formazione di tessuti profondi(osso e ligamenti parodontontali. Non vi sono rischi di infezione essendo il materiale usato sangue autologo del paziente stesso. Tutto questo è utile in terapia parodontale (cura della piorrea) ex dei denti del giudizio( rapida guarigione dell'alveolo) implantologia(aumento verticale e orrizzontale del tessuto osseo in caso di sua insufficienza, cura chirurgica delle perimplantiti soprattutto in presenza di lesioni.
Visita il nostro sito http://www.dentistalorellopadova.it
PhotoPhotoPhoto
2015-12-11
3 Photos - View album
Add a comment...

Post has attachment
Tossicità del Nichel nell'ambito odontoiatrico:
Oggi vi parlo di un argomento molto importante e interessante,:
la tossicità del Nichel presente nelle corone in metallo ceramica.
Il Nichel come noto, è un metallo al quale molte persone sono allergiche, tanto che se si cerca su Google la parola "allergia" il primo suggerimento che appare ,prima ancora di aver finito di digitarla, è proprio allergia al nichel. E' stata fatta una verifica sulla composizione delle leghe con le quali sono fatte le protesi che arrivano in Italia dai Paesi extra europei, accompagnate o meno da dichiarazioni di conformità del fabbricante. Analizzando dei campioni si è riscontrata una presenza di Nichel oltre il 60%. Il laboratorio in questione ha una rete commerciale in Italia che si basa su "prescrizioni" via internet e consegne tramite corriere a riparo da qualunque controllo, ciò significa che pazienti italiani possono trovarsi in bocca protesi piene di Nichel senza saperlo.
In caso di allergia al Nichel, cromo e cobalto è consigliato di sostituire le vecchie protesi con corone e ponti in ceramica integrale , che oltre un vantaggio estetico, in quanto hanno una splendida traslucenza e sembrano naturali, sono completamente anallergici.
Visita il nostro sito  http://www.dentistalorellopadova.it
PhotoPhotoPhoto
2015-12-04
3 Photos - View album
Add a comment...

Post has attachment
IL POTERE DEL SORRISO
Il tuo sorriso ha più potere di quanto tu pensi"..
Un trattamento odontoiatrico può cambiare in maniera determinante l'atteggiamento di un individuo nella vita di relazione. Si rileva come i trattamenti siano sempre più personalizzati su ogni singolo paziente: "quali sono i motivi che possono creare problemi psicologici nella vita di relazione? Un brutto sorriso e un alito sgradevole. Il tailor made è un approccio di condivisione con il paziente delle tecnologie di utilizzo per il controllo meccanico (spazzolamento) e chimico (uso di collutorio) partendo da un'attenta visione clinica dei tessuti molli (gengive e parodonto) e duri (dente), spazi interprossimali, capacità manuali e tipologia caratteriale del paziente".il sorriso merita un'attenzione particolare: "fa la sua comparsa intorno alle prime cinque settimane di vita ed è una delle espressioni più universali e più contagiose, che accomuna ogni popolo; un passe-partout che apre le porte alla comunicazione, abbattendo differenze di età, mentalità e cultura". In conclusione curare il proprio sorriso fa bene alla salute e all' anima.
PhotoPhotoPhotoPhoto
2015-11-30
4 Photos - View album
Add a comment...

Post has attachment
Anche i denti sono una forma d'arte..

Le sculture di questi denti, sono a dir poco impressionanti. Non avremmo mai pensato di vedere il Colosseo scolpito su un molare, ma ora possiamo dire che questo è possibile ( chi nelle foto non riconosce la forma di un dente umano, deve ricordare la parte più “appuntita” è quella nascosta nelle nostre gengive e quindi è visibile solo dopo la rimozione del dente stesso):
Photo
Photo
2015-11-20
2 Photos - View album
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded