Profile cover photo
Profile photo
Soffrire per amore
10 followers -
Amore, sofferenza, rinascita
Amore, sofferenza, rinascita

10 followers
About
Soffrire per amore's posts

Post has attachment
http://www.soffriredamore.com/non-e-attratto-da-me/
Sale a tutti, scrivo per chiedervi un semplice parere. Frequento un ragazzo da 4 anni, abbiamo avuto mille alti e bassi ma nonostante tutto ci siamo sempre ritrovati. Dopo aver chiuso mesi fa, lui è tornato da me promettendomi l’impossibile ed è andato tutto bene fino al mese scorso, dove alla domanda “perché facciamo poco sesso?” lui ha risposto (ovviamente non così diretto e la discussione è stata più lunga ma vi riporto il succo) che non lo attiro come prima perché sono ingrassata. Premettendo che non ho mai avuto il fisico di Alessandra Ambrosio se sono ingrassata sarà di massimo 2 chili visto che i vestiti mi vanno tutti. Da come parlava sembrava quasi come se fosse una cosa insuperabile, come se ormai non potessi più piacergli. Si è scusato per avermelo detto ma infondo l’ho costretto io a dirmi cosa c’era che non andava (poteva avere più tatto quello sicuramente).
Vorrei sapere, secondo voi, cosa dovrei fare. Mi sento poco desiderata, denigrata, giudicata, da lui che dovrebbe essere l’uomo al quale dovrei piacere così come sono. Mi sento in imbarazzo e non so come comportarmi, d’altro canto non se ne può nemmeno parlare perché mi dice che sono troppo insistente e quindi non so dove sbattere la testa. So che gli piace stare con me ma ho avuto l’impressione di non essere voluta davvero, penso che chi ti vuole davvero bene non ti dica queste cose per poi non avere almeno una parola di conforto. Quasi mi sento in colpa per avergli chiesto cosa non andava in me, perché ora anziché essere io quella arrabbiata sembra sia lui, infatti non mi ha più scritto perché ha detto che sono stata troppo assillante nel chiedere quali fossero i problemi.
In fondo volevo fare qualcosa di buono cioè aggiustare una parte che secondo me iniziava a non andare, ma pare abbia fatto peggio.

Sono perdutamente innamorata ma ho paura che una persona così non mi corrisponda. Spero di avervi dato una minima idea della mia situazione e spero sappiate darmi preziosi consigli, anche su come dovrei comportarmi da ora in poi. Vi ringrazio di cuore
Photo

Post has attachment
http://www.soffriredamore.com/amarlo-ancora-dopo-in-anno/
Salve, sono qui a raccontare la mia storia dopo giorni di ricerche sul web su come affrontare questa situazione che sto vivendo e magari qualche consiglio su come risolverla.
Alla fine mi sono decisa ad espormi in prima persona per richiedere direttamente consigli, perché sto male, davvero male da più di un anno ormai e non ho la minima idea di come uscirne fuori.
Ho avuto una lunghissima storia d’amore con un uomo con cui ho anche convissuto per 6 anni.
Il nostro amore è stato speciale,di quelli che ti spezzano il fiato in gola quando cerchi di parlare e ti fanno battere forte il cuore.
Inizialmente abbiamo lottato noi contro tutti pur di stare insieme ed abbiamo vinto nonostante grandi difficoltà (entrambi uscivamo da storie serie che noi abbiamo deciso di chiudere).
Siamo stati insieme condividendo tutto, anche il lavoro. Ho lasciato la città dove vivevo x seguirlo ed ho rivoluzionato totalmente la mia vita pur di stare con lui.
Così senza accorgermene,sono diventata il suo satellite, il mio mondo ruotava esclusivamente intorno a lui, questo mi ha portata ad essere insicura e frustrata,ho iniziato a criticarlo e a prendermela continuamente con lui.
Mi sentivo la sua ombra e questo mi rendeva perennemente insoddisfatta e rabbiosa nei suoi confronti.
Così ha iniziato ad allontanarsi sempre di più fino a quando non mi ha chiesto un periodo di pausa.
In quel momento non capivo cosa avessi fatto e l’ho accusato di essere immaturo e di avermi usata.
Lui ha continuato a dire che non ha mai amato nessuna quanto me ne fatto tanto per nessuna,ma che ora provava rabbia nei miei confronti e non riusciva a darmi quello che volevo.
Mi chiedeva di aspettare e che era sicuro gli sarebbe passata.
Ma io impaziente di risolvere tutto ho fatto tanti errori come tempestarlo di telefonate, accusarlo di continuo, offenderlo, piangere e supplicarlo, anche quando mi telefonò per il mio compleanno non feci che accusarlo per il male che mi stava facendo. Solo ora capisco di avere colpe anche io e di non avere gestito bene la situazione.
Da Natale ci siamo lasciati definitivamente, gli ho chiesto io di lasciarmi andare e di non tenermi in quel limbo atroce che è l’attesa e lui piangendo ha acconsentito.
In questo periodo ci siamo visti quando sono stata a prendere le ultime cose che avevo a casa sua,lui è stato gentile, ha detto che gli faceva male vedere che prendevo le mie cose ma non mi ha fermata.
Io ho pianto continuando a dire che non avevo fatto niente e ho pianto. Ma gli ho anche detto di non amarlo più, lui me lo aveva detto durante una litigata avuta al telefono.
Mi ha detto che se anche al cellulare gli avevo risposto di non amarlo anche io ,sapeva che non era vero.
Quando mi ha salutata mi ha abbracciata e quando gli ho detto di volergli bene ha detto che anche lui me ne ha sempre voluto.
Da allora (è passato un mese e mezzo) solo contatti SMS per sistemare le ultime cose che avevamo in comune (documenti vari).
Poi tornata dalle vacanze, gli ho inviato un messaggio dicendogli che ero stata in un posto che mi ha ricordato lui e che, ovunque lui era, gli auguravo buon ferragosto, lui non mi ha risposto anche se ho visto che lo ha letto.
Vi prego datemi un consiglio,come posso fare per catturare la sua attenzione e fargli vedere che sono tornata la donna di un tempo, che ritrovando la mia indipendenza ho ritrovato la mia identità, quella che gli ha fatto perdere già una volta la testa ed il cuore e che non sono più quel l’essere insicuro che gli viveva accanto negli ultimi tempi?

Post has attachment
http://www.soffriredamore.com/il-mio-migliore-amico-mi-ha-detto-che-gli-piaccio/
Non so che fare, il mio migliore amico mi ha detto che gli piaccio e lo ha fatto tentando di baciarmi. Era da qualche settimana che lo vedevo strano, diceva che era colpa di una ragazza ma non mi diceva chi. Allora gli ho detto che mi doveva dire tutto, che l’avrei aiutato, ma lui mi ha detto che non potevo aiutarlo perchè quella ragazza ero io! Come faccio adesso? Lui è mio amico, lo sempre visto così, è capitato pure che dormissimo insieme dentro la stessa tenda. Da quando gli ho detto che mi piaceva un ragazzo si è stranito ed adesso la sua confessione, e non so che fare.

Non voglio farlo soffrire, non voglio perderlo come amico, ma come posso riuscirci? Accetto tutti i vostri consigli, grazie!

Post has attachment
Ciao ragazzi! Mi chiamo simone, ho 32 anni e leggendo le vostre esperienze ho deciso di raccontare
La mia storia. Da qualche settimana son stato lasciato da una ragazza con cui son stato per un anno e mezzo “non tantissimo”, ma è stata una storia molto intensa! Ho convissuto con lei per circa un anno, tra progetti di figli e matrimonio fino a qualche mese fa.
Abbiamo corso un po troppo visto il suo passato: lavorava in un bar che frequentavo dopo il lavoro ed era fidanzata con un ragazzo che a breve sarebbe diventato suo marito, ma che non voleva sposare!
In questo momento mi sento un pochino usato, forse è stata con me per non rimanere sola dopo la situazione col ex, sta di fatto che ora sto male, mi ha lasciato perché non mi amava più ed io sto facendo un enorme fatica ad accettarlo! Non la sto più cercando perché mi sembra tutto inutile e comunque mi farebbe ancor più male la sua freddezza!
Non so proprio che fare, ci penso ogni giorno e nel lavoro non riesco a dar il massimo, mentre lei sembra star bene e non pensare minimamente a quello che c’è stato, mi fa paura il dover ricominciare tutto da capo e in cuor mio spero che possa tornare un giorno!
Ho già passato momenti di questo tipo, serve tempo lo so, ma ogni volta è difficile affrontare questo tipo di malessere! Mi farebbe piacere sentir qualche opinione da parte vostra.
Un abbraccio!
http://www.soffriredamore.com/una-storia-finita/
Photo

https://www.tumblr.com/tagged/sento-che-lui-si-sta-allontanando
Dopo tanti anni di felicità lui sembra che sia cambiato, non è più l’uomo che conoscevo e sento che lentamente si sta allontanando. Siamo sposati da 7 anni felicemente, una delle coppie più belle mai viste a detta dei nostri conoscenti, un’intesa perfetta, ci basta uno sguardo per intenderci. Sempre coccolata da lui, mi ha sempre riempito di attenzioni, ma poi sono rimasta incinta e da allora lui è cambiato, non è più lo stesso.

E’ diventato nervoso, scorbutico, a volte intrattabile. Gli ho manifestato le mie perplessità sul suo nuovo modo di essere, ma lui ha attribuito a me tutte le colpe. Dice che da quando sono rimasta incinta sono intrattabile, nervosa, penso solo a rimanere nel peso forma, che la mia unica preoccupazione è se tornerò attraente dopo che sarà nato il bambino.

Io ho analizzato i miei cambiamento, devo dire che in piccola parte c’è stata da parte mia una piccola ossessione sulla paura di ingrassare a dismisura, ma credo di non aver esagerato troppo e comunque questo non giustifica la sua freddezza. Non mi scrive più ti amo nei messaggi e sembro essere diventata un peso se lo chiamo quando è a lavoro. Addirittura dice che gli rovino le giornate quando lo chiamo più del solito. Che devo fare, ho paura che si sia disinnamorato di me e non capisco perché!? Ho paura che si possa innamorare di un’altra donna!

Post has attachment
Avevo una relazione con un uomo a cui mi sono legata molto per svariati motivi. Ho sempre avuto sospetti che ci fosse un’altra in giro, ma pensavo di essere paranoica. Va a finire che scopro che in realtà l’altra c’era veramente. Lui ammette, ma non mi dà molte spiegazioni. Io mi sento malissimo. Sono arrabbiata, delusa da lui, da me. Non so cosa fare per star meglio.

Purtroppo l’unica cosa che mi viene in mente è scrivere all’altra, non volevo vendicarmi, non volevo far del male. Volevo solo sapere la verità. E la verità è che io ero l’altra. Inutile dire che mi sono pentita subito di averlo fatto, mi sono sentita uno schifo. Avrei dovuto affrontare la cosa solo con lui, ma in quel momento non mi sarei fidata delle sue parole. Ovviamente lui mi dice che se lo meritava ma che non vuole più avere a che fare con me. È passato un po’ di tempo, la rabbia è passata. E lo sogno ogni notte. Vorrei potergli parlare. Ma ho paura della sua reazione.

La mia storia comincia 12 anni fa, e da un po di tempo a questa parte sto mettendo in discussione la mia relazione, perchè siamo arrivati a un punto che le strade sono o si cambia con una convivenza o matrimonio o si ci lascia. Lui non si decide vuole laurearsi prima e poi se ne parla, ma quando?

Io sto facendo un tirocinio e mi passa altro tempo per finirlo, che devo fare? Aspettare..ma per quanto?Siamo sulla trentina e lui li ha passati da qualche anno comincio a pensare che la laurea sia solo una scusa, e mi chiedo se mai un giorno mi farà la proposta di matrimonio. Il contesto è che io non frequento più la sua famiglia, mentre lui si, perchè mi hanno mancato di rispetto molte volte, ci facevano litigare fino a offendermi in modo pesante e ho preferito evitarli e viviamo al sud dove lavoro non ce nè. Ultimamente soffro di ansia e non riesco più a stare serena, vorrei solo stare bene ma fingo che sia cosi. Non sono felice e tutti giorni sono uguali, a volte penso al passato con nostalgia e se ho avuto periodi peggiori di questo tutta questa situazione di stallo mi rende sempre nervosa soprattutto con lui infatti litighiamo spesso e alzo la voce perchè non mi capisce e io non riesco a spiegarmi, mi sforzo tutti i giorni di stare calma e di non perdere la pazienza ma è difficile. Che devo fare?
http://www.soffriredamore.com/aspettare-o-lasciare/

Post has attachment
http://www.soffriredamore.com/innamorato-di-una-ragazza-fidanzata-2/
Da mesi sono innamorato di una ragazza fidanzata. Più di un anno fa, quando non lo ero ancora, ho provato a baciarla ma lei mi ha respinto. Non mi ha detto nulla e io non ho chiesto nulla, non ne abbiamo mai parlato. In quel periodo lei si era fidanzata da poco o stava cominciando a uscire con il ragazzo con cui tuttora sta, e per quanto ne so il motivo potrebbe essere quello o potrei non piacerle o potrebbe essere entrambe le cose. In ogni caso io ci sono rimasto male, ma mi sono ripreso velocemente. Abbiamo continuato a uscire, siamo sempre stati in compagnia soprattutto all’università (e, per via dell’università, ci vedevamo per forza), passavamo diverso tempo insieme al punto da far sospettare a qualcuno che fossimo fidanzati.

Qualche mese fa ho capito che stavo cominciando a pensare costantemente a lei e a stare male per il fatto di non poterla avere, fino ad aver ammesso a me stesso di essermene definitivamente innamorato. Lei è una ragazza davvero speciale, è unica tra tutte le ragazze che abbia mai conosciuto in vita mia e non parlo così perché ne sono innamorato, è una cosa che ho sempre pensato dai primi tempi in cui l’ho conosciuta (si parla di alcuni anni). Per questo non riesco a smettere di chattare e passare più tempo possibile con lei, anzi ultimamente ho l’impressione che stiamo diventando sempre più intimi. Di cotte non corrisposte ne ho prese in vita mia, come chiunque, ma questa volta è davvero soffocante. Il solo pensiero di distaccarmi e non vederla più, per esempio quando ce ne andremo ciascuno per la nostra strada dopo l’università, mi manda semplicemente in crisi. Il pensiero di lei è martellante nella mia testa, è come un chiodo conficcato nel cervello: la penso dal primo momento in cui mi sveglio fino all’attimo prima di addormentarmi. E piango praticamente ogni giorno. Soprattutto pensare a lei con il suo ragazzo è straziante e mi fa disperare.

La situazione si è fatta davvero insopportabile, disumana, e io non ne posso più. Devo averla, devo dimostrarle quanto bene posso darle, ho bisogno di ricevere affetto da lei. Ho bisogno di tentare di nuovo di baciarla e vorrei farlo a breve, ma come faccio se è fidanzata? Penso che in realtà sarebbe meglio aspettare che si lasci e, datemi dell’egoista o del cinico, ma spero con tutto il cuore che succeda presto. Però tutto questo sta logorando il mio equilibrio psichico, davvero non ce la faccio più: a parte dormire non esiste niente che riesca completamente a distrarmi, che sia guardare un film, uscire con gli amici, bere o altro, perfino studiare. Perciò sto pensando di riprovarci: sono realista e so che le possibilità di riuscire sono molto basse. Se mi rifiuta le dico ciò che provo (e ciò che penso della sua relazione, cioè una cosa un po’ incerta e forse campata per aria, come lei stessa qualche volta ha cercato di dire: un po’ di tempo fa sosteneva per esempio che il suo ragazzo non la considerasse molto, oppure una volta ha mostrato di pensare che il loro rapporto sarebbe finito di lì a breve, tuttavia ho il presentimento che invece ultimamente le cose tra loro si stiano consolidando, poi non so, non conosco lui) e le dico che non voglio essere suo amico e che quindi vorrei smettere di vederla. Ma non so se riuscirò a trovare il coraggio di dirle questo, come ho detto soffro al solo pensiero di non vederla più.
Immagino di essere stato prolisso e chiedo scusa, vorrei aggiungere molto altro ma sarei noioso e probabilmente anche patetico. Scrivo qui per avere un canale di sfogo, perché ho bisogno di supporto emotivo e per eventuali consigli su come affrontare questa situazione.
Photo

Post has attachment
Strana la mia storia, sto con lui da 3 anni, lo amo da impazzire eppure non lo desidero. Non che prima il sesso fosse una prerogativa della nostra coppia ma ultimamente lui non mi cerca a letto e se devo essere sincera io non lo cerco affatto. Io lo stimo molto, lo amo e davvero non riuscirei a vedermi senza di lui però ultimamente sogno sempre che lo tradisco, che faccio sesso come piace a me. Penso a qualche anno fa, quando facevo il sesso come piace a me. Con un mio ex il sesso era travolgente mentre adesso il nulla.

Sono una bella donna, apprezzata dagli uomini e ultimamente ho paura di lasciarmi andare e di tradirlo. Lo so, me ne pentirei per sempre però ho bisogno di sesso, così mi sento castrata. Però non starei mai con un uomo solo per sesso, ho bisogno di sentirmi desiderata. Ultimamente c’è un collega che chiaramente mi ha fatto capire che mi desidera e a lavoro avrei voglia che mi saltasse addosso e mi scopasse. Poi queste sensazioni mi fanno sentire male dentro. Spero solo che questo mi passi perché per come sono fatta è difficile sbloccarmi ma se qualcuno riuscisse a sbloccarmi mi comporterei come una ragazzina affamata di sesso e amore.

Sono disperata, stanotte ho sognato di farlo con il mio collega in maniera sfrenata e senza tabù…che mi sta succedendo? Come posso amare una persona che non desidero? Mi sto ingannando da sola o anche a voi è successo?
http://www.soffriredamore.com/lo-amo-ma-non-lo-desidero/
Photo

Post has attachment
http://www.soffriredamore.com/amore-e-odio-2/
Ho 20 anni e mi ero innamorato di una ragazza che ha più o meno la mia stessa età, e naturalmente senza essere corrisposto. Ho usato il passato perché non sono più innamorato di lei, l’ amore non corrisposto è un eventualità che capita un po a tutti, ma se si protrae a lungo verso qualcuno in cui non suscitiamo il minimo interesse be allora non si tratta di amore, si tratta di ossessione, di una malattia dell immaginazione.

Lei era una mia “amica”,conosciuta circa 3 anni fa. Me ne sono innamorato subito, all’inizio era bello,mi illudevo e nella mia ingenuità non consideravo che se lei se ne fosse andata per qualsiasi motivo per me sarebbe crollato tutto. E infatti cosi è stato. Improvvisamente ha smesso di salutarmi, ha iniziato a ignorarmi senza che io le avessi fatto nulla. Potete immaginare come mi sono sentito in quel momento,improvvisamente sono stato assalito da una solitudine cosmica,infinita,una malinconia senza fine. Non l’ho contattata per molto tempo, per circa un anno, perchè avevo paura, pensavo che tutto sarebbe passato in qualche mese ma non era cosi.

A febbraio, dopo un anno, decido di darci un taglio, cosi le regalo un mazzo di fiori con una lettera, in cui le spiegavo tutto quello che provavo, lei mi ha risposto cosa che sinceramente non mi aspettavo, dicendomi che non ricambiava,  addirittura accetto il mio invito a prenderci un caffe insieme, salvo poi rimangiarsi tutto. Ed eccoci di nuovo, altra delusione, altra botta tremenda, e cosi che inziaii a scrivergli dei testamenti patetici, messaggini vari senza ottenere risposta.Sono stato molto male, sopratutto grazie a Facebook,che mi teneva aggiornato su tutto quella che lei faceva, amici nuovi, serate, viaggi, il tutto mentre io annegavo nella mia disperazione.

E passato qualche mese, e 2 giorni fa la vedo di nuovo per caso che camminava con un ragazzo, forse il suo ragazzo, lei mi ha visto, ne sono sicuro e mi è passata davanti a testa alta, con uno snobismo da top model, cosa che lei non è assolutamente. Mi sono sentito come trafitto una lama che mi attraversava il petto da parte a parte, era la verità che mi veniva sbattuta in faccia e che mi aveva aperto gli occhi. Ma come era possibile? Dopo tutte le scuse, tutte le umiliazioni, tutti gli sforzi che avevo fatto per dirgli quello che provavo perchè si comportava cosi? Ma chi si crede di essere?

Sono stato assalito improvvisamente da un rabbia tremenda, da un odio nero e puro tanto che non so neanche come ho fatto a controllarmi. Ho trascorso una notte insonne dopo quell’incontro durato pochi secondi, solo averla vista dopo tanti mesi mi aveva letteralmente distrutto. Ho scritto un messaggio pieno di rabbia alla sua amica, l’ho fatto di impulso, e preferirei non averlo fatto, visto che sono stato io da solo a mettermi nei guai, sono stato io a volerle tutto questo quando le ho scritto quella lettera. L’ odio e la rabbia mi hanno fatto capire la follia di questa situazione, sono stati come una secchiata d acqua fredda che mi hanno fatto aprire gli occhi su di lei, sulla sua indifferenza e insensibilità. L’ amore incondizionato non esiste, è una balla, in questo mondo fatto di materia rozza, amore e odio vanno a braccetto, sono due facce della stessa medaglia, proprio come bene e male. Tutto questo non ha senso , sono completamente disilluso sull’amore ormai e non mi sono affatto ripreso.

L’amore è pericoloso, più dell’odio, fa male più di qualsiasi altra cosa, ma non ho intenzione di abbandonare le armi, voglio lottare ancora per costruirmi vita che mi merito con la consapevolezza di essere più forte di prima.
Photo
Wait while more posts are being loaded