Profile cover photo
Profile photo
Studio Scirpoli & Co. | Consulenza aziendale e tributaria
58 followers -
Accounting & Tax Management Consulting | PMI's Corporate Governance, Compliance & ICT Integration
Accounting & Tax Management Consulting | PMI's Corporate Governance, Compliance & ICT Integration

58 followers
About
Posts

Post has attachment
Convegno Nazionale Tributaristi LAPET Torino SAA School of Management 19 Febbraio 2016
Photo

Post has attachment

Post has attachment

Post has attachment

Post has shared content
Oggi 17 dicembre 2013 ho partecipato, come Tributarista Associato LAPET, alla giornata di studio sulla mediazione tributaria, organizzata dall’Agenzia delle Entrate e dai Tributaristi LAPET, in collaborazione con la Camera di Commercio di Verbania (VCO), nell’ambito dei numerosi eventi gratuiti accreditati ai fini della formazione obbligatoria continua della nostra categoria professionale.
Si è discusso di Sistemi deflattivi del contenzioso tributario e dell’efficacia dell’istituto della mediazione tributaria, entrato in vigore nel 2012 allo scopo di ridurre le cosiddette “liti minori”, cioè le controversie tra fisco e contribuenti con un valore inferiore ai 20mila euro. L’Istituto apre una finestra di dialogo tra le parti prima del processo vero e proprio in Commissione tributaria e, in caso di accordo, prevede anche una riduzione al 40% delle sanzioni.

Post has shared content
E’ stata davvero scritta la parola fine all’annosa questione relativa alla disciplina di applicazione IVA sulle cessioni di prodotti di oreficeria da parte dei compro oro o delle gioiellerie?

Ad una lettura fugace della Risoluzione 92/E dell’Agenzia delle Entrate, che risponde ad una Consulenza Giuridica richiesta nel Maggio 2013 da Federpreziosi Confcommercio di concerto con Federorafi Confindustria, sembrerebbe di si. Ma se ci si sofferma sulla lettura più approfondita delle ulteriori precisazioni fornite, ci si accorge che la confusione regna ancora sovrana e che la riflessione più immediata degli addetti ai lavori non può che ricondursi ad un senso di sconcerto per l’estraneità delle soluzioni prospettate rispetto alle effettive e complesse pratiche commerciali che contraddistinguono un settore che, sempre più, risulta turbato da fenomeni e pratiche che mettono a dura prova il fragile quadro normativo in tema di antiriciclaggio.

Post has shared content
A partire da oggi le pubbliche amministrazioni che, volontariamente e sulla base di specifici accordi con i propri fornitori, decidono di aderire al Sistema di Interscambio (SdI) gestito dall’Agenzia delle Entrate possono iniziare a ricevere le fatture in formato elettronico. Secondo il calendario contenuto nel Dm n. 55/2013, dopo questa prima fase di sei mesi, dal 6 giugno 2014 la fatturazione elettronica sarà obbligatoria nei confronti di Ministeri, Agenzie fiscali ed Enti di previdenza, che non potranno più accettare fatture in formato cartaceo. A seguire, dal 6 giugno 2015, l’obbligo scatterà per tutte le altre amministrazioni ad eccezione delle amministrazioni locali la cui data di attivazione verrà fissata con un apposito decreto.

Post has attachment

Post has attachment
Come si ricorderà, il Dl “Salva Italia” 201/2011 ha introdotto l’obbligo, per gli operatori finanziari, di comunicare all’Anagrafe Tributaria le informazioni sui saldi e sulle movimentazioni dei rapporti attivi. La comunicazione – effettuata attraverso un canale dedicato, in linea con quanto indicato dall’Autorità Garante per la protezione dei dati personali si affianca a quella relativa all’Anagrafe dei rapporti finanziari, regolata dai provvedimenti del 19 gennaio 2007 e del 29 febbraio 2008.

Post has attachment
Dall’Agenzia delle Entrate, Direzione Regionale della Lombardia – Ufficio Fiscalità delle Imprese e Finanziaria – arriva un’importante e definitiva conferma a sostegno della tesi dell’applicabilità del regime di inversione contabile di cui all’art. 17, comma 5, DPR 633/1972 nel caso in cui un compro-oro ceda materiale d’oro usato ad un Operatore Professionale in Oro qualificato ai sensi della Legge 7/2000 e che operi esclusivamente nel settore dell’affinazione e del recupero dei metalli preziosi.
Wait while more posts are being loaded