Profile cover photo
Profile photo
Riccardo Vieri
77 followers
77 followers
About
Communities and Collections
Posts

Utilizzare l'energia umana derivante dai movimenti quotidiani, permette di andare ben oltre il metodo standard di assegnazione di criptovalute col mining; infatti minare le monete è costoso e non eco friendly.

Perchè consumare così tanta corrente e alimentare Ico non regolamentate quando è possibile trovare forme Smart più Eco sostenibili?

Non credo che i padri fondatori delle criptovalute avessero in mente la creazione di un sistema che potesse rendere più liberi e anonimi, ma contribuisse a distruggere l'ambiente. ..

Nel corso degli ultimi anni, il progetto di decentralizzazione si è attenuato, e la creazione di business qualsi monopolisti ha di fatto spostato il vero focus dei principi" a cui si sono ispirati alcuni tra i padi fondatori delle criptomonete.

Walkybit è una delle soluzioni applicabili. Una app che simula il pow mining per assegnare criptomonete già allocate ma non ancora distribuite. Il sistema , permetterà l'assegnazione di Cnt future, il soft fork della criptovaluta Centurion, utilizzata anche da Starbit International come forma di pagamento da parte dei clienti per i propri servizi.

Camminare e tenersi in forma è consigliato dalla medicina tradizionale, e la riduzione dei consumi energetici per salvaguardare l'ambiente è una delle più importanti sfide per i secoli a venire.

Un nuovo modo per microcontribuire è anche rovesciare il tradizionale metodo di distribuire le criptomonete di oggi...

Walkybit 3.0 è appena arrivata. Benvenuta.

Add a comment...

Che cosa è Bitcoin Mining? In un certo senso Bitcoin è come l'oro:
Una delle analogie più comuni che la gente usa per Bitcoin è che è come l'oro minerario.Proprio come il metallo prezioso, c'è solo una quantità limitata (ci saranno solo 21 milioni di bitcoin) e più che si ottiene, più è difficile trovarne altro. Oltre a ciò, Bitcoin funziona in modo piuttosto diverso. Una delle principali differenze è che l'estrazione non crea necessariamente il bitcoin. Bitcoin è dato ai minatori come ricompensa per la convalida delle transazioni precedenti.

Quindi come fanno?

L'estrazione Bitcoin richiede un computer e un programma speciale. I minatori utilizzeranno questo programma e molte risorse informatiche per competere con altri minatori nella soluzione di complicati problemi matematici. Circa ogni dieci minuti, questi cercheranno di risolvere un blocco che contiene i dati delle transazioni più recenti, utilizzando funzioni di hash crittografiche.
Add a comment...

Blockchain, questa sconosciuta:

Efficienza, semplicità e bassi costi di gestione: sono queste le caratteristiche principali che negli ultimi anni hanno reso la tecnologia blockchain sempre più interessante, tanto da spingere la rivista The Economist a definirla “the next big thing”, un’innovazione tecnologica che avrà grandissimo impatto sul modo di lavorare di imprese e pubbliche amministrazioni., così da impattare nella vita quotidiana di tutti.

Per capire come funziona una blockchain bisogna pensare a un libro mastro: un registro su cui vengono trascritte in modo criptato tutte le operazioni effettuate dai computer che fanno parte di una rete, i cosiddetti “nodi”. Il registro è condiviso da ciascuno di essi e la trascrizione avviene in automatico: in questo modo rimane traccia di ogni operazione e
dell’identità di chi l’ha effettuata. Il nome “blockchain” (catena di blocchi) si deve al fatto che è una tecnologia distribuita: ogni nodo, infatti, svolge un ruolo nel processo di verifica delle informazioni, inviando un blocco di dati al nodo successivo. Ciascun blocco contiene le ultime transazioni registrate e un riferimento al blocco precedente, formando così una catena.

La registrazione automatica delle transazioni, poi, fa sì che non occorra un’autorità terza per garantire che esse siano sicure: lo certifica direttamente la rete. La blockchain è quindi una banca dati il cui contenuto non sta in un unico luogo - per esempio un mega-server centralizzato - ma è distribuito all’interno di una rete di terminali collegati, ciascuno dei quali rafforza la sicurezza dell’intera infrastruttura.

L’applicazione della tecnologia blockchain è rimasta a lungo confinata alla gestione delle transazioni della moneta virtuale Bitcoin, creata nel 2009 dal giapponese Satoshi Nakamoto. È a partire dal 2014 che molte aziende hanno iniziato a pensare al modo di usarla anche in altri ambiti e generalizzarne la visione della sua utilità.
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded