Profile cover photo
Profile photo
Partito Democratico - Unione Comunale di Pontassieve
1 follower
1 follower
About
Posts

Post has attachment
L’Assemblea Comunale del 7 novembre 2016 ha eletto all’unanimità Tommaso Valleri come nuovo Segretario dell’Unione Comunale di Pontassieve del Partito Democratico. Attuazione della conferenza di programma, riorganizzazione del Partito e vita nei Circoli le priorità indicate dal nuovo Segretario.

Leggi il comunicato: http://www.pdcomunalepontassieve.it/tommaso-valleri-eletto-segretario-dellunione-comunale-di-pontassieve/
Photo

Post has attachment
Lunedì 7 novembre 2016 alle ore 21 presso i locali della Casa del Popolo (via Montanelli 35, Pontassieve) è convocata l'Assemblea comunale di Pontassieve per l'elezione del nuovo Segretario Comunale, a seguito delle dimissioni di Stefano Gamberi.

Post has attachment
Care democratiche, cari democratici,

siamo orgogliosi di rappresentare, in questo territorio, un partito riformista, autenticamente maggioritario e popolare quale è il Partito Democratico.

Siamo consapevoli di rappresentarlo in anni non facili: anni di profonda trasformazione economica, sociale, culturale e istituzionale.

Il filo conduttore che lega questa conferenza di programma è lo stesso filo conduttore proprio a tutto il Partito Democratico: interpretare il cambiamento e governarlo.

Il presente documento è finalizzato infatti a dare alcuni indirizzi puntuali su temi che riteniamo vitali per il “nostro” Comune, nonché alcuni orientamenti generali tesi ad avviare e consolidare un percorso che veda la partecipazione di tutti gli attori coinvolti: i cittadini, il Consiglio Comunale, la Giunta, il Sindaco.

Ma anche i Comuni e i territori limitrofi con i loro rappresentanti, riallacciandoci agli orientamenti strategici recentemente promossi anche dalla Segreteria Regionale del Partito Democratico sui temi propri alla riorganizzazione istituzionale.

Sappiamo che la mappa non è il territorio e che il nome non è la cosa designata. Ogni qual volta c’è un pensiero e una percezione – o una comunicazione della percezione – vi è in realtà una trasformazione tra la cosa comunicata e la sua comunicazione.

Sappiamo altresì che non esiste un’esperienza oggettiva, giacché l’esperienza di ognuno di noi è sempre soggettiva.

Infatti la mappa è la somma delle nostre esperienze e il vero obiettivo dovrebbe per noi essere quello di andare verso la mappa dell’altro, andargli incontro per conoscere e comprendere il suo punto di vista.

Ecco che allora il Partito Democratico si è interrogato sulla necessità di fornire una sintesi che tenesse conto delle varie soggettività, dei vari punti di vista che di volta in volta sono stati intercettati sul territorio: alla volte durante dibattiti, conferenze o assemblee, altre volte – più semplicemente – fermandosi a dialogare con chi aveva qualcosa da dire.

Con coraggio e consapevolezza abbiamo adottato un metodo di lavoro fondato su tre elementi:

l’analisi e lo studio delle trasformazioni in atto;
la costruzione di una visione del futuro;
la cooperazione intesa come prospettiva fondamentale.
Senza mettere in discussione compiti, responsabilità politiche e ambiti di intervento, siamo convinti che un partito, quale istituzione intermedia, debba stabilire un dialogo e un confronto continuo con gli organi di governo al fine di definire insieme una strategia di intervento.

Bisogna dunque saper aprire un’interlocuzione forte con quel civismo che è sempre stato diffuso sul nostro territorio, fatto di esperienze e di idee di donne e di uomini che negli anni hanno portato il proprio contributo allo sviluppo di Pontassieve e delle sue frazioni.

Proprio per questo abbiamo costituito dei gruppi di lavoro che si sono occupati nel tempo di tematiche specifiche: gli assetti istituzionali, l’urbanistica, la sanità, la scuola, la cultura e lo sport.

L’area tematica assetti istituzionali, coordinata da Nicola Bernardini, tratta il tema della riforma delle autonomie, tese a favorire l’aggregazione dei Comuni nell’ottica della definizione di nuovi e più grandi ambiti di governo.

L’area tematica urbanistica, coordinata da Claudia Dei, suggerisce le linee d’azione per lo sviluppo del territorio e considera necessaria una idea di pianificazione che abbia una visione di livello sovracomunale.

L’area tematica salute, coordinata da Andrea Pazzi, si occupa di delineare un quadro realistico di sviluppo dei servizi all’interno del più ampio contesto della Valdisieve, con un focus sulla Casa della Salute.

L’area tematica scuola, cultura e sport, coordinata da Marica Renai, tratta il tema della “città educativa” nella sua più ampia accezione partendo dall’analisi di alcuni casi di successo.

I gruppi di lavoro, fin da subito, si sono interfacciati da una parte con il territorio, dall’altra con gli organi di governo, con l’obiettivo di individuare una mappa comune e condivisa, ispirati dalla passione di lavorare per la costruzione di un contesto vicino ai bisogni dei cittadini di Pontassieve, aperto agli interrogativi del futuro e capace di intercettare le domande di modernità e di progresso civile.

Tommaso Valleri
Segreteria Comunale

Post has attachment
Sabato 23 gennaio 2016 dalle ore 15:30 presso la Casa del Popolo (via Montanelli, 35 – 50065 Pontassieve) si terrà la conferenza di programma del Partito Democratico.

Il presente documento – presentato alla conferenza di programma del Partito Democratico del 23 gennaio 2016 – è finalizzato a dare alcuni indirizzi puntuali su temi ritenuti vitali per il Comune di Pontassieve, nonché orientamenti generali per avviare un percorso di lavoro che assicuri il rinnovamento e la modernizzazione del nostro territorio.

Unirsi per crescere si occupa di quattro macro-aree:

1) assetti istituzionali
2) urbanistica
3) sanita’
4) scuola, cultura e sport.

Unirsi per crescere è il risultato di un lavoro portato avanti dalla Segreteria dell’Unione Comunale di Pontassieve attraverso specifici gruppi di lavoro, ognuno dei quali si è occupato di un’area tematica.

Gli anni che stiamo vivendo e che il nostro territorio sta vivendo sono anni di profonda trasformazione. Per questo l’Unione Comunale di Pontassieve del Partito Democratico intende promuovere un percorso partecipato volto a interpretare il cambiamento e governarlo.

Scarica il documento: http://www.pdcomunalepontassieve.it/wp-content/uploads/2016/01/Unirsi-per-crescere.pdf

Post has attachment
Il tema della riforma delle autonomie ha assunto nella discussione politica un ruolo di assoluto rilievo che pone all’attenzione delle istituzioni e delle comunità locali una questione non più rimandabile: la riorganizzazione degli assetti istituzionali. “Unirsi per crescere” è lo slogan della conferenza programmatica dell’Unione Comunale del Partito Democratico di Pontassieve che si terrà il prossimo 23 gennaio e sintetizza la posizione e l’indirizzo che come Partito e Amministrazione vogliamo intraprendere.

L’Unione dei Comuni, di cui Pontassieve fa parte, ha perso la sua funzione principale perché la Città Metropolitana è diventata di fatto l’organo preposto a svolgere funzioni di raccordo sovra comunali e a fare scelte strategiche. I motivi che in passato ci hanno portato a credere nell’Unione dei Comuni come strumento migliorativo per la governance territoriale, sono gli stessi che oggi ci fanno guardare a nuovi assetti istituzionali per giocare un ruolo da protagonisti all’interno della Città Metropolitana.

Pensiamo sia doveroso superare l’Unione e intraprendere un percorso di fusione con i Comuni che si renderanno disponibili, in un quadro di inalterata unione politica, ma che al contempo sappia valorizzare anche nuovi e proficui rapporti con aree ad oggi non presenti.

Il Sindaco e il Partito Democratico, come da programma di mandato, hanno già espresso la volontà di partire dal nucleo dei Comuni di Rufina e Pelago e della Valdisieve per intraprendere un serrato confronto sulla opportunità di arrivare alla fusione, anche se ad oggi la disponibilità più impegnata arriva dal Comune di Rignano sull’Arno.

La conferenza programmatica del prossimo 23 gennaio e l’imminente avvio della discussione sul nuovo piano strutturale che disegnerà la Pontassieve del futuro, rendono le decisioni non più rimandabili.

Pontassieve ha una posizione di naturale cerniera con il territorio fiorentino. Attraverso la collaborazione politica e istituzionale con aree a noi prossime che ad oggi non sono nell’attuale assetto istituzionale, possiamo avere un ruolo strategico, soprattutto nel pianificare le infrastrutture necessarie e nel fornire servizi qualificati di supporto alla città. In quest’ottica il nostro sguardo non può che essere rivolto verso Firenze come comune e come città metropolitana.

f.to
Monica Marini, Sindaco di Pontassieve
Stefano Gamberi, Segretario Comunale Partito Democratico
Marco Passerotti, Capogruppo Partito Democratico

Post has attachment
Tanti cari auguri per queste imminenti festività
Photo

Post has attachment
Dopo la visita al banchino del Partito Democratico di Rignano sull’Arno, il premier Matteo Renzi ha visitato i militanti di quello di Pontassieve per l’iniziativa Italia Coraggio.

Tra saluti e abbracci, il premier ha chiesto quali siano le fonti di maggior malumore alla base del partito, ottenendo come risposta “pensioni” e “banche”.

Tra le note positive, i militanti hanno sostenuto le recenti iniziative sulla cultura e la posizione in politica estera assunta dal Governo e dal Partito Democratico di Andrea Lattanzi.

Ad attendere il Premier c’erano il Segretario Comunale del Partito Democratico di Pontassieve Stefano Gamberi, il Sindaco di Pontassieve Monica Marini, l’Eurodeputato Pd Nicola Danti, il Sindaco di Dicomano Stefano Passiatore, il Segretario del Partito Democratico di Rufina Davide Maione e alcuni membri della Segreteria del Partito Democratico di Pontassieve tra cui Claudia Dei, Mauro Mannelli, Giovanni Passaniti, Andrea Pazzi, Marica Renai e Tommaso Valleri. Presenti inoltre i Consiglieri Comunali Daniele Donnini, Luigi Fantini e Gloria Giorgi e l’Assessore Jacopo Bencini.
Photo
Wait while more posts are being loaded