Profile cover photo
Profile photo
Osservatorio Astronomico Monte Baldo "A.Gelodi"
76 followers -
Il cielo non è mai stato così vicino
Il cielo non è mai stato così vicino

76 followers
About
Posts

Post has attachment
Condividiamo con voi questa mostra realizzata dall’INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica) in collaborazione con l’ESO (European Southern Observatory). Equazioni, formule e incognite di una rappresentazione simbolica del cosmo: una raccolta di emozionanti scatti dell’universo conosciuto e la matematica che ne descrive la straordinaria bellezza. Dalla celebre equazione di Einstein E=mc2 alla formula di Drake, da Pitagora a Heisenberg, dall’energia di un fotone alla lunghezza di Planck. Una formula per tutte le stagioni.

Siete in metropolitana nell’ora di punta. Vorreste tanto scendere dalla carrozza dove vi trovate ma fuori c’è troppa gente in attesa e a un certo punto… finisce che nessuno riesce a fare un passo e si sta lì come sardine in scatola. Questa è la situazione limite descritta dalla luminosità di Eddington: le persone dentro la carrozza della metropolitana sono come fotoni che cercano di uscire, mentre a voler entrare sono gli atomi di materia, in caduta libera su un buco nero o su una stella di neutroni. È così che si accendono le più luminose sorgenti in raggi X che vediamo in questa immagine. Questa settimana condividiamo il Limite di Eddington, spiegato da Anna Wolter, INAF Istituto Nazionale di Astrofisica.
Add a comment...

Post has attachment
Condividiamo con voi questa mostra realizzata dall’INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica) in collaborazione con l’ESO (European Southern Observatory). Equazioni, formule e incognite di una rappresentazione simbolica del cosmo: una raccolta di emozionanti scatti dell’universo conosciuto e la matematica che ne descrive la straordinaria bellezza. Dalla celebre equazione di Einstein E=mc2 alla formula di Drake, da Pitagora a Heisenberg, dall’energia di un fotone alla lunghezza di Planck. Una formula per tutte le stagioni.

Non è un Van Gogh, ma ci somiglia. Quello che state guardando è il seme da cui sono germogliate le prime stelle e le prime galassie. Di più. È la prova stessa che il nostro universo, quando è nato, era un posto estremamente caldo e denso. Una palla di fuoco in equilibrio termico con la materia presente: elettroni e protoni. Il genere di oggetto strampalato che i fisici chiamano corpo nero. La legge di Wien dice che per una radiazione di corpo nero il prodotto tra la lunghezza d’onda e la temperatura è pari a un valore costante. Se dunque la temperatura dell’universo scende a causa della sua espansione, la lunghezza d’onda della sua prima luce deve aumentare. Questa settimana condividiamo la legge di Wien, spiegata da Paola Battaglia, INAF Istituto Nazionale di Astrofisica.
Legge di Wien
Legge di Wien
edu.inaf.it
Add a comment...

Post has attachment
Che meraviglia! Spiegato in dettaglio una eruzione solare in una elaborazione/simulazione tridimensionale al computer.
Add a comment...

Post has attachment
Un terremoto di magnitudo ML 4.6 è avvenuto nella zona: 11 km E Ravenna (RA), il 15-01-2019 00:03:56 (UTC +01:00) ora italiana
con coordinate geografiche (lat, lon) 44.37, 12.32 ad una profondità di 25 km.
Il terremoto è stato localizzato da: Sala Sismica INGV-Roma. (Dati INGV).
Il sisma è stato registrato anche dal sismografo dell'Osservatorio Astronomico Monte Baldo. Ecco qui di seguito il tracciato. Per approfondimenti: http://www.osservatoriomontebaldo.it/blog/?20190115-evento-21373071
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Condividiamo con voi questa mostra realizzata dall’INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica) in collaborazione con l’ESO (European Southern Observatory). Equazioni, formule e incognite di una rappresentazione simbolica del cosmo: una raccolta di emozionanti scatti dell’universo conosciuto e la matematica che ne descrive la straordinaria bellezza. Dalla celebre equazione di Einstein E=mc2 alla formula di Drake, da Pitagora a Heisenberg, dall’energia di un fotone alla lunghezza di Planck. Una formula per tutte le stagioni.

Ecco un bell'esempio di equazione sempre valida: divergenza del campo magnetico uguale a zero. Ma cosa ci dice questa formula? Anzitutto che B, il campo magnetico, è caratterizzato da due polarità, inseparabili. Perché un magnete ha sempre un polo positivo e uno negativo ed esistono linee di campo che connettono l’uno all'altro. E le linee di campo magnetico sono protagoniste di questa affascinante immagine della nostra stella. Questa settimana condividiamo la legge di Gauss, spiegata da Alessandro Bemporad, INAF Istituto Nazionale di Astrofisica.
Legge di Gauss
Legge di Gauss
edu.inaf.it
Add a comment...

Post has attachment
Condividiamo con voi questa mostra realizzata dall’INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica) in collaborazione con l’ESO (European Southern Observatory). Equazioni, formule e incognite di una rappresentazione simbolica del cosmo: una raccolta di emozionanti scatti dell’universo conosciuto e la matematica che ne descrive la straordinaria bellezza. Dalla celebre equazione di Einstein E=mc2 alla formula di Drake, da Pitagora a Heisenberg, dall’energia di un fotone alla lunghezza di Planck. Una formula per tutte le stagioni.

Un migliaio di galassie di massa superiore a un milione di miliardi soli: un ammasso di galassie. Il tutto avvolto in una nube di gas che ribolle alla temperatura infernale di circa 10 milioni di gradi Celsius e che, proprio per questo, emette una forte radiazione X. Ricostruire la formazione e lo sviluppo di affascinanti oggetti celesti come quello che vediamo in questa immagine, veri e propri traccianti dell’evoluzione dell’intero universo, è possibile grazie alle leggi della termodinamica: l’entropia, che misura il disordine di un insieme, è una quantità che non può diminuire all’interno di un sistema isolato!
Questa settimana condividiamo il Secondo principio della termodinamica, spiegata da Sefano Borgani, INAF Istituto Nazionale di Astrofisica.
Add a comment...

Post has attachment

Post has attachment
Condividiamo con voi questa mostra realizzata dall’INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica) in collaborazione con l’ESO (European Southern Observatory). Equazioni, formule e incognite di una rappresentazione simbolica del cosmo: una raccolta di emozionanti scatti dell’universo conosciuto e la matematica che ne descrive la straordinaria bellezza. Dalla celebre equazione di Einstein E=mc2 alla formula di Drake, da Pitagora a Heisenberg, dall’energia di un fotone alla lunghezza di Planck. Una formula per tutte le stagioni.

Ecco una legge che descrive una quantità di fenomeni estremamente varia e complicata. Si legge così: l’intensità della forza va come l’inverso del quadrato della distanza ed è proporzionale alle masse dei corpi considerati.
Non solo spiega la gravitazione, il moto dei satelliti, delle stelle, dei corpi celesti (comprese le galassie) nel cielo, ma è anche l’unica formula compatibile con le orbite dei pianeti. Ellittiche! Per non parlare del fatto che senza di essa non potremmo spiegare eventi straordinari come il collasso e la collisione dei corpi celesti. O l’affascinante incidente cosmico “sventato all’ultimo minuto” che chiamiamo cometa.Questa settimana condividiamola legge di Newton, spiegata da Susanna Terracini, dell'Università degli studi di Torino.
Legge di Newton
Legge di Newton
edu.inaf.it
Add a comment...

Post has attachment
Condividiamo con voi questa mostra realizzata dall’INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica) in collaborazione con l’ESO (European Southern Observatory). Equazioni, formule e incognite di una rappresentazione simbolica del cosmo: una raccolta di emozionanti scatti dell’universo conosciuto e la matematica che ne descrive la straordinaria bellezza. Dalla celebre equazione di Einstein E=mc2 alla formula di Drake, da Pitagora a Heisenberg, dall’energia di un fotone alla lunghezza di Planck. La matematica, proprio come l’astrofisica, ha due volti: se da un lato costituisce un insieme di conoscenze a sé stanti, dall’altro è la sola lingua con la quale possiamo descrivere l’oceano di stelle in cui siamo immersi. Una grande equazione è capace di sorprendere. Non contiene null’altro che l’essenziale. Parla in modo semplice e allo stesso tempo potente. Una formula ci dice qualcosa che prima non sapevamo ma che, se abbiamo pazienza, finiremo per osservare. Come le stelle cadenti. Come le onde gravitazionali. Questa settimana condividiamo il Teorema di Pitagora, spiegato da Alessio Figalli, ETH Zurigo
Add a comment...

Post has attachment
Sono state programmate due aperture straordinarie pubbliche durante il periodo natalizio. La prima sabato 29 dicembre 2018 alle ore 17:00 mentre la seconda sabato 5 gennaio 2019 sempre alle ore 17:00 in #OsservatorioAstronomicoMonteBaldo #OMB : le porte si apriranno poco prima delle 17 per portare tutti i presenti a vivere una serata indimenticabile. Inizieremo con una affascinante lezione dove si parlerà della "stella di Betlemme" tra realtà storica, religiosa e astronomica per riscoprire lo Spirito del Santo Natale. Meteo permettendo, verso le 18:30 cominceremo ad osservare alcuni oggetti celesti: nebulose, ammassi stellari e galassie. Ma osserveremo anche Marte e se sarà abbastanza luminosa anche la cometa 46P/Wirtanen.
A disposizione del pubblico i telescopi della struttura per l'osservazione guidati da alcuni operatori che saranno a disposizione per rispondere alle vostre domande e aiutarvi a riconoscere le principali costellazioni e stelle nel cielo. Completa la serata, una visita guidata della nostra collezione di meteoriti. IMPORTANTE: vi ricordiamo di portare abbigliamento pesante: siamo a quota 1208 metri di altitudine.
OBBLIGATORIA LA PRENOTAZIONE a: info@osservatoriomontebaldo.it indicando il numero delle persone.
Ingresso a pagamento direttamente in Osservatorio: Intero 6€; Ridotto ragazzi fino 12 anni 4€; gratuito bambini età prescolare e disabili con accompagnatore, soci Circolo Astrofili Veronesi (esibire la tessera).
Vi aspettiamo, perché il cielo non è mai stato così vicino. Cieli sereni.
Photo
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded