Profile cover photo
Profile photo
Notaio Paolo Demaria
12 followers
12 followers
About
Posts

Post is pinned.Post has attachment
Quest'anno il nostro Studio festeggia il proprio venticinquesimo anniversario di attività!
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Si parlerà anche di Unioni Civili e di Patti Prematrimoniali!
Photo
Add a comment...

Post has attachment
L’Agenzia delle Entrate, in una risposta data a Il Sole 24 Ore che verrà inserita in un'apposita circolare, si è occupata del caso in cui il contribuente che abbia effettuato un acquisto agevolato con l’intento di cedere entro un anno la casa già di sua proprietà non riesca in questo intento. La legge, in questo caso, prevede l’obbligo di versare la differenza tra l’imposta ordinaria e l’imposta agevolata, i relativi interessi e una sanzione pecuniaria pari al 30% di detta differenza. Tuttavia:
a) prima della scadenza del termine annuale, presentando una apposita istanza, il contribuente può chiedere di versare la differenza tra l’imposta ordinaria e l’imposta agevolata (oltre agli interessi), evitando con ciò il pagamento della sanzione;
b) dopo la scadenza del termine annuale, il contribuente può approfittare del ravvedimento operoso: con ciò deve sempre pagare la differenza tra l’imposta agevolata e l’imposta ordinaria, ma limita l’importo della sanzione.
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Le polizze di assicurazione sulla vita che abbiano un contenuto finanziario sono configurabili come «donazioni indirette» del contraente a favore dei beneficiari delle polizze stesse.
Lo afferma la Corte di cassazione nella sentenza n. 3263 del 19 febbraio 2016.
Photo
Add a comment...

L'Agenzia delle Entrate, intervenendo a Telefisco 2016, ha confermato che chi compra un’altra “prima casa” entro un anno dalla vendita della precedente “prima casa” consegue un credito d’imposta pari alla tassazione subita quando venne comprata la casa poi venduta, nel limiti dell’importo delle imposte da pagare in sede di nuovo acquisto (articolo 7 legge 448/1998).
Questo credito d’imposta può essere:
a) portato in diminuzione dall’imposta di registro sull’atto di acquisto agevolato che lo determina;
b) portato in diminuzione delle imposte di registro, ipotecaria, catastale, sulle successioni e donazioni dovute su qualsiasi atto presentato per la registrazione dopo la data di acquisizione del credito;
c) usato in diminuzione delle imposte sui redditi delle persone fisiche dovute in base alla dichiarazione da presentare dopi il nuovo acquisto;
d) usato in compensazione rispetto alle somme dovute a titolo di ritenute d’acconto, di contributi previdenziali o assistenziali o di premi per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e sulle malattie professionali.
Add a comment...

Post has attachment
Siamo a Vostra disposizione per un preventivo gratuito e per ogni consulenza di cui abbiate abbisogno!
Photo
Add a comment...

Ecco le principali novità sulla casa:
- esenzione IMU e TASI per l'abitazione principale;
- riduzione IMU 50% per le abitazioni date in comodato a genitori e figli;
- si può avere l'agevolazione prima casa in sede di acquisto anche se non si è ancora venduta quella precedente purchè la si venda entro un anno;
- detrazione IRPEF del 50% dell'IVA pagata in sede di acquisto all'impresa per immobili in classe energetica A e B;
- leasing immobiliare anche per le case di abitazione a favore di privati;
Add a comment...

Post has attachment
Auguri di Buone Feste da parte di tutto lo Studio!
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Agli atti stipulati andrà allegato il nuovo APE se redatto dopo il 1° ottobre 2015. Se invece l'APE porta una data antecedente potrà ancora essere utilizzato.
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded