Ciao gente! E' passato quasi un mese dalla fine di Zampacon, eppure mi ritrovo ancora con rune e ricordi per casa. Volevo allora farvi partecipi della storia degli Arieti nel corso della Mystic Quest e, se volete ricambiare con le vostre vicende notabili, sarebbe una cosa benvenuta!

Gli Arieti, composti da Davide Centineo, Cristina Lonni, Riccardo Rampado, Andrea Zoppi, Patch Micahre, Nicky German e me non si sono sempre chiamati così. 

Il loro nome da casata in missione era "Ammaccabandiere" e le loro migliori qualità erano il raggiro, il furto e le belle parole in cattivi contesti. Non so come abbiate giocato voi all'interno della vostra casata, ma noi eravamo abbastanza caotici puri.

Prima regola: Per un Ariete, rubare è meglio che contrattare e una maledizione è meglio di niente

Esempio: La quest dello Stregone in cui chiede di procurarsi una pozione dall'alchimista.
Ecco che Davide distrae l'alchimista con pettegolezzi su chi ha preso la peste yiffando insieme,
Ecco che Niba allunga la mano per rubare una pozione, 
Ecco che la pozione passa di nascosto a Nicky che la infila sotto la fursuit,
Ecco che dalla fursuit di Nicky passa nelle tasche di Davide, 
Ecco che il Ranger fa contrasto su Niba avendo visto il furto, ma senza pozione non ha prove da far valere,
Ecco che il gruppo, sparito il Ranger dalla vista, recapita la pozione allo Stregone.
Il Gruppo: Ecco la pozione! Cosa abbiamo guadagnato?
Lo Stregone: In cambio della pozione... Io vi lascerò andare incolumi! Ahah! (E qui doveva finire la quest)
Il Gruppo: (rimettendosi la pozione in tasca) Ah no, allora non se ne fa niente!

Cinque minuti di trattative dopo

Lo Stregone: (La pazienza usurata) Ma io non posso darvi niente, posso solo fare maledizioni!
Il Gruppo: (dopo essersi guardati) Allora ci maledirai qualcuno!
Lo Stregone: (palesemente per togliersi gli Ammaccaportiere dai coglioni) E chi dovrei maledire?
Il Gruppo: (Dopo essersi consultato su chi sembrava avanti nel gioco) I Tassi!

Ed ecco perchè i Tassi hanno perso e gli Arieti hanno vinto (ahah ma no, noi li adoriamo i Tassi... Forse!)

Le risate malvage poi al sapere che le Linci, colte a ripetere lo stesso furto, si erano guadagnate un'occhiata storta dall'Alchimista.

Seconda regola: Per un Ariete, la testardaggine è dura quanto le corna

Esempio: La torre da trovare per il ranger poteva essere qualsiasi cosa. Per non lasciarsi sfuggire nulla, gli Arieti hanno vagliato ogni possibilità. 
Sì, anche l'agenzia immobiliare La Torre in culo al mondo. 
Sì, anche il manifesto del marò La Torre appeso al municipio
Sì, alcuni Arieti si sono messi a camminare sotto la pioggia invece di giocare da tavolo, sbronzarsi e ridere e scherzare solo per raggiungere la Torre Saracena.

Per la gloria!

Terza regola: Per un Ariete, fare domande inopportune è sempre raccomandabile

Esempio: Mentre le altre casate brancolavano nel buio e nello yiff, gli Arieti facevano notare un bug su Otto Re magicamente divenuti Sette.
Mentre le altre casate raccoglievano la Corteccia di Quercia da riconsegnare al Veggente ignari di tutto, gli Arieti sapevano che il Ranger la usava per le pozioni di allungamento del pene.
Mentre le altre casate facevano esplodere bubboni, gli Arieti sapevano bene per cosa l'Alchimista usava quel naso.

Grazie Ajani per aver fatto di questo Zampacon una cosa tanto ganza!
E a voi, com'è andata la quest contro la malvagia Xayde?
Photo
Shared publiclyView activity