Profile cover photo
Profile photo
Poiana
119 followers -
"Imparare a rispettare la Natura, vuol dire rispettare noi stessi!" ------------------------------- "Quando taglierete l'ultimo albero, pescherete l'ultimo pesce, avvelenerete l'ultimo fiume, vi accorgerete che il denaro non si può mangiare"
"Imparare a rispettare la Natura, vuol dire rispettare noi stessi!" ------------------------------- "Quando taglierete l'ultimo albero, pescherete l'ultimo pesce, avvelenerete l'ultimo fiume, vi accorgerete che il denaro non si può mangiare"

119 followers
About
Posts

Post has shared content
Public
https://secure.avaaz.org/campaign/it/extinction_crisis_loc/?cVSNEfb

Abbiamo appena saputo che le vaquita -- le tenerissime "mini-balene" che vivono a largo delle coste del Messico -- probabilmente non sopravviveranno. Abbiamo lottato per salvarle, ma ora ne sono rimaste solo 12, rispetto alle 30 di un anno fa.

E non sono solo le vaquita a sprofondare nell’oblio. È in corso una nuova estinzione di massa e la causa siamo quasi del tutto noi umani. Negli ultimi 50 anni sono scomparsi quasi due terzi di tutti gli animali selvatici!

Per gli scienziati c'è una soluzione: proteggere metà del pianeta, lasciando che la natura stessa si riprenda e si rigeneri -- ma i nostri governi sono bloccati perché questa crisi, e la sua soluzione, "non sono tra le priorità dell'opinione pubblica".

Abbiamo però uno spiraglio di speranza: in QUESTO MOMENTO in Canada è in corso un vertice chiave sulla natura, in cui i governi di tutto il mondo definiranno le misure di difesa dell'ambiente per i prossimi 30 anni! Firma la campagna globale per proteggere il 50% del Pianeta -- Avaaz porterà il nostro messaggio al vertice e racconterà la storia che i nostri leader devono ascoltare:

Clicca per fermare la nuova estinzione di massa

Pesca eccessiva, pesticidi letali, deforestazione, bracconaggio -- c'è l'imbarazzo della scelta. Stiamo mettendo in pericolo tutti gli animali e le piante del mondo. Compresi noi stessi. Un gruppo di 550 scienziati sostenuto dall'ONU ha appena confermato che questa enorme perdita di biodiversità può sconvolgere il sistema alimentare globale, gli oceani, l'aria che respiriamo e persino le nostre economie.

Ma non deve andare per forza così: se riusciamo ad avviare un piano per vivere in armonia con la natura, preservando metà della terra e del mare e gestendo in modo sostenibile l'altra metà, possiamo evitare che sulla Terra cali il silenzio.

Dobbiamo cominciare ad affrontare questa crisi ora -- conosciamo già la risposta dei politici, ogni volta ripetono "dobbiamo vedere che alla gente interessa, non è una notizia!". Ma dicevano lo stesso quando si trattava dei cambiamenti climatici, finché non abbiamo radunato milioni di persone in tutto il mondo e abbiamo portato il clima sulle prime pagine dei giornali. Il risultato è stato lo storico accordo di Parigi.

Ora dobbiamo fare lo stesso per la natura: suoniamo la sveglia ai nostri governi e assicuriamoci che la tutela degli ecosistemi sia in cima alla loro agenda. Aggiungi il tuo nome ora in difesa di tutte le piante e gli animali:

Clicca per fermare la nuova estinzione di massa

Il nostro movimento è stato in prima linea nella difesa dell’ambiente a livello globale. Solo negli ultimi tempi 1,8 milioni di membri di Avaaz hanno spinto il Brasile a proteggere una porzione dell'Amazzonia grande quanto la Danimarca. Abbiamo contribuito a migliorare QUATTRO volte il record per la più grande riserva marina del pianeta, per salvare i nostri oceani. È tempo di unirci di nuovo, per proteggere i nostri fratelli animali e le piante che condividono questo pianeta con tutti noi.

Con speranza e determinazione

Diego, Marigona, Danny, Alice, Patri e tutta la squadra di Avaaz

MAGGIORI INFORMAZIONI

La Terra è entrata nella sua sesta estinzione di massa, la prima dall'era dei dinosauri (Huffington Post)
https://www.huffingtonpost.it/2015/06/23/terra-sesta-estinzione-di-massa_n_7643024.html

La rarissima vaquita si estinguerà per la corruzione in Messico (La Stampa)
http://www.lastampa.it/2017/12/20/scienza/la-rarissima-vaquita-si-estinguer-per-la-corruzione-in-mes...

Giornata Mondiale dell’Ambiente: le specie che rischiamo di perdere per sempre. (Il Fatto Quotidiano)
https://www.ilfattoquotidiano.it/2017/06/05/giornata-mondiale-dellambiente-le-specie-che-rischiamo-di-perdere-per-sempre-wwf-sesta-estinzione-di-massa-foto/3637851/

Metà della terra per salvare il futuro della vita (Fanpage)
https://www.fanpage.it/meta-della-terra-per-salvare-il-futuro-della-vita-la-proposta-del-biologo-edward-wilson/

ONU. Estinzione umana più vicina (Agcnews)
https://www.agcnews.eu/onu-estinzione-umana-piu-vicina/

La specie umana? Sulla Terra è solo lo 0,01%, ma ha distrutto l'83% dei mammiferi (Greenme)
https://www.greenme.it/informarsi/natura-a-biodiversita/27736-vita-terra

Addio, vaquita...
Addio, vaquita...
secure.avaaz.org
Add a comment...

Post has attachment
Public
L'ho conosciuto personalmente e posso dire che è davvero bravo.
Add a comment...

Post has attachment
Public
Torno a scrivere sul Blog con un aneddoto un po' strano. Mio padre dice che capitano tutte a me: comincio a credere che abbia ragione
"L'autostoppista" inaspettato
"L'autostoppista" inaspettato
naturachecicirconda.blogspot.com
Add a comment...

Public
C'è chi nel motore della macchina ci ritrova i gatti e poi ci sono io che devo trovare un modo per tirarne fuori una civetta...
Add a comment...

Post has attachment
Public
Un pulcino per due chiocce. Speriamo che nascano presto gli altri, se no sai che casino? 😅
Photo
Add a comment...

Post has attachment

Post has attachment
Public
Non solo selvatici... mo cominciano a rifilarmi pure i domestici
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Public
Chi non cova in compagnia...
Photo
Add a comment...

Post has shared content
Public
Add a comment...

Post has attachment
Public
Ecco un esempio di cosa NON fare con i cuccioli di capriolo. Chiaramente non poteva essere lasciato in mezzo alla carreggiata, ma si sarebbe dovuti intervenire con dei teli e dei guanti, in modo da non lasciargli addosso l'odore umano, per spostarlo al sicuro e attendere che la mamma tornasse e lo riprendesse. Solo se abbandonato allora bisognerebbe consegnarlo a un cras.

Ricordo che per questi animali il latte vaccino è letale, per cui, nel caso in cui fosse necessario allattare un cucciolo orfano fino al trasporto in centro idoneo, andrebbe usato del latte di capra.
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded