Profile cover photo
Profile photo
NOI Verona Associazione
100 followers -
NOI Verona
NOI Verona

100 followers
About
Posts

Post has attachment
Al via le iscrizioni ai corsi di formazione NOI Verona pensati e sviluppati per i responsabili del circolo.
7 gli incontri al momento in programma. Prenotazione obbligatoria, posti limitati.
Add a comment...

Post has attachment
CONCORSO PRESEPE 2015
TERMINE ISCRIZIONI 10 DICEMBRE 2015
NOVITA' NEL CONCORSO VISITA
http://www.noiverona.com/presepe-2015/
Add a comment...

Post has attachment
Pubblichiamo gli esiti delle votazioni del rinnovo del consiglio direttivo NOI Verona tenutosi venerdì 13 novembre 2015 presso l'Auditorium Verdi, PalaExpo - Fiera di Verona.
Ringraziamo i circoli che hanno partecipato a questo importante momento associativo. Grazie a tutti voi.
Add a comment...

Post has attachment

Post has attachment
Domenica prossima festeggeremo i Santi. Quelli del calendario, del martirologio, quelli ufficiali e quelli ufficiosi. Il giorno appresso festeggeremo i nostri morti, che morti non sono, perché insieme ai santi vivono nella nuova dimensione dell’eternità che Gesù ha più volte descritto come festa, come banchetto festoso.

Anche quest’anno saremo aggrediti da scheletri, mostri, maghi, streghe in una danza macabra che per i ragazzi di oggi fa da sfondo per una festa che dovrebbe essere familiare, gioiosa, di rasserenante memoria delle persone che abbiamo amato di più.

Non è il caso di prendersela con gli americani che hanno inventato Halloween e l’hanno fatto diventare un business di soldi a palate anche se gli italiani lamentano di non arrivare a fine mese. La festa del cattivo gusto, la notte dei riti satanici, degli occultisti, degli ubriachi, delle orge ha attecchito perché ha trovato lo spazio. Come cristiani ci siamo svuotati, qualcuno ha trovato il vuoto e l’ha riempito di stupidaggini, di zucche vuote, di morte, di Halloween.
Add a comment...

Post has attachment
Scegli di seguirci ... rimani al passo con le informazioni associative!
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
Ennesimo caso di morte improvvisa, giovedì scorso, durante un’attività sportiva: un ragazzo di nove anni in Provincia di Teramo stava concludendo l’allenamento, la mamma era già arrivata al campo per accompagnarlo a casa, si è sentito male, si accasciato. L’ambulanza lo ha prontamente trasportato all’ospedale, ma non c’è stato nulla da fare.

Questi eventi mettono ansia ai responsabili delle attività sportive nei nostri circoli: più che giustificata. E poiché siamo in Italia, dove nessuno si espone a dichiarare qualcosa di definitivo sulla vicenda dei certificati medici, lo sconcerto di sentirsi in balia dell’indefinibile, dell’incerto, dell’inconsistenza, dell’incoscienza perfino, fa venir la voglia di non esporsi a coinvolgimenti giudiziari che potrebbero rovinare l’esistenza individuale e quella della propria famiglia.

I ragionamenti che stiamo facendo sono causati dalle notizie dei giornali, che non godono di molta affidabilità, ma su queste dobbiamo ragionare, non avendo altri riferimenti.
Il ragazzo aveva il certificato medico di idoneità sportiva non agonistica necessario per praticare qualunque sport.
Le attività sportive riservate ad atleti di quell’età sono difficilmente classificabili come “agonistiche”, pertanto un semplice certificato medico è sufficiente per autorizzare la pratica sportiva amatoriale: l’allenamento non ha nulla di agonistico. Ciò nonostante la procura ipotizza l’omicidio colposo in carico al medico che ha rilasciato il certificato.

Il Ministro Balduzzi, ricordate, emanò una norma impossibile che obbligava alla certificazione medica anche le attività non agonistiche, ludico-motorie e perfino quelle individuali di mantenimento del tono muscolare. Dopo anni di furibonde discussioni, il Ministro Lorenzin cancellò la norma Balduzzi. Nonostante ciò, chiarezza non fu fatta.

Società sportive ed enti di promozione sportiva hanno chiesto al CONI di specificare una volta per tutte quali sono le attività ritenute assoggettate all’obbligo del certificato medico sportivo. Il CONI risponderà tra qualche mese, però, qualsiasi cosa possa dire, lo potrà fare esclusivamente nei confronti degli enti sportivi da esso riconosciuti. Per il CONI, infatti, non è concepibile che in Oratorio si faccia sport.

E così siamo daccapo: il CONI non riconosce l’attività sportiva esterna al proprio mondo, attività che per logica non può mai avere le caratteristiche dell’agonismo; se però accade un decesso la Procura apre un fascicolo per omicidio colposo. Deprimenti normative all’italiana.
Add a comment...

Post has attachment
Gli enti non profit dovranno preoccuparsi di verificare periodicamente i propri obblighi in merito alla sicurezza dei dati personali trattati e della criticità nella sicurezza degli stessi, e conservarne traccia scritta in un documento operativo di autovalutazione, redatto in forma semplice, schematica e di facile utilizzo; rinnovato con verifica e aggiornamento, di anno in anno, o quanto meno a ogni inizio mandato.
In area riservata sono disponibili i moduli per le lettere di incarico del responsabile e degli incaricati al trattamento dei dati personali.
‪#‎privacy‬ ‪#‎nonprofit‬ ‪#‎APS‬ ‪#‎CircoloNOI‬ ‪#‎NOIassociazione‬
Add a comment...

Post has attachment
Affrettatevi ed iscrivete le squadre ai campionati Territoriali
2015-2016
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded