Profile cover photo
Profile photo
Mauro Toffanin
331 followers -
I am one of the rare engineers that can design and a designer that can engineer
I am one of the rare engineers that can design and a designer that can engineer

331 followers
About
Mauro's posts

Post has shared content
This post about new Italian dev blog is written by +Alfredo Morresi  Developer Relations Team, Italy.

Se sei uno sviluppatore che lavora su tecnologie Google, se sei italiano e se  sei curioso di sapere cosa accade nell'intersezione di questi due universi, allora questo è il blog che fa per te!

(con un invito a diffondere quanto piu' possibile l'iniziativa condividendo il post. Aspetto anche di ricevere tutti i feedback che ritenete utili, dall'aspetto del blog, ai contenuti che vi piacerebbe fossero trattati, alle proposte di guest post fatti da voi che potrebbero essere qui ospitati - Grazie :) )

Post has attachment
The National Cyber #security  Security Framework Manual is available as a free pdf download.

Post has attachment
"La felicità dei lavoratori è fondamentale per un’azienda" (cit. pubblicità Boiron)

La Boiron, azienda omeopatica felice e produttiva, chiude lo stabilimento italiano lasciando per strada 49 lavoratori che non saranno proprio felicissimi durante le festività di fine anno. Dove sono finiti i sorrisini e le pareti colorate della pubblicità Boiron?

Vediamo se questo basta per mostrare come questa azienda sia a scopo di lucro esattamente come tutte le altre aziende al mondo.

L' #omeopatia è nemica della razionalità, ed è una truffa ai danni dei contribuenti.

Post has attachment
Potevano gli #animalari  restare 15gg senza fare colossali figure di cacca in mondo visione? Ovvio che no...

Ve la faccio breve, ma tutta la vicenda meriterebbe di essere tramutata in un lungo metraggio comico viste certe affermazioni animaliste; la PETA accusa la Warner Bros di aver mutilato un cavallo durante le riprese del film Lo Hobbit, per pura barbaria e cattiveria. Oltre alla mutilazione, gli studios cinematografici vengono denunciati pubblicamente per maltrattamenti vari verso gli animali usati nel film e quindi la PETA invita tutti i suoi fan a boicottare il film che uscirà a breve nelle sale cinematografiche.

Ma è vera l'affermazione della PETA? Ovviamente no, come lo stesso Peter Jackson ha dovuto smentire pubblicamente:

«Un'accurata indagine è stata svolta dopo le recenti accuse prive di fondamento di una organizzazione americana, PETA, sulla mutilazione di un cavallo durante le riprese. Non sono state trovate prove a riguardo

Pare che il cavallo sia vivo, con tutte e quattro le zampe e perfettamente in salute, a detta del proprietario dello stesso. Mi domando quali droghe consumino abitualmente quelli della PETA.

Post has attachment
Ieri al Senato c'è stato un convegno sul tema della sperimentazione animale, sulla profonda disinformazione degli Italiani sull'argomento ed ovviamente sul caso Green Hill. Questo convegno, creato ad uso e beneficio dei rappresentanti dei diversi schieramenti politici, era corredato da dati e fatti scientifici e non dalle falsità della propaganda animalista.

Nel link sotto riportato, trovate la registrazione audio di tutto il Convegno. Ascoltatevi con attenzione gli interventi delle onorevoli Rosanna Boldi e Maria Coscioni sulla questione Green Hill e le violenze verbali e fisiche che hanno subito dagli #animalari  solo per aver espresso un voto favorevole in Camera.

Ascoltatevi anche le testimonianze dirette delle vittime dell'Associazione Thalidomidici Italiani, così capirete da soli il perché abolire la sperimentazione animale è un'immensa, gigantesca cazzata: tu cittadino sarai la cavia quando andrai a comprare un farmaco, il quale nel 90% dei casi sarà tossico e/o letale; chi sostiene il contrario o è fortemente disinformato oppure è in malafede.

p.s.: anche per questo evento gli animalari hanno fatto la loro quotidiana figura di merda, anzi due; innanzitutto per lo stesso giorno avevano organizzato una manifestazione contro il Convegno, ma l'hanno fatta nella sede sbagliata, in una piazza diversa da quella in cui si è svolto l'evento (non sanno manco leggere un indirizzo! meh), in secondo luogo, dopo essersi accorti di aver mancato completamente il Convegno, hanno dato sfoggio del loro solito teatrino melodrammatico usando violenza verbale ed attacchi ad hominem contro i politici: VIVISEZIONE IL SENATORE GIOVANARDI CONTESTATO PUBBLICAMENTE.

Post has attachment
Sto ridendo così forte che le mie risate rimbombano dal mio culo fino alla testa e viceversa.

Odio dirlo (in realtà no): "ve l'avevo detto!!!"

Gli #animalari sono cazzari per definizione ed anche in quest'occasione non si sono smentiti; ricapitoliamo: niente kaniolini torturati, niente kaniolini vivisezionati, niente kaniolini con le corde tagliate, niente kaniolini maltrattati, ma tutti e ~2.500 godevano di ottima salute; la struttura di Green Hill è stata dichiarata perfettamente a norme di legge Italiana ed Europea, nessuna irregolarità di nessun genere (tutti fatti certificati da veterinari ed istituti di zooprofilassi nominati dal PM, quindi non di parte).

Quanti soldi pubblici abbiamo sprecato per questa buffonata degli animal-cazzari? Tanti, tantissimi!

Altre grasse risate in arrivo nelle prossime settimane riguardanti questa vicenda; non vi posso dire nulla di preciso perché sono informazioni di natura confidenziale, ma chi ha sbagliato, pagherà salatissime conseguenze; in particolare chi ha diffuso notizie distorte e false per fare sensazionalismo giornalistico.

p.s.: lo so che molti dei miei lettori non l'hanno notato, ma la rivista internazionale Nature, ha pubblicato ben 5 articoli sulla questione, in cui gli Italiani (come popolo) vengono perculati e messi alla berlina; ennesima figuraccia internazionale che potevamo risparmiarci. Non abbiamo più credibilità all'estero, per colpa degli animal-cazzari.

Un'altra travolgente storia della saga La Fattoria Dellì Animàlari:

C'era una volta, in quel di Coredo, in provincia di Trento, un uomo mosso da profondo odio verso gli animali, in particolar modo verso i maiali; l'uomo, pardon, lo spietato mostro asshasshino di poveri animali indifesi, era noto nel suo sparuto villaggio della Val Di Non con il nome di Sig. Valenza e possedeva un vastissimo allevamento intensivo di suini.

Tale allevamento era un'orribile prigione in cui i poveri maialetti venivano costretti a vivere in pozze di fango e sudiciume; le strazianti urla provenienti da questo lagher¹ per animali, rieccheggiavano sia di giorno, che di notte, in tutta la Valle Di Non.

Appena la notizia di codesto infernale luogo giunse alle sensibili orecchie dellì animàlari, questi decisero di imbracciare torce e forconi per liberare quelle povere ed indifese creature, che colpa non avevan alcuna. Fu così che marciarono spediti contro l'orrido allevamento del Sig. Valenza, accompagnati dai valorosi cavalieri del Re: il fido condottiero NAS ed il fiero cavaliere ASL.

Magra fu la figura dellì animàlari quando NAS e ASL scoprirono che il brutterrimo allevamento intensivo altro non era che un semplice porcile composto da due esemplari di maiali; due grassottelli maiali che godevano di ottima salute ed erano felicissimi di sguazzare nel loro amato fango, come natura vuole².

NAS ed ASL emisero un regio decreto che attestava la totale innocenza dell'umile contadino Valenza e certificava l'assenza di animali maltrattati nella sua fattoria, vittima inconsapevole dell'ignoranza animalara. Lì Animàlari se ne tornarono a casa con la coda tra le gambe e le sensibili orecchie abbassate.

Vissero tutti felici e contenti, tranne lì animàlari perché non poterono usare le loro amate torce e forconi contro il cattivo mostro assassino e torturatore.

Se pensate che questo sia un racconto di fantasia, vi sbagliate di grosso, è successo realmente lo scorso 7 Ottobre 2012 ed i luoghi e le persone qui descritte sono tragicamente reali.

#animalari  

¹- sono perfettamente al corrente che lager si scrive senza H, sono i diversamente intelligenti animalisti che non lo sanno;
²- sì, perché solo gli animalari non sanno che il suino, in tutte le fasi della sua vita, è un animale che ha bisogno di scavare, grufolare ed in generale avere a disposizione del materiale da manipolare: per farla breve, ama sguazzare nel fango;

Post has attachment
I have played a litte with ArangoDB. I like it, it's an interesting #NoSQL  solution and a very good alternative to MongoDB, especially the schema-free schematas (which is far more robust than MongoDB) and the graphs data modellinghttp://www.arangodb.org/2012/03/07/avocadodbs-design-objectives

Post has attachment
Un'altra spassosissima storia riguardante gli animalisti da strada: animalari invasati lanciano l'allarme per una presunta pantera, o leopardo, che si aggirerebbe da diversi mesi per le campagne di Firenze; se state pensando alla solita notizia bufala della pantera avvistata e che poi si rivela essere sempre un gatto, no vi state sbagliando alla grande, perché questa volta li animàlari hanno le prove; ci sono le foto delle impronte del grosso felino e sono state certificate da un esperto biologo!!! Ecco dunque che si mobilitano le forze dell'ordine, peccato che alla fine fosse ancora un grosso gatto.

Altri soldi pubblici sprecati, solo perché qualche demente animalaro non sa distinguere una pantera da un gattone di grossa taglia.

Post has attachment
The documentation for v0.1 of the Tent Protocol is finally available, together with a preliminary server implementation (in ruby).

Tent aims to succeed where Diaspora failed: first you develop a reliable protocol and then you construct a SaaS on top of it; not the other way around.

p.s.: on a side note, Tent seems to have really few dependencies compared to the Diaspora's one, so maybe it can become a popular choice due to its minimal requirements (theoretically you can install a Tent server on a cheap NAS).
Wait while more posts are being loaded