Profile cover photo
Profile photo
Martino Mosna
4,358 followers -
Non si smette di giocare perché si invecchia, si invecchia perché si smette di giocare.
Non si smette di giocare perché si invecchia, si invecchia perché si smette di giocare.

4,358 followers
About
Posts

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
Sempre in previsione della diaspora imminente, sto iniziando ad utilizzare LinkedIn... Ed ha un uso molto interessante degli hashtag.

Sorvolando sull'utilizzo fuffa illustrato nel post che ho linkato... praticamente sono come raccolte pubbliche, che puoi seguire indipendentemente dall'autore.

Forse ho trovato il posto per la #finestradelbagno?
Mirko Saini | The LinkedIn & Social Selling specialist su LinkedIn: “[Come fare marketing con gli HASHTAG in LinkedIn] 1 - Create un vostro HASHTAG. Univoco, esclusivo, tuo. Che non possa essere utilizzato per errore da altri (i miei per esempio sono hashtag#MetodoLinkedInPlus e hashtag#BecomeASocialSeller ). 2 - Inseritelo in calce a quei post utilizzati per fare Content. Abituate il pubblico a vederli. Rendeteli famigliari. In questo modo farete branding, oltretutto. 3 - Chiedete alla vostra rete, pubblico, follower di seguire il vostro Hashtag (se volete seguire il mio andate qui https://lnkd.in/e2qViSW e clicca su "Segui" / "Follow"). In questo modo chiunque decida di seguirlo potrà accedere ai vostri contenuti quando e come vorrà senza paura di perderseli perchè avrà un link ai post con quell'hashtag in homepage(vedi immagine 1 e 2). 4 - SMETTETE di utilizzare gli hashtag "ad cazzum". Scusate il francesismo ma non se ne può più di vedere 'ste lenzuolate di hashtag che dimostrano quanto non si è compresa la differenza tra l'utilizzo di un hashtag in Twitter o Instagram e in LinkedIn (mondi completamente diversi). Avete mai provato a vedere dove portate il vostro pubblico facendogli cliccare su uno caso degli hashtag inseriti? (vedi immagine 3) #MetodoLinkedInPlus #BecomeASocialSeller”
Mirko Saini | The LinkedIn & Social Selling specialist su LinkedIn: “[Come fare marketing con gli HASHTAG in LinkedIn] 1 - Create un vostro HASHTAG. Univoco, esclusivo, tuo. Che non possa essere utilizzato per errore da altri (i miei per esempio sono hashtag#MetodoLinkedInPlus e hashtag#BecomeASocialSeller ). 2 - Inseritelo in calce a quei post utilizzati per fare Content. Abituate il pubblico a vederli. Rendeteli famigliari. In questo modo farete branding, oltretutto. 3 - Chiedete alla vostra rete, pubblico, follower di seguire il vostro Hashtag (se volete seguire il mio andate qui https://lnkd.in/e2qViSW e clicca su "Segui" / "Follow"). In questo modo chiunque decida di seguirlo potrà accedere ai vostri contenuti quando e come vorrà senza paura di perderseli perchè avrà un link ai post con quell'hashtag in homepage(vedi immagine 1 e 2). 4 - SMETTETE di utilizzare gli hashtag "ad cazzum". Scusate il francesismo ma non se ne può più di vedere 'ste lenzuolate di hashtag che dimostrano quanto non si è compresa la differenza tra l'utilizzo di un hashtag in Twitter o Instagram e in LinkedIn (mondi completamente diversi). Avete mai provato a vedere dove portate il vostro pubblico facendogli cliccare su uno caso degli hashtag inseriti? (vedi immagine 3) #MetodoLinkedInPlus #BecomeASocialSeller”
linkedin.com
Add a comment...

Post has attachment
Nuovo metodo di posting su LinkedIn... ricorda qualcosa? Grazie a +Riccardo Mares per avermelo fatto notare.
Photo
Add a comment...

Post has attachment
Questo lo metto qui, come ai vecchi tempi di #DecoroWeb.

State attenti che se ci cliccate su finite in un buco nero.
Add a comment...

Post has shared content
Don’t be confused by the poor messaging in Google Search Console that says “Google Search Update” it is unrelated to the algorithm update, it is talking about a reporting update https://www.seroundtable.com/google-search-update-search-console-26174.html
Add a comment...

Post has shared content
Credo di aver capito forse 1/4, ma mi pare ugualmente bellissimo...
Octonions in physics

My favorite 8-dimensional number system has an energetic new advocate: Cohl Furey! It's a long shot, but octonions might clarify the Standard Model. Natalie Wolchover has written a nice article about this for Quanta.

Also see Cohl Furey's video series:

https://www.youtube.com/watch?v=3BZyds_KFWM

See also my Scientific American article with John Huerta, on the octonions' role in string theory:

https://tinyurl.com/baez-strangest

And if that's not enough, dive into my octonion website, full of material:

http://math.ucr.edu/home/baez/octonions/
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has shared content
Whoa.

Via +John Mueller
Will It Blend? Google Data Studio Rolls out Data Blending
#measure #analytics

"We knew it was coming, we waited for it, and now it’s finally here! Data blending is in Google Analytics, and it. is. glorious. The nice part about being the upcomer on the data viz scene is that the playbook is already scripted out, the questions become “which features do we prioritize?” and “when?”. The exact way that features are implemented can be drastically different but the underlying principles are the same, like joining data sources or as Data Studio calls it, ‘data blending’."
Add a comment...

Post has attachment
La sonda Dawn giunta quasi al termine della missione ci regala delle foto ravvicinate delle famose "macchie bianche" all'interno del cratere di Occator.
Space.com
Space.com
space.com
Add a comment...

Post has attachment
Le nuvole si sono mangiate i monti fuori dalla mia #finestradelbagno.

Bonus: stavolta c'è anche la finestra!
Photo
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded