Piccoli Soli da laboratorio
Il tokamak e lo stellarator: la risposta umana alla fusione nucleare che avviene nel Sole

[...]
La fusione nucleare era e resta il vero sogno nel campo dell’energia. Poter ricreare sulla Terra le condizioni che consentono a quattro nuclei di idrogeno di fondersi, formando un nucleo di elio e liberando energia secondo le vantaggiosissime condizioni dell’equazione di Einstein (E=mc²), vorrebbe dire procurarsi un piccolo Sole a uso e consumo degli umani. Significherebbe avere improvvisamente a disposizione una quantità di energia pressoché infinita.

È per questo sogno che, da almeno settant’anni, alcune delle menti più brillanti del pianeta si arrovellano per trovare un sistema praticabile per replicare la fusione nucleare qui sulla Terra.
I problemi teorici e pratici da superare sono immensi e nascono da un limite invalicabile che impedisce di creare un meccanismo del tutto simile a quello con cui funziona il Sole: la gravità.
...
Pensa e ripensa, l’unica forza che possiamo manipolare con sufficiente libertà, qui sulla Terra, per cercare di creare le condizioni che possono permettere una fusione nucleare controllata, è la forza elettromagnetica. Usando dei potentissimi magneti opportunamente posizionati, è possibile riscaldare ad altissime temperature un plasma di isotopi dell’idrogeno e tenerlo confinato per il tempo necessario a ottenere delle reazioni di fusione nucleare.
...
Dopo circa sette decenni di sperimentazione, si sono fatti discreti passi in avanti sulla strada verso la fusione nucleare controllata ed esistono organismi e progetti internazionali che puntano seriamente verso l’obiettivo finale.
Sono principalmente due le tecnologie che si contendono il campo in questa difficilissima corsa ad ostacoli verso la fusione nucleare controllata: il Tokamak e lo lo Stellarator.
[...]
h/t +Michele Diodati 

E mi fermo. 
Vi ho dato solo un assaggio dell'ennesimo ottimo articolo di Michele.
Se volete sapere nel dettaglio come queste due tecnologie funzionano vi dovete prendere una decina di minuti e leggere l'articolo. Non ve ne pentirete.

► https://medium.com/la-meraviglia/piccoli-soli-da-laboratorio-a732bf00efe4#.93vxy6a0g


PS:
E un grazie ci sta per chi come +Michele Diodati  si fa il mazzo per condividere le proprie conoscenze a beneficio di tutti. 
Photo
Shared publiclyView activity