Profile cover photo
Profile photo
Centro Studi Narrazione Le Città Invisibili
17 followers -
associazione culturale palermitana attiva sul territorio nazionale nella promozione delle metodologie narrative, autobiografiche e poetiche come strumenti di ricerca, formazione e trasformazione umana e civile.
associazione culturale palermitana attiva sul territorio nazionale nella promozione delle metodologie narrative, autobiografiche e poetiche come strumenti di ricerca, formazione e trasformazione umana e civile.

17 followers
About
Posts

Post has shared content
«Io prendo le frasi e le giro: questa è la mia vita. Scrivo una frase e la giro. Poi la guardo e la giro di nuovo. Poi vado a pranzo.
Poi torno qui e scrivo un’altra frase. Poi prendo il tè e giro la frase nuova.
Poi rileggo le due frasi e le giro tutt’e due. Poi mi sdraio sul sofà e rifletto.
Poi mi alzo e le cancello e ricomincio da capo».

— Philip Roth, Lo scrittore fantasma

http://www.scripta-volant.org/blog/io-prendo-le-frasi-e-le-giro

#scrittura   #frasi   #citazioni  
Photo

Post has attachment
dal 27 aprile al 29 giugno 2015
L’anti-Euclide – rassegna cinematografica a cura di Corrimano Edizioni
/ orari: ore 21
costo: tessera € 20 euro – € 4 per singolo film
sede: Via Evangelista Torricelli, 32 – Palermo
informazioni e iscrizioni: info@lecittainvisibili.com| tel. 333. 3256398 > 392.8888953

L’impresa più diabolica della Forma è lasciar credere che non esista. La negligenza più temeraria della forma passa per la defezione della geometria.
La Forma raggira i cerchi, triangola con se stessa e si smarca dai triangoli, va al poligono di tiro e abbatte i poligoni. Kubrik tiene testa alla demonologia della simmetria ma lo fa con la simmetria. Altri autori e altre opere non seguono questo metodo esorcistico, si tengono alla larga, escono fuori dall’orbita, disfanno l’orizzonte come un tramonto. Praticano un cinema immune alla “costruzione”, refrattario al lustro, dedito al fenomeno, assegnato al repentino. Che disdegna di muoversi su cingoli, rotaie, tapis roulant, ma procede con sgambettamenti, storte, sbucciamenti. Fruga nella polvere in cerca della “vita indenne”. Lancia (in resta ma) in aria come giocolieri indiani una corda e su quella aerea prodezza di incantesimo fanciullescamente si arrampica. Si inclina e disorienta e giravolta ma poi come un misirizzi torna dritto a testa alta (grazie a quel segreto di piombo alla base). E forse in questo scompiglio di traiettorie, in questa tormenta di movenze, in questo brigantaggio di fattezze, esperimenta un’affatata fatalità: incubare l’inaudita geometria.

Tutti i lunedì alle ore 21. È prevista una breve introduzione e poi a seguire la proiezione.
Tessera 20 euro – singolo film 4 euro (la tessera valevole per otto proiezioni).

/ CALENDARIO

27 aprile 2015: Un matrimonio di Robert Altman
4 maggio 2015: L’anguilla di Shohei Imamura
11 maggio 2015: La regola del gioco di Jean Renoir
25 maggio 2015: I giorni del cielo di Terrence Malick
1 giugno 2015: Comment je me suis disputé… (ma vie sexuelle) di Arnaud Desplechin.
8 giugno 2015: Il matrimonio di Lorna di J.P e Luc Dardenne
15 giugno 2015: L’assassinio di un allibratore cinese di John Cassavetes
22 giugno 2015: Himizu di Sion Sono
29 giugno 2015: film eventuale e a sorpresa (votazione a maggioranza da parte dei tesserati e dei presenti alla proiezione del 22 giugno SE proiettare un nono film e successiva scelta del film da proiettare tramite votazione entro una rosa di titoli preselezionati dagli organizzatori: il procedimento di scelta e la nomina saranno eseguiti al termine della proiezione del 22 giugno).

___
Corrimano è una nuova casa editrice fondata a Palermo nel 2014 da due coppie di fratelli: Dario e Valentina Ricciardo, Andrea e Francesco Romeo.

Direttori editoriali sono Dario Ricciardo e Francesco Romeo, già ideatori e fondatori di Fuori Piove, associazione culturale che allestisce e realizza rassegne cinematografiche dedicate a questioni relative allo stile e alla strutture dei film.

Dario Ricciardo è nato a Palermo il 15/7/73 laureato in Economia e con un Master in Business Administration, nel 2008 ha pubblicato la raccolta di racconti “Ragioniamo per assurdo” Lab-Giulio Perrone Editore.
Nel 2010 ha frequentato i corsi di editing, grafica e marketing editoriale organizzati da Navarra Editore. Ha inoltre frequentato corsi di cinema e scrittura organizzati da Centro Studi Narrazione Le Città Invisibili.

Francesco Romeo, nato per l’anagrafe a Palermo, con il cuore a Mondello e con la fantasia a New York-Chicago-New Orleans il 7/10/74 (quando l’oscar per miglior film fu vinto da Il Padrino parte II di F.F.Coppola e la Palma d’oro a Cannes fu vinta da La Conversazione di F.F.Coppola). Laureato “in legge”, si è diplomato alla Scuola Holden, ha conseguito un Master in arte e cultura al MART di Trento e Rovereto, insegna letteratura alla facoltà di Teologia di Palermo, ha tradotto Giungla d’Asfalto di W.R.Burnett, tiene corsi di Teoria del cinema e di Forma letteraria prevalentemente per il Centro Studi Narrazione Le Città Invisibili. La sua principale aspirazione per il 2015 (riuscita sfolgorante di Corrimano a parte) è quella di scrivere per la H.B.O. ma si accontenta di seguirne in poltrona le meravigliose serie tv.

http://www.lecittainvisibili.com/wp/anti-euclide-rassegna-cinematografica/

#palermo   #cinema   #film  
Photo

Post has attachment
Una vera e propria invasione poetica, per celebrare la Giornata Mondiale della ‪#‎Poesia‬. 
A ‪#‎Palermo‬, sabato 21 marzo c'è Codìce Poesìa. 
Animeremo la città, coinvolgendo mercati, piazze, attività commerciali, ristoranti, ospedali, autobus, treni; offriremo versi a bambini, automobilisti, mamme in attesa, passanti; decoreremo muri, fili, alberi, tavolozze, monumenti; scriveremo nuove poesie in estemporanee e laboratori.
Siete tutti invitati ad assistere, partecipare, documentare, contribuire alle azioni poetiche organizzate.

L'hashtag della giornata è ‪#‎codicepoesia‬.

http://www.lecittainvisibili.com/wp/codice-poesia/
Photo

Post has attachment
[Una giornata di artistico stupore]
«Si può ritenere che la meraviglia della vita sia sempre a disposizione di ognuno in tutta la sua pienezza, anche se essa rimane nascosta, profonda, invisibile, decisamente lontana. 
Tuttavia c’è, e non è né ostile e né ribelle. Se la si chiama con la parola giusta, con il suo giusto nome, essa arriva. Questa è l’essenza dell’incantesimo, che non crea, bensì chiama».
― Franz Kafka, Diari

Sabato 7 marzo 2015 dalle 11 alle 23 in occasione dell’inaugurazione della nuova sede, dodici ore di meraviglia al Centro Studi Narrazione Le Città Invisibili, Via Evangelista Torricelli, 32 (Zona Stazione Notarbartolo), Palermo. 
Laboratori gratuiti di autobiografia poetica e percezione sensoriale e scrittura con Leonora Cupane, caviardage con Adele Cammarata, lettura e scrittura creativa per bambini con Giovanna Soffientini e Leonora Cupane, scrittura e movimento con Laura Costa, lettura e visioni cinematografiche con Francesco Romeo, itinerario letterario, pittorico, fotografico e cinematografico con Giorgio Vasta.
N.B. Per iscriversi ai laboratori gratuiti basta telefonare al 339 6587379 o scrivere a info@lecittainvisibili.com
 
Il 7 marzo 2015 inaugureremo la nostra nuova sede di via Evangelista Torricelli, 32 (zona Stazione Notarbartolo), a Palermo, con una giornata articolata in sette laboratori gratuiti aperti a tutti. 
Sarà per noi una splendida occasione per mostrarvi i nuovi spazi (in cui durante tutto l’anno si svolgono laboratori, corsi, circoli di lettura, attività culturali, proiezioni, incontri, letture, eventi, con e la possibilità di avere accesso a una biblioteca di testi sulla scrittura da consultare o prendere in prestito) e per raccontarvi i progressi e le novità del Centro Studi che quest’anno festeggia quindici anni di stupore, grazie al privilegio di condividere insieme a tanti artisti la passione per la narrazione in tutte le sue forme, e il fermento che produce la cultura.


La giornata di sabato 7 marzo sarà una festa operosa durante la quale faremo ciò che amiamo di più: ci stupiremo insieme estraendo la meraviglia, chiamandola con le parole giuste. Ci divertiremo con la creatività, l’energia, la condivisione.

I conduttori dei laboratori gratuiti saranno (in ordine di apparizione) Leonora Cupane, Adele Cammarata, Giovanna Soffientini, Laura Costa, Francesco Romeo e il nostro ospite d’onore, lo scrittore Giorgio Vasta.
Il tema dell’intera giornata sarà proprio la meraviglia, declinata attraverso la lettura, il cinema, la scrittura autobiografica e narrativa, la poesia, il gesto della danza.
Raymond Carver affermava: “a costo di sembrare sciocco, uno scrittore a volte deve essere capace di rimanere a bocca aperta davanti a qualcosa, qualsiasi cosa – o un tramonto o una scarpa vecchia – colpito da uno stupore semplicemente assoluto.” 
Crediamo che questo non riguardi soltanto gli scrittori: per essere lettori, spettatori, artisti consapevoli, e ancor di più per essere persone integre e capaci di vivere con pienezza, è necessario ritrovare la capacità di stupirsi, quel girare intorno alle cose con sguardo innamorato di cui parlavano Ortega Y Gasset e Maria Zambrano – uno sguardo tanto più aderente e fedele alla concretezza delle cose quanto più immaginifico e creativo.

Il programma qui: http://www.lecittainvisibili.com/wp/che-meraviglia/
#palermo   #scrittura  
Photo

Post has attachment
❝ Ho nella testa un esercito di gente che vuol venire fuori e aspetta il comando ❞
— Anton Čechov

http://www.lecittainvisibili.com/wp/frasi-sulla-scrittura-ho-nella-testa-un-esercito-di-gente-anton-cechov/

#citazioni   #scrittura   #cechov  #frasi  
Photo

Post has attachment
❝ Amo le frasi che non si sposterebbero di un millimetro nemmeno se le attraversasse un esercito ❞
— Virginia Woolf

http://www.lecittainvisibili.com/wp/frasi-sulla-scrittura-amo-le-frasi-virginia-woolf/

#citazioni   #scrittura   #virginiawoolf   #frasi  
Photo

Post has attachment
❝ La poesia è poesia quando porta con sé un segreto ❞
Giuseppe Ungaretti

Leggeremo Giuseppe Ungaretti durante Ma che noia la poesia! / laboratorio di lettura e scrittura condotto da Roberto Deidier  dal 16 febbraio al 1 marzo 2015

 http://www.lecittainvisibili.com/wp/ma-che-noia-la-poesia/
#ungaretti   #poesia   #cit  
Photo

Post has attachment
MA CHE NOIA LA POESIA!! Un laboratorio di lettura e scrittura condotto da Roberto Deidier

Dal 16 febbraio al 1 marzo 2015
Centro Studi Narrazione Le Città Invisibili, via Evangelista Torricelli 32, Palermo
Per le iscrizioni : 339 6587379 | info@lecittainvisibili.com

Il ricordo che portiamo della poesia, dai tempi della scuola, non è sempre felice per tutti, anzi non lo è quasi mai: versi da mandare a memoria, parafrasi e commenti a testi e autori sentiti lontani dalle necessità e dalle urgenze del nostro presente; nessuna notizia, invece, proprio sul presente della poesia, su quanto è accaduto e accade nei nostri anni.
Invece tra tutte le espressioni dell’uomo, la poesia è quella che più si avvicina a definire la nostra identità, singola e collettiva. La sua capacità di dilatare le potenzialità della lingua, fino a limiti estremi, fino a creare immagini impensate, ci dà l’illusione di reinventare un intero mondo, in cui i significati di quello reale possono finalmente chiarirsi, oppure offrirsi in una luce nuova. Per questo la poesia deve tornare a essere un patrimonio comune: per questo un laboratorio di poesia, sulla poesia, diventa un luogo dove condividere saperi, pensieri, esperienze di cui la poesia stessa continuamente si nutre.

Il sapere della poesia è antico quanto il mondo, ed è fatto di parole che si ordinano in un modo unico e irripetibile, in un ritmo che è già significato; il laboratorio ci consente di entrare nelle officine dei grandi poeti moderni, da Leopardi a Montale, da Saba a Penna, attraversando quei grandi momenti della cultura moderna europea rappresentati dal simbolismo e dalle avanguardie e leggendo con più consapevolezza.
Infine, provarsi a scrivere in versi le nostre emozioni, ci permette di riaccostarci alle forme della poesia recuperando vicinanza e familiarità: non c’è scrittura, infatti, che non sia prima di tutto lettura.

Il laboratorio si articolerà in sette incontri di tre ore ciascuno, più una giornata finale, per un totale di ventotto ore.

Nel primo e nel secondo incontro sarà fornito un primo inquadramento storico della poesia e delle poetiche in età moderna attraverso la rilettura di alcuni testi chiave della più recente tradizione italiana, da Leopardi al Novecento, con particolare attenzione alla produzione più recente.

Nel terzo e nel quarto, di carattere più interattivo, saranno proposti alcuni percorsi tematici nella poesia del Novecento, con discussione aperta e la produzione di un breve elaborato. In particolare saranno offerte grandi linee tematiche (la figura femminile, l’amore, il tempo, il viaggio, la guerra) attraverso le poesie di Montale, Rilke, Cvetaeva, Ungaretti, Yeats.

Nel quinto e nel sesto incontro, più tecnici, saranno illustrate le nozioni di base del genere poesia: prosodia, ritmo, metro, verso, con esercitazioni di lettura e scrittura in versi.

Nel settimo incontro sarà proposto ai partecipanti di analizzare un testo poetico d’autore e di rilevarne pregi o manchevolezze. A partire da quel testo, i partecipanti dovranno cimentarsi in un’operazione di riscrittura.

I temi e i contenuti della giornata finale (ottavo incontro) si definiranno durante il percorso.

Il laboratorio fa parte dell’anteprima della Scuola Itinerante Internazionale di Autobiografia e Poesia, un nuovo ente di formazione (costola del Centro Studi Narrazione Le Città Invisibili) che vedrà la luce nel 2016. Itinerante perché i laboratori si svolgeranno in varie sedi, di particolare bellezza, sparse sul territorio siciliano. Internazionale perché alcuni docenti saranno stranieri e perchè seminari facoltativi si svolgeranno in altre nazioni europee.

Date e orari:
Febbraio 2015: lunedì 16 dalle 18 alle 21;  lunedì 23 dalle 18 alle 21; sabato 28 dalle 15 alle 20.
Marzo 2015: domenica 1 dalle 10 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 17.30

Il percorso costerà 130 euro.
Sede: Centro Studi Narrazione Le Città Invisibili, via Evangelista Torricelli 32, Palermo (nuova sede, da gennaio 2015).
Per le iscrizioni chiamare il 339 6587379 o scrivere a info@lecittainvisibili.com.

http://www.lecittainvisibili.com/wp/ma-che-noia-la-poesia/

#poesia   #palermo   #corsidipoesia  
Photo

Post has shared content
Quando scrivo, Philip Roth
«Il problema è che, quando scrivo, la scrittura nasce da un’esigenza di raccontare, troppo forte per essere frenata anche se a volte mi capita di fermarmi, di non riuscire ad andare avanti, di sentire che tutto è finito, che l’angoscia che ho dentro non lascia più posto alle storie, che le storie possibili sono state tutte uccise, costrette a non esistere, a non nascere. Quando attraverso quei momenti, e negli anni sono diventati più frequenti, a volte basta la frase di un romanzo che mi torna alla mente, la battuta di un personaggio in un libro, per tirarmi fuori dal buio, per ridarmi la possibilità e la capacità di scrivere. Ecco: l’autore di quella frase, di quella battuta, è in quel momento il mio indispensabile maestro».

— Philip Roth, da un intervista al Corriere della Sera

http://www.scripta-volant.org/blog/quando-scrivo-philip-roth/
+Scripta Volant 
#scrittura  
Photo

Post has shared content
«La cosa importante non è ciò che scriviamo ma come scriviamo e, a mio avviso, lo scrittore moderno deve essere prima di tutto un avventuriero disposto a correre qualsiasi rischio».

— Scrivere pericolosamente, ‪#‎JamesJoyce
http://www.recensionieincipit.com/scrivere-pericolosament-joyce/
#scrittura   #anniversario  
Photo
Wait while more posts are being loaded