Profile cover photo
Profile photo
La Valigia dell'Attore - Festival La Maddalena
1 follower
1 follower
About
Posts

Gian Maria Volonté non ha fondato una scuola, né ha direttamente istruito “allievi” (come accadeva invece nella tradizione del grande attore italiano del diciannovesimo secolo), ma certamente è una figura di riferimento, un modello col quale numerosi attori ed attrici di varie generazioni si confrontano.
Ad alcuni è capitata la ventura di lavorare con lui, altri lo hanno incontrato e conosciuto solo attraverso i film. Averli con noi in questa manifestazione costituisce un’occasione stimolante per gettare uno sguardo, allo stesso tempo curioso e attento, nel mondo singolare e affascinante dell’attore.
Add a comment...

Presentazione di Fabrizio Deriu

Il grande regista e scenografo Edward Gordon Craig diceva che è preferibile vedere uno spettacolo di tigri che combattono contro leoni piuttosto che osservare un essere umano che finge di essere altro da sé, intento a combattere col proprio corpo e la propria anima.
Ma tale assurdità ha una specifica funzione sociale: quella sorta di sacrificio pubblico che l’attore compie nel proporsi come un oggetto di osservazione a quei soggetti che sono gli spettatori ha senso per una collettività che da questo “snaturamento” trae un insegnamento, un’utilità, una conoscenza, una migliore consapevolezza di sé.
Vale la pena, dunque, prestare di tanto in tanto attenzione agli attori, alle loro persone e al singolare mestiere cui si sono dedicati, approfittando delle rare occasioni che capitano per interrogarli, per farli parlare. Con la speranza di arrivare a comprendere meglio cos’è un attore; perché hanno scelto questa professione; qual è la loro idea del mestiere e dell’arte; quali sono stati i loro “maestri” e i loro idoli; quale pensano sia il ruolo e la “missione” dell’attore nella società attuale.
Per chiedere loro cose che spesso non si capiscono col semplice seguire le vicende dei personaggi cui prestano il volto, sulla scena o sullo schermo: il problema della “scuola”, della tecnica, della costruzione del personaggio, della preparazione e dell’improvvisazione; il problema del rapporto con il pubblico (quando c’è, come in teatro; o magari il disagio di quando non c’è, come nelle riprese che serviranno per montare il film); il rapporto con i registi, oppure quello che li lega o li allontana dai grandi attori del passato; e molto altro ancora.

http://www.lavaligiadellattore.com/valigia-attore/lavoro-attore/
Add a comment...

Post has attachment
Corsi di alta formazione sulle tecniche d’attore:

Il ValigiaLab è un laboratorio di alta formazione sulle tecniche d'attore per diciotto giovani provenienti dalle principali scuole nazionali di recitazione che dal 2010 affianca il festival La valigia dell'attore - dedicato al lavoro d'attore e intitolato a Gian Maria Volonté - che si svolge da dodici anni in Sardegna nell'isola di La Maddalena ed è diretto da Giovanna Gravina Volonté.

Il laboratorio, nato da un’idea di Ferruccio Marotti, è organizzato dall'Associazione Culturale Quasar e si è svolto, fino al 2014, con la collaborazione del Centro Teatro Ateneo de La Sapienza Università di Roma e, dal 2013, con la Scuola D'Arte Cinematografica "Gian Maria Volonté" di Roma.
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded