Profile cover photo
Profile photo
Jung Italia - Psicologia
153 followers -
Pagina ufficiale dedicata al blog nazionale www.jungitalia.it - Psicologia, Psicologia Analitica, Psicoanalisi, Psicologia Complessa, Psicologia Moderna, Psicologia Junghiana
Pagina ufficiale dedicata al blog nazionale www.jungitalia.it - Psicologia, Psicologia Analitica, Psicoanalisi, Psicologia Complessa, Psicologia Moderna, Psicologia Junghiana

153 followers
About
Posts

Post has attachment

«La ragione è un’isola piccolissima nell’oceano dell’irrazionale.»
(Immanuel Kant)

«Odiamo e temiamo l’irrazionalità del mondo interiore. Perciò siamo incapaci di convivere con le cose così come sono. Non possediamo una simile arte»
(Jung)

L'irrazionale è la metà fetta del mondo, è parte integrante di ogni sistema complesso, essere umano incluso con la "sua" psiche.
Add a comment...

Post has attachment
"E non accadrà soltanto che saranno gli occhi a guardare l'immagine, ma accadrà anche che sarà l'immagine a guidare, a plasmare nuovi occhi, un nuovo sguardo: la nostra anima."
(Marco Alessandrini - Immagini della follia)

Oggi #jungitalia consiglia lo PsicoLIBRO:
"LA VIA DELL'IMMAGINE" del fisico-psicologo Yoram Kaufmann ➡️ http://amzn.to/20JyYu6 -

DI COSA PARLA:
Combinando la mente di uno scienziato e l'occhio di un visionario, Yoram Kaufmann (fisico e psicologo junghiano) ci accompagna nel cuore dell'animo umano insegnandoci a cogliere il significato archetipico delle immagini tratte da sogni, fiabe, leggende, film, letteratura, ecc. Di fronte a un'immagine la parola d'ordine qui è tradurre, non interpretare. Nel suo metodo, denominato approccio orientazionale, l'immagine viene definita ricorrendo a un sistema di coordinate (denominate, appunto, orientazioni) che permettono di rilevare la sua natura intrinseca. Tramite l'approccio orientazionale è possibile cogliere il significato ontologico dell'immagine e acquisire - attraverso i sentimenti, le associazioni e le rêverie da essa evocati - nozioni preziose per comprendere una determinata situazione di vita dell'individuo. Grazie alle tesi di Kaufmann impariamo che ogni immagine (così come, per esempio, ogni stagione) comprende in sé una serie di strutture innate che possono diventare oggettive linee guida sia nei percorsi terapeutici che nella vita in generale. Mediante un approccio realmente spirituale, Kaufmann conferma ancora una volta che la nostra esistenza non è guidata e dominata dall'Io, ma dal Sé. L'Io, traduttore e scrivano del Sé, ha il compito di integrare i suoi messaggi.

(Link al libro: ➡️ http://amzn.to/20JyYu6)

AUTORE:
Yoram Kaufmann, ricercatore rigoroso, insegnante esigente e brillante analista, Kaufmann è considerato uno dei più autorevoli rappresentanti della psicologia moderna. Da oltre trent’anni si dedica allo studio della Psiche Oggettiva, insegnando ad accettare i limiti della consapevolezza conscia. Docente presso il C.G. Jung Institute di New York, dopo gli studi di fisica compiuti nel nativo Israele, si è specializzato in Psicologia Clinica presso la New York University. Appartiene alla tradizione orale dei saggi dell’antichità: vive e lavora nell’anonimato, accettando raramente di presentare le sue tesi in pubblico. L’importanza delle sue idee per l’evoluzione e lo sviluppo degli studi nel campo dell’Analisi dei Modelli Archetipici è riconosciuta come fondamentale.
Photo
Add a comment...

Post has attachment
«E se guardate dentro di voi vedrete anche qui cose vicine, lontane e infinite perché il mondo interiore è altrettanto infinito di quello esterno. Questo mondo interno è davvero infinito e per nulla più povero di quello esterno. L’essere umano vive contemporaneamente in due mondi.»
(C.G.Jung – Libro Rosso, p.264)

«La domanda decisiva per un uomo è se è in rapporto con qualcosa di infinito o no» (Jung) - Continua nel post...

http://www.jungitalia.it/2016/05/26/noi-siamo-infinito-jung-elemento-infinito/
Add a comment...

Post has attachment
"La cosa peggiore che possa capitare a qualcuno, è quella di diventare un santo. La cosa non mi piacerebbe, sarebbe un terribile malinteso. Ancora una volta la gente si metterebbe a guardare una statua invece di guardare a Dio soltanto. Io vorrei solo che, attraverso me, si potessero scoprire un po' di più le tracce di Dio." (Adrienne von Speyr)

L'autobiografia di questa interessante donna mistica e medico morta nel 1967 a Basilea.

LINK AL LIBRO: http://amzn.to/22oZQ46
Add a comment...

Post has attachment
«Tu, uomo, non cercare il femminile nella donna, ma cercalo e riconoscilo in te, poichè tu lo possiedi sin dal principio [...]
tu, donna, non cercare il maschile nell'uomo, ma prenditi piuttosto cura del lato maschile presente in te, poichè tu lo possiedi sin dal principio.» (Jung - Liber Novus)

«La donna non è un panda, quindi non dobbiamo difenderla, non è in estinzione. E’ in estinzione L’UOMO! L’essere! L’essere!»
(Alessandro Bergonzoni)

SEMINARIO GRATUITO - 28/05 - Mestre (VE):
"Oltre lo specchio: riflessioni su identità e femminile",
organizzato da ASSOCIAZIONE CULTURALE ANADIOMENE

Per maggiori dettagli sul contenuto del seminario clicca sul post qui sotto...

http://www.jungitalia.it/2016/05/23/eventi-riflessioni-su-identita-femminile-oltre-lo-specchio/
Add a comment...

Post has attachment
Add a comment...

Post has attachment
"Essere vuol dire essere percepiti, pertanto conoscere se stessi è possibile solo attraverso gli occhi degli altri." (Cloud Atlas)

Un film stupendo dei fratelli Wachowski tratto dal romanzo "Cloud Atlas - L'Altante delle nuvole", di David Mitchell.

LINK AL LIBRO: http://amzn.to/1W5cvt7
Add a comment...

Post has attachment
"Essere vuol dire essere percepiti, pertanto conoscere se stessi è possibile solo attraverso gli occhi degli altri." (Cloud Atlas)

Un film stupendo dei fratelli Wachowski tratto dal romanzo "Cloud Atlas - L'Altante delle nuvole", di David Mitchell. Continua nel post...

LINK AL LIBRO: http://amzn.to/1W5cvt7
Add a comment...

Post has attachment
"La paura di vivere" (Alexander Lowen)

LINK AL LIBRO: bit.ly/PauraDiVivere
Photo
Add a comment...

Post has attachment
«...i fenomeni sincronistici constatabili empiricamente, ben lungi dal costituire una regola, rappresentano eccezioni relativamente così rare che il loro verificarsi viene perlopiù messo in dubbio. In realtà però sono molto più frequenti di quanto si pensi e si possa dimostrare, ma non sappiamo ancora se e in quale sfera dell’esperienza essi mostrino una frequenza e una regolarità tali da permetterci di parlare di essi come di qualcosa conforme a una legge. Fino a oggi non sappiamo che questo: deve esistere un principio che sta alla base di tutti i fenomeni del genere, e che potrebbe spiegarli.
Sia la concezione primitiva sia la concezione antica e medievale della natura presuppongono l’esistenza, accanto alla causalità, di un simile principio. Fino a Leibniz la causalità non è nè unica nè predominante. Nel corso del diciottesimo secolo essa è poi diventata il principio esclusivo delle scienze naturali. Con l’ascesa delle scienze naturali nel diciannovesimo secolo la “correspondentia” è tuttavia scomparsa dal quadro, e di conseguenza il mondo magico di epoche precedenti sembrò definitivamente tramontato, finchè verso la fine del secolo i fondatori della “Society for Psychical Research” tornarono a mettere sul tavolo il problema in via indiretta, cioè tramite l’indagine del cosiddetto fenomeno telepatico.»

(C.G.Jung – “La Sincronicità come Principio di nessi acausali”, 1952, Bollati Boringhieri, p.262)

LINK AL LIBRO: http://amzn.to/1TlioPk
Photo
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded