Profile cover photo
Profile photo
IN/ARCH Istituto Nazionale di Architettura
127 followers -
L'IN/ARCH nasce nel 1959 da un'idea di Bruno Zevi. L'Istituto promuove Dibattiti, Convegni, Workshop e Master in Architettura Digitale.
L'IN/ARCH nasce nel 1959 da un'idea di Bruno Zevi. L'Istituto promuove Dibattiti, Convegni, Workshop e Master in Architettura Digitale.

127 followers
About
Posts

Post has attachment
Carceri: meglio Grillo parlante che leader politicante.
Le parole di Beppe Grillo sulla questione penitenziaria sembrano ribaltare l’approccio del Governo in carica a proposito del tema cruciale della sicurezza: a un esecutivo che sembra puntare soltanto sull’inasprimento delle pene e sul conseguente incremento della popolazione carceraria, il celebre comico fa presente come fra i detenuti si registri una percentuale di recidiva che supera il 70%, a fronte di un 20% fra coloro cui vengono comminate misure alternative al carcere (arresti domiciliari o affidamento in comunità di riabilitazione). Dunque “rinchiudere una persona per anni dentro una stanza, oltre a essere una tortura, non porta a nulla” e, si potrebbe aggiungere, rappresenta un onere ingiustificato per la collettività che vede tornare a delinquere più di due terzi degli utenti degli istituti penitenziari.
IN/ARCH, che nel 2014 è stato incaricato di coordinare un processo di progettazione partecipata “Lo spazio della pena, la pena dello spazio” per la riqualificazione della sezione femminile del carcere fiorentino di Sollicciano – e ha continuato a seguire puntualmente le vicende degli spazi della pena – non può non condividere le opinioni di Grillo, con l’obiettivo di rispondere alla domanda di sicurezza in termini concreti e fattuali, anziché fantasmatici e strumentali. Per passare dalle parole ai fatti, l’Istituto propone quindi di portare tanto a realizzazione i progetti di sviluppo delle misure alternative alla detenzione elaborati negli ultimi anni, quanto ad approvazione il Nuovo Ordinamento Penitenziario, messo a punto da una commissione interdisciplinare qualificata e mirato a fare del carcere un luogo di riabilitazione anziché di “tortura”, anche relativamente agli spazi e agli arredi.
#Spazidellapena #Carceri
Photo
Add a comment...

Post has attachment
...Siamo arrivati all'ultima settimana di lavoro...
venerdì 20 luglio si concluderà, con la discussione delle tesi, la II Edizione del Master in #BIM GESTIONE INTEGRATA DEI PROCESSI DI PROGETTAZIONE E COSTRUZIONE che ha visto giovani professionisti impegnati per 8 mesi in modellazioni costruttive – analisi della costruzione e strutture – analisi delle prestazioni ed impianti – computi e stime – specifiche costruttive – materiali, nello specifico sul caso studio del Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze di ABDR Architetti Associati.
Con l'occasione presenteremo #BIMGenius la nuova piattaforma interattiva.
Roma, sede Ance ore 10,00_Ingresso libero per tutti gli interessati e i curiosi!
Si prega di inviare conferma a inarch@inarch.it.
Spraut Sara Manarin Massimo Campari Chiara Blu Daniele Bernicchia Beatrice Fumarola Francesco Orofino Massimo Locci Pietro Paolo Anella Chromatika Multimedia
#MasterInarch #InarchperilBIM
https://www.inarch.it/master-in-bim-final-report/
Photo
Add a comment...

Post has attachment

Post has attachment
REPORT FINALE del Master in #BIM GESTIONE INTEGRATA DEI PROCESSI DI PROGETTAZIONE E COSTRUZIONE.
Presentazione e discussione delle tesi.
Presentazione di BIMGenius la nuova piattaforma interattiva.
Ingresso libero per tutti gli interessati.

Si conclude la II edizione del Master che ha visto giovani professionisti impegnati per 6 mesi in modellazioni costruttive – analisi della costruzione e strutture – analisi delle prestazioni ed impianti – computi e stime – specifiche costruttive - materiali, nello specifico sul caso studio del Nuovo teatro dell'Opera di Firenze.
La definizione del modello BIM nelle sue diverse specializzazioni è allo stesso tempo il momento per apprendere le modalità operative del software BIM, delle strategie di ottimizzazione del flusso operativo, delle modalità di interscambio e di elaborazione multidisciplinare delle informazioni. Il modello BIM così ottenuto è la struttura che contiene tutte le informazioni di processo coordinate e che permette di effettuare ottimizzazioni ed aggiornamenti in tempo reale.
Il nostro ringraziamento alla meravigliosa squadra di docenti, a Spraut, allo ABDR Architetti Associati e a Edilportale.com partner del Master e soprattutto agli studenti/giovani professionisti che hanno lavorato intensamente. Per loro si apriranno le porte di società di ingegneria e architettura per perfezionare la formazione lavorando su progetti reali.
www.inarch.it
#INARCHPERILBIM
Photo
Add a comment...

Post has attachment
"Il fregio di William Kentridge, promosso dall’associazione TEVERETERNO, è un’opera importante, un forte gesto simbolico che intende riscattare attraverso l’arte un tratto del Tevere, per farne un grande spazio pubblico per la cultura e l’incontro....
L’ Associazione Tevereterno torna a richiedere alle amministrazioni pubbliche competenti una manutenzione minima di Triumphs and Laments e un’attività di bonifica e di pulizia delle banchine, per restituire al Tevere decoro e sicurezza."
AIUTATECI A CONDIVIDERE!
#WilliamKentridge #Tevere #Roma
con Luca Zevi
Add a comment...

Post has attachment
L’IN/ARCH saluta con grande soddisfazione il riconoscimento dell’Ivrea di Adriano Olivetti come Sito Patrimonio dell’Umanità.
Nel 2012, con un ruolo di protagonista del Padiglione Italia alla Biennale di Venezia curato dall’attuale vice-presidente @Luca Zevi, l’Istituto ha riproposto con forza il messaggio del grande industriale piemontese, quale modello di una concezione imprenditoriale il cui successo si misura non soltanto con la quantità dei prodotti messi sul mercato, ma anche con la qualità del design, del processo produttivo, dei luoghi di lavoro, dei servizi e delle abitazioni per i dipendenti, dell’organismo urbano nel quale si svolge l’attività aziendale.
Una concezione di tipo olistico, che interpreta compiutamente il modo di produzione Made in Italy e che avrebbe potuto dare al nostro Paese – ma può ancora dargliela – una posizione egemone a livello internazionale. Una posizione insidiata prima dall’industrializzazione pesante e dall’agglomerazione metropolitana e poi, siamo ai nostri giorni, da un capitalismo selvaggio completamente disinteressato all’ambiente e alla qualità della vita delle persone, attento soltanto al PIL e al profitto.
Il persistente successo delle imprese del Made in Italy – come siamo andati ripetendo nel mondo con i viaggi del Padiglione Italia 2012 – ribadisce l’attualità del messaggio di Adriano Olivetti. Un’attualità che è stata ribadita con forza dall’IN/ARCH anche in occasione del Congresso Nazionale, tenutosi nell’aprile scorso, che nel suo documento finale lo ripropone esplicitamente attraverso il rilancio di un modello di sviluppo integrato, capace di rilanciare la mirabile geografia policentrica del nostro Paese. Una geografia scaturita da una complessità produttiva che ha dato vita a mirabili ambienti urbani e rurali, espressivi anche di una considerazione attenta delle esigenze delle persone. Una considerazione oggi fortemente trascurata, come dimostra la spaventosa impennata delle diseguaglianze sociali che caratterizza il nostro tempo.
#Ivrea #AdrianoOlivetti #Unesco
Add a comment...

Post has attachment
Gli amici e le imprese, che credono che l'ARCHITETTURA rappresenti oggi più che mai una "RISORSA per la MODERNIZZAZIONE", possono sostenere l'Istituto Nazionale di Architettura in 3 modi:
- ASSOCIANDOSI
- EFFETTUANDO UN'EROGAZIONE LIBERALE
integralmente deducibile
- DEVOLVENDO IL 5XMILLE
https://www.inarch.it/sostienici-erogazioni-liberali-allinarch/
#SOSTIENIINARCH #BUONARCHITETTURA #INARCH #CAMPAGNASSOCIATIVA2018
#EROGAZIONILIBERALI
Photo
Add a comment...

Post has attachment
IN/ARCH è tra i 150 gli istituti culturali ammessi al riparto fondi 2018-2020 del MiBACT, insieme a Meis di Ferrara, il Museo Egizio di Torino, alla Fondazione Poldi Pezzoli, l'Accademia della Crusca ecc.
Un riconoscimento importante grazie all'intensa attività che ogni giorno svolgiamo, una garanzia per tutti i soci IN/ARCH della qualità del lavoro e delle sfide che ogni giorno affrontiamo.
Un contributo pubblico modesto che deve spingerci sempre più verso la ricerca del sostegno di amici e imprese che credono che l'ARCHITETTURA è oggi più che mai una RISORSA per la MODERNIZZAZIONE" (congresso IN/ARCH gennaio 2000)
COME DIVENTARE SOCIO IN/ARCH:
https://www.inarch.it/come-diventare-socio-inarch/ #BUONARCHITETTURA #INARCH #CAMPAGNASSOCIATIVA2018
#EROGAZIONILIBERALI
Add a comment...

Post has attachment
Arriva BIMGENIUS, una piattaforma virtuale interattiva sul BIM.

IN/ARCH è partner di Spraut nel progetto #BIMGENIUS.
Da maggio di quest’anno i corsi di formazione professionale sul #BIM e sulla gestione del processo costruttivo vengono diffusi capillarmente attraverso la nuova piattaforma BIMGENIUS di SPraUt, un sistema di formazione a distanza che permette di frequentare liberamente le lezioni sotto la guida e l’assistenza di docenti online e tutor.

La piattaforma è stata studiata per essere accessibile da qualsiasi supporto informatico, la didattica è stata impostata seguendo le linee guida dei principali atenei internazionali, i docenti ed i tutor sono selezionati accuratamente.
Tutti i corsi sono composti da lezioni in video, dispense esclusive, bibliografie ed esercitazioni pratiche assistite dai tutor. La didattica erogata è conforme agli standard nazionali ed internazionali ed indirizza l’utente al sostenimento di eventuali esami di certificazione IMCQ di cui SPraUt è Organo di Validazione.
SCOPRI BIMGENIUS: https://www.youtube.com/watch?v=X6OGV1e-jb8&feature=youtu.be
Add a comment...

Post has attachment
BRUNO ZEVI
DIALOGHI SULLA MODERNITÀ
Convegno nell'ambito delle Celebrazioni per il Centenario dalla nascita di BRUNO ZEVI.
La Triennale di Milano, 12 giugno 2018 ore 9.30/13.30

A cura di Renzo Bassani e Arianna Panarella - IN/ARCH Lombardia, il Convegno intende valorizzare l’integralità dell’opera di Bruno Zevi quale intellettuale alternativo nell’impegno critico e civile.Carattere costante della sua opera è il colloquio con la modernità finalizzato a coglierne le nuove dimensioni con cui si presenta e che tanto hanno segnato il suo apporto critico e la ‘visio’ dei fenomeni contemporanei. Su questa articolazione, non impone una lettura, ma amplia un processo di percezione e assimilazione che sviluppa nella capacità di vedere e di insegnare a vedere non solo l’architettura, dando vita, così, ad un metodo critico unico.
Contributi critici di Marco Biraghi, Emanuele Fiano, Fulvio Irace, Carlo Olmo, Luca Zevi.
https://www.inarch.it/bruno-zevi-dialoghi-sulla-modernita/ #CentenarioBrunoZevi #BrunoZevi
Photo
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded