Profile cover photo
Profile photo
I Montagnini
105 followers -
Sito web dedicato all'escursionismo con (e senza) i bambini.
Sito web dedicato all'escursionismo con (e senza) i bambini.

105 followers
About
Posts

Post has attachment
Quella compresa tra Monte Greco e le Toppe del tesoro è una zona selvaggia e isolata proprio ai margini del Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise. Ecco, quindi, un percorso fantastico ma da non sottovalutare: la lunghezza e il dislivello tutt'altro che trascurabili, infatti, lo rendono adatto solo a persone molto allenate e preparate.
Add a comment...

Post has attachment
Monte Ienca è una tra le vette più bistrattate del Gran Sasso, forse perché è la meno rocciosa, forse perché è così lontana dalle ben più famose cime del settore centrale del gruppo; fatto sta che non andarci almeno una volta nella sarebbe un vero peccato perché i panorami che offre ai pochi escursionisti che lo frequentano sono davvero superlativi, specialmente gli scorci sul suo dirimpettaio Monte Corvo.
Quello descritto nell'articolo è un bel percorso ad anello che permette, in un solo itinerario, di percorrere entrambi i versanti della montagna. Riservato ad escursionisti esperti abituati a cercare la strada “a naso”.
Add a comment...

Post has attachment
Al di fuori del gruppo del Gran Sasso, nessuna vetta appenninica ha un aspetto dolomitico confrontabile con quello del Sirente. Il versante settentrionale di questa montagna è, infatti, caratterizzato da una linea quasi ininterrotta di pareti lunga oltre 8 km e ricchissima di valloni, guglie e tutto quello che serve per rendere l’ambientazione assolutamente indimenticabile. L’itinerario descritto in questo articolo è la via normale che, partendo dallo Chalet, sale fino alla base delle pareti e le scavalca sfruttando uno dei tanti valloni che le tagliano.
#escursionismo #appennino #escursione #sirente #trekking
Add a comment...

Post has attachment
Dopo un prolungato silenzio, eccoci di ritorno!
Stavolta la nostra metà è stata il Monte Cava, massima elevazione dei monti del Cicolano. Quello scelto per raggiungere la vetta è stato un lungo percorso ad anello sul versante abruzzese. Un percorso che potremmo definire "dall'inferno al paradiso". Si parte, infatti, da un luogo infernale come il ciglio dell'autostrada tra gli sbancamenti fatti per costruire il traforo che passa sotto al Monte san Rocco; ma bastano pochi metri di cammino per ritrovarsi in una località paradisiaca tra ruscelli e rumorose cascatelle che sgorgano da una moltitudine di sorgenti.
Bello tutto l'anno, il percorso da il suo massimo in primavera ed è alpinistico in inverno.
Add a comment...

Post has attachment
La tarda primavera è il momento giusto per andare a visitare le cascate dei Monti della Laga. Lo scioglimento della neve, unito alle piogge che quest'anno non mancano, infatti, gonfia i torrenti e rende i loro salti tra le rocce uno spettacolo indimenticabile.

La cascata della Morricana non solo è molto bella, ma è anche una tra le più facili da raggiungere. Affrettatevi, quindi, e portate i vostri figli a godere di questo spettacolo prima che i torrenti si sgonfino. Ma fate attenzione agli attraversamenti dei torrenti che potrebbero risultare piuttosto "umidi".

#MontiDellaLaga #Appennino #Escursione #Escursionismo
Add a comment...

Post has attachment
La neve inizia a sciogliersi e tra poco inizieranno le fioriture. Quale periodo migliore per un bel giretto nel Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise?
Add a comment...

Post has attachment
I monti Aurunci sono, a mio parere, tra le più belle montagne del Lazio.
In inverno, l'esperienza di camminare su creste innevate a pochi metri dal mare è davvero indimenticabile. E quando finirà la neve inizierà la fioritura, splendida, di narcisi e orchidee, quindi sarà la volta del profumo regalato dalla salvia che ne ammanta le pendici e ricopre i sentieri. In estate la quota regalerà un po di refrigerio per le nostre escursioni prima o dopo un tuffo al mare (sono pochi minuti di macchina) e in autunno i colori esploderanno.
Insomma, gli Aurunci sono montagne per tutte le stagioni: andateci e, se non vi spaventano le lunghe escursioni, vi proponiamo questo percorso che grazie al dislivello vi permetterà di vedere molti degli ambienti che si possono trovare su queste splendide montagne.
Add a comment...

Post has attachment
Dopo una lunghissima assenza eccoci di nuovo a pubblicare un articolo.
Quella descritta è la salita al Monte Lupone da Rocca Massima, sicuramente la più varia e panoramica tra tutte le vie che raggiungono la vetta. Si tratta di una facile e bella escursione che percorre la cresta Nord Ovest del monte, caratterizzata dal continuo alternarsi di fitte faggete, dolci piani carsici e aride pietraie.
Un'escursione con vista sul mare ideale se si è alla ricerca di panorami mozzafiato.
Add a comment...

Post has attachment
Monte Pelone, una delle vette secondarie della Laga, è una meta di particolare interesse, non tanto per la sua altezza (è comunque uno dei 2000 ufficiali del Club 2000m), quanto per la bellezza del percorso che la raggiunge da Ceppo attraversando lo splendido bosco della Martese e le bellissime praterie degli stazzi della Morricana.
Si tratta di luoghi tanto belli da sembrare incantati soprattutto in primavera, quando le cascate e i torrenti sono gonfi d'acqua, e in autunno, quando l'erba delle praterie d'alta quota si tinge di uno splendido color arancio che regala alle montagne un aspetto assolutamente unico e indimenticabile.
#montidellalaga #escursionismo #appennino #escursione #parconazionaledelgransasso #trekking #montagna
Add a comment...

Post has attachment
Monte Tilia e Monte Corno sono le due vette più settentrionali dei Reatini. Si tratta di montagne poco frequentate che conservano, nonostante gli assalti speculativi che si sono susseguiti negli ultimi 50 anni, un loro fascino legato principalmente ai panorami sulla Vallonina e su buona parte dell’Appennino.
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded