Profile cover photo
Profile photo
IMMOBILIARE SANTALFREDO
Evitate colpi d'effetto, ed andate al sodo .
Evitate colpi d'effetto, ed andate al sodo .
About
Posts

Post has attachment

Post has attachment

Post has attachment
Investire nell’edilizia sostenibile conviene sempre più.
Comporta incrementi di costi di costruzione o di ristrutturazione fra il 5 e il 10% del totale ma consente di realizzare incrementi di valore (tra il 2 e il 10%), canoni sensibilmente superiori (tra il 2 e l’8%) e forte diminuzione dei tempi di vendita (da 8 a 4 mesi). E’ quanto emerge dal primo osservatorio Il costruito per gli uomini del domani; osservatorio sulla sostenibilità ambientale: focus sull’efficienza energetica e sulla sicurezza.
www.residenzadeibelgimonza.it

Post has attachment
Investire nell’edilizia sostenibile conviene sempre più.
Comporta incrementi di costi di costruzione o di ristrutturazione fra il 5 e il 10% del totale ma consente di realizzare incrementi di valore (tra il 2 e il 10%), canoni sensibilmente superiori (tra il 2 e l’8%) e forte diminuzione dei tempi di vendita (da 8 a 4 mesi). E’ quanto emerge dal primo osservatorio Il costruito per gli uomini del domani; osservatorio sulla sostenibilità ambientale: focus sull’efficienza energetica e sulla sicurezza.
www.residenzadeibelgimonza.it

Post has attachment

LA DICHIARAZIONE DI SUCCESSIONE DIVENTA DIGITALE

Dal 23 gennaio 2017 nuovi moduli e software di compilazione per la dichiarazione di successione, che diventa digitale.

Post has attachment
È in vista una revisione dell’ecobonus, cioè la detrazione fiscale per chi fa lavori di ristrutturazione edilizia apportando miglioramenti dal punto di vista energetico sulla propria casa o ristrutturazioni della sua struttura e dei suoi ambienti.
Si detrae il 65% spalmato su 10 anni.
Le intenzioni della riforma sarebbero quelle di rendere il beneficio sempre più proporzionale al valore reale del risparmio energetico perseguito dal contribuente che ne fa richiesta.
Photo

Post has attachment
Lesmo Green è un Esclusivo residence in Brianza caratterizzato da ampi spazi verdi ad uso dei residenti, sporting club con campi da tennis, e piscina, servizio di portineria, video sorveglianza 24/24. La proposta in oggetto si riferisce ad un ampia villa di testa indipendente di 550 mq che si sviluppa su due livelli abitativi oltre ad un piano interrato, circondata piacevolmente da 2000 mq di giardino. Al Piano Terra di 200 mq è presente il salone triplo di rappresentanza, ricco di vetrate e luce naturale, sala da pranzo, cucina abitabile, pluri servizi e locale studio. Il Piano Primo di 200 mq è interamente dedicato alla zona notte, notevole l'area della master room: ingresso, camera da letto, cabine armadio per Lei e Lui, servizio con area benessere. Completano la zona notte quattro camere e due servizi. Il Piano Taverna di 150 mq è un grande open space, oltre locale hobby, lavanderia con servizio e locali tecnici, perfettamente rifinito con pavimenti in parquet. Possibilità box doppio in larghezza. Immobiliare Santalfredo 039/69.08.137
Classe Energetica: D
Indice IPE: 112.30
Locali: 7
Superficie: 550 Mq.

Post has attachment

Post has attachment
Il pagamento IMU seconda casa è dovuto su un immobile venduto con atto notarile con riserva di proprietà?
L’art. 1523 c.c. prevede la possibilità di vendita con “riserva di proprietà” dove, il compratore, diventerà proprietario della cosa solo successivamente al pagamento dell’ultima rata del prezzo di vendita concordato.

L’art. 13, comma 2 del Decreto Legge 06.12.2011 n. 601 prevede che il presupposto dell’Imposta Municipale Unica è il possesso dell’immobile mentre l’art. 9, comma 1 del Decreto Legislativo 14.03.2011 n. 23, sottolinea che è soggetto passivo IMU colui che è proprietario dell’immobile o colui che è titolare di un diritto reale sullo stesso.

Nonostante sia possibile avere dubbi circa l’effettivo soggetto che dovrà provvedere al pagamento dell’IMU in caso di vendita con “riserva di proprietà”, dubbi legati in particolare al trasferimento del possesso dell’immobile, il codice civile chiarisce il campo sancendo che tra il momento della sottoscrizione dell’atto e quello del pagamento dell’ultima rata, la proprietà rimane al venditore e, proprio per questo, sarà lui il soggetto passivo IMU.

Chiarimenti da parte dell’Amministrazione, ad oggi, non ce ne sono stati mentre, per eventuali riduzioni di imposta, è consigliabile verificare la delibera del Comune dove ha sede l’immobile.
Photo
Wait while more posts are being loaded