Profile cover photo
Profile photo
Global Antiaging Medicine
26 followers -
Wisdom comes with winters - Oscar Wilde
Wisdom comes with winters - Oscar Wilde

26 followers
About
Posts

Post has attachment
A new research conducted by Columbia University in New York and presented at the American Academy of Neurology, at the annual meeting, suggests that a linked adherence to the Mediterranean diet (MEDI) can prevent brain atrophy and cognition disturbances in advanced age, overall giving a larger brain volume.
This study suggests that a MEDI can prevent cognitive decline or AD [Alzheimer] keeping intact brain structure or delay the atrophy associated with aging, the researchers said.
The increasing use of the investigations by the brain neuroimaging and biomarkers, allowing researchers to examine changes in preclinical older individuals, including brain volume, cortical thickness, the integrity of the white matter, and the deposition of amyloid: in this way the link between diet and the brain is more evident.
The study was carried out with a group of older people who have participated in the project "Washington Heights-Inwood Columbia Aging" (WHICAP).
This cohort study included 674 people aged 65 years or older, of New York City and had no signs of dementia.
All participants underwent a structural magnetic resonance imaging at high resolution, as well as an assessment of adherence to MEDI based on a questionnaire that asked participants taking fish, vegetables, fruit, legumes, cereal, of dairy products, meat and poultry and alcohol.
A higher score (0 to 9) showed better adhesion to MEDI.
The researchers assessed the intracranial volume (ICV), the total brain volume (TBV), the total volume of gray matter (TGMV), the total volume of white matter (TWMV), and cortical thickness (CT).
Among the 9 components of MEDI, the greater fish assumption was associated with higher scores of TGMV, and lower intake of meat was associated with both a TBV that a TGMV largest. The increased consumption of fish was also associated with a higher CT.
In the study it was observed that most of the link food was driven by a higher intake of fish and from a lower consumption of meat.
Potential mechanisms include the anti-inflammatory and / or anti-oxidants, as well as the potential slowdown of the accumulation of β-amyloid and tau.
The consequence is to prove that the diet can influence the volume of the brain, and that this study adds a further hypothesis on the link between diet and brain health.
However, the literature on the benefits of Medi seems to be more than just a casual observation.
Surely it is very important to the lifestyle in old age, but starting at a younger age!!
Add a comment...

Post has attachment
Una nuova ricerca realizzata dalla Columbia University di New York e presentato all'American Academy of Neurology, nella riunione annuale, suggerisce che un’adesione legata alla dieta mediterranea (MEDI) può prevenire l'atrofia cerebrale e i disturbi dellacognizione nell’ età avanzata, nel complesso dando un cervello più grande di volume.
Questo studio suggerisce che effettuare una MEDI può prevenire il declino cognitivo o l’AD [Alzheimer] mantenendo integra la struttura del cervello o ritardare l'atrofia legato all'invecchiamento, spiegano i ricercatori.
Il crescente utilizzo delle investigazioni cerebrali tramite la neuro radio diagnostica e i biomarcatori, consentono ai ricercatori di esaminare i cambiamenti preclinici in individui più anziani, tra cui il volume del cervello, lo spessore corticale, l'integrità della sostanza bianca, e la deposizione di amiloide: in questo modo il legame tra la dieta e il cervello è più evidente.
Lo studio è stato realizzato con un gruppo di persone anziane che hanno partecipato al progetto “Washington Heights-Inwood Columbia Aging” (WHICAP).
Questo studio di coorte ha incluso 674 persone di età compresa tra i 65 anni o più anziani, di New York City e che non avevano segni di demenza.
Tutti i partecipanti sono stati sottoposti ad una risonanza magnetica strutturale ad alta risoluzione, nonché a una valutazione di adesione alla MEDI sulla base di un questionario che ha chiesto ai partecipanti l'assunzione di pesce, di verdure, di frutta, di legumi, di cereali, di prodotti lattiero-caseari, di carne e di pollame e di alcol.
Un punteggio più alto (da 0 a 9) ha indicato una migliore adesione alla MEDI.
I ricercatori hanno valutato il volume intracranico (ICV), il volume totale del cervello (TBV), il volume totale della materia grigia (TGMV), il volume totale della materia bianca (TWMV), e lo spessore corticale (CT).
Tra i 9 componenti della MEDI, l’assunzione maggiore di pesce è stata associata con più alti punteggi della TGMV, e un’assunzione minore di carne era associata sia a un TBV che a un TGMV più grande. Il consumo maggiore di pesce è stato anche associato a un maggiore CT.
Nello studio si è osservato che la maggior parte del legame alimentare è stata trainata da una maggiore assunzione di pesce e da un più basso consumo di carne.
I potenziali meccanismi comprendono gli effetti anti-infiammatori e/o antiossidanti, nonché il potenziale rallentamento dell'accumulo di β-amiloide e di tau.
La conseguenza è quella di provare che la dieta può influenzare il volume del cervello e che questo studio aggiunge un’ulteriore ipotesi sul legame tra la dieta e la salute del cervello.
Tuttavia la letteratura sui benefici della Medi sembra essere più di una semplice osservazione casuale.
Sicuramente è molto importante lo stile di vita nell’età anziana, ma cominciando in un’età più giovane!!
Add a comment...

Post has attachment
The human body has to fit, with the approach of spring, the season of great impact and transformation, into physiological changes; on short days and cold switching to days getting longer and sunny. This sets in motion the rise of neurotransmitters that activate metabolism, such as serotonin and dopamine, decrease in melatonin and operation of its secreting gland, the pineal; the activity of the thyroid increased and the adrenal glands secrete more cortisol.
Metabolism increases and speeds up the work of the liver that "melting" fatter leads to a greater spread circulation of toxins, such as to engage the kidneys and skin.
Serotonin and melatonin most influence sleep and mood, and it is for this reason that in this period we see very easily to an increase in irritability and insomnia, with the emergence, in some cases, of a real "depression spring."
The tension, fatigue and apathy are above the main effects of hyper-cortisol levels, sometimes accompanied by difficulty concentrating and loss of appetite.
The adaptogenic response of the organism to this "stress" involves a complex response that if not properly corrected with a good lifestyle and natural remedies, can worsen the situation with a chronic inflammatory cascade that involves on damage to the cardiovascular, immune and metabolism system.
Our whole body moves from a situation of "lethargy-accumulation", to an "expansion-hypermetabolic."
People most susceptible are those who suffer by metabolic syndrome, insulin resistance or with pathological implications controlled by drug therapy, especially cardiac or metabolic diseases (diabetes, high cholesterol, gout ...). In addition, the extreme age groups such as children or the elderly.
We always remember that you exit from a season like winter, where the food overload, especially on the Christmas period, with protein and hyperlipidemic foods, can be heard at this time. It then determines a state of systemic acidosis that must be countered by an alkalizing diet.
The most adequate and suited to these disorders is primarily a sport light, like an hour a day of walking, and healthy eating and hypocaloric: prefer more meals split up over the day, consisting of fresh vegetables and fruits, both seasonal, vegetables or pasta with light sauces, always with raw oil; decrease especially foods with heavy sauces or gravies, meats, dairy products, sugary drinks, salty foods.
Prefer centrifuged to alcoholic beverages, but insist especially with the water, the only "weapon" drainage more effective and safer!
The intake of foods rich in tryptophan, such as radicchio, carbohydrates, grains and supplements of Magnesium and Taurine, will help to better tackle the snares of nervous tension and related insomnia.
The therapeutic action can be implemented through various routes: with medicinal plants such as burdock, violet and earth smoke which have a specific and direct action on skin tissues, artichoke, dandelion and milk thistle, electives on the different constituents of the liver parenchyma, the hawkweed, the goldenrods, horsetail, birch and barberry, which determine with their action through support and diuresis, a contribution of the renal balance; wood sorrel and turmeric to the streets bile.
Although homeopathic remedies are to be provided with the support of the simillimum of the patient, we can recommend to combat digestive ailments due to the hectic life and power of hit and run, Nux Vomica 6CH or for malfunctioning biliary disorders, Chelidonium 6CH.
Ayurvedic medicine also can be supported; the best advice comes from the ancient Indian medicine: the Triphala, which if taken, give force and energy.
Add a comment...

Post has attachment
Osvaldo Sponzilli, anti aging medicine, homeopathy and acupuncture medical director on Fatebenefratelli Hospital in Rome answer to the critical Australian review about ineffectiveness of homeopathic medicine published on many journals today. The ratio of the Australian National Health and Medical Research affirm that does not exist a reliable evidence of the effectiveness of this placebo medicine.
Following Sponzilli “is very specious this Australian report: evidently this a a media campaign conducted in Australia and is implementing against Homeopathic Medicine. The ratio of the Australian National Health and Medical Research according whose disease does not exist so there is a reliable evidence of the effectiveness of the placebo. Our homeopathic experience come from hundred years of medical prescription in all the world. According the base of clinical results, I can say that homeopathic medicinal drugs are effective, safe and useful not only in disorders " minor “, but also in chronic conditions, relapsing and important; over all when disorders are often not been solved from medicine so-called "official". Many of patients with chronic conditions come to homeopathy after getting experienced the ineffectiveness of cure classic and a good percentage of cases are, through a proper homeopathic treatment, resolutive to their disorders. We must bear in mind that in many trials, artfully constructed against homeopathy, are not called to work together doctors homeopaths.
There are thousands of studies confirm the efficacy of Homeopathic medicine: the authors of this report criticize the quality of the homeopathic studies and to conclude that there is a total absence of evidence. But the authors' conclusions are totally subjective, so for me this work has no scientific value.
We should really investigate how it was done this report before giving news of this kind“.
Add a comment...

Post has attachment
Phosphoricum acidum è il rimedio per il trattamento della depressione dovuta a dispiaceri o stress, perdita di capelli per surmenage ed esaurimento intellettuale dell’adolescente e dell’adulto
L'origine della depressione è un dispiacere che si prolunga nel tempo che provoca debolezza soprattutto sul piano emotivo, fisico o mentale.
Phosphoricum acidum soffre in silenzio il suo stato di depressione, indifferenza emotiva, apatia e solitudine.
Di costituzione longilinea è un soggetto cresciuto rapidamente che tende a disturbi della crescita ossea con diarree frequenti indolori e perdite di fosfato calcico.
L’indicazione di Phosphoricum acidum può subentrare dopo una malattia debilitante con perdita acuta di liquidi (sudorazione, diarrea), con recupero molto lento e una lunga convalescenza.
È anche usato per il trattamento di dolori di crescita in bambini o nei disturbi di mineralizzazione delle ossa.
Quando prescrivere Acido fosforico?
Quando il paziente passa da essere una persona piena di energia e attiva, ad uno stato emotivo e psicofisico di debolezza. Si stanca facilmente. Quale può essere l’origine di questa debolezza generale? Una preoccupazione prolunga nel tempo tenuta nel riserbo interiore.
Si tratta di un soggetto astenico, indifferente, depresso, triste, malinconica, ritirato e riservato.
Sonnolenza diurna, forte sudorazione, l'urina può essere incolore o lattescente con odore di frutta fresca.
Forte sensazione di pesantezza alla testa. Ipersensibilità sensoriale.
Frequente sensibilità del periostio con dolore alle ossa lunghe sopratutto nell’adolescenza.
Possibile alopecia, disturbi della vista, mal di testa, sudorazione, indifferenza sessuale, impotenza ed eiaculazione precoce. Le mucose sono asciutte, soprattutto naso, occhi e bocca.
Fatica nervosoaper sovraccarico intellettuale
Mal di testa in periodo di molto studio e concentrazione.
Add a comment...

Post has attachment
La Medicina Fisiologica di Regolazione nasce da un’idea: ripristinare la Fisiologia attraverso molecole di relazione quali ormoni, interleuchine, fattori di crescita e neuropeptidi in low dose fisiologica, che corrispondono alla medesima concentrazione alla quale esse sono presenti a livello dei recettori transmembrana nella matrice extra-cellulare.
I pivot della Medicina Fisiologica di Regolazione sono i messangers molecules che sono i messaggeri, le parole usate dai tre grandi sistemi di controllo omeostatico per “dialogare” l’un l’altro. L’importanza del connettivo nella medicina fisiologica di regolazione è data dalla sua funzionalità e composizione; infatti esso è inteso come un’unità morfo-funzionale comprendente la rete dei capillari, la matrice e il recettore di membrana.
[sz-video url="http://vimeo.com/84477151" responsive="Y"/]
Add a comment...

Post has attachment
The Physiological Regulating Medicine (PRM) born by a idea: restore Physiology through molecules such relationship hormones, interleukins, growth factors and neuropeptides in low physiological dose, which correspond to the same concentration at which they are present at the level of trans-membrane receptors in the matrix extra-cellular.
The pivot of the Physiological Regulating Medicine are the messengers molecules, that are the messengers, the words used by the three major homeostatic control systems to "talk" to each other. The importance of the connective tissue in medicine physiological adjustment is given by its functionality and composition; so, it is understood as a unit “morpho-functional” comprising the capillary network, the matrix and the membrane receptor.
[sz-video url="http://vimeo.com/84477151" responsive="Y"/]
Add a comment...

Post has attachment
La Medicina Fisiologica di Regolazione nasce da un’idea: ripristinare la Fisiologia attraverso molecole di relazione quali ormoni, interleuchine, fattori di crescita e neuropeptidi in low dose fisiologica, che corrispondono alla medesima concentrazione alla quale esse sono presenti a livello dei recettori transmembrana nella matrice extra-cellulare.
I pivot della Medicina Fisiologica di Regolazione sono i messangers molecules che sono i messaggeri, le parole usate dai tre grandi sistemi di controllo omeostatico per “dialogare” l’un l’altro. L’importanza del connettivo nella medicina fisiologica di regolazione è data dalla sua funzionalità e composizione; infatti esso è inteso come un’unità morfo-funzionale comprendente la rete dei capillari, la matrice e il recettore di membrana.
[sz-video url="http://vimeo.com/84477151" responsive="Y"/]
Add a comment...

Post has attachment
La Medicina Fisiologica di Regolazione nasce da un’idea: ripristinare la Fisiologia attraverso molecole di relazione quali ormoni, interleuchine, fattori di crescita e neuropeptidi in low dose fisiologica, che corrispondono alla medesima concentrazione alla quale esse sono presenti a livello dei recettori transmembrana nella matrice extra-cellulare.
I pivot della Medicina Fisiologica di Regolazione sono i messangers molecules che sono i messaggeri, le parole usate dai tre grandi sistemi di controllo omeostatico per “dialogare” l’un l’altro. L’importanza del connettivo nella medicina fisiologica di regolazione è data dalla sua funzionalità e composizione; infatti esso è inteso come un’unità morfo-funzionale comprendente la rete dei capillari, la matrice e il recettore di membrana.
[sz-video url="http://vimeo.com/84477151" responsive="Y"/]
Add a comment...

Post has attachment
La Medicina Fisiologica di Regolazione nasce da un’idea: ripristinare la Fisiologia attraverso molecole di relazione quali ormoni, interleuchine, fattori di crescita e neuropeptidi in low dose fisiologica, che corrispondono alla medesima concentrazione alla quale esse sono presenti a livello dei recettori transmembrana nella matrice extra-cellulare.
I pivot della Medicina Fisiologica di Regolazione sono i messangers molecules che sono i messaggeri, le parole usate dai tre grandi sistemi di controllo omeostatico per “dialogare” l’un l’altro. L’importanza del connettivo nella medicina fisiologica di regolazione è data dalla sua funzionalità e composizione; infatti esso è inteso come un’unità morfo-funzionale comprendente la rete dei capillari, la matrice e il recettore di membrana.
[sz-video url="http://vimeo.com/84477151" responsive="Y"/]
Add a comment...
Wait while more posts are being loaded