25 * “Stagecoach” (John Ford, USA, 1939) tit. it. “Ombre rosse” * con John Wayne, Claire Trevor, Thomas Mitchell, Andy Devine
Continuando nelle visioni dei tanti western classici recuperati a Tenerife, è venuto il turno di “Ombre rosse”, solito titolo “creativo” italiano, in tutti gli altri paesi fu tradotto letteralmente “La diligenza”. Senz’altro è un film che ha fatto storia, ambientato all’epoca dei pionieri e quindi degli scontri con i pellerossa, in questo caso Apache, dei quali si parla più volte ma che si vedono solo nei pochi minuti del famoso inseguimento al galoppo sfrenato. L’unica sparatoria-duello fra “bianchi” si sente, ma non viene mostrata.
A differenza di quanto avevo sottolineato in “Sfida all’OK Corral” qui c’è un vero personaggio da commedia (il postiglione Buck interpretato da Andy Devine), ma anche altri personaggi presenti sono presentati in modo più o meno caricaturale. Film sostanzialmente “buonista” e in linea con il sogno americano, con gli emarginati che hanno la loro chance e gli insopportabili ricchi arroganti che vengono messi in riga e puniti ove del caso. Il fuorilegge perdonato, la prostituta redenta, l’ubriacone che sa “disintossicarsi” al momento giusto, il giocatore gentiluomo, ... ognuno ha un suo preciso ruolo in questo western pressoché teatrale, con i 9 protagonisti quasi sempre insieme, che si potrebbe definire un film corale anche se, ovviamente, alcuni personaggi rivestono ruoli più importanti di altri.
Gli appassionati avranno già collegato a “The hateful eight” di Quentin Tarantino l’assortimento di passeggeri, la diligenza (nelle foto notate la somiglianza dei fregi e il nome parzialmente uguale “OVERLAND STAGE”), i viaggiatori che salgono a bordo dopo la partenza e altri particolari intesi a rendere un chiaro omaggio al lavoro di John Ford. Perfino alcune versioni dei poster sono molto simili con la diligenza tirata da sei cavalli posta in diagonale, seppur opposta (vedi foto).
In questo viaggio che ho intrapreso nel mondo dei western classici mi attendono altri sette degli anni 40-50 e “The Shootist” del 1976 da considerare comunque un classico essendo l’ultimo film di John Wayne (all’epoca quasi 70enne) 6 anni dopo aver conquistato il suo unico Oscar con True Grit.
Per chi è interessato al genere, “Stagecoach” è ovviamente una visione fondamentale, pur non rispettando i canoni più comuni.
IMDb 7,9 RT 100%
#cinema #film 2 Oscar (Thomas Mitchell attore non protagonista e commento sonoro) + 5 Nomination
PhotoPhotoPhotoPhotoPhoto
“Stagecoach” (John Ford, USA, 1939) tit. it. “Ombre rosse”
11 Photos - View album
Shared publiclyView activity