276 “Night of the Living Dead” (George A. Romero, USA, 1968) tit. it. “La notte dei morti viventi” * con Duane Jones, Judith O'Dea, Karl Hardman

Opera prima di Romero (scomparso un paio di mesi fa, a 77 anni) divenuta quasi immediatamente un cult e non solo per gli appassionati del genere horror.
Con la sua originale messa in scena e affidandosi ad attori non professionisti (anche loro all’esordio cinematografico e quasi tutti apparvero poi in soli pochissimi film) Romero è riuscito a produrre un film che non si avvale di situazioni viste e riviste, non si basa su stereotipi e citazioni, ha una più che buona parte teatrale (le aspre discussioni fra Ben e Harry sono notevoli e anche ben interpretate) e con un budget di poco più di 100.000 dollari ha stabilito uno “standard” che ha segnato centinaia di produzioni successive.
Certo, c’è qualche punto debole come per esempio l’autoimmolarsi di alcuni dei protagonisti che quasi si gettano fra le braccia dei “morti viventi” ma al buon Romero, considerati oltretutto i limiti di spesa e l’esordio, si perdona tutto.
A confronto di questo film divertente e ben realizzato, senza bisogno di effetti speciali e CGI, molti autori contemporanei si dovrebbero vergognare dei loro prodotti che contano su stelle del cinema, maestranze altamente specializzate, mezzi tecnici all'avanguardia e budget quasi illimitati.

RottenTomatoes 96% IMDb 7,9
Stasera guarderò "Martin" (George A. Romero, USA, 1978) che forse moti conosceranno con il titolo italiano "Vampyr" che però, per me, resterà solo e sempre riferito all'originale del maestro Carl Th. Dreyer del 1932.
FotoFotoFotoFotoFoto
11/09/17
6 foto - Visualizza album
Condiviso pubblicamenteVedi attività