419 “Hellzapoppin'” (H.C. Potter, USA, 1941) * con Ole Olsen, Chic Johnson, Martha Raye
Dopo i due Antonioni - che, sia chiaro, non ho trovato noiosi e lenti come tanti affermano, ma certamente più “impegnativi” - cercavo un film molto più leggero e quale scelta migliore se non ri-godersi questo “nonsense” per eccellenza?!
Hellzapoppin' si ispira ad un movimentato musical di grande successo a Broadway e, grazie alle maggiori possibilità fornite dai mezzi cinematografici, lo trasforma in un film molto più caotico ed esilarante. Non a caso il titolo è divenuto nome comune, con il significato di “situazione fuori controllo, rumorosa, allegra, confusionaria, ecc” e gli autori se ne rendevano ben conto tanto da aggiungere questo cartello: “Ogni similitudine fra Hellzapoppin' e un film è puramente casuale”. E si può affermare che è assolutamente vero in quanto, oltre alle tante scene e personaggi irreali/surreali, si passa continuamente da un film proiettato, ad un musical teatrale, da un film in fase di realizzazione, alle prove, alla sala con spettatori che interagiscono con gli attori, il tutto interrotto da chi deve recapitare una pianta a tale "Miss Jones!" e da una signora che cerca disperatamente il suo “Oscar!".
Il film chiaramente divenne ben presto un cult, non esistendo prodotti simili e oltrepassando anche i nonsense dei fratelli Marx che avevano spopolato nel decennio precedente.
Secondo me è imperdibile e da rivedere se sono passati vari anni dalla precedente visione
IMDb 7,6
FotoFotoFotoFotoFoto
13/12/17
8 foto - Visualizza album
Condiviso pubblicamente