366 * “Cidade de Deus” (Fernando Meirelles, Bra, 2002) tit. int. “City of God” * con Alexandre Rodrigues, Matheus Nachtergaele, Leandro Firmino
Per "festeggiare" il raggiungimento del mio obiettivo dei 366 film nel corso dell'anno (media di uno al giorno) ho scelto un film "di conseguenza" e fra quelli a mia disposizione il preferito è stato “Cidade de Deus” . Uno dei pochi film brasiliani ad essere conosciuto in tutto il mondo e riconosciuto come ottimo, un capolavoro, tant'è che si trova addirittura al 21° posto della classifica IMDb di tutti i film di sempre.
La trama è appassionante anche se a tratti violenta (ma Meirelles non indulge in queste inquadrature), il ritmo rapido e talvolta travolgente accompagnato da commento sonoro adeguato, la voce fuori campo che introduce i vari personaggi e le loro storie (il più delle volte ascesa e caduta), come se fossero capitoli, la fotografia raffinata spesso dai colori pastello (soprattutto i gialli sono affascinanti), le inquadrature che si alternano continuamente (dal basso, verticali dall’alto, primissimi piani quasi deformanti, carrellate e zoomate, rotazioni, ...) fanno si che lo sguardo resti inchiodato alla rapida sequenza di immagini montate ottimamente ed in modo efficace.
Attori? Non che siano scadenti, seppur non eccellenti, ma in film di questo genere oserei dire che sono secondari, come in quasi tutti i capolavori in cui inquadrature, tempi, angoli di ripresa, montaggio e ritmo sono ciò che rendono una pellicola CINEMA.
Film indispensabile nella vostra videoteca virtuale o materiale che sia.
E ancora una volta torno a chiedermi: perché tanti registi che iniziano con piccoli o grandi capolavori non riescono più a produrre niente dello stesso livello nei decenni successivi? Mistero ...
4 Nomination (regia, sceneggiatura, fotografia, montaggio)
IMDb 8,7 RT 90%
#cinema #film #Brasile #Oscar
PhotoPhotoPhotoPhotoPhoto
“Cidade de Deus” (Fernando Meirelles, Bra, 2002) tit. int. “City of God”
8 Photos - View album
Shared publiclyView activity