96 * “Les risques du metier” (André Cayatte, Fra, 1967) tit. it. “Attentato al pudore” * con Jacques Brel, Emmanuelle Riva, René Dary
Sorvolando sulla pessima e fuorviante traduzione del titolo, passo a sottolineare la stranezza del cast con protagonista un cantante famoso che esordisce come attore (più che degnamente) a quasi 40 anni e al suo fianco l’affermata Emmanuelle Riva che di fatto aveva esordito 8 anni prima con un ruolo da protagonista in “Hiroshima mon amour” (di Alain Resnais, 1959), anche lei ultratrentenne all’epoca.
Seppur di argomento relativamente più “leggero” (ma una calunnia, specialmente di molestie è tutt’altro che “leggera”) “Les risques du metier” tocca ancora una volta i temi tanto cari a Cayatte della giustizia e della morale, temi centrali della sua precedente tetralogia. Il regista francese, laureato in letteratura e in diritto, abbandonò la carriera forense e si dedicò al giornalismo, scrittura e cinema, e divenne un acceso paladino dell’abolizione della pena di morte.
Questo film si svolge in una cittadina di provincia francese nella quale un professore viene accusato di molestie da ben tre ragazze. In principio è il sindaco che indaga, ma non venendo a capo di nulla subentra la polizia e la storia si va complicando sempre di più con tante bugie e verità nascoste.
Se vi interessa sapere di più su Cayatte, vi invito a leggere questo ottimo articolo di Aldo Tassone, trovato nell’archivio di Repubblica del 1989, quando i giornalisti erano giornalisti.
http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1989/02/07/morto-cayatte.html
IMDb 7,1 #cinema #film
PhotoPhotoPhotoPhotoPhoto
14/03/17
5 Photos - View album
Shared publiclyView activity