229 * “Midnight Cowboy” (John Schlesinger, USA, 1969) tit. it. “Un uomo da marciapiede” * con Dustin Hoffman, Jon Voight, Sylvia Miles
Film che ha fatto epoca, emblematico nell’ambito della rivoluzione del Nuovo Cinema Americano (American New Wave) soprattutto per aver portato sullo schermo, in modo abbastanza esplicito per l’epoca, scene di prestazioni sessuali a pagamento (in questo caso da parte del protagonista, un “gigolò”), di un doppio stupro e di incontri omosessuali. All’uscita fu addirittura classificato “X” come i film pornografici e solo dopo vari anni (pur senza tagliare niente) passò a “R”.
Superba l’interpretazione di Dustin Hoffman, per molti (me compreso) la migliore della sua lunga carriera ... avrebbe meritato l’Oscar che invece andò a John Wayne per “True Grit”.
Quest’ultimo, già ben noto per le sue idee “conservatrici”, criticò aspramente e in modo palesemente omofobo i temi trattati in “Midnight Cowboy”.
"Wouldn't you say that the wonderful love of these two men in Midnight Cowboy, a story about two fags, qualifies as a perverse movie?"
Non è chiaro se questo suo astio fu accresciuto dal fatto di essere anche citato (seppur in modo non offensivo) in un dialogo fra Ratso (Hoffman) e Joe (Voight) a proposito dei cowboy:
Ratso : "Cowboys are fags!"
Joe: "John Wayne is a cowboy! Are you calling John Wayne a fag?"
A mio modesto parere è un gran film, non solo per quello che rappresentò all’epoca, ma anche per il modo di raccontare la storia di Joe Buck, sprovveduto giovane texano che da un paesino del sud si trasferisce a New York dove pensa di fare un mare di soldi semplicemente e “piacevolmente”. Il rapido montaggio, in particolare per le tante scene di ricordi, piacevoli e spiacevoli, sogni e fantasie, con alternanza di bianco/nero e colore è uno dei migliori che ricordi. Cinematograficamente parlando, lo trovo un film fatto talmente bene che le parole sono superflue.
Sarei curioso di sapere se e quante volte “Un uomo da marciapiede” è passato in TV in edizione integrale ...
La canzone “Everybody's Talkin' “ (composta da Fred Neil e cantata da Harry Nilsson), eseguita più volte nel corso del film, divenne un successo internazionale
Senz’altro un film da non perdere, per il soggetto e la sceneggiatura, le interpretazioni, la regia, il montaggio e la Musica! Cosa volete di più?

IMDb 7,9 RT 90% #cinema #film
3 Oscar (miglior film, regia, sceneggiatura non originale) e altre 4 Nomination per entrambe gli attori protagonisti Dustin Hoffman, Jon Voight, per Sylvia Miles non protagonista e per il montaggio.
FotoFotoFotoFotoFoto
21/07/17
6 foto - Visualizza album
Condiviso pubblicamenteVedi attività