413 “Eraserhead” (David Lynch, USA, 1977) tit. it. “La mente che cancella” * con Jack Nance, Charlotte Stewart, Allen Joseph
Film di esordio di Lynch, quasi un lavoro di tesi (sviluppato in ben 5 anni), girato in un bianco e nero “sporco”, in stile molto simile a quello dei muti, con pochi e brevi dialoghi, soggetto fra l’onirico ed il surreale. In precedenza si era cimentato solo in corti, il lungometraggio successivo sarebbe stato “The Elephant Man” (1980, 8 Nomination Oscar).
Sulla padronanza del mezzo cinematografico penso ci sia poco da discutere, ma il pubblico resta spesso disorientato dalle storie raccontate da Lynch, autore delle sceneggiature dei suoi soli 11 lungometraggi con l’unica eccezione di “The Straight Story” (1999). In particolare in “Eraserhead” ha inserito tanti eventi, personaggi e situazioni non chiarite, lasciando agli spettatori ampia libertà di interpretazione. Chi è l’uomo che muove le leve e dove si trova? Come si producono/riproducono gli abnormi esseri al centro della storia? Qual è il vero ruolo/significato della nonna (?)? Qual è il significato delle immagini iniziali? Che dire del negozio dove il ragazzo vende la testa? e si potrebbe continuare all’infinito sia ad elencare che a discutere di ciascun elemento senza - ovviamente - venire a capo di niente!
Un film unico nel suo genere, che si dovrebbe guardare “coscientemente”, nel senso che si deve avere almeno una vaga conoscenza di Lynch e sapere e che cosa si va ad assistere. Dopo il film gli argomenti di discussione non mancheranno di certo!
IMDb 7,4 RT 91%

PS - Mi sono imbattuto in una interessante nota che spiegava come sia il ricorrente sibilo (come quello di un forte vento) che “the Man in the Planet” siano ispirati a “Glen or Glenda” (1953, primo lungometraggio di Ed Wood, il peggior regista di tutti i tempi), uno dei film preferiti da Lynch. Di Ed Wood e della sua collaborazione con Bela Lugosi parlai tempo fa ed ora sono ansioso di mettere mano alla visione di 5 dei suoi film (già recuperati, rating di IMDb fra 3,3 e 4,2 ... su 10) a cominciare proprio da “Glen or Glenda”. Cosa avrà conquistato Lynch? Il fascino dell’orrido?
FotoFotoFotoFotoFoto
08/12/17
7 foto - Visualizza album
Condiviso pubblicamenteVedi attività