387 * “Séraphine” (Martin Provost, Fra, 2008) NO. it. * con Yolande Moreau, Ulrich Tukur, Anne Bennent
Come accennato nella micro-recensione precedente anche questo film franco-belga sembra non essere mai giunto nelle sale italiane.
Si tratta della storia della “scoperta” della pittrice naif Seraphine Louis (meglio conosciuta come Seraphine de Senlis) da parte del famoso critico d’arte tedesco Wilhelm Uhde, colui che sostenne e fece conoscere artisti come Picasso, Braque, Rousseau e la stessa Seraphine e fu fra i principali promotori della prima esposizione di Arte naïf a Parigi nel 1928.
Il film comincia mostrando l’artista, già quasi 50enne, impegnata nel suo quotidiano lavoro di domestica e lavandaia. Per puro caso Uhde è ospite della casa in cui lavora Seraphine e ne riconosce subito le grandi doti espressive. Quindi si seguono i primi passi da artista di questa “primitiva moderna”, il sopraggiungere della fama (e danaro) e infine la follia.
Ottima Yolande Moreau nel difficile ruolo della pittrice, bella l’ambientazione con gran cura dei particolari, specialmente negli interni.
Film senz’altro interessante e ben realizzato, vale la pena guardarlo.
IMDb 7,4 RT 89%
#cinema #film
PhotoPhotoPhotoPhotoPhoto
“Séraphine” (Martin Provost, Fra, 2008)
8 Photos - View album
Shared publiclyView activity